Le scommesse sulla Premier League senza più segreti

L’Inghilterra è la patria del betting per antonomasia. Una pinta in un pub davanti allo stadio e una giocata sulla propria squadra del cuore sono rituali a cui i tifosi d’Oltremanica faticano a rinunciare. Gli amanti delle scommesse sulla Premier League non mancano però nemmeno da noi in Italia e questa è la pagina che fa al caso loro. Il campionato inglese del resto è tra i più seguiti al mondo: l’atmosfera e la “garra” degli incontri sono inimitabili, e la imprese del Manchester City di Pep Guardiola e dei “cugini” dello United, così come quelle del Chelsea-champagne di Maurizio Sarri e del “cool Liverpool” di Jürgen Klopp sono seguite da milioni di tifosi.

Argomenti della pagina: Vai all’argomento preferito con un solo click!
Premier League
I siti top per la Premier

Scopri le loro caratteristiche

Diagram

Scegliere i bookies per la Premier

1×2

1X2, Under/Over, Handicap

Team

Citizens, Liverpool & Co.

Player

Salah, Mané e Agüero

Degree

La Premier e le scommesse

FAQ

Le vostre domande

Il campionato inglese è sinonimo di grinta, tecnica ed agonismo, ed occupa al momento il secondo posto nel ranking UEFA alle spalle della Liga spagnola. Se volete farvi una cultura su questa lega e sui migliori siti scommesse con cui giocare, siete arrivati sul sito che fa al caso vostro.

I migliori bookmaker per le scommesse sulla Premier League

Non è per nulla facile districarsi nella giungla di bookmaker che offrono la possibilità di puntare sulle gare del massimo campionato dell’isola britannica: l’Inghilterra è la patria del calcio, dopo tutto, e la sua prima divisione è, a oggi, il campionato più seguito al mondo, per il fascino che l’atmosfera degli stadi inglesi sa trasmettere e per un gioco sempre intensissimo dal punto di vista fisico ed emotivo, prima ancora che tecnico, e in cui non sempre i risultati sono scontati e gli scherzetti delle cosiddette “piccole” alle grandi non sono certo un fenomeno raro. Per questo abbiamo analizzato e selezionato un gran numero di siti scommesse, visto che praticamente tutti quelli operanti sul palcoscenico italiano propongono, all’interno del loro palinsesto scommesse, la Premier League: al termine di una approfondita analisi, la nostra esperienza ci ha consentito di elaborare i risultati ottenuti e di potervi offrire in questo modo una rosa di cinque nomi, che costituiscono i migliori allibratori online a cui vi consigliamo senza dubbio di affidarvi, nel caso in cui scommettere sulla Premier League sia da sempre una delle vostre idee di divertimento più amate. Ve li serviamo tutti nella tabella qui sotto, e vi possiamo già anticipare che sono quelli che hanno un rapporto vincente tra quote, sezione live, presenza dello streaming e promozioni periodiche di tutto rispetto, in aggiunta al bonus di benvenuto. Proseguendo nella lettura scoprirete appunto in che modo i parametri da noi analizzati hanno determinato la nostra scelta.

I migliori 5 bookmaker online per puntare sulla Premier League
Uno stadio e dei giocatori durante una partita di calcio e il logo della Premier League
Betway Bonus fino a 250€ Visita il sito
William Hill Bonus fino a 215€ Visita il sito
Eurobet Bonus fino a 210€ Visita il sito
Betfair Bonus fino a 225€ Visita il sito
Stanleybet Bonus fino a 10€ Visita il sito

I criteri utilizzati per scegliere i siti migliori

Quando si tratta di giudicare un sito di scommesse e di valutarlo in relazione alla sua offerta relativa a uno specifico campionato, bisogna tenere conto di alcuni fattori fondamentali.

Sappiamo che tutti cercano i bookie che offrono i payout più alti, ma anche le promozioni e l’offerta scommesse non sono fattori da sottovalutare. Andiamo a scoprirli nei paragrafi che seguono.

