La guida al matched betting più completa del web

Quante volte abbiamo provato a scervellarci per trovare di un modo sicuro e sistematico di guadagnare? O semplicemente alla ricerca di una maniera per integrare il nostro stipendio mensile senza fare troppa fatica? La risposta a queste domande esiste e si chiama matched betting: con un piccolo investimento iniziale, una connessione internet e qualche minuto al giorno di impegno costante, chiunque di noi può assicurarsi un’entrata garantita. Come? Seguendo le istruzioni di questa guida che abbiamo preparato per voi!

Argomenti della pagina: Vai all’argomento preferito con un solo click!
Matched Betting
Tutti i bonus da usare

Scopri le loro caratteristiche

Diagramma

Bonus, calcolo e… vincita

Info

É legale e senza rischio?

Scacchi

Consigli per guadagnare

Microfono

I pareri di chi l’ha usato

Tools

Calcolatori e tabelle

FAQ

Le vostre domande

A prescindere dalle diverse opinioni sul matched betting che circolano in rete, per ottenere dei profitti con questo metodo non sono necessarie particolari conoscenze di scommesse sportive. In questa pagina spiegheremo quali sono i bonus da usare e dove trovarli, vi guideremo passo per passo al vostro primo guadagno netto, scopriremo le principali strategie e i consigli più utili per massimizzare le entrate, grazie a preziosi strumenti come calcolatori e tabelle. Prima di iniziare, cerchiamo di capire meglio di cosa si tratta.

Cos’è il matched betting?

Il termine matched betting, traducibile in italiano come “scommesse abbinate”, è un metodo che si basa sul calcolo matematico e il cui scopo è trarre un profitto netto dalle promozioni offerte dai siti di scommesse. Tutti i bookmaker, infatti, per incentivare gli scommettitori ad aprire un conto di gioco sulle loro piattaforme, offrono lauti bonus in denaro. Queste offerte possono essere di tre tipi: welcome bonus, promozioni periodiche e promozioni personali. Si tratta di somme però che, per poter essere prelevate, devono essere giocate un numero di volte variabile secondo quanto prevedono i termini e le condizioni di ciascuna promo. Qui entra in gioco il metodo descritto in questa pagina: puntando su due esiti opposti di uno stesso incontro, è possibile coprire il 100% dei possibili risultati e garantirsi la vincita. Il gioco d’azzardo quindi non c’entra, perché tutto è basato su un calcolo sicuro.

Come funziona il matched betting?

Abbiamo capito a grandi linee di cosa stiamo parlando e dove vogliamo arrivare. È arrivato quindi il momento di capire come funziona il matched betting nei dettagli. Nei prossimi paragrafi descriveremo passo per passo come arrivare a sbloccare un bonus. Fondamentalmente, si tratta di piazzare una giocata su un risultato di una partita e di coprire gli altri esiti possibili bancando quel risultato su un betting exchange, in modo da essere sicuri di avere tutti i risultati possibili coperti. Per compiere queste operazioni è necessario registrarsi su un bookmaker, ottenendo così il bonus di benvenuto, e iscriversi ad una piattaforma di Punta&Banca. Fatte tutte queste operazioni, dopo aver scelto un evento sul quale giocare, dovremo calcolare quanto denaro puntare su ciascuna quota per essere sicuri di trarre profitto. Sembra complicato? Non vi preoccupate, nei prossimi paragrafi entreremo più nei dettagli. Prima di iniziare però assicuratevi di soddisfare questi semplici cinque requisiti, necessari per poter partire.

