Una coppa che parla spagnolo: la guida scommesse Europa League

Vent’anni fa si chiamava Coppa Uefa e la vinceva il Parma di Buffon e Crespo, ultimo successo di un club italiano: oggi la seconda competizione europea per club dopo la Champions League parla soprattutto spagnolo, con i trionfi di Siviglia e Atletico Madrid, anche se nel 2019/20 l’Inter è arrivata in finale. Le scommesse sull’Europa League sono un must. In questa guida troverete tutte le informazioni utili su uno dei tornei più avvincenti del nostro calcio.

Argomenti della pagina: Vai all’argomento preferito con un solo click!
Europa League
I siti top per l’Europa League

Scopri le loro caratteristiche

Criteri

Come scegliere i bookies per l’EL

Mercati

1X2, Under/Over, Antepost

Squadre

Il Siviglia e le rivali

Calciatori

Da Bruno Fernandes a Lukaku

Storia

EL e scommesse

FAQ

Domande frequenti

Parleremo dei migliori bookmaker per scommettere sull’Europa League e di come li abbiamo scelti, ma vi racconteremo anche per filo e per segno il torneo attraverso statistiche e record individuali e di squadra, oltre a parlare dei principali mercati e delle giocate live. Scegliete l’argomento che più vi stuzzica dall’elemento di navigazione qui sopra, oppure tuffatevi nella nostra pagina!

Scommettere sull’Europa League: fatelo con questi bookmaker!

Prima di cominciare il nostro approfondimento, caliamo i nostri assi: quelli che trovate nella tabella qui sotto sono senza dubbio i 5 migliori siti scommesse sul calcio dell’Europa League. Ne potete stare certi: i 5 bookies sottostanti offrono la più completa e armonica fusione tra quote imbattibili, bonus di benvenuto golosi, quantità di mercati a disposizione e una efficiente sezione live, con tanto di streaming.

I migliori 5 bookmaker online per l’Europa League
Un giocatore colpisce di testa durante una partita di calcio in notturna, e il logo dell'Europa League
Voto: 5/5 Bonus fino a 210€ Visita il sito
Voto: 4.5/5 Bonus fino a 50€ Visita il sito
Voto: 4.5/5 Bonus fino a 80€ Visita il sito
Voto: 4/5 Bonus fino a 250€ Visita il sito
Voto: 4/5 Bonus fino a 100€ Visita il sito

A questo punto però due domande sorgeranno spontanee: come avete fatto a determinare questa Top 5? E perché avete scelto proprio questi 5 bookmaker? Le risposte arriveranno nei prossimi paragrafi, in cui ci occuperemo per l’appunto proprio di esplicitare i parametri di scelta che secondo noi sono fondamentali per decidere i migliori operatori per le scommesse sull’Europa League.

Come determinare i migliori bookmaker per l’Europa League

È praticamente impossibile che, tra tutti i bookmaker operanti in Italia, ce ne sia uno che non proponga la possibilità di scommettere sull’Europa League: visto l’apprezzamento del pubblico si tratterebbe di una vera scelta suicida! Per stabilire quali sono i migliori operatori, dunque, si tratta di considerare una serie di parametri a cui è stato dedicato uno specifico paragrafo, cui si può accedere tramite lo strumento di navigazione che trovate qui sotto.

Un buon bookmaker per l’Europa League, però, non può limitarsi a essere il migliore in solo una delle categorie da noi individuate: ogni scommettitore ha le sue esigenze e preferenze. Ciò che cerchiamo, e che i bookies nella nostra Top 5 garantiscono, è una combinazione vincente di payout elevati, efficaci promozioni periodiche dedicate alla seconda competizione europea, ricco palinsesto live e abbondanza di mercati a disposizione.

L’asso nella manica sono dei payout elevati

Se, in caso di vincita alle scommesse sull’Europa League, a parità di schedina un bookmaker ci fa vincere 100 e un altro 200, non esiste una sola ragione al mondo per cui non dovremmo scegliere il secondo. L’importante è capire come sapere questo dato, ovvero confrontare i ritorni allo scommettitore offerti dai vari operatori, che costituiscono il valore percentuale della nostra vincita potenziale.

Calcolarli non è difficile, come spieghiamo anche in un paragrafo sul payout della nostra pagina sui migliori siti di scommessa italiani, ma noi vi abbiamo semplificato il compito: qui sopra trovate i valori minimi e massimi proposti dai bookmaker Europa League della nostra Top 5, che, come potete vedere, si stabilizzano su numeri molto alti e ben lontani dalla soglia psicologica del 90%, sotto la quale un payout può essere definito basso.