Il livello dei payout

Il ritorno al giocatore è senza dubbio una delle caratteristiche che non vanno mai sottovalutate quando si giudica un bookie. Questo vale per ogni campionato, chiaramente. Per quanto riguarda questa pagina, abbiamo tenuto in considerazione soltanto i payout per scommettere sulla Premier League offerti dai siti scommesse con licenza regolare ADM.

I bonus offerti

Quando si tratta di betting sul pallone, i bonus offerti dai vari bookies non mancano di certo. Troviamo promozioni sulle multiple, rimborsi in caso di pareggio a reti bianche e tante altre tipologie di offerta. Nella nostra analisi abbiamo tenuto in considerazione queste proposte e i bonus di benvenuto disponibili per chi è intenzionato a piazzare scommesse sulla Premier League.

La proposta live

Tra i fattori rilevanti nella scelta dell’allibratore perfetto per giocare sul campionato inglese non può mancare la proposta live. Ci siamo quindi presi la briga di andare a vedere su ogni bookmaker quanti mercati in tempo reale vengono proposti per scommettere sulla Premier League. Naturalmente abbiamo tenuto in considerazione anche la qualità delle infografiche e delle statistiche real time. Se poi qualcuno offriva anche lo streaming delle gare, tanto meglio!

Il numero dei mercati

È stato accennato poco fa riguardo alle scommesse live sulla Premier League. La quantità di tipologie di scommessa pre gara disponibili su una singola partita non poteva però mancare nella nostra caccia al top bookie per il calcio d’Oltremanica. Se pensavate che avremmo trascurato questo aspetto, siamo felici di dovervi deludere.

I mercati delle scommesse sulla Premier League

Che si tratti di scommesse sulla Serie A o di scommesse sulla Premier League, i mercati principali sono sempre gli stessi. Quello che cambia sono le statistiche. Qui sotto trovate i dati relativi alla passata stagione del torneo di calcio più importante dello UK. Tali dati sono di particolare rilievo per capire il trend del campionato inglese. Fatene tesoro.

Le scommesse su partite singole

Di seguito andiamo a scoprire le tipologie di scommessa più popolari sulle singole partite. I dati che trovate riguardano la stagione 2018/19. Per prima cosa però lasciateci presentare il bookmaker con l’offerta top per scommettere sulla Premier League per quanto riguarda l’importante criterio dei mercati di gioco.

Un calciatore che esulta davanti ad una porta di calcio e il logo di Betway
Il migliore sulla Premier

Tantissimi mercati da giocarePromozioni sempre aggiornate

Bonus fino a 250€

1X2 e le statistiche sulla Premier League 2018/19

L’1X2 è la puntata classica e la più utilizzata dagli scommettitori. Nel grafico qui sotto, il dato che salta subito all’occhio è la differenza della percentuale di segni “2” se confrontata con la Serie A. Nel campionato inglese della stagione appena conclusa, le squadre ospiti hanno vinto in trasferta per poco più di un terzo del totale dei risultati verificatisi. Questo significa che in Premier il fattore campo conta davvero molto, ma che il pareggio non è molto benvoluto dalle varie squadre.

1
Vittoria squadra di casa

Il segno “1” si è verificato per 181 volte, pari al 47.63% del totale dei risultati stagionali.

X
Pareggio

Il pareggio si è verificato 71 volte, ovvero nel 18.68% del totale dei risultati.

2
Vittoria squadra ospite

La vittoria fuori casa si è verificata in 128 occasioni, un numero pari al 33.68% dei risultati totali.

Le scommesse sul Gol/No gol e i numeri della passata stagione

 

In Inghilterra è più probabile che entrambe le squadre vadano a segno nel corso dei 90 minuti di gioco oppure le “clean sheet” sono all’ordine del giorno? A giudicare dal campionato 2018/19 la differenza non è esattamente minima. Gli incontri terminati con almeno una rete realizzata da entrambe le squadre sono stati quasi il 3.00% in più rispetto ai match conclusi con solo una squadra nel tabellino marcatori. Niente di paragonabile al 6.12% di No gol in più registrati nelle scommesse Serie C 2017/18, ma comunque un dato significativo.