Registrati su un bookmaker e ottieni il bonus di benvenuto

Il primo passo che dobbiamo compiere è registrarci con successo sul sito di un bookmaker e aderire alla nostra prima succosa offerta da convertire in denaro reale. Nella nostra pagina dedicata a bonus e promozioni spieghiamo nei dettagli come fare e offriamo una panoramica completa su tutti i migliori incentivi dei siti di scommesse legali in Italia. Come spieghiamo nella nostra recensione, esistono tre tipi diversi di bonus: quelli di benvenuto, le promo periodiche e quelle personali, che gli utenti ricevono direttamente per mail dai bookmaker stessi. Iniziamo qui parlando dei welcome bonus: questi sono la parte più consistente delle offerte, quella che ci farà guadagnare maggiormente nel primo periodo. Ne esistono di diversi tipi: quelli che offrono percentuali (di solito 100% o 50%) sul primo deposito o sull’importo della prima scommessa, quelle che rimborsano le scommesse perdenti dell’importo speso, per un periodo più o meno lungo di tempo, quelle che offrono freebets quando vengono soddisfatte determinate condizioni e quelle che mixano sapientemente tutti i tipi di offerta fin qui elencati. Abbiamo selezionato i migliori bonus per matched betting in una short list che vi presentiamo subito, compresa dei dati più importanti da conoscere su queste offerte.

I migliori 5 bonus di benvenuto per fare matched betting
Bonus Tipologia Rigioco Validità Vai all’operatore
100€ 100% primo deposito x10 30 giorni Visita il sito
80€ 50% primo deposito + 5€ documenti x1 90 giorni Visita il sito
200€ 100% primo deposito + 150€ cashback 8x 30 giorni Visita il sito
10€ 100% prima scommessa 6x 60 giorni Visita il sito

I bonus del primo tipo, ovvero quelli sul primo deposito, si prestano in modo più intuitivo allo scopo di essere trasformati in denaro prelevabile, ma tutte le promo sono monetizzabili se si utilizza una buona guida al matched betting. Bisogna sempre fare attenzione, come si vede dalla nostra top 5, ai termini e alle condizioni dei bonus. La cifra offerta infatti deve essere giocata un numero di volte ben preciso, che varia da caso a caso, entro un lasso di tempo determinato. Grazie ai welcome bonus, nel primo periodo riuscirete a fare cassa in modo consistente: questo non vuol dire però che esaurite le offerte di benvenuto non sia più possibile monetizzare. Tenendosi costantemente aggiornati su promozioni periodiche e personali si può continuare a fare cassa ogni mese.

Iscriviti ad un betting exchange

Il secondo passaggio da seguire nel nostro percorso è l’iscrizione ad una piattaforma di betting exchange. Se non siete molto esperti di scommesse, spieghiamo brevemente di cosa si tratta. A differenza dei bookmaker tradizionali, nell’exchange il ruolo dell’allibratore viene svolto da altri normali scommettitori, che puntano contro la giocata che altri utenti hanno deciso di scommettere. In questo modo le quote vengono definite dal “mercato” e non dai bookmaker e questo aspetto ha implicazioni molto interessanti per noi che vogliamo fare matched betting. Ci permette infatti di approfittare di quote che possono rivelarsi più alte. Ma si rivela molto utile soprattutto perché ci dà la possibilità di “bancare” (ovvero coprire) le giocate che piazzeremo con il bookmaker tradizionale, come vedremo nei dettagli in seguito.

I migliori exchange per il matched betting in Italia
Commissioni Liquidità Mercati Compatibilità Vai all’operatore
5% di commissioni Alta 30 Android, iOS Visita il sito
5% di commissioni Medio-Alta 20 Android, iOS Visita il sito

In Italia esistono solo due portali che offrono la possibilità di giocare a betting exchange e sono quelli che abbiamo riportato nella tabella qui sopra, con i dati principali che li caratterizzano. Betfair, che ha inventato questa modalità di gioco in Inghilterra, è stato il primo bookmaker a portare anche nel nostro Paese il Punta&Banca. Sulla sua piattaforma si trovano maggiore liquidità e più mercati a disposizione. BetFlag è invece il primo operatore ad aver sviluppato un exchange completamente italiano. Dopo aver corretto alcuni problemi iniziali, è diventato un provider molto affidabile per giocare in back and lay. Accattivanti sono soprattutto i suoi sconti sulle commissioni, che permettono quindi maggiore guadagno a chi fa matched betting.