Antenne sempre alzate sulle promozioni periodiche

Le scommesse sull’Europa League sono una parte consistente del palinsesto calcistico dei maggiori bookmaker. Per gli appassionati di questo torneo, però, spesso ci sono anche delle piacevoli sorprese, ovvero promozioni specificamente dedicate ai match più importanti della competizione. Spesso si tratta di free bet o quote maggiorate, perciò vale sempre la pena tenere ben monitorata la sezione dedicata alle promo sui vari siti degli operatori.

In aggiunta, va considerato anche che le offerte più genericamente dedicate al calcio sono valevoli anche per l’Europa League. Per conoscere nel dettaglio il mondo delle promozioni dei bookmaker, scoprite quali sono i migliori bonus scommesse.

Scommesse sull’Europa League: la sezione live e lo streaming

Il gradimento degli utenti per le giocate in-play è indiscutibile, come spieghiamo anche nella nostra pagina dedicata ai migliori siti scommesse live. Inevitabile, dunque, che i più importanti bookmaker Europa League prevedano anche questa modalità di gioco. Con così tante partite in svolgimento contemporaneo, diventano decisivi un aggiornato livescore e un apparato di statistiche completo.

In questo modo l’utente avrà sempre sotto controllo la situazione e potrà così giocare in maniera consapevole. Ancora meglio, poi, se è possibile vedere l’incontro su cui si sta puntando in diretta streaming, un’opportunità che i nostri top bookies in gran parte offrono.

Una vasta scelta di mercati con cui divertirsi

Allo scommettitore non interessa più puntare “solo” sul team vincente in una data partita. Vuole divertirsi cercando di indovinare chi segnerà il primo gol, se il numero di reti sarà alto o basso e così via. Ecco perché il numero di mercati sul calcio, e nello specifico sull’Europa League, è aumentato esponenzialmente, e oggi registriamo bookies che offrono numeri stratosferici, con più di 300 tipologie di scommesse, in misura maggiore quanto più sarà importante l’evento.

La finale di Europa League avrà naturalmente più mercati di un oscuro primo turno di qualificazione tra un team di Andorra e uno bielorusso! Un accorgimento: controllate sempre che la quantità di mercati sia la medesima, sia che giochiate da desktop che da device mobile: una modalità, questa, che si registra con le app scommesse più performanti.

I mercati per la competizione

Apriamo adesso un nuovo capitolo della nostra pagina sui siti scommesse Europa League. Fino a qui abbiamo parlato dei migliori bookmaker per giocare su questa competizione e dei parametri che abbiamo considerato per individuarli. Ora però vogliamo raccontarvi alcune delle tipologie di scommessa più diffuse per questo torneo, dividendole tra puntate antepost e sul singolo incontro, che saranno la tipologia che affronteremo per prima. Il tutto sarà corredato da statistiche e record, così che possiate farvi un’idea ben precisa di ciò che significa scommettere sull’Europa League.

Le scommesse sul singolo incontro

Le scommesse sul singolo match sono inevitabilmente quelle che scatenano maggiormente la fantasia, e attraggono anche gli scommettitori più occasionali, quelli che puntano qualcosa giusto una volta ogni tanto. Non abbiamo alcuna pretesa di esaustività (del resto ci sono spesso più di 200 mercati a disposizione), ma è sicuro che quelle che troverete nei prossimi paragrafi sono le più diffuse: non ve le spiegheremo nel dettaglio, per quello vi rimandiamo al contenuto riguardante le tipologie di scommesse sul calcio.

Alcuni giocatori dell'Atletico Madrid esultano dopo un gol, vicino al logo di bwin
Il top per l’Europa League

Più di 70 mercati sul calcio Streaming e sezione live da campioni

Bonus fino a 210€

Vi diremo invece quale è stato l’andamento delle statistiche Europa League ad esse relativo nella stagione 2019/20. Prima, però, guardate il box qui sopra: in esso trovate quello che è, a nostro giudizio, il bookie migliore per le vostre giocate su questa competizione!

Le statistiche per il mercato 1X2

In Europa League il fattore-campo è preponderante. Questo può esservi di notevole aiuto, nel momento in cui decidiate di giocare la scommessa più classica e avvincente di tutte, quella sulla squadra che si aggiudicherà l’incontro. Nella stagione 2019/20, considerando la competizione solo dalla fase a gironi in poi, e con il particolare formato a gara unica della fase a eliminazione diretta, le squadre che giocavano tra le mura amiche hanno vinto quasi la metà delle partite disputate, un dato confrontabile con quello riscontrato nelle scommesse su singolo match per la Bundesliga.

1
Vittoria squadra di casa

Nella stagione 2019/20 il segno “1” si è verificato per 94 volte, pari al 47.71% del totale dei risultati.

X
Pareggio

Il pareggio si è verificato 50 volte, numero pari al 25.38% del totale, nella stagione 2019/20 dell’Europa League.

2
Vittoria squadra ospite

La vittoria fuori casa, nella stagione 2019/20, si è verificata in 53 occasioni, pari al 26.91% dei risultati totali.

