Focus sulle scommesse sugli US Open: tutte le informazioni utili

Il grande scrittore statunitense David Foster Wallace diceva che gli Open sono così importanti per New York che la città, che di norma non darebbe un soldo bucato per uno sport così aristocraticamente privo di contatto fisico come il tennis, per due settimane se ne innamora perdutamente. Questa guida alle scommesse sugli US Open vi fornirà tutte le nozioni necessarie per le vostre giocate sull’ultimo, ma solo in ordine di tempo, degli Slam. La competizione che negli ultimi anni ha assistito alla “risurrezione” di Djokovic e ai successi di Wawrinka e Čilić, ma anche alla esaltante vittoria di Flavia Pennetta nella finale tutta italiana contro Roberta Vinci: spazio quindi ai migliori bookmaker per scommettere sul torneo e ai criteri per determinarli.

Argomenti della pagina: vai all’argomento preferito con un solo click!
US Open
I bookies top per gli US Open

Scopri le loro caratteristiche

Diagram

Scegliere i bookies per gli US Open

1×2

Pre gara, live e antepost

Team

Nole, Rafa e gli altri

Player

Alla corte di Queen Serena

Degree

Gli US Open e le scommesse

FAQ

Le vostre domande

Non solo, però: troverete anche importanti informazioni relative ai mercati più amati dagli utenti, alle strategie di scommessa e a una lunga serie di statistiche relative a protagoniste e protagonisti. Andate subito a rete con la nostra guida per scommettere sugli US Open, o scegliete dall’elemento di navigazione qui sopra quale argomento affrontare.

I migliori bookmaker per scommettere sugli US Open

Prima di andare in profondità con la nostra guida, gli aspetti più importanti: nella tabella qui sotto trovate i 5 migliori bookmaker per scommettere sugli US Open. A determinare la scelta è stato un insieme di criteri, tra i quali il valore dei payout e delle promozioni, il comparto live e lo streaming e il numero di mercati a disposizione: di tutto questo parleremo nei prossimi paragrafi.

I migliori 5 bookmaker online per gli US Open
Un tennista impegnato durante un match su un campo degli US Open e il logo del torneo statunitense
bet365 Bonus fino a 100€* SCOMMETTI!
SNAI Bonus fino a 505€ SCOMMETTI!
Eurobet Bonus fino a 210€ SCOMMETTI!
bwin Bonus fino a 200€ SCOMMETTI!
Sisal Bonus fino a 225€ SCOMMETTI!
*Apri un conto con bet365 e richiedi il tuo Bonus per i nuovi giocatori del 100%.

Come scegliere il bookie giusto per le puntate sugli US Open

Gli US Open, come gli altri tornei del Grande Slam, godono di un seguito enorme tra appassionati e scommettitori, e del resto il tennis è uno degli sport su cui più si punta nel nostro Paese. Tutti i protagonisti del betting nostrano, dunque, quotano gli incontri di questo torneo. Scegliere il sito ideale per le vostre scommesse sul tennis è questione di risposta a una serie di parametri fondamentali. Usate l’elemento di navigazione qui sotto e affrontate quello che ritenete più importante.

L’eccellenza assoluta non esiste: un sito scommesse sugli US Open, quindi, funzionerà nella misura in cui sarà in grado di offrire una proposta che armonizzi la presenza di payout consistenti, golose promozioni periodiche e una corposa sezione dedicata alle giocate in-play, possibilmente fornita di una adeguata copertura streaming. Non ultima, la disponibilità di numerosi mercati su cui scommettere si rivelerà senza dubbio un’arma vincente.

I payout US Open: un dato fondamentale

Il valore dei payout è fondamentale, nella valutazione di un sito scommesse, e il perché è facilmente intuibile: da esso dipendono le quote e le conseguenti vincite potenziali, come spieghiamo anche nella sezione della nostra pagina iniziale in cui descriviamo il cosiddetto sistema della lavagna: se poteste vincere 100€ puntando sulla vittoria di Federer sareste più contenti che se ne vinceste solo 75€. Importante, quindi, che il dato sui payout sia il più alto possibile. Nella tabella qui sotto vi presentiamo proprio i livelli minimi e massimi dei payout US Open per i bookies della nostra Top 5: sono tutti sopra il 90%, un valore confortante.