Under/Over: la statistica del campionato inglese 2018/19

 

L’Under/Over è una delle giocate più apprezzate dagli scommettitori “matematici”. Questo perché le statistiche aiutano molto a prevedere i possibili esiti. Nella terra di Elisabetta II, le gare di Premier League del torneo 2018/19 si sono concluse più spesso con più di tre reti siglate da entrambe le formazioni. La differenza con il segno Under è stata piuttosto rilevante, visto che parliamo di più di sette punti percentuali. Il segno Under invece si è verificato tanto quanto quello Over se si considerano solo le ultime cinque giornate del torneo.

Le scommesse antepost sulla Premier League

Come per tutti i campionati, è possibile ovviamente predire chi saranno le squadre a retrocedere nella serie minore e via dicendo. Qui di seguito vi diamo qualche informazione e qualche spunto utile sulle scommesse antepost sulla Premier League inglese.

Il vincitore della lega

La formazione del Manchester City 2018/2019 in posa prima di un incontro Dal 2004, quando fu l’Arsenal ad alzare al cielo il trofeo della Premiership, sono state ben poche le sorprese per gli scommettitori. I team a vincere il torneo di calcio più importante d’Oltremanica sono stati negli anni a venire solo i due club di Manchester (United e City) e il Chelsea. Con un’unica, grande eccezione: il Leicester del nostro Claudio Ranieri nella stagione 2015/16. Se decidete di piazzare dei soldi su questo mercato su uno dei bookmakers Premier League suggeriti, non sottovalutate questa informazione, considerando che anche nel 1018/19 ha vinto una squadra di Manchester, il City.

Vincitore senza il primo posto

La squadra del Liverpool che è arrivata seconda nella Premier League 2018/2019 I siti scommesse sulla Premier includono anche il mercato “Vincitore senza il primo posto”. Tradotto, significa che si scommette sul secondo classificato. In questo caso dare uno sguardo all’Albo d’oro non aiuta molto. Nelle ultime stagioni le squadre a salire sul gradino intermedio del podio sono state diverse. Il livello di azzardo su questo mercato è quindi abbastanza elevato. Pensiamo all’edizione 2015/2016, quella vinta dal Leicester: a contendere il titolo alla squadra di Ranieri fino a poche giornate dal termine fu il Tottenham, che venne però scavalcato all’ultima giornata dall’Arsenal. Nel 2018/19 è stato invece il Liverpool (nella foto) a raggiungere il secondo gradino del podio.

Le puntate sulle retrocessioni

I loghi di Swansea, Stoke City, West Bromwich retrocesse in Premiership al termine della stagione 2017/2018 Quali saranno i tre club che dalla Premier scenderanno di categoria per disputare la Championship l’anno successivo? Scommessa difficile, ma non impossibile. Basti vedere il numero di presenze nella massima lega. Arsenal, Chelsea, Everton, Liverpool, Manchester United e Tottenham sono i team con più partecipazioni alla lega. Ben 27. Il West Ham, seppure navighi spesso nei bassifondi della classifica, ha all’attivo 23 iscrizioni. I club con meno apparizioni nella massima serie partecipanti alla Premier League 2018/19 sono Cardiff (2), Huddersfield Town (2), Bournemouth (4), Burnley (5) e Wolverhampton (5): quelli che sono retrocessi sono stati proprio Cardiff e Huddersfield, insieme al Fulham.

Il capo cannonniere

L'attaccante Mohammed Salah, uno dei tre capocannonieri della stagione 2018/19 di Premier League Una tra le scommesse sulla Premier League antepost più affascinanti è quella sul vincitore della classifica cannonieri. I club di Premier League possono vantare rose infarcite di campioni come in nessun altro campionato al mondo. Anche gli attaccanti di grido quindi non mancano all’appello. Se vi serve un consiglio, puntate su chi gioca per un top team. La storia, almeno, dice questo, e nella stagione 2018/19 il trend non si è invertito: la classifica cannonieri è stata vinta a pari merito da Salah (per il secondo anno consecutivo), insieme al collega del Liverpool Mané e a Aubameyang dell’Arsenal.

