Curiosità sul tennis: truffe, scandali e migliori tennisti italiani (e non)

Il tennis è uno sport affascinante, fatto di tecnica e doti atletiche e che richiede grandi capacità di concentrazione mentale. Abbiamo voluto dedicare questa pagina alla descrizione di alcuni dei migliori tennisti italiani (e non) ancora in attività e alle leggende che hanno fatto la storia di questa disciplina, condendo il tutto con alcune curiosità sul tennis. Purtroppo però anche il tennis ha le sue ombre e risulta uno degli sport con il maggior numero di partite segnalate alle autorità per sospette truffe. Il primo paragrafo è dedicato proprio a dei recenti scandali che hanno coinvolto il movimento italiano e quello internazionale.

Scandali e corruzione nel giro della racchetta

Un giocatore di tennis accetta del denaro per combinare un matchNella pagina principale di questa sezione del nostro sito dedicata interamente alle scommesse sul tennis, abbiamo visto come le autorità incaricate a monitorare sul mondo del betting ricevano più segnalazioni di partite sospette su racchetta e pallina che sul calcio. Questo accade per vari motivi. Per prima cosa è più facile corrompere un singolo giocatore che una squadra formata da undici elementi. Essendo poi ormai quotati anche match di atleti che galleggiano nelle parti basse del ranking, questi sono più facilmente corruttibili dato che, non incassando cifre esorbitanti, possono risultare maggiormente attratti da facili guadagni. Un recente scandalo scommesse sul tennis è quello che ha coinvolto i due giocatori italiani Daniele Bracciali e Potito Starace. Entrambi gli atleti sono stati radiati dalla FIT nel 2015 a seguito della condanna patita in primo grado per “aver alterato l’esito di alcuni incontri al fine di realizzare guadagni illeciti tramite scommesse”. Il tutto dopo di un’inchiesta cominciata il 7 luglio 2014 e portata avanti dalla Procura della Repubblica di Cremona. I due tesserati sono stati assolti un anno dopo dalla Corte d’appello della Federazione Italiana Tennis. Ha scosso molto l’ambiente anche l’allarme su un presunto giro di combine di gare lanciato dall’emittente britannica BBC nel gennaio 2016 nel quale si pensava fossero coinvolti almeno 16 dei 50 migliori campioni della disciplina. In tale occasione Novak Djokovic ha ammesso che nel 2007 alcune persone a lui vicine sono state contattate per proporgli di truccare delle gare e organizzare truffe con le scommesse sul tennis.

I migliori tennisti in attività

Per scegliere i migliori tennisti in attività la prima cosa da fare è sicuramente andare a dare uno sguardo al ranking ATP e al ranking WTA. I due fuoriclasse che si trovano attualmente sulla cresta dell’onda sono lo il serbo Novak Djokovic e lo spagnolo Rafael Nadal. Il primo ha chiuso il 2018 in testa alla classifica aggiudicandosi il prestigioso torneo di Wimbledon e gli US Open. Va segnalato però anche l’eterno Federer, che si è aggiudicato l’Australian Open, mentre il giovane tedesco Alexander Zverev, vincendo le ATP Finals, ha forse spiccato per davvero il volo verso il successo. Benissimo anche gli italiani: Fabio Fognini, 13′, e Marco Cecchinato, 20′, “vedono” l’ingresso nella top ten, mentre Seppi e Berrettini veleggiano nelle posizioni di rincalzo, tutti e due tra i 60 migliori tennisti al mondo.

Giocatore Roger Federer Rafael Nadal
Foto Roger Federer, il grande tennista svizzero Una foto del campione di tennis Rafael Nadal
Data di nascita 08.08.1981 03.06.1986
Paese d’origine Svizzera Spagna
Vittorie nei testa a testa 11 23
Sfide in finali Grande Slam 2 6
Titoli Grande Slam vinti 17 14

Passando alle donne, le due grandi protagoniste del momento sono senza dubbio la romena Simona Halep e la tedesca Angelique Kerber. La prima ha vinto il Roland Garros, mentre la tedesca si è aggiudicata i Championships di Wimbledon. Gli altri due Slam sono invece stati vinti da Caroline Wozniacki (Australian Open) e Naomi Osaka (US Open). Sempre sulla cresta dell’onda rimane però anche Serena Williams, mentre tra le statunitensi è Sloane Stephens la più accreditata sua erede. La migliore delle giocatrici italiane è la giovane Camila Giorgi, attualmente 26′ nel ranking, e unica nella Top100, in attesa del ricambio generazionale che rimpiazzi le gesta delle varie Roberta Vinci, Sara Errani e Francesca Schiavone.

Alcune chicche sul tennis

Dopo una lunga carrellata di nomi pubblichiamo invece alcune divertenti curiosità sul tennis. Qui sotto potete scoprire quanto è durato l’incontro più lungo della storia, in quale dei tornei del Grande Slam hanno avuto più successo gli atleti di casa nostra, la rassegna con il montepremi più alto e alcuni numeri su Wimbledon, l’evento più antico.

La partita di tennis più lunga? Ben 11 ore e 5 minuti

Il timer che indica 11 ore e 05 minuti: la partita di tennis più lungaLa partita più lunga della storia del tennis è stata giocata a Wimbledon nel 2010. L’americano Isner e il francese Mahut si sono dati battaglia per ben 11 ore e 5 minuti. L’incontro si è disputato in tre giorni diversi dopo due sospensioni per il buio. Alla fine la vittoria è andata a Isner con il punteggio di 6-4, 3-6, 6-7, 7-6, 70-68.