L’Europa League e il mercato Gol/No Gol

L’annata 2019/20 dell’Europa League ci ha raccontato di un torneo pirotecnico e movimentato, in cui il bilancio dei gol, almeno considerando il torneo solo dalla sua fase a gironi, ha visto comunque un certo equilibrio: il segno “Gol”, ovvero la circostanza in cui entrambe le squadre vanno in rete, si è presentato in poco più del 53% dei casi rispetto a quello “No Gol”, come testimonia anche il grafico a torta preparato dai nostri tecnici. Tenetene conto, se vi stuzzica questo mercato e confrontate con quanto succede nel suo omologo per quanto riguarda le scommesse sulla singola partita di Champions League.

Il mercato Under/Over e l’Europa League

In coerenza con il mercato precedente, la stagione 2019/20 dell’Europa League ha visto prevalere il segno “Over” (2.5), rispetto a quello “Under”, con quasi il 55% dei casi, pari a 107 partite su 197 disputate. Ciò ci dà conferma del fatto che si predilige la fase offensiva rispetto a quella difensiva, e che una volta in vantaggio le squadre cercano di rimpolpare il vantaggio piuttosto che di arroccarsi a difesa della rete. Anche qui proponiamo un confronto, con il mercato Under/Over nelle scommesse Liga spagnola per verificare se avviene lo stesso.

Le giocate antepost

Le giocate antepost sono quelle più a lungo termine: riguardano i vincitori della competizione, i bomber che vinceranno la classifica cannonieri e così via. Richiedono dunque un grado di conoscenza e di esperienza in più. Ne descriveremo alcune delle più diffuse e, come fatto in precedenza, vi rimandiamo alla sezione dedicata alle scommesse calcistiche antepost per scoprirne il funzionamento: qui parleremo di record e statistiche.

Chi vincerà l’Europa League?

Il logo del Siviglia, la squadra che si è aggiudicata l'edizione 2019/20 dell'Europa League.Rapida, intuitiva ma solo apparentemente semplice da prevedere: chi alzerà la coppa è una delle scommesse sull’Europa League più diffuse e amate dagli utenti dei bookies. Come detto all’inizio di questa pagina, è soprattutto la Spagna ad aver monopolizzato il trofeo negli ultimi anni, con il Siviglia, attuale detentore del titolo, a scrivere più volte il suo nome nell’albo d’oro. Nell’ultima stagione gli andalusi hanno affrontato in una finale thrilling l’Inter, battendo i milanesi per 3-2 dopo aver piegato in semifinale il Manchester United.

Chi sarà l’altra finalista

Il logo dell'Inter, la squadra giunta in finale nell'edizione 2019/20 dell'Europa League.Un altro mercato antepost decisamente interessante, per una competizione dalle molte sorprese e imprevedibile come l’Europa League, è quello che chiede di determinare chi sarà la squadra finalista che si disputerà il titolo con la favorita. Nel 2019/20 la finale ha visto in campo una italiana, l’Inter, che però ha dovuto arrendersi al Siviglia (3-2) per una sfortunata autorete di Lukaku. In passato, in finale si sono succeduti Arsenal, Ajax, Liverpool, Dnipro, Benfica e Olympique Marsiglia, a testimonianza di un torneo sempre molto aperto e combattuto, in cui non arrivano in alto sempre i “soliti noti”.

La vincente di uno dei gruppi di qualificazione

Il logo del Celtic Glasgow, primo in classifica nel Girone E di Europa League 2019/20.L’Europa League è strutturata in una prima fase a gironi e in una seconda ad eliminazione diretta. Ecco quindi che scommettere su quale squadra si classificherà per prima in uno dei gruppi di qualificazione è interessante. Nella stagione 2019/20 una delle squadre più abituate a giocare nel torneo, il Celtic Glasgow, si è comportato egregiamente vincendo il Gruppo E con pieno merito, ma finendo poi la sua avventura subito nei sedicesimi, per mano del Copenhagen, poi giunti fino ai quarti.

Il capocannoniere dell’Europa League

Lo stemma del Manchester UnitedUn’altra tipologia di scommessa antepost tradizionale per quanto riguarda le scommesse sull’Europa League è quella che chiede di indovinare il capocannoniere finale del trofeo. La competizione è stata spesso casa e trampolino di lancio per bomber di razza che poi sono passati a squadre più prestigiose, o che al contrario proprio in Europa League hanno costruito la loro personale leggenda. Il capocannoniere dell’Europa League 2019/20 è stato il forte fantasista del Manchester United Bruno Fernandes, che aveva iniziato la competizione nello Sporting Lisbona, e che ha messo a segno 8 gol, uno in più del centravanti interista Romelu Lukaku.