Il regolamento della Premier e altre info

La Premier League in breve
Il quarter generale della Premier League
Nome: Premier League
Sede: Londra
Anno di fondazione 1992
Sponsor:
Sito web: www.premierleague.com
Numero di squadre: 20
Squadre in Champions League: 4
Squadre in Europa League: 3
Squadre retrocesse: 3

In molti non sanno che la Premier League è stata fondata solo nel 1992 dopo lo scisma con la Football League. Quest’ultima può vantare di essere la competizione calcistica più vecchia del mondo, essendo nata nel 1888, ma oggi organizza “solo” i tornei delle tre categorie inferiori. La prima divisione inglese è oggi composta da 20 team (fino al 1995 erano 22). La formula è quella del classico campionato con un girone di andata e uno di ritorno. La particolarità della lega è che l’ordine delle partite non è lo stesso nei due gironi come siamo abituati in Italia.

I punti assegnati in ogni partita sono invece gli stessi della Serie A: 3 alla formazione vincente, 0 a quella perdente e 1 in caso di pareggio. Le prime 4 classificate hanno il diritto a partecipare alla Champions League successiva, mentre con il quinto posto ci si aggiudica un pass per l’edizione di Europa League dell’anno successivo: un posto aggiuntivo è riservato alla vincente della FA Cup o della Coppa di Lega o a chi arriva sesta in classifica, in base a complicati incroci tra le varie competizioni. Le squadre a retrocedere in Championship sono le ultime tre classificate, senza nessun tipo di playout o di spareggi previsti.

La Premier League può essere considerata il torneo di calcio più internazionale del mondo: vi partecipano infatti giocatori di oltre 20 nazionalità diverse. Ai nastri di partenza dell’edizione 2018/2019 solo 4 manager su 20 erano di nazionalità inglese, esattamente lo stesso numero dei tecnici spagnoli presenti. La massima divisione inglese è anche conosciuta per essere il campionato di calcio più ricco al mondo, grazie soprattutto all’altissimo valore dei diritti televisivi, che nella stagione 2017/2018 erano pari a 815 milioni di sterline. La loro ripartizione, che fino al 2018 veniva gestita in modo rigorosamente equo, ha cominciato dalla stagione 2018/2019 a seguire criteri di merito in base alla posizione ottenuta in classifica. Nel frattempo la Premier League è diventata talmente importante da aver rinunciato ad avere un title sponsor ufficiale.

Il canale video ufficiale della Premier League

Tutte le info sulle squadre e le statistiche della Premier League

Entrati a pieno nel mondo del calcio inglese, andiamo ora a scoprire nei prossimi paragrafi altre informazioni e statistiche interessanti sui team storici per permettervi di scommettere sulla Premier League in modo informato. Chi sono i team più vincenti? Quali squadre possono vantare il maggior numero di tifosi? Quale team vanta la difesa più solida di sempre? Continuate a leggere e troverete risposta a queste e ad altre domande.

I team più vincenti

Se è una delle compagini più famose al mondo qualche motivo ci sarà. Il Manchester United, con 20 campionati inglesi, è il club più vincente dell’isola britannica. Lo segue a ruota con 18 titoli un’altra società storica del Regno Unito: il Liverpool. Al terzo posto troviamo un team di Londra, l’Arsenal, con 13 successi. Sono più staccate le altre avversarie. Qui sotto la top 10 con tutti i numeri.