La presenza di promozioni periodiche dedicate

Oltre a quello del payout US Open, per determinare la bontà di un sito scommesse online che si dedichi al torneo statunitense va valutata la possibilità che siano previste golose promozioni periodiche, magari specificamente ideate per un torneo come quello che si svolge a New York e che, dopotutto, è in assoluto uno degli eventi sportivi più importanti in senso assoluto. La fantasia dei vari siti scommesse si sbizzarrisce sempre molto, tra bonus multipla, freebet, quote maggiorate e altro ancora. Di tutte queste promozioni parliamo diffusamente nella nostra pagina di approfondimento sui bonus.

La sezione live e la presenza dello streaming video

Basta un doppio fallo e l’inerzia di un match di tennis cambia completamente: ecco perché questo sport sembra fatto apposta per le scommesse live, dove bisogna avere intuizione, capacità di lettura delle partite e amore per l’adrenalina. Questa modalità di puntata, di cui parliamo nella nostra panoramica sulle scommesse live, e il modo in cui viene gestita dai vari bookies, si rivelano dunque un ulteriore parametro per determinare la bontà di un sito scommesse US Open: è necessario che siano a disposizione dello scommettitore un completo apparato di statistiche e un servizio livescore, per avere aggiornamenti costanti sulla partita. Se poi, come capita con i più importanti bookmaker US Open, è presente anche lo streaming video, allora, oltre a potersi godere lo spettacolo di un incontro di tennis, ne guadagnerà anche il piacere dell’esperienza di gioco.

I mercati a disposizione dello scommettitore

Testa a testa, Under/Over, Handicap: oltre al classico pronostico sul vincente dell’incontro, sono molti i tipi di giocata possibili su una partita di tennis. Ecco allora che, per scommettere sugli US Open, è buona norma controllare che i vari bookies propongano un adeguato numero di mercati: non c’è una regola fissa, ma tenete conto che per una finale si possono arrivare ad avere anche 40 tipi di giocata disponibili. Altro aspetto da tenere d’occhio: vista la diffusione dei device mobili, come sistema attraverso cui puntare e di cui parliamo nella sezione del nostro sito dedicata alle app, badate che il parco-mercati sia lo stesso tra la versione desktop e quella app della piattaforma del sito scommesse US Open che scegliete.

Le scommesse sugli US Open

I mercati e le statistiche sugli US Open

Avere una buona conoscenza dei vari tipi di mercati a disposizione dell’utente, e possibilmente anche delle statistiche più rilevanti ad essi associate, è sicuramente un plus per chi voglia scommettere sugli US Open. Nei prossimi paragrafi esamineremo alcuni di questi mercati, dividendoli tra tipi di giocata su un singolo incontro e mercati antepost, cioè sui verdetti finali della competizione. Iniziamo proprio dalla prima tipologia.

Le scommesse su partite singole

Le scommesse sul singolo incontro sono probabilmente quelle più affascinanti anche per lo scommettitore meno assiduo. In un torneo, gli incontri sono a cadenza molto ravvicinata e lo stress fisico e mentale molto forte. Nei prossimi paragrafi troverete alcuni dei principali mercati di questo tipo con le relative statistiche sul torneo statunitense. Per conoscerne nel dettaglio il funzionamento, vi rimandiamo alla sezione della nostra pagina dedicata ai mercati tennistici. Qui sotto, invece, le caratteristiche del miglior bookie, secondo noi, per le giocate sul singolo match.

Un tennista mentre palleggia con la pallina, vicino a un campo da tennis blu e il logo di bet365
Il massimo per gli US Open

Più di 30 mercati su cui puntareIl migliore streaming sul tennis

Bonus fino a 100€*
*Apri un conto con bet365 e richiedi il tuo Bonus per i nuovi giocatori del 100%.

Il mercato vincente incontro e le statistiche

Chi vincerà la partita? Non esiste scommessa più semplice da spiegare e più diffusa. Da qui a pensare che azzeccarla sia un gioco da ragazzi, però, ce ne corre: certo, il posizionamento dei due atleti nella classifica ATP aiuta, però è altrettanto determinante lo stato di forma nel momento in cui il match si svolge, nonché gli avversari sconfitti dai tennisti in precedenza. Infine, risulta molto utile avere il dato sugli incontri precedenti tra i due protagonisti della nostra giocata, in particolare magari su superfici sintetiche come quelle dello Slam americano: qui sotto trovate, a mo’ di esempio, il dato dei confronti tra Djokovic e Federer.