Le informazioni sull’Europa League

L’Europa League in breve
Il palazzo che ospita il quartier generale della UEFA a Nyon, in Svizzera
Nome Europa League
Sede Nyon
Anno di fondazione 2009 (in precedenza e dal 1971 Coppa Uefa)
Sito web: www.uefa.com
Numero di squadre: 48
Squadre ai preliminari: 164
Formula: Preliminari + Fase a gironi + Eliminazione diretta
Squadre retrocesse dalla Champions: 8

La carta d’identità dell’Europa League ci parla di un trofeo non ancora cinquantenne, essendo nato nel 1971 con la denominazione di Coppa Uefa, mantenuta fino al 2009. A sua volta, la Coppa Uefa aveva sostituito la Coppa delle Fiere, disputata con la formula a invito nelle più grandi città europee che ospitavano fiere commerciali. Vi partecipano le 3 formazioni che si classificano, nei rispettivi campionati nazionali, immediatamente dopo quelle aventi diritto a partecipare alla Champions League, con accesso diretto o sottoposto a turni preliminari a seconda del posizionamento in classifica e del ranking del campionato nazionale, più le vincitrici delle varie coppe nazionali. Ad esse vengono poi aggiunte le squadre che non superano il terzo e il quarto turno preliminare di Champions, nonché le terze classificate della fase a gironi della stessa, che vengono in un certo senso “retrocesse” in EL.

Visto l’alto numero di squadre partecipanti, l’Europa League ha una durata quasi continua, visto che il primo dei quattro turni preliminari si svolge addirittura all’inizio del mese di giugno, quando i campionati si sono appena conclusi. I quattro turni preliminari si svolgono con gare di andata e ritorno ad eliminazione diretta. Dopodiché si passa alla fase eliminatoria, strutturata su 12 gironi da 4 squadre: modellati come quelli di Champions con sfide di andata e ritorno, essi indicano due classificate, che accedono alla fase finale ad eliminazione diretta, cui partecipano le 24 qualificate più le otto terze classificate dei gironi di Champions, per un totale di 32 squadre, che si affrontano a partire dai sedicesimi di finale.

La squadra vincitrice si aggiudica un trofeo in argento del peso di 15kg e il diritto a partecipare alla Champions nella stagione successiva e a disputare la Supercoppa UEFA contro la vincente della Champions League. Ogni squadra che vince l’Europa League per tre volte di seguito (o per cinque non di seguito) ha il diritto di esporre sulle maglie un badge commemorativo: attualmente è solo il Siviglia a potersene fregiare. Nella tabella accanto trovate un piccolo riassunto di quanto detto fin qui insieme ad altri dati utili sul torneo.

Gli stadi dell’Europa League 2018/19 su YouTube

Le grandi protagoniste del torneo

I giocatori passano, ma i grandi team restano, e nei prossimi paragrafi vogliamo parlare proprio di loro, delle grandi squadre che hanno scritto la storia dell’Europa League e che sono indissolubilmente legate a questa competizione. Statistiche e record sono facilmente reperibili, e possono davvero aiutarvi a capire su quale squadra puntare, se volete piazzare le vostre scommesse sull’Europa League.

La tabella con le squadre più vincenti in Europa League

Sono soprattutto le squadre spagnole a fare la voce grossa in Europa League, negli ultimi anni. In particolare, è il Siviglia a detenere il record di trofei vinti, 6, di cui tre consecutivi (l’ultimo nel 2019/20), oltre a non aver mai perso una finale. Anche le italiane si comportano bene: Inter e Juventus, insieme a Liverpool e Atletico Madrid, occupano il secondo gradino del podio, mentre il Parma il terzo con una affermazione in meno. Una vittoria italiana manca purtroppo ormai da ben vent’anni. Nel nostro albo d’oro abbiamo considerato naturalmente anche gli anni in cui la competizione si chiamava Coppa Uefa.

Le squadre più vincenti in Europa League (Coppa Uefa compresa)
Team
Stemma
Edizioni vinte Città Indirizzo Fondazione
Siviglia 6 Siviglia Calle Sevilla Fútbol Club, s/n 1890
Inter 3 Milano Corso Vittorio Emanuele II 9 1908
Juventus 3 Torino Via Druento 175 1897
Liverpool 3 Liverpool Anfield Road, L4 OTH 1892
Atletico Madrid 3 Madrid Paseo de la Virgen del Puerto, 67, 28005 1903
Borussia Mönchengladbach 2 Mönchengladbach Hennes-Weisweiler-Allee 1 1900
Tottenham 2 Londra Lilywhite House 782 High Road 1882
Real Madrid 2 Madrid Parque de Valdebebas, 28055 1902
Göteborg 2 Göteborg Kamratgårdsvägen 50 SE-416 55 1904
Parma 2 Parma Strada Carlo Pisacane 4 1913
Feyenoord 2 Rotterdam Van Zandvlietplein 3 3077 AA 1908
Porto 2 Oporto Pavilhão Caixa Via FC Porto 4350-450 1893
Chelsea 2 Londra Fulham Rd, Fulham, London SW6 1HS, Regno Unito 1905

