Dall’altro lato della legalità: i siti scommesse non AAMS (ADM)

Orientarsi tra i moltissimi bookmaker online non è facile, e il rischio di finire su portali illegali è alto. In questa pagina vi daremo una mano, presentandovi tutti i siti scommesse non AAMS (oggi ADM), ovvero non in possesso della licenza per operare in Italia, capendo come riconoscerli ed evitarli.

Argomenti della pagina: vai all’argomento preferito con un solo click!
Lente di ingrandimento

Come scovare un bookie non AAMS/ADM

Lista

I 10 bookmaker senza licenza italiana più conosciuti

Rischi

e le conseguenze legali

ADM

Incarichi e responsabilità

Truffa

Alcuni spiacevoli esempi

FAQ

Domande frequenti

La panoramica sui bookmaker non legali vi fornirà l’elenco dei siti scommesse non AAMS, menzionando i rischi connessi al loro utilizzo, con qualche esempio. Parleremo anche dell’AAMS, oggi ADM, l’ente preposto alla regolarità delle scommesse, e di molto altro: un vero viaggio nel lato oscuro delle scommesse!

Cosa sono i bookmaker non AAMS (oggi ADM)

Di cosa parliamo, quando parliamo di siti scommesse non AAMS? Dei bookmaker che non hanno diritto di operare legalmente nel nostro Paese, in quanto privi della indispensabile licenza di gioco conferita da AAMS (il cui nome è oggi ADM, Agenzia Dogane e Monopoli) agli operatori in possesso dei requisiti richiesti.

Si tratta dunque di siti scommesse illegali, la cui “frequentazione” ci espone innanzitutto a rischi per il nostro capitale ma anche a conseguenze legali. Di tutto questo parleremo nei prossimi paragrafi, iniziando però dai segnali che ci permettono di riconoscere se stiamo avendo a che fare con un bookie pericoloso.

Come riconoscere i siti scommesse illegali

Riconoscere un bookmaker non AAMS? Semplice! Se un sito scommesse ha un dominio diverso da “.it” suonerà un primo campanello d’allarme. Ancora di più, se in home page (solitamente a pié di pagina) non troviamo il numero a cinque cifre che designa il possesso della concessione ADM. Qui sotto trovate i quattro segnali che vi devono mettere in guardia.

Un dominio diverso da “.it”

Il dominio internet dei bookmaker operanti legalmente in Italia deve terminare in “.it”. Ciò identifica, anche per bookie “stranieri” come William Hill, la loro piattaforma legale italiana. Se così non è, non significa automaticamente che siamo su un sito-truffa, ma che stiamo piazzando scommesse su siti non autorizzati AAMS.

Non ci sono il logo AAMS e il numero di concessione

Un segnale evidentissimo del fatto che siamo in presenza di siti scommesse non AAMS: in nessun angolo della home page individuiamo il logo dell’Agenzia Dogane e Monopoli e soprattutto il numero a cinque cifre della licenza di gioco. Solitamente, li trovate invece in alto a destra oppure a fondo pagina.

Combattimenti bizzarri e corse proibite

I siti scommesse illegali in Italia sono riconoscibili anche per un motivo eticamente rilevante: esaminando il palinsesto di un bookie, girate al largo se trovate strane “discipline” (combattimenti tra galli o di krav maga, corse di cani: attività proibite e su cui in Italia è vietato scommettere) in lavagna.

Le quote in millesimi e le soglie di puntata e vincita

Normalmente, i bookmaker propongono quote in formato decimale. I siti scommesse sportive non AAMS, invece, hanno quote espresse in millesimi (1.831 e simili); inoltre, accettano puntate minime sotto i 2€ senza limiti sulle vincite (che sui siti legali sono di 10.000€ per singole e multiple e 50.000€ per i sistemi).