Calcola il guadagno

Una volta che avete aperto profili e depositato denaro su un sito di scommesse e uno di betting exchange, potete iniziare a far fruttare i vostri capitali. Scegliete quindi un evento sul quale piazzare una giocata qualificante e una di copertura. Per stabilire quanto dovrete puntare su ciascuna delle due quote, dovete tenere presente che la vincita finale di ciascuna delle due giocate dovrà essere la medesima. L’obiettivo è infatti quello di vincere la stessa cifra per ciascuno dei possibili risultati che si avverano. Il nostro scopo infatti è quello di monetizzare il bonus di benvenuto, non quello di scommettere. Il gioco d’azzardo in questo caso non è contemplato: non stiamo giocando una scommessa e il margine di guadagno non è quello che si potrebbe ottenere con una puntata “vera”, ma un margine di guadagno sicuro. Per calcolare quanto dobbiamo puntare su ciascun risultato, possiamo affidarci a uno dei tanti calcolatori che si trovano gratuitamente in rete. Esistono poi alcuni servizi a pagamento, come ninjabet.it, guadagnomatematico.it o bluesheep.it, che offrono un supporto sofisticato sotto questo aspetto, dietro però il pagamento di un corrispettivo mensile. Visto che i guadagni che si possono ottenere sono sicuri, ma non elevati, sta a voi decidere se affidarvi a degli esperti o fare matched betting gratis.

Piazza la giocata qualificante

Dopo aver effettuato tutte queste operazioni preliminari, è arrivato il momento di agire. Il prossimo step è infatti quello di piazzare la giocata qualificante. Eseguite l’accesso presso il bookmaker sul quale vi siete precedentemente registrati e dove avete ricevuto il bonus di benvenuto. Facciamo un esempio: se avete aperto un profilo su un sito scommesse che offre il 100% sul primo deposito fino a 100€, versando 100€ avrete a disposizione sul conto 200€ da investire subito nel matched betting. Ricordatevi di leggere sempre bene i T&C dei bonus: in particolare, scoprite se bisogna inserire codici promozionali per ottenere l’offerta, se tutti i metodi di pagamento disponibili sono compatibili con essa e se è spendibile su scommesse live. In ogni caso, troverete tutte queste info nelle nostre recensioni dei bookmaker. Ma torniamo alla nostra scommessa qualificante. Abbiamo scelto di giocare il nostro stake sulla partita di Coppa Italia Milan-Napoli, come si può vedere dallo screenshot che abbiamo riportato come esempio.

Un esempio di giocata qualificante ai fini del matched betting

Il Milan viene quotato dai bookmaker a 3.20 e non parte quindi coi favori del pronostico. Ma a noi in questo caso l’esito finale dell’incontro non importa assolutamente. Noi vogliamo solo monetizzare il bonus, quindi questa partita va benissimo per capire come funziona il matched betting. Prendiamo i 200€ (100€ del primo versamento + 100€ di bonus di benvenuto) e li puntiamo sui rossoneri. Se l’evento dovesse verificarsi, grazie alla quota di 3.20 la vincita sarebbe pari a 640 euro.

Piazza la giocata di copertura

Passiamo a questo punto a giocare la scommessa di copertura. Accedete al vostro profilo di betting exchange che avete aperto. Il consiglio è quello di variare e giocare alternativamente su tutte e due le piattaforme a disposizione. Sia perché la liquidità e le quote potrebbero essere diverse e più o meno favorevoli a seconda dell’evento, sia perché così potrete “depistare” meglio i bookmaker e non lasciar trasparire le vostre vere intenzioni, anche se, lo ripetiamo, il matched betting è legale al 100%. Una volta che avete trovato l’evento da matchare, dovrete cliccare sul pulsante rosa, quello cioè che si riferisce alla “bancata”, relativo all’esito che avete puntato sul primo bookmaker. Tornando al nostro esempio, abbiamo cercato Milan-Napoli e abbiamo cliccato sulla quota 3.60 vicino al nome della squadra rossonera.

Un esempio di giocata di copertura ai fini del matched betting

Cosa significa bancare un risultato nel linguaggio dell’exchange? Bancare vuol dire in pratica scommettere contro l’avverarsi di quell’esito. In questo caso la giocata sarà vincente con un pareggio o la vittoria del Napoli. Il profitto sarà pari alla cifra investita. Come piazzare quindi una doppia chance a 2.00. Se invece dovesse vincere il Milan, saremmo noi a dover pagare chi ha puntato con la quota che abbiamo bancato, ovvero 3.60. Grazie al calcolo eseguito in precedenza, giochiamo 180.28€ sulla bancata. In questo modo ci siamo garantiti un profitto di 71.26€ con ogni risultato possibile della partita.