Le squadre che hanno vinto più Premier League
Squadra Logo Premier vinte Sede Fondazione
Manchester United 20 Sir Matt Busby Way, Old Trafford, Manchester, M16 0RA 1878
Liverpool 18 Anfield Road, Liverpool, L4 OTH 1892
Arsenal 13 The Armoury, Emirates Stadium, Hornsey Road, London N7 7AJ 1886
Everton 9 Goodison Park, Goodison Road, Liverpool, L4 4EL 1878
Aston Villa 7 Villa Park, Birmingham, B6 6HE 1874
Sunderland 6 Sunderland Stadium of Light, Sunderland, SR5 1SU 1879
Chelsea 6 Fulham Rd, Fulham, London SW6 1HS, Regno Unito 1905
Manchester City 6 Etihad Stadium, Etihad Campus, Manchester M11 3FF 1880
Newcastle 4 St James’ Park, Strawberry Pl, Newcastle upon Tyne NE1 4ST 1892
Sheffield Wednesday 4 Hillsborough, Sheffield, S6 1SW 1867

Le squadre inglesi con più tifosi al seguito

Passata l’era degli hooligan e delle botte da Far West, crediamo di non offendere nessuno affermando che l’atmosfera negli stadi inglesi è tra le più affascinanti del mondo del calcio. I cori che si sollevano dagli stand mettono i brividi e la passione dei tifosi travalica il normale amore per una squadra di pallone. Ma quali sono i club più seguiti? I primi tre sono anche i più vincenti (Manchester United, Liverpool e Arsenal). Subito dopo, a tallonare i Gunners, ecco il Chelsea. Nel grafico che segue potete scoprire tutti gli altri.

Un istogramma con le 10 squadre di Premier League con il maggior numero di tifosi

Alcuni record di squadra

Per rendere questa sezione dedicata ai team di Premier League ancora più accattivante, abbiamo pensato di condirla con alcuni record di squadra oggi ancora validi. Ve li elenchiamo qui sotto.

  • La maglia del Manchester City
    Il City e la striscia record di 18 vittorie

    Con 18 vittorie consecutive il Manchester City di Pep Guardiola è riuscito a battere, tra il 26.08.2017 e il 27.12.2017, lo storico record di partite vinte nella massima serie inglese. Il precedente primato risaleva al 2002 ed era detenuto dall’Arsenal, che si era fermato a 14 successi consecutivi.

  • La maglia dell'Everton
    L’Everton: la squadra con più partecipazioni in Premier

    Il record di partecipazioni nella massima serie inglese è detenuto dall’Everton con 116 presenze. La squadra del Merseyside stacca nettamente l’Aston Villa (105) e i rivali cittadini del Liverpool (104). Seguono l’Arsenal (94) e le due compagini di Manchester, United (94) e City (90).

  • La maglia del Manchester City
    La squadra con più gol in una stagione? Il City!

    Oltre al prestigioso record di vittorie consecutive, il formidabile Manchester City di Guardiola della stagione 2017/2018 è riuscito a mettere la firma su un altro importante record della Premier League, quello relativo al maggior numero di reti segnate da una squadra in un solo campionato: Aguero, Sterling & Co. hanno infatti siglato la bellezza di 106 reti complessive.

  • La maglia del Chelsea
    La miglior difesa è del Chelsea 2004/05

    Il titolo di miglior difesa della Premier spetta al Chelsea di José Mourinho della stagione 2004/2005. L’allenatore portoghese ha costruito anche a Londra una solida fama di difensivista: in quella stagione infatti John Terry e soci incassarono solo 15 gol in tutto il torneo, riuscendo, ovviamente, a vincere il titolo.

  • La maglia del Leicester
    Ben 5 “rossi” per il Leicester 2017/18

    Il Leicester, dopo aver sorprendentemente vinto la Premier League nella stagione 2015/2016, è riuscita ad imporsi nel torneo 2017/2018 in un’altra graduatoria, questa volta non proprio invidiabile. Si tratta infatti della squadra che nel corso di quella stagione ha subito più espulsioni, ben 5.

RITORNA ALLA LISTA DEI TOP BOOKIES SULLA PREMIER LEAGUE

I grandi campioni della Premier League

Ogni campionato ha le sue icone e le sue leggende. Nei prossimi paragrafi ci concentreremo proprio nel mettere in luce i giocatori simbolo della Premier League e i giocatori che hanno contribuito a farne la storia.