La lista dei 10 siti scommesse non AAMS (oggi ADM) più conosciuti

Solitamente, sulle nostre pagine trovate le classifiche dei migliori bookmaker, in assoluto o legati a qualche specifico campo (per esempio quelli per scommettere sulla Serie A). Qui, invece, trovate la lista siti scommesse non AAMS con i 10 operatori più conosciuti (attenzione, in realtà ce ne sono molti di più).

L’elenco siti scommesse non AAMS vi serva da monito: ne fanno parte operatori molto “esposti” come 1XBet, betting partner del Barcellona, o di ottima fama come BetRebels. Nessuno di loro però è dotato di licenza ADM, quindi puntare sui loro siti vi rende più esposti a frodi e meno tutelati.

L’alternativa sicura: i migliori bookmaker AAMS (oggi ADM) legali

Come fare per evitare di correre rischi con i bookmaker illegali? Si va sul sicuro, e si scelgono soltanto i migliori siti scommesse AAMS, forniti di regolare licenza, dominio .it e quindi di tutti i requisiti e il controllo necessari per garantire una esperienza di gioco sicura, legale e protetta.

I migliori siti scommesse AAMS (ADM) legali e sicuri
Una ragazza e un ragazzo alle prese con uno smartphone e il logo di ADM
Betway Bonus fino a 250€ Visita il sito
888sport Bonus fino a 100€ Visita il sito
SNAI Bonus fino a 305€ Visita il sito
Eurobet Bonus fino a 210€ Visita il sito
Betflag Bonus fino a 200€ Visita il sito

Una cosa è certa: puntando con i bookmaker nella tabella qui sopra, l’unico rischio che correrete sarà… essere sfortunati! Lo ribadiamo: tutti gli operatori di cui parliamo sul nostro portale sono infatti forniti di licenza AAMS/ADM, perfettamente legali e sicuri dal rischio di frodi o di riciclaggio di denaro sporco.

Rischi e motivazioni di chi punta su siti di scommesse non AAMS (ADM)

Nei prossimi paragrafi della nostra guida ci travestiremo prima da agenti delle forze dell’ordine e poi da psicologi. Andremo infatti a esaminare le possibili motivazioni di chi sceglie i bookmaker presenti nella lista siti di scommesse illegali, parlando però prima dei pericoli cui si va incontro se lo si fa.

I pericoli principali

Quali pericoli si corrono, quando si scommette con i bookmaker non AAMS? Li vediamo qui sotto. Non vogliamo fare terrorismo psicologico, ma è giusto mettervi in guardia: si va incontro tanto a possibili sanzioni legali legate a reati fiscali quanto, aspetto forse ancora più spaventoso, al rischio di perdere denaro.

  • 1. Multe salate, e si rischia la prigione Scommettere sui migliori siti scommesse non AAMS può essere intrigante a livello di prospettive di guadagni, ma si tratta di piattaforme totalmente illegali. Pertanto, si infrange la legge 401/89 e si rischiano multe salate (da 51€ a 516€) e perfino tre mesi di arresto, soprattutto se i bookies non hanno la licenza di stati appartenenti alla UE.
  • 2. Non evadiamo le tasse! I siti di scommesse non AAMS non pagano le tasse nel nostro Paese, e già questo non è carino. Anche noi, però, utilizzandoli, incorriamo nel reato di evasione fiscale, a meno che non dichiariamo nella sezione “Redditi diversi” della dichiarazione dei redditi le operazioni fatte con questi bookie (attenzione: puntate comprese, non solo il delta tra giocate e vincite).
  • 3. Il conto? Chiuso dall’oggi al domani! I siti scommesse illegali possono giocarvi un brutto scherzo: in caso di vincite di importi elevati (e la definizione di “elevato” è naturalmente a loro personalissima discrezione), possono decidere dall’oggi al domani di chiudere il vostro conto di gioco, senza darvi il minimo preavviso e impedendovi di effettuare prelievi, così da “rubarvi”, di fatto, ciò che vi spetterebbe di diritto.
  • 4. Meno tutele per il rischio di gioco patologico Il gioco patologico è un pericolo costante cui si è sottoposti anche utilizzando esclusivamente bookmaker con licenza ADM, naturalmente. Se però si punta su siti scommesse illegali in Italia, tale rischio aumenta, perché questi bookie non offrono gli abituali standard di protezione previsti per legge: niente limiti mensili di deposito, quindi, niente autoesclusione temporanea o definitiva, niente assistenza antiludopatia.
  • 5. Una “vita digitale” in fuga costante I siti scommesse sportive non AAMS sono, a causa del loro status fuori dalla legalità, forzatamente in “fuga” dai controlli delle autorità competenti. Il cambio di dominio internet è per loro la normalità. Già questo fatto dovrebbe farvi sospettare ma, se ciò non bastasse, considerate anche che tale prassi potrebbe portarli a rendersi irreperibili proprio nel mezzo di una puntata.