Ritira la vincita

Non ci resta ora che attendere la fine del match giocato. Milan-Napoli finì 2-0, contro il pronostico, grazie ad una doppietta di Piatek: siamo quindi andati sul sito scommesse sul quale avevamo puntato il nostro bonus di benvenuto. A questo punto ci troviamo con 640 euro sul conto clienti del bookmaker. Per sbloccare il bonus completamente dobbiamo giocare ancora 400 euro, perché la somma omaggio di questo nostro esempio va investita almeno 6 volte (200 euro li abbiamo giocati con la prima operazione). Ripetiamo quindi quello che abbiamo fatto la prima volta, e a quel punto potremo ritirare il nostro malloppo, che consiste della spesa investita più il rimanente del bonus di benvenuto. Quello che ripetiamo sempre è di non aver paura di investire anche somme importanti, perché il ritorno è sicuro.

I tre passaggi principali necessari a ritirare una vincita ottenuta con il matched betting

Nell’immagine qui sopra abbiamo descritto quello che dobbiamo fare per poter incassare finalmente la vincita e il nostro bonus sbloccato. Non serve fare altro che loggarsi nel sito scommesse e cercare la sezione del nostro conto personale. A questo punto indichiamo la somma che vogliamo ritirare nell’apposito spazio. Potrebbe anche essere conveniente lasciare del denaro nel conto scommesse, già a disposizione dell’operazione successiva, in attesa cioè della prossima promozione di cui approfittare. Scegliete il metodo di pagamento con cui effettuare il prelievo ed eseguite l’operazione. Spesso i bookmaker, per via di leggi anti-riciclaggio, richiedono di utilizzare per il prelievo lo stesso mezzo usato per il deposito. Ma non c’è da preoccuparsi. Dopo un periodo di tempo variabile, che può andare da pochi secondi se usate un portafoglio elettronico, a un paio di giorni nel caso abbiate richiesto la procedura con bonifico su conto corrente, il denaro ricavato sarà a vostra disposizione e l’ultimo step di questa guida al matched betting completato.

Tutto quello che c’è da sapere sul matched betting

Abbiamo descritto tutti i passaggi necessari per portare a casa il nostro primo profitto col matched betting. Siamo sicuri che vi sono rimaste però ancora molte domande. Nei prossimi box informativi abbiamo quindi riassunto cinque tra le questioni più importanti che riguardano questa metodologia di guadagno. Come prima cosa ci siamo impegnati a rispondere alla domanda più importante: quanti soldi è possibile fare e quanto tempo occorre. Vedremo poi di rispondere a tutte le possibili domande che riguardano la legalità, il rischio e l’azzardo di questa modalità di guadagno. Infine, vedremo di capire cosa ne pensano i siti di scommesse e perché non è uno strumento così diffuso come si potrebbe pensare.

Delle banconote, un pallone da calcio e un calendario

Quanto è possibile guadagnare e in quanto tempo?

La prima domanda che sorge spontanea dopo tutto quello che abbiamo detto fino a qui è: ma quanto è possibile guadagnare con il matched betting? E in quanto tempo? A questo punto è necessario fare alcune precisazioni. Nella prima fase del percorso, evitando di fare errori, si possono accumulare fino a 1500-2000 euro nel solo primo mese, grazie allo sfruttamento di tutti i bonus di benvenuto offerti dagli operatori. In seguito, utilizzando le sole promozioni periodiche, si può arrivare a mettere da parte fino a 500 euro al mese, a seconda del periodo, delle offerte proposte e dell’investimento che si vuole fare.

Una bilancia che rappresenta la giustizia e un martelletto da giudice

Il matched betting è legale?

Rispondere a questa domanda è molto semplice: il matched betting è legale al 100% e nella maniera più assoluta. Utilizzando questo metodo non si fa nulla di illecito, si sfrutta soltanto in modo intelligente una possibilità che viene offerta, una falla del sistema, come direbbe qualcuno, ma sempre restando entro i limiti della legge. Fermo restando che si utilizzino bonus e promozioni di bookmaker autorizzati da ADM, quelli cioè in possesso di concessione per il gioco d’azzardo. Giocare invece con operatori senza licenza italiana è invece illegale: in questo caso si commetterebbe un illecito punibile.