Lo Slam con più vittorie italiane è il Roland Garros

Il logo del Roland Garros con la bandiera italiana sullo sfondoGli italiani sono da sempre abituati ad allenarsi su campi di terra rossa e non c’è da stupirsi se lo Slam in cui hanno trionfato maggiormente i nostri connazionali sia il Roland Garros, con ben 4 vittorie. L’ultimo se l’è aggiudicato Francesca Schiavone nel 2010, mentre gli altri successi sono di Nicola Pietrangeli (1959 e 1960) e Adriano Panatta (1976).

US Open 2016: il torneo con il montepremi più ricco

Il logo degli US Open circondato da dollariIl torneo di tennis che ad oggi può vantare il montepremi più alto sono stati gli US Open del 2016. Il denaro distribuito tra i partecipanti ha raggiunto la cifra record di 46,3 milioni di dollari. Allo svizzero Stan Wawrinka e alla tedesca Angelique Kerber, vincitori del singolare maschile e di quello femminile, sono andati 3.5 milioni di dollari.

Alcuni numeri su Wimbledon

Una bottiglia di Champagne con il logo di WimbledonDurante il torneo di Wimbledon, il più antico della storia, vengono distribuiti ogni anno 27.000 chili di fragole con panna. Le pinte di birra consumate sono circa 90.000, mentre le bottiglie di Champagne bevute più o meno 12.000. Immancabile ovviamente il tè. Sono addirittura 300.000 le tazze della bevanda tanto amata degli inglesi che vengono sorseggiate sugli spalti.

I grandi nomi del passato

Ogni sport ha le sue leggende e il tennis ovviamente non fa eccezione. Nella tabella qui sotto abbiamo elencato alcuni tra i più grandi giocatori e giocatrici di sempre, un elenco in cui non potevano mancare i nomi dell’americano Pete Sampras e dello svedese Björn Borg. Con ben 25 titoli del Grande Slam vinti in totale, essi rappresentano due dei maestri storici della racchetta. Il primo è rimasto in attività fino al 2002, mentre il secondo si è ritirato nel 1993. Le imprese del nativo di Stoccolma si ricordano soprattutto per la rivalità con un’altra icona: John McEnroe. Quest’ultimo è il campione con il numero più alto di tornei vinti in carriera. Considerando singolari, doppi e doppi misti la sua bacheca conta addirittura 150 trofei. Tra i protagonisti assoluti degli anni Ottanta troviamo anche il cecoslovacco con passaporto USA Ivan Lendl: 93 tornei vinti di cui 8 del Grande Slam. Altro grande nome del passato è quello dell’australiano John Newcombe, che detiene il record di titoli nel doppio maschile raggiunti tra Australian Open, Roland Garros, Wimbledon e US Open: ben 17. Tra gli italiani spiccano invece su tutti Nicola Pietrangeli, che a cavallo tra gli anni Cinquanta e Sessanta ha tenuto alto il tricolore vincendo per due volte il Roland Garros, e Adriano Panatta. Quest’ultimo è riuscito anch’egli a trionfare in Francia nel 1976 e a trascinare la Nazionale alla vittoria della Coppa Davis, sempre nello stesso anno.

Alcuni tra i migliori tennisti della storia
Nome Paese d’origine Periodo attività Titoli Grande Slam Finali Slam %Vittorie Miglior ranking
Pete Sampras 1988-2002 14 18 77.43% 1° nel 1993
Björn Borg 1973-1993 11 16 83,07% 1° nel 1977
Rodney Laver 1956- 1979 11 17 79.76% 1° nel 1961
Ken Rosewall 1957-1982 8 16 84.24% 2° nel 1975
Ivan Lendl 1978-1994 8 19 81.75% 1° nel 1983
Steffi Graf 1982-1999 22 31 89.68% 1° nel 1997
Chris Evert 1972-1989 18 34 88,99% 1° nel 1975
Martina Navratilova 1975-2006 18 32 86,20% 1° nel 1978
Monica Seles 1989-2008 9 13 85,31% 1° nel 1991
Justine Henin 1997-2011 7 12 83,43% 1° nel 2003

Nel capitolo “donne” va citata per prima la tedesca Steffi Graf, unica campionessa di sempre capace nel 1988 di vincere i quattro tornei del Grande Slam in un solo anno, aggiungendo ad essi anche la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Seul. Dopo di lei abbiamo Chris Evert, l’americana che negli anni Settanta e Ottanta è stata in grado di vincere ben 18 finali dei quattro tornei più importanti. Sua grande rivale fu Martina Navratilova, ceca naturalizzata statunitense. Le due si sono scontrate ben 80 volte in carriera con un bilancio di 43-37 a favore di quest’ultima. La jugoslava Monica Seles ha invece dato il filo da torcere alla sopracitata Steffi Graf negli anni Novanta, battendola in finale per due volte agli Open di Francia e una volta a quelli di Australia. Tra le maghe della racchetta non potevamo non inserire la belga Justine Henin, vincitrice di 4 Roland Garros, 2 tornei di Wimbledon, 2 US Open e un Australian Open. Ritiratasi da prima del mondo nel 2008 per infortunio, è tornata sui suoi passi un anno dopo per poi abbandonare definitivamente l’attività agonistica nel 2011. L’unica italiana che ci sentiamo di inserire tra le grandi di sempre è Flavia Pennetta. La brindisina è stata la tennista più vecchia a vincere un torneo del Grande Slam (US Open nel 2015 a 33 anni) e la prima giocatrice del nostro Paese a raggiungere il primo posto nel ranking WTA per il doppio.