Vale davvero la pena di rischiare una multa salata (se non il carcere), oppure di perdere tutto quanto c’è sul nostro conto di gioco, solo per il brivido di giocare sui siti scommesse .com illegali? Mettendo tutto sulla bilancia, le prospettive di vincite allettanti forse non sono abbastanza, non trovate?

I maggiori pro

Ma se puntare sui siti scommesse sportive non AAMS è così rischioso, perché tanti appassionati li scelgono comunque? Ci sono ragioni psicologiche legate al piacere del brivido, naturalmente, ma anche più solide motivazioni concrete, che esamineremo nel prossimo elemento grafico e che sono costituite, sostanzialmente, dalla prospettiva di vincite elevate.

  • 1. Puntate minime bassissime Abbiamo visto come sui siti con licenza ADM il minimo di puntata, a prescindere dal tipo di giocata, sia di 2€. Sui siti scommesse illegali tale soglia minima sparisce. La maggioranza di essi consente di puntare proprio il minimo, 0,01€ a schedina. Ciò è un vantaggio soprattutto se giochiamo solo di tanto in tanto, giusto per divertirci con gli amici.
  • 2. Un palinsesto molto più ampio I siti scommesse tradizionali prevedono una lavagna con 25-30 discipline sportive. Sono ben più che sufficienti, secondo noi. I migliori bookmaker non AAMS esagerano e ne offrono anche dieci di più, oppure ampliano enormemente il numero di tornei disponibili (includendo ad esempio leghe calcistiche dilettantistiche). Attenzione, però: inferiori i campionati, minore il controllo e maggiore il rischio match fixing!
  • 3. Quote esagerate e in formati diversi Un’altra differenza sostanziale rispetto ai bookie legali è rappresentata dalle quote. Innanzitutto, sui bookmaker non AAMS troverete spesso non solo le quote espresse in millesimi, ma anche quelle frazionate (tipicamente inglesi) e quelle americane. Secondariamente, poi, avrete a che fare con payout in media sensibilmente più alti del normale: uno specchietto per le allodole cui oggettivamente non è facile resistere.
  • 4. Nessun limite alle vincite La normativa ADM prevede che, in caso di scommesse singole o multiple, si possano vincere fino a 10.000€, mentre con i sistemi si possa arrivare fino a 50.000€. Non vi basta? Allora, sapere che con i bookmaker non AAMS non esistono soglie massime di vincita per nessuna giocata potrebbe allettarvi. Occhio, però, al rischio di chiusura repentina del conto.
  • 5. Le vincite? Sono pagate subito! Un fattore che spesso è determinante, nella scelta dei siti scommesse illegali, è quello legato all’immediatezza dei pagamenti delle vincite, rispetto ai bookmaker con licenza ADM/AAMS. In caso di segno già indovinato, ad esempio per i mercati Under/Over o Pari/Dispari, la posta viene pagata immediatamente alla fine della partita su cui avete puntato. Indubbiamente si tratta di una bella comodità.

In sostanza, i migliori bookmaker non AAMS garantiscono velocità, alte soglie di vincita e assenza di lacci e lacciuoli, fastidiosi per gli scommettitori più appassionati ma d’altra parte previsti per legge e indubbiamente assai sensati. Anche qui, la scelta finale è vostra: calcolate sempre se il gioco vale la candela.