I bomber delle ultime stagioni

Non ce ne vogliano i campioni che giocano in altri ruoli, ma di primo acchito sono gli attaccanti quelli che riscuotono la maggiore attenzione da parte degli appassionati. Del resto, sono loro a cui i tifosi devono più spesso la gioia del gol. Qui sotto trovate i bomber più prolifici delle ultime 5 Premier League.

I migliori bomber della Premier Lague degli ultimi 5 anni
Stagione Giocatore Squadra di appartenenza Gol segnati Secondo in classifica
2018/19 Mohamed Salah Liverpool 22 Agüero (Manchester City), 21
Pierre-Emerick Aubameyang Arsenal 22
Sadio Mané Liverpool 22
2017/18 Mohamed Salah Liverpool 32 Kane (Tottenham), 30
2016/17 Harry Kane Tottenham 29 Lukaku (Everton), 25
2015/16 Harry Kane Tottenham 26 Agüero (Man City) e Vardy (Leicester), 24
2014/15 Sergio Agüero Manchester City 26 Kane (Tottenham), 21

I top player

Le Premier League è così ricca di grandi campioni che non è assolutamente impresa facile selezionare i 5 più rappresentativi. Noi ci abbiamo provato, ma siamo sicuri che qualcuno di voi farebbe qualche cambio. Qui di seguito la nostra scelta.

  • Harry Kane
    Hurricane, il più prolifico dei bomber

    Harry Kane è il giocatore più prolifico della Premier League nelle ultime stagioni. L’attaccante di Tottenham e nazionale inglese si è definitivamente consacrato ai mondiali in Russia come uno dei più forti a livello europeo.

  • Sergio Agüero
    El Kun, front man del City

    El Kun, soprannome con il quale è conosciuto Sergio Agüero, è la punta di diamante del Man City capace di vincere tre volte la Premier League in sei anni.

  • Mohamed Salah
    Il Faraone alla corte di Klopp

    L’attaccante egiziano Mohamed Salah è riuscito a imporsi al primo anno in Inghilterra dopo il suo passaggio dalla Roma al Liverpool: con 32 reti si è subito laureato capocannoniere, ripetendo l’impresa nel 2018/19.

  • Eden Hazard
    Il belga in Blues dai piedi d’oro

    Protagonista dei mondiali in Russia con il Belgio, il fantasista Eden Hazard è punto fermo del reparto avanzato del Chelsea, con il quale ha vinto due volte la Premier. Dal 2019/20 gioca nel Real Madrid.

  • Raheem Sterling
    Il riscatto del giovane Raheem

    Criticatissimo dopo i Mondiali in Russia, Raheem Sterling è stato letteralmente trasformato da Pep Guardiola, grazie al quale il veloce attaccante del Manchester City ha disputato nel 2018/19 la sua migliore stagione, impreziosita da ben 17 reti.

Le leggende del passato

Di nuovo, scegliere 5 giocatori simbolo che hanno militato in Premier League negli ultimi 20 anni non è semplice. Chiediamo venia ai fan di David Beckham o John Terry, ma vi sfidiamo a lasciare fuori uno dei nomi che trovate qui sotto!

Le leggende della Premier League degli ultimi 20 anni
Giocatore Stagioni in Premier Presenze in Premier Campionati vinti Gol realizzati in Premier
Thierry Henry 9 258 2 175
Frank Lampard 20 609 3 177
Steven Gerrard 17 504 0 120
Didier Drogba 9 254 4 104
Alan Shearer 19 441 1 260

I record detenuti dai giocatori

Gli amanti delle statistiche curiose e dei record saranno sicuramente felici di dare una letta ai box che seguono. Troverete senza dubbio qualche chicca sulla Premier League da utilizzare con i vostri amici.

  • Gareth Barry
    Gareth Barry il più presente in PL

    Il giocatore con più presenze nella storia della Premier League è Gareth Barry. Il centrocampista inglese ex Villa, City e Everton ha collezionato 653 presenze nella massima divisione. Seguono due leggende come Ryan Giggs (632) e Frank Lampard (609).