Le squadre di Europa League con il maggior numero di follower sui social media

Oggi il calcio è un fenomeno globale. Per capire quanto una squadra abbia seguito, può essere utile analizzare il numero dei follower sui social media. Abbiamo così analizzato quanti utenti “seguano” su Facebook le squadre partecipanti alla fase ad eliminazione diretta dell’Europa League 2018/19, determinando una top 10 che vedete rappresentata nell’infografica qui sotto: forse vi sorprenderà il Galatasaray, team che occupa il terzo gradino del podio.

Un istogramma con le 10 squadre dell'Europa League con il maggior numero di follower sui social media

I record di squadra dell’Europa League

Per tutti i nostri lettori che vogliono scommettere in maniera informata, oppure semplicemente che si sentono un po’ nerd, i prossimi box azzurri sono chicche. Con dati aggiornati all’edizione 2019/20, abbiamo raccolto le statistiche Europa League relative al team più vincente, a quello con il maggior numero di partecipazioni, a quello più vincente nella fase a eliminazione diretta, a quello con il migliore attacco e a quello più affezionato alle… vittorie seriali.

  • La maglia del Siviglia
    Quando vincere diventa una piacevole abitudine

    Tra il 2013 e il 2016 il Siviglia ha vinto per tre edizioni di fila l’Europa League, un record difficilmente eguagliabile. In tutto sono 6 le edizioni vinte dagli spagnoli, l’ultima nel 2020.

  • La maglia del Bruges
    I fedelissimi della competizione

    Con 10 partecipazioni consecutive all’Europa League, i belgi del Club Bruges sono la squadra che ha preso più volte di fila parte al torneo, anche se da qualche anno hanno incominciato a frequentare anche i gironi di Champions League.

  • La maglia del Benfica
    Il maggior numero di vittorie nella fase a eliminazione diretta

    I portoghesi del Benfica detengono, in comproprietà con l’Atletico Madrid, il record di partite vinte durante la fase a eliminazione diretta, con ben 20 successi e 55 gol segnati.

  • La maglia del Porto
    Abbonati alla vittoria seriale

    Un’altra squadra portoghese, quella del Porto, è protagonista di un ottimo primato: in ben 2 occasioni (2003 e 2011), i biancoblu hanno vinto il campionato nazionale, la coppa nazionale e l’Europa League nella stessa stagione.

  • La maglia del Chelsea
    Una macchina da gol

    I vincitori dell’Europa League 2018/19, i Blues londinesi del Chelsea, si rivelarono una vera macchina da gol: sono 24 i gol realizzati, a partire dalla fase ad eliminazione diretta dei Sedicesimi, ben 6 in più dell’Arsenal finalista, che pure aveva messo in mostra un gioco molto offensivo.

RITORNA ALLA LISTA DEI TOP BOOKIES

L’Europa League e i suoi top player

E dopo aver parlato delle squadre è arrivato anche il momento di parlare di chi le squadre le compone: grandi attaccanti, difensori, centrocampisti e portieri saranno i protagonisti dei prossimi paragrafi, in cui parleremo di record individuali e statistiche che hanno scritto la storia della seconda competizione europea, e che vi torneranno utili quando deciderete di mettere alla prova i siti scommesse Europa League.

Il principe dei bomber

In Europa League si disputano molte partite, in non pochi casi con trasferte molto impegnative dal punto di vista logistico, oltre che agonistico. I re del gol di questa competizione sono quindi dei veri centravanti da battaglia, capaci di bucare la rete tanto in un disastrato stadio azero come in un lussuoso impianto di una squadra di Serie A. Negli ultimi anni si è assistito a una certa varietà nei nomi dei bomber, con l’eccezione di Aritz Aduriz e con una buffa costante: a parte nel 2015/16, il capocannoniere ha sempre segnato 8 gol. La tradizione si è interrotta nel 2018/19, con Giroud capocannoniere con 11 reti, per poi riprendere l’anno successivo.