Chi è l’AAMS (oggi ADM) e come opera

Cerchiamo adesso di conoscere qualcosa in più sull’AAMS (acronimo di Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato), l’ente regolatore di gioco e scommesse nel nostro Paese. Occorre sapere che tale ente, oggi, ha cambiato nome, essendo stato incorporato nell’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM), il cui direttore è, dal 2018, Benedetto Mineo.

AAMS/ADM regola il comparto gioco/scommesse, concedendo le licenze per operare nella Penisola (verificando l’adempimento degli obblighi di legge) e contrastando i siti scommesse illegali, insieme al Ministero delle Finanze e alle forze dell’ordine, attraverso il monitoraggio degli eventi sportivi, la revoca immediata delle concessioni e la chiusura dei portali sospetti.

Chi rilascia le licenze agli operatori non AAMS?

I siti scommesse non AAMS non sono del tutto privi di licenze. Ciò che manca, ed è un vulnus fondamentale, è la concessione ADM. Ne possiedono però altre, appartenenti a enti regolatori di Paesi con regimi fiscali agevolati o con requisiti meno stringenti per l’erogazione. Li vediamo nei prossimi paragrafi.

  • Il logo della Malta Gaming Authority
    La MGA – Malta Gaming Authority

    Moltissimi siti scommesse stranieri non AAMS hanno una licenza erogata dalla MGA (Malta Gaming Authority). Istituita nel 2001, gestisce un settore che genera quasi un quinto dell’intero prodotto interno lordo del Paese, ma ha requisiti piuttosto lassi, per l’erogazione delle licenze. Ciò genera spesso conflitti con le altre authority europee.

  • Il logo di Curacao eGaming
    Gli enti regolatori di Curaçao

    Curaçao è un’isola olandese nei Caraibi di fronte al Venezuela. Paradiso tropicale, è celebre per il turismo, i liquori e… gli enti regolatori di gioco e scommesse, noti per non essere esattamente rigidi nell’erogare licenze. Ci sono diverse gaming authority: quella che più ci interessa è la CEG (Curaçao eGaming).

  • Il logo della Kahnawake Gaming Commission
    Una licenza erogata dai nativi Mohawk

    Sul fiume San Lorenzo, in Quebec di fronte a Montreal, si trova Kahnawake, una riserva dei nativi americani Mohawk. La locale gaming commission è specializzata nell’erogare concessioni di gioco a siti scommesse e casinò online, operanti in America e in Europa. Anche qui, i parametri richiesti non sono proprio insormontabili.

Sicurezza: organizzazioni e associazioni a tutela del giocatore

Oltre all’Agenzia Dogane e Monopoli, esistono altre associazioni a tutela degli scommettitori. Enti no profit, di cui spesso sono membri i bookmaker legali, con il loro lavoro permettono anche di riconoscere la presenza di eventuali siti scommesse non AAMS affidabili, pur sconsigliandone sempre la frequentazione. Li vediamo nei prossimi paragrafi.

IBIA

IBIA, acronimo di International Betting Integrity Association, è un’organizzazione no profit che controlla modelli di scommesse irregolari e possibili casi di manipolazione degli eventi sportivi. Chiamata fino a pochi mesi fa ESSA, ne fanno parte, tra gli altri, gli stessi bookmaker legali e contrasta i siti scommesse non AAMS.

IBAS

L’IBAS (Independent Betting Adjudication Service) è un ente che offre servizi di arbitrato gratuiti agli utenti con contenziosi in sospeso con i bookmaker. Ogni operatore ad esso iscritto si impegna a rispettare le decisioni prese dall’ente, che in passato è stato impegnato soprattutto con i siti scommesse inglesi non AAMS.