Un contatore di rischio impostato su

E’ rischioso? E’ gioco d’azzardo?

Qui viene il bello.Il matched betting non è gioco d’azzardo. Non esiste percentuale di rischio di nessun tipo. Tutto viene infatti calcolato matematicamente. In che modo una scommessa potrebbe andare male, se si scommette su tutti i possibili esiti previsti? La vincita è garantita, per ottenerla però è necessario lavorarci su e investire del tempo. Infatti è molto importante non fare errori di calcolo e rimanere concentrati quando si punta su una partita, per evitare sbagli che possono costare caro. Come abbiamo già ricordato, se utilizzate gli strumenti giusti e seguite tutte le regole del gioco, non si corrono rischi.

Un bookmaker e un punto di domanda

Perché i bookmaker lo permettono?

Si tratta di una domanda legittima: se è possibile trarre matematicamente profitto dai bonus senza rischiare alcunché, perché i bookmaker dovrebbero consentirlo? La risposta è semplice: le offerte e le promozioni sono un mezzo importantissimo che i siti di scommesse hanno per attirare nuovi clienti. La percentuale di quelli che le usano per fare matched betting è ridotta e quindi per i bookies resta conveniente offrire tanti bonus e promozioni, visto che non vanno comunque in perdita e anzi attirano nuovi clienti. Inoltre, gli operatori non hanno modo per sapere se chi approfitta del bonus fa matched betting o meno.

Un che cerca di risolvere un labirinto molto complesso

Se è così semplice, perché non lo fanno tutti?

A dire il vero, rispondere a questa domanda non è affatto semplice. Probabilmente, si tratta del fatto che questo meccanismo non è conosciuto da molte persone oppure non viene compreso esattamente. Ad una prima impressione può sembrare infatti complicato e può spaventare chi non conosce il mondo delle scommesse. Inoltre l’esistenza di questo tipo di sistema per guadagnare non viene trattata dai media tradizionali. Si dice che nessuno regala denaro: la diffidenza può quindi essere una spiegazione per questo quesito. Ma questa frase non è mai stata più sbagliata in riferimento al matched betting.

I software e gli strumenti da utilizzare

Come avrete capito, capire esattamente quanto denaro puntare sulla scommessa qualificante e quanto sulla scommessa di copertura non è semplice. Non abbiamo tutti una laurea in matematica. I calcoli da fare sono un po’ complessi. Per questo motivo è utile rivolgersi ad un calcolatore di matched betting, che faccia per noi i calcoli su quanti soldi dobbiamo abbinare a ciascuna quota. In giro per il web esistono diverse pagine che offrono un servizio simile, anche se dobbiamo dire che quelle italiane sono tutte a pagamento. Cercando in lingua inglese si possono però scovare calcolatori molto efficienti e gratuiti. Lo stesso discorso vale per l’oddsmatcher, un software che calcola per noi le migliori scommesse da piazzare. Un altro strumento che ci può essere molto utile è un foglio di calcolo Excel. Impostandolo in maniera adeguata, potremo infatti tenere traccia di tutte le nostre scommesse abbinate, dei soldi investiti e dei profitti generati, senza perdere di vista l’obiettivo, soprattutto nel momento in cui le cifre investite cominciano a diventare importanti.

Strategie e consigli

Una guida di matched betting che si rispetti non può prescindere da alcuni consigli e strategie. Anche se nel complesso non si tratta di un metodo difficile da far fruttare, ci sono alcuni comportamenti da evitare e invece altri da seguire, se si vuole avere successo e generare il massimo dei profitti. Nei prossimi paragrafi, grazie ad alcuni utili elementi grafici, scopriremo insieme tutto ciò a cui bisogna prestare attenzione.