  • Edwin van der Sar
    Van der Saar la saracinesca

    Il portiere olandese Edwin van der Sar detiene il record di imbattibilità in Premier League. Con la maglia del Manchester United è riuscito infatti a non subire reti per 1.311 minuti consecutivi. Petr Čech invece detiene il record di clean sheets in una stagione (21), insieme allo stesso Van der Saar.

  • Alan Shearer
    Un bomber chiamato Shearer

    L’ex attaccante di Southampton, Blackburn e Newcastle Alan Shearer è il miglior realizzatore all-time della Premier League con 260 reti, che gli sono valse tre titoli di capocannoniere. Seguono Wayne Rooney (208) e Andy Cole (187).

  • Ryan Giggs
    Giggs l’assist-man

    Giocatore simbolo del Manchester United per carisma e classe, il gallese Ryan Giggs detiene il primato di assist realizzati in Premier League, ben 162, che hanno aiutato la sua squadra a vincere 13 campionati. A debita distanza seguono Fabregas (111) e Rooney (103).

  • Patrick Vieira
    State lontani da Patrick Vieira

    Tra i giocatori più “cattivi” della storia della Premier League figura anche Patrick Vieira. Il francese ex Arsenal e City ha infatti collezionato nella sua carriera inglese 8 cartellini rossi. In cima a questa graduatoria anche Duncan Ferguson e Richard Dunne.

La storia delle scommesse sulla Premier League

La Premier League, come già accennato in precedenza, inizia nel 1992, dopo la scissione dalla English Football League, fino a quel momento unica organizzatrice dal 1888 del massimo torneo di calcio del Regno Unito e delle tre leghe minori. Gli inglesi, si sa, fanno scuola per quanto riguarda le scommesse sul calcio e sullo sport in generale. Tale tradizione affonda le radici nel lontano 1923, quando Littelwoods, un’azienda di Liverpool, cominciò a offrire scommesse fuori dall’Old Trafford, casa del Manchester United. Tale attività non era però ancora considerata legale e solo nel maggio 1961, in conseguenza del Betting and Gaming Act, i bookmaker Premier League esistenti e operanti senza licenza cominciarono a proliferare. Ulteriore spinta alle scommesse venne data nel 2001 con l’abolizione della tassa del 9% sulle giocate, che era a carico degli scommettitori. Di estrema importanza anche l’apertura, un anno più tardi, alla possibilità di piazzare dei soldi su una singola partita. Fino ad allora il minimo era di tre gare.

Le quattro tappe più importanti nella storia della Premier League

SCOPRI I MIGLIORI BOOKIES PER LA PREMIER LEAGUE

Strategie e accorgimenti per scommettere sulla Premier

Qualche consiglio su come avere successo con le scommesse sul campionato inglese lo abbiamo già dato nei paragrafi precedenti, ma qui proviamo a riassumere il tutto. Il mantra è sempre lo stesso: informarsi bene sulla competizione in questione. Dopo esservi iscritti a uno dei migliori bookmakers per la Premier League, prima di investire il vostro denaro è bene farvi una cultura approfondita sul torneo. Leggere le statistiche sulla Premier League aggiornate è un vantaggio che vi consigliamo di non trascurare. Certo è che la lega in esame è una delle più spettacolari del globo e che i risultati non sono così scontati come può accadere in altre nazioni. Il fattore campo però pesa molto. Gli stadi sono delle vere e proprie bolge e i giocatori avversari sento spesso il fiato dei tifosi sul collo non essendoci barriere. Puntare sulle favorite quando giocano tra le mura amiche diventa particolarmente rischioso. Questo perché le quote sono tendenzialmente molto basse.

I team di Premier sponsorizzati dai siti scommesse

Si è detto come il Regno Unito sia la patria dei siti scommesse. Questo viene dimostrato dal massiccio numero di sponsorizzazioni provenienti da bookmakers che i club inglesi possono vantare. Praticamente tutti i team iscritti alla Premier League 2018/19 hanno un betting partner. Solo il Watford, il Brighton e l’Huddersfield costituiscono un’eccezione. Tra i top bookies che operano anche in Italia citiamo Betway (West Ham), Betfair (Arsenal), William Hill (Chelsea) e SportPesa (Everton e Southampton). Nella tabella qui sotto trovate tutti gli altri.