EGBA

L’European Gaming & Betting Association (EGBA) è una associazione formata dai principali bookmaker dell’Unione Europea con sede a Bruxelles. Lavorando a stretto contatto con le autorità nazionali e comunitarie, si impegna per assicurare agli scommettitori una esperienza di gioco sicura da frodi e fenomeni malavitosi ormai da dieci anni.

eCOGRA

Nata nel 2003 in Gran Bretagna, l’eCOGRA (eCommerce Online Gaming Regulation and Assurance) è una agenzia di controllo che si occupa di tutelare lo scommettitore e di testare gli standard organizzativi dei vari bookmaker, certificandone la sicurezza e ponendosi come strumento di tutela dei diritti e delle responsabilità degli utenti.

Truffe ed esperienze spiacevoli

Prima di concludere la nostra recensione, vogliamo raccontare qualche spiacevole esperienza capitata agli appassionati che hanno piazzato scommesse su siti non autorizzati AAMS. Niente come un esempio concreto, talvolta, può scoraggiare gli scommettitori dall’utilizzo dei bookie illegali, e del resto siamo qui a ribadirlo: scegliete sempre bookmaker con licenza ADM!

Il metodo 9-3-1

Alcuni siti scommesse non AAMS contattano nove giocatori tramite un tipster, vendendo loro pronostici di partite: a tre il segno 1, a tre il 2 e a tre l’X. Sei persone perdono sicuramente e vengono bloccate dal sito. Avanti così fino alla terza partita, quando anche l’ultimo rimasto perde tutto.

Le pagine Facebook di pronostici

Su Facebook proliferano le pagine di pronostici sulle giocate, che guadagnano in tre modi: tramite i link a uno dei bookmaker affiliati, solitamente sempre presenti nell’elenco siti scommesse illegali; con i volumi di gioco provenienti direttamente dal social network e talvolta anche sulle perdite degli scommettitori passati da quella pagina.

Il pasticcio di Indexbet

Dieci anni fa, le maglie dei controlli AAMS/ADM erano meno strette. Tra i bookmaker senza licenza, Indexbet era molto gettonato, grazie a sontuosi bonus benvenuto e quote molto elevate. Da un giorno all’altro, però, il sito ha chiuso e gli iscritti hanno perso i soldi presenti sui conti di gioco.

Conclusioni

La guida ai siti scommesse illegali è terminata. Abbiamo spiegato come riconoscerli, elencando i rischi che si corrono e le motivazioni che spingono a utilizzarli. Abbiamo fatto menzione dei più conosciuti e fornito le alternative legali, oltre a descrivere gli organismi di controllo. Ora sapete tutto: non cedete al lato oscuro delle scommesse!

FAQ

La nostra trattazione dei siti di scommesse non AAMS vi ha fatto sorgere dubbi, o magari qualche lecita preoccupazione per le vostre giocate e i vostri fondi? Non perdete tempo e mandate una mail al nostro indirizzo info@sitiscommesse.com: cercheremo di fugare le vostre perplessità nel minor tempo possibile!

I siti scommesse non AAMS (ADM) accettano PayPal?

Tra i più conosciuti siti scommesse non AAMS, di norma, l'e-wallet PayPal non viene accettato come metodo di pagamento. Ciò in virtù di una precisa policy dell'azienda californiana. La sua assenza è un altro dei sistemi per riconoscere un bookie illegale.

Tutti i siti scommesse .com sono illegali?

Anche se provvisti di una qualche licenza estera, per esempio quella erogata dalla gaming authority di Malta, i siti scommesse il cui dominio termina con ".com" sono illegali in Italia, in quanto uno dei requisiti richiesti è appunto la presenza di un dominio che termina in ".it".

Quali sono i migliori bookmaker non AAMS (ADM)?

Non ci sentiamo di definire "migliori" dei bookmaker che operano in Italia illegalmente. Possiamo dire che, tra questi, quelli che offrono pagamenti veloci e quote competitive saranno quelli più appetibili, anche se il nostro invito è sempre quello di scegliere le alternative legali, fornite cioè di regolare licenza ADM.