Le strategie da adottare

Per massimizzare i profitti con le scommesse abbinate esistono alcune strategie che si possono seguire con successo. È fondamentale, ad esempio, conoscere tutti i bonus possibili, sia periodici che personali, e segnarseli su un calendario, con le relative date entro cui questi vanno sbloccati, in modo da avere tutto sotto controllo e non perdersi nemmeno un centesimo di omaggio. Per fare questo, è importante tenersi aggiornati su tutte le offerte dei bookmaker: a questo scopo è importante seguire un sito come il nostro, ma anche seguire i profili Twitter e Facebook degli operatori, sui quali spesso compaiono importanti promo. Createvi un nuovo indirizzo mail per fare matched betting: in questo modo potrete seguire meglio le offerte che eventualmente i siti scommesse vi dedicano personalmente. Se non disponete di un capitale iniziale elevato, sarà fondamentale, soprattutto all’inizio, crearvi un bankroll con le surebet. Cosa sono le surebet? Seguiteci ancora per qualche paragrafo e lo scoprirete. Infine, per massimizzare qualsiasi euro gratuito, potete anche giocare le promo multiple, soprattutto di quei bookmaker, come William Hill, che fanno partire le maggiorazioni già dal terzo evento inserito in schedina.

Alcuni consigli utili

Non ci sono solo strategie da seguire. Il matched betting può essere considerato una disciplina zen per alcuni aspetti e richiede una certa autodisciplina per essere portato avanti con successo. Nei quattro box che seguono abbiamo spiegato quali sono i comportamenti cardinali da osservare: l’organizzazione del lavoro, il rispetto delle tempistiche, la perseveranza nel seguire gli obiettivi e lo stare alla larga da falsi amici come il mug betting. Vediamo ora nei dettagli a cosa ci riferiamo.

  • Organizza il tuo lavoro

    Uno dei segreti del successo di un matched betting ben fatto è rappresentato dall’organizzazione. Può sembrare noioso come principio, ma questo genere di attitudine è la base necessaria per creare profitto grazie ai bonus dei siti di scommesse. Quindi, scrivetevi tutto in fogli di calcolo ordinati e comprensibili, che comprendono quanto avete puntato, su che bookmaker e quali promo avete usato, e redigete dei piani di azione con ogni passaggio chiaro e comprensibile.

  • Rispetta le tempistiche

    Se avete un calendario ordinato di tutti i bonus che volete utilizzare, il vostro compito sarà decisamente agevolato. Conoscere le scadenze di ogni promozione e riuscire a rispettare il numero di volte che una cifra omaggio deve essere rigiocata prima di diventare prelevabile è la chiave del successo di una strategia di matched betting ben riuscita. Le offerte a disposizione non sono infinite: riuscire a monetizzarle tutte è quindi indispensabile.

  • Agisci con perseveranza

    Perseverare è diabolico, ma non quando si parla di matched betting. La costanza in questo caso paga sempre. Come gli scommettitori più ferrati sanno bene, ci sono settimane nelle quali fioccano promozioni su ogni sport e su ogni sito di scommesse, altre invece in cui vi è il deserto più assoluto. Quindi, se per un periodo di tempo non riuscite a far segnare grossi profitti, non demordete e continuate a impegnarvi! I bookmaker propongono sempre nuovi bonus!

  • Evita il mug betting

    Se avete curiosato in qualche forum dedicato, vi sarà capitato di leggere di utenti che raccontano di come tal bookmaker ha chiuso un conto di gioco perché faceva matched betting. Alcuni consigliano di giocare scommesse perdenti a caso (il cosiddetto mug betting) per depistare i bookies. Si tratta in realtà di una pratica inutile, se non a farvi perdere del denaro guadagnato a fatica: gli operatori non hanno modo di sapere se fate matched betting.

Vantaggi e svantaggi

Come ogni metodo che serve per guadagnare, anche il matched betting ha vantaggi e svantaggi. Tra i lati positivi ce n’è sicuramente uno che abbiamo già citato più volte: le vincite sono matematicamente sicure e garantite e non dipendono dalla fortuna, perché non si tratta di gioco d’azzardo. Non è infatti necessaria alcuna conoscenza pregressa del mondo delle scommesse: se non avete mai giocato prima, non avete altro da fare che conoscere un po’ come funzionano i siti di scommesse ed exchange, in modo da trovare in fretta tutto quello che vi può servire. Per iniziare basta un piccolo capitale, anche solo 50 euro: tuttavia, più denaro sarete disposti ad investire, maggiore sarà il ritorno economico (sicuro) che avrete. Infine, si tratta di un modo di integrare i vostri guadagni del tutto esentasse e legale: le scommesse sono infatti tassate già alla fonte e non dovrete rendere conto a nessuno di quello che vi intascate.