Le squadre di Premier League e i loro betting partner (aggiornato alla stagione 2018/19)
Arsenal Burnley
Chelsea Cardiff
Everton Crystal Palace
Fulham Leicester
Liverpool Southampton
Manchester City Watford
Manchester United Wolverhampton
Newcastle Bournemoth
Tottenham Brighton
West Ham Huddersfield

Operatori sconsigliati

I 5 operatori migliori per scommettere sulla Premier League, se ci avete fatto caso, sono tutti inglesi. Questo non è un caso. Il numero di tipologie di giocata e l’attenzione data al campionato in cui sono più ferrati sono infatti di un livello maggiore rispetto a quelli dei bookies di casa nostra. Se cercate un’offerta completa e soddisfacente vi consigliamo quindi di fidarvi del nostro giudizio e affidarvi a un sito scommesse british. Al contrario, agli amanti del calcio italiano, suggeriamo Sisal e SNAI. “Mogli e buoi dei paesi tuoi”, diceva qualcuno, no?

Alcune curiosità sul betting sul campionato inglese

Se la fame di informazioni sulla Premier League non si fosse ancora placata, vi offriamo qualche cioccolatino finale per rifarvi la bocca. Qui di seguito abbiamo raccolto infatti tre curiosità recenti riguardanti il betting sul campionato inglese.

  • Il logo del Leicester
    Leicester: l’underdog da sogno

    Durante la stagione 2015/2016 la vincita record ottenuta in inghilterra è stata ottenuta da John Pryke, che aveva approfittato della quota 5000 a 1 del Leicester campione d’Inghilterra offerta da Ladbrokes puntandoci sopra 20 sterline. A dieci giornate dalla fine ha però approfittato del cashout, accontentandosi di 29.000 pounds.

  • Nonno che festeggia la vincita di una schedina
    Nonni e nipoti

    Nonni che credono nelle doti calcistiche dei nipoti e riescono a sbancare i bookmaker: è accaduto anche questo in Gran Bretagna, e più di una volta. Il nonno di Harry Wilson ha vinto 125 mila sterline grazie all’esordio di suo nipote con il Galles nel 2013, mentre cinque anni dopo il nonno di Lewis Cook ne ha vinte 20 mila grazie al debutto del nipote con l’Inghilterra.

  • Lo scommettitore kenyota Gordon Paul Ogada
    Sulla Premier si scommette anche in Kenya… vincendo

    La Premier League è il campionato nazionale più scommesso al mondo. In Italia le giocate sul massimo campionato inglese costituiscono il 5.1% delle scommesse effettuate. In Kenya invece una scommessa sulla Premier ha fruttato a Gordon Ogada la vincita più alta di sempre in quel Paese, ben 1 milione e 800 mila euro in un colpo solo.

José Mourinho allenatore in Premier League

La più grande ambizione che ho è vincere la prima partita della Premiership il 14 agosto. […] La seconda ambizione è di vincere la seconda partita della Premiership il 21 agosto e continueremo così.

FAQ

Vi rimangono ancora dubbi o domande riguardanti il betting sulla Premier League? Scriveteci pure all’indirizzo info@sitiscommesse.com

I bookies da voi elencati offrono anche scommesse sulla Championship?

Certamente. Tutti i siti scommesse da noi indicati offrono giocate sia sulla Championship, che sulle serie inferiori inglesi e non solo sulla Premier League. Ormai l’offerta dei bookies si è ampliata anche a campionati meno conosciuti. La differenza la fanno i dettagli.

Ho già un conto aperto su un altro operatore. Mi conviene registrarmi comunque a uno nuovo?

Ogni sito ha i suoi punti di forza e di debolezza. Noi consigliamo sempre di avere più conti di gioco attivi per poter utilizzare il bookie adatto a seconda della giocata da fare o del campionato su cui puntare.

Scopri le pagine dedicate agli altri campionati