I migliori bomber dell’Europa League degli ultimi 5 anni
Stagione Giocatore Squadra di appartenenza Gol segnati Secondo in classifica
2019/20 Bruno Fernandes Sporting Lisbona / Manchester Utd. 8 Lukaku (Inter), 7
2018/19 Olivier Giroud Chelsea 11 Jović (Eintracht Francoforte), 10
2017/18 Ciro Immobile Lazio 8 Moraes (Dinamo Kiev), 7
Aritz Aduriz Athletic Bilbao 8
2016/17 Edin Džeko Roma 8 Aduriz (Athletic Bilbao), 7
Giuliano Zenit S. Pietroburgo 8
2015/16 Aritz Aduriz Athletic Bilbao 10 Bakambu (Villareal), 9

I grandi nomi dell’Europa League

L’Europa League, dal punto di vista dei suoi protagonisti, è equamente divisa tra i campioni che giocano in squadre che hanno disputato dall’inizio la competizione e quelli che invece militano nelle squadre “retrocesse” dalla Champions. Nei 5 box azzurri sottostanti abbiamo cercato di fare un buon mix di queste due componenti, con un occhio di riguardo anche per i calciatori che giocano nel campionato italiano.

  • Bruno Fernandes
    Una competizione divisa tra due squadre

    Stella del Portogallo classe 1994, Bruno Fernandes è un centrocampista molto tecnico e dalla ottima visione di gioco. Approdato al Manchester United dallo Sporting Lisbona a stagione in corso, è celebre per il modo bizzarro in cui tira i rigori.

  • Romelu Lukaku
    “Big Rom”, talento e un pizzico di sfortuna

    Trentaquattro gol alla sua prima stagione nell’Inter, gli stessi di un certo Ronaldo Luís Nazário de Lima, il belga Romelu Lukaku è già un idolo nerazzurro. Vicecapocannoniere nell’Europa League 2019/20, protagonista di una sfortunatissima e decisiva autorete in finale.

  • Ever Banega
    Un “numero 10” vecchio stile

    Classe 1988, argentino di bassa statura e alta tecnica, Ever Banega è stato la mente del Siviglia, che ha portato alla conquista della sua sesta Europa League nel 2019/20, nonostante un contratto pronto con gli arabi dell’Al-Shabab per la prossima stagione. In passato ha militato anche nell’Inter.

  • Anthony Martial
    Un talento lì lì per sbocciare

    Ha un po’ tradito nel momento decisivo, la semifinale 2019/20 contro il Siviglia, sbagliando troppo davanti alla porta, ma Anthony Martial rimane uno dei talenti più fulgidi del Manchester United. A 25 anni è però tempo di sbocciare definitivamente.

  • Luuk De Jong
    Decisivo quando conta

    Centravanti olandese dalla ormai lunga carriera (è un classe 1990), divisa tra Borussia Mönchengladbach, Newcastle e PSV, Luuk De Jong è stato decisivo con il Siviglia nel 2019/20, segnando un gol in semifinale e ben due nella finale.

I più grandi protagonisti degli ultimi 20 anni

Non contano sempre solo i trofei vinti: anzi, dei giocatori che trovate nella tabella qui sotto è solo Radamel Falcao ad avere alzato, per due volte la coppa destinata ai vincitori dell’Europa League. Eppure, quelli che abbiamo segnalato sono dei veri protagonisti leggendari di questa competizione, per gli anni di militanza, le presenze accumulate o i gol messi a segno.

Le leggende dell’Europa League degli ultimi 20 anni
Giocatore Stagioni in Europa League Presenze in Europa League Trofei vinti Gol realizzati in Europa League
Aritz Aduriz 6 46 31
Klaas-Jan Hunteelar 9 52 34
Christian Vieri 6 32 15
Radamel Falcao 3 33 2 31
Henrik Larsson 10 54 40

I più importanti record individuali dei protagonisti dell’Europa League

Il recordman di vittorie e il più grande bomber di sempre dell’Europa League; chi ha segnato più reti in una stagione e consecutivamente; il recordman di presenze. Se ai detentori di questi record volete associare un nome e un volto, non vi resta che leggere i 5 box azzurri che trovate qui sotto, che radunano alcuni tra i più importanti record individuali dei calciatori che hanno disputato questo importantissimo trofeo.

  • Kevin Gameiro
    Il recordman di vittorie

    Giocatore francese attualmente al Valencia, Kevin Gameiro ha vinto per ben 4 volte l’Europa League, un primato condiviso però con Vitolo, Beto e Reyes.

  • Henrik Larsson
    Il più grande bomber del’Europa League

    Considerando anche i turni preliminari, lo svedese Henrik Larsson, giramondo del gol e bandiera del Celtic Glasgow, ha messo a segno 40 segnature in Europa League.

  • Radamel Falcao
    Il gol? Ci pensa lui!

    Radamel Falcao nel 2010/11 ha realizzato ben 17 gol in Europa League. Laureandosi capocannoniere anche nell’edizione successiva, è stato l’unico ad esserci riuscito per due anni consecutivi, con due squadre differenti.

  • Romelu Lukaku
    Non smette mai di segnare

    In una carriera cui manca forse giusto la conquista di un trofeo da protagonista, il belga Romelu Lukaku può vantare un record di regolarità impressionante: è andato infatti per 11 partite di fila in rete (5 con l’Everton nell’edizione 2014/15 e 6 con l’Inter nel 2019/20).