I vantaggi e gli svantaggi del matched betting a confronto

Certo, vi è anche un’altra faccia della medaglia. Gli scommettitori abituali si saranno accorti che non sono previste vincite molto consistenti, rispetto a quelle possibili con le scommesse tradizionali. Con questo metodo è infatti la costanza e lo sforzo organizzativo a pagare e bisogna essere disposti a dedicare ogni giorno qualche minuto prezioso del proprio tempo a questa tecnica. Prestate sempre molta attenzione a quello che fate: gli errori si pagano cari, le scommesse piazzate online non sono infatti stornabili. Infine, una volta che avrete esaurito i bonus di benvenuto, vi renderete conto che il guadagno ottenibile cala di parecchio, anche se comunque resta costante nel tempo.

La popolarità del matched betting

Parlando di matched betting con alcuni amici, siamo rimasti sorpresi di come questo metodo per guadagnare sia poco conosciuto al grande pubblico. Incuriositi, siamo andati a cercare la popolarità di questo argomento su Google Trend e il risultato è quello che potete vedere nell’immagine che riportiamo qui sotto. La curva di questo termine sul motore di ricerca più famoso del mondo è in costante ascesa. Tuttavia, sono ancora poche le persone che in percentuale ne sono a conoscenza, rispetto a quelle che potrebbero approfittarne. E questo è positivo, perché significa che ancora possiamo approfittarne. Ma conviene farlo subito senza perdere altro tempo, finché i bookmaker ancora ce lo concedono.

Il diagramma che mostra la crescita di popolarità del matched betting negli ultimi anni

Alcune opinioni sul matched betting

Alcune tra le persone che abbiamo interpellato a proposito del topic di questa pagina conoscono invece molto bene il matched betting e lo fanno fruttare al meglio per migliorare le loro finanze. Si tratta di persone normali, in alcuni casi addirittura completamente a digiuno di scommesse e affini. Abbiamo deciso di riportare qui le tre testimonianze che ci hanno colpito di più, per dimostrare come si tratti davvero di un metodo di guadagno alla portata di tutti. Queste opinioni sul matched betting hanno quindi molto valore.

  • Federico
    Federico – da Monza ha detto:

    Per uno studente come me, il matched betting è l’ideale: un’entrata sicura ogni mese, senza tasse da pagare e facile da ottenere!

  • Alessio
    Alessio – da Catania ha detto:

    Grazie al matched betting riesco a integrare il mio stipendio di operaio e togliermi qualche sfizio in più, per me e per mio figlio.

  • Giulia
    Giulia – da Teramo ha detto:

    Non avevo mai scommesso in vita mia, ma seguendo tutti i consigli che ho ricevuto, riesco a portarmi a casa un bel gruzzolo ogni mese!

Le alternative al matched betting

Il mondo dei siti scommesse offre però anche altre possibilità di guadagnare in modo facile oltre al matched betting. Nei prossimi paragrafi riportiamo tre delle migliori alternative alla metodologia per generare profitto che abbiamo descritto in questa recensione, che possono tuttavia essere utilizzate parallelamente a questa. Non si tratta di modi sicuri al 100% (a parte le surebet), ma che offrono comunque un ottimo margine di profitto, se utilizzati nel modo giusto.

Un altro modo di vincere sicuro: le surebet

Le surebet, come indica il nome, sono un altro modo sicuro di generare profitti utilizzando i bookmaker tradizionali. In questo caso però i bonus e le promozioni non c’entrano. Dette anche arbitraggio scommesse, termine preso in prestito dal mondo della finanza, le surebet sfruttano la differenza delle quote di uno stesso evento di due diversi operatori. Per mettere a frutto questa strategia è necessario avere conti aperti su due o più bookmaker (meglio se più), per sfruttare le discrepanze tra le quote. Bisogna suddividere lo stake iniziale (poniamo che sia 100) su due esiti opposti: sul sito numero 1 andremo a scommettere su Under, mentre sul sito numero 2 ci giocheremo l’Over. L’obiettivo è di approfittare della differenza di quote per creare, qualsiasi sia l’esito dell’incontro, un guadagno piccolo, ma sicuro: reiterando questa tecnica nel tempo si può arrivare a costruirsi un piccolo capitale da reinvestire, magari in matched betting.

I sistemi di scommesse

Con questo metodo entriamo invece già nel campo del gioco d’azzardo. Come spieghiamo nella nostra guida ai sistemi di scommesse, si tratta però di una maniera molto efficace di minimizzare il rischio e di massimizzare i guadagni quando si giocano scommesse tradizionali. Invece di giocare una scommessa multipla semplice, per esempio da 5 eventi, che a causa di un solo evento sbagliato non porterebbe a nessun guadagno, con i sistemi si giocano tutte le combinazioni possibili e il ritorno di denaro è assicurato anche nel caso di uno o più errori. I sistemi variano per numero di eventi inseriti e combinazioni da giocare e ognuno ha le sue caratteristiche e peculiarità. Nel box che segue vi presentiamo il miglior bookmaker per giocare i sistemi.

I nomi dei principali sistemi di scommesse, un campo da calcio sullo sfondo e il logo di SNAI
Il bookie top per i sistemi

Ampio palinsesto e tanti mercatiTante promozioni periodiche

Bonus fino a 305€

Il dutching con l’exchange

Il dutching è una tecnica che le scommesse sul calcio hanno preso dalle scommesse sui cavalli e ha come obiettivo quello di creare dei piccoli profitti ad alta probabilità da ripetere con frequenza nel tempo. Per fare dutching occorre disporre di un capitale iniziale consistente, di un conto di gioco su un exchange e di un calcolatore di quote. Si tratta di puntare su un certo numero di risultati esatti di un incontro, quelli che secondo noi sono più probabili, suddividendo lo stake iniziale in modo da generare un profitto, anche se piccolo, con ogni opzione che riteniamo possibile.

La lista completa di tutti i bonus

Il mantra di ogni persona che fa matched betting dovrebbe essere questo: ogni promozione va sfruttata fino alla fine. Per concludere questa lunga guida al matched betting vi proponiamo la lista esaustiva di tutti i bonus di benvenuto dei migliori siti scommesse italiani. Come potete vedere, anche solo con le offerte per nuovi clienti c’è tanto da lavorare e da intascare. Se poi aggiungete a questa lista le promozioni periodiche e quelle personali che ogni operatore concede, potete ben capire perché vale la pena provare questo metodo di guadagno. Prestate sempre molta attenzione anche ai dati relativi al rigioco e alla scadenza del bonus, che riportiamo nella tabella. Per tutte le altre informazioni che riguardano le scommesse, partite invece con la lettura della nostra home page.

La lista completa dei 20 welcome bonus recensiti
Fino a 250€
Fino a 80€
Fino a 225€
Fino a 305€
Fino a 250€
Fino a 225€
Fino a 5€
Fino a 200€
Fino a 200€
Fino a 100€
Bonus n/a
5€ a sett.
Fino a 10€
Fino a 10€
Fino a 210€
Fino a 100€
Fino a 50€
Fino a 10€
Fino a 20€
Fino a 50€

FAQ

Per concludere questa recensione sul matched betting abbiamo deciso di rispondere ad alcune vostre domande che ci sono pervenute sull’argomento. Per qualsiasi altra curiosità o dubbio che avete, non esitate a scriverci all’indirizzo mail info@sitiscommesse.com.

Si rischia di perdere denaro con il matched betting?

No, perché non si tratta di gioco d’azzardo, l’unico modo di registrare una perdita con questo metodo è l’errore umano.

Si possono aprire due account con uno stesso bookmaker?

No, il multiaccount è una pratica illegale su tutti i siti scommesse: facendolo si rischia di perdere il bonus di benvenuto e di venire bannati. È invece possibile avere account su più bookmaker differenti.