  • Giuseppe Bergomi
    Nessuno l’ha giocata più di lui

    Beppe Bergomi, bandiera dell’Inter, è il recordman di presenze in Europa League/Coppa Uefa: 96 gettoni per lui. Tra i giocatori in attività, invece, il record è di Atiba Hutchinson, centrocampista canadese in forza al Beşiktaş.

Le vittorie in Europa League divise per nazione

Prima di chiudere il capitolo-statistiche della nostra pagina dedicata alle scommesse sull’Europa League, verifichiamo quanto è grande il dominio spagnolo sulla competizione con la tabella che trovate qui sotto. La nazione con Madrid e Barcellona in effetti vanta ben 12 vittorie totali, di cui la metà sono merito del Siviglia, cui si aggiungono 5 secondi posti. L’Italia tallona a breve distanza: le nostre squadre hanno ottenuto 9 vittorie e 7 secondi posti, come l’Inghilterra. Più indietro altre nazioni presenti nel Gotha del calcio, come la Germania, l’Olanda e il Portogallo.

Le vittorie in Europa League per nazione
Nazione Vittorie Secondi posti Squadre vincenti
Spagna 12 5 Siviglia (6), Atletico Madrid (3), Real Madrid (2), Valencia (1)
Inghilterra 9 7 Liverpool (3), Tottenham (2), Chelsea (2), Ipswich Town (1), Manchester United (1)
Italia 9 7 Inter (3), Juventus (3), Parma (2), Napoli (1)
Germania 6 8 Borussia Mönchengladbach (2), Bayer Leverkusen (1), Bayern Monaco (1), Eintracht Francoforte (1), Schalke 04 (1)
Olanda 4 3 Feyenoord (2), Ajax (1), PSV (1)
Portogallo 2 5  Porto (2)
Svezia 2 0  IFK Göteborg (2)
Russia 2 0 CSKA Mosca (1), Zenit (1)
Belgio 1 2 Anderlecht
Ucraina 1 1 Shaktar Donetsk
Turchia 1 0 Galatasaray

Il rapporto tra l’Europa League e le scommesse

Come abbiamo ricordato anche in precedenza, l’Europa League nasce in anni recentissimi, per la precisione nel 2009, quando l’UEFA mise mano in maniera radicale sulla competizione-madre della EL, la Coppa Uefa, dandole una veste completamente nuova e arricchita. Ciò nonostante, però, che si chiamasse Coppa Uefa o Europa League, il trofeo è sempre stato molto importante e seguito, non solo dagli appassionati ma anche dagli scommettitori che, in una prima fase soprattutto nel Regno Unito, hanno ben presto cominciato a piazzare giocate sugli incontri del torneo.

Nell’infografica qui sotto potete trovare quattro tappe essenziali che descrivono il rapporto tra le scommesse e l’Europa League, che oggi costituisce uno dei piatti più ricchi della proposta-scommesse di tutti i più importanti operatori online .it.

Le quattro tappe più importanti nella storia dell'Europa League

RITORNA ALLA LISTA DEI TOP BOOKIES

Scommettere sull’Europa League? Vi diamo qualche dritta!

Non ci stanchiamo mai di ricordare che scommettere deve sempre essere un divertimento. Naturalmente, però, ci si diverte di più se si può mettere a punto qualche accorgimento per facilitare le vincite, o quanto meno per piazzare le nostre puntate in modo più ragionato e consapevole.

Per questo, dunque, vi invitiamo a consultare le statistiche sull’Europa League che abbiamo raccontato nei precedenti paragrafi. Questo, insieme alla attenta consultazione dei quotidiani sportivi, nonché delle statistiche disponibili ormai anche sulle stesse piattaforme dei bookmaker online, vi consentirà di saperne di più sulla partita su cui siete intenzionati a puntare.

L’Europa League è un torneo molto aperto e combattuto, che vede protagoniste squadre che in qualche caso lo stanno giocando fin dai turni preliminari. Conoscere bene lo stato di forma, dunque, e il livello di usura dei protagonisti, è fondamentale, così come conoscere il livello dei campionati nazionali: una squadra che è in lizza fin dal secondo turno preliminare, ma in patria stravince il campionato senza sudare troppo, potrebbe essere anche un buon cavallo su cui puntare.

Molte squadre, invece, soprattutto le cosiddette “big”, snobbano un po’ la competizione, e praticano un grande turn-over, specie nei gironi, così che risultati a sorpresa non sono poi così rari come in altri tornei: lo sanno bene il Milan, che nel 2018/19 ha imprevedibilmente gettato al vento la qualificazione ai Sedicesimi perdendo 3-1 contro l’Olympiakos Pireo, o l’Inter, che nella stagione 2016/17 non riuscì a passare la fase a gironi anche a causa di due sconfitte contro i semisconosciuti israeliani del Be’er Sheva.

I bookie non specializzati su questa competizione

Come avete potuto notare nella nostra Top 5, i bookmaker online presenti sono grandi nomi del betting di casa nostra. Il nostro consiglio, se vi ispirano nomi diversi da questi, è comunque quello di scegliere operatori esperti e con una reputazione costruita sul campo in molti anni di presenza sul mercato. I nuovi arrivati, infatti, pur se naturalmente offriranno in palinsesto l’Europa League, potrebbero scontare una piattaforma ancora non perfettamente implementata, e quindi magari priva del servizio streaming, o di promozioni intriganti, o con un numero di mercati ancora non altissimo, cosa che può capitare per esempio con nuovi siti scommesse come LeoVegas.

Ancora qualche curiosità legata alle scommesse sull’Europa League

Come avrete capito se ci avete letti fin qui, a noi numeri e statistiche piacciono parecchio. Per questo motivo, abbiamo pensato di proporvi altre tre curiosità legate al rapporto tra scommesse ed Europa League. Le trovate nei tre box azzurri qui sotto e potranno, perché no, tornarvi utili nel caso decidiate di piazzare qualche scommessa su questa emozionante competizione.

  • Il logo dell'Europa League 2017/18
    Il giro d’affari per le scommesse sull’Europa League in Italia

    Agli italiani piace molto scommettere sull’Europa League. Nell’annata 2017/18, infatti, sono stati raccolti 278.597.263,25€, corrispondenti al 3.8% del volume delle scommesse: più di alcuni importanti campionati nazionali come Ligue 1 e Bundesliga.

  • Lo stemma del Napoli
    Chi arriva dalla Champions ha una chance in più

    La storia degli anni recenti e un maggiore prestigio fanno sì che, secondo quasi tutti i bookie, le squadre che “retrocedono” in Europa League dalla Champions siano favorite per la vittoria finale, come capitò al Napoli nel 2017/18: la vittoria di una qualsiasi squadra retrocessa è data solitamente attorno al 2.10 dai maggiori bookmaker .it.

  • Lo stemma dell'Atletico Madrid
    Una vittoria quasi annunciata

    Nell’edizione 2017/18 dell’Europa League, il trionfo dell’Atletico Madrid, retrocesso dopo la fase a gironi della Champions, era dato quasi per scontato dai bookie, che in finale hanno quotato attorno all’1.30 la vittoria, poi effettivamente verificatasi, contro l’Olympique Marsiglia.

Maurizio Sarri

L’Europa League è una manifestazione ai limiti della follia, perché si gioca di giovedì. Vai in campo la sera alle 21.00 e poi 60 ore dopo hai già il campionato. Dà tanto stress, ma è la seconda manifestazione europea e non si può proprio snobbarla.

FAQ

In questa pagina abbiamo provato a fornirvi tutte le info più importanti sui migliori bookmaker Europa League ma anche sul trofeo stesso, per permettervi di scommettere sempre più a ragion veduta. Visitate invece la nostra pagina a proposito delle scommesse sul calcio per scoprire come giocare al meglio con lo sport più popolare del mondo. Se ritenete che non siamo stati chiari a sufficienza, o che abbiamo tralasciato qualcosa, non esitate a contattarci al nostro contatto mail info@sitiscommesse.com: vi risponderemo al più presto!

🔝 Quali sono i migliori bookie per scommettere sull'Europa League?

Venire incontro alle esigenze del maggior numero di scommettitori possibile, ed essere complessivamente imbattibili o quasi per quanto riguarda payout, promozioni specifiche, sezione live e quantità di mercati. Sono questi i requisiti che devono possedere i migliori bookmaker Europa League, tra i quali troviamo bwin e Better.

⌛ Si può giocare antepost sulle squadre che non passeranno la fase a gironi?

Non c'è una risposta univoca, in quanto questo dipende dalla scelta dei singoli allibratori. Alcuni offrono la possibilità di giocare anche su questo mercato, che non è comunque uno dei più gettonati tra quelli proposti in modalità antepost.

✅ È possibile piazzare scommesse anche sui match dei primi turni preliminari?

Certamente! Tutti i bookmaker .it, e in particolare quelli della nostra top 5, hanno in palinsesto anche gli incontri dei turni preliminari: alcuni al gran completo, altri con solo una selezione dei match più importanti tra i loro mercati single match.

📚 Da quanto tempo è possibile scommettere sui match di Europa League?

Come spieghiamo nella sezione informativa dedicata al rapporto tra Europa League e scommesse, nel nostro Paese è dal 2002, anno della legalizzazione del betting sportivo, che è possibile puntare sulle partite di calcio, comprese quelle di questa manifestazione.

Scopri le pagine dedicate agli altri campionati e tornei internazionali di calcio