Le statistiche dei testa a testa allo US Open tra Novak Djokovic e Roger Federer

Il mercato sul numero di set

Gli incontri degli US Open si giocano al meglio dei 5 set. Questo tipo di giocata quindi è molto gettonata tra gli scommettitori e, solitamente, ha quote molto interessanti. Importantissimo, in questo caso, conoscere le statistiche e le caratteristiche dei giocatori: spesso infatti un tennista non particolarmente dotato tecnicamente, ma dalla grande resistenza, può avere la meglio su un avversario molto più avanti di lui nel ranking. Occhio, quindi, ai turni precedenti, soprattutto se uno dei due tennisti su cui vogliamo puntare ha già affrontato una maratona.

Il mercato Tie break sì/no

Su superfici veloci, come quelle degli US Open e, in generale, di tutti i tornei dello Slam a eccezione del Roland Garros, il mercato sul tie-break può essere preso in considerazione, perché la velocità del campo rende meno probabile lo “scippo” del servizio da parte di chi risponde, con conseguente maggiore probabilità che gli incontri si chiudano al tie-break. Anche in questo caso, attenzione alle caratteristiche dei giocatori più alti, e quindi potenzialmente meno mobili quando si tratta di rispondere.

Le scommesse antepost

Le puntate sull’intero torneo e sui suoi verdetti, ovvero le cosiddette giocate antepost, sono l’altra grande “famiglia” di mercati a disposizione dell’utente che voglia piazzare scommesse sugli US Open. Ne fanno parte diverse interessanti possibili puntate, che analizzeremo nei prossimi paragrafi, naturalmente in relazione a statistiche e record del torneo statunitense. Per scoprirne nel dettaglio il funzionamento, invece, consultate l’area dedicata della nostra pagina focalizzata sulle tipologie di giocata del tennis.

Il mercato vincente torneo

Pete Sampras, tra i tennisti che hanno vinto di più (5 successi) agli US Open Negli ultimi anni, i tornei del Grande Slam non hanno fatto grande sfoggio di fantasia, per quanto riguarda i nomi dei vincitori, con una rosa ristretta a quattro-cinque irraggiungibili campioni. Ciò significa che questo mercato non avrà forse quote stratosferiche ma, d’altra parte, che può essere giocato con una certa confidenza, conoscendo quale tennista ha più predilezione per la superficie sintetica di Flushing Meadows. Il 2018 ha visto il trionfo di Novak Djokovic, mentre, nell’albo d’oro dell’Open, tra i tennisti con il maggior numero di successi figura Pete Sampras, che trovate nell’immagine qui a sinistra.

Il finalista del torneo

Il tennista Juan Martin del Potro, finalista degli US Open 2018 Visto il dominio della “sacra triade” Djokovic-Nadal-Federer, può essere molto più stuzzicante per chi vuole scommettere sugli US Open pronosticare chi sarà il finalista del torneo, un nome che in questi anni stiamo stati abituati a veder cambiare frequentemente. Anche in questo caso, considerate sempre lo stato di forma del giocatore su cui intendete puntare, e la sua “storia personale” con il torneo. Nel 2018, è stato Martin Del Potro, nella foto qui a sinistra, a sognare la vittoria del torneo, prima di essere battuto in tre set dal “solito” Djokovic.

La fase dell’eliminazione

Il tennista John Isner, eliminato ai quarti di finale degli US Open 2018 Se vi sentite particolarmente sicuri della vostra conoscenza del tennis in generale, e dello Slam di New York in particolare, una buona idea può essere quella di prevedere in quale fase del torneo verrà eliminato un tennista. Forse è un po’ cinica, come puntata, ma di sicuro potrebbe aprirvi quote golose, soprattutto se scegliete di giocare su un outsider, magari un giovane di belle speranze, in grado di rivelarsi come sorpresa della manifestazione. John Isner, nella foto qui a destra e nome appena sotto quelli di primissimo piano, è stato eliminato nei quarti di finale dell’edizione 2018.

Il lato del tabellone con il vincente del torneo

Il tabellone degli US Open 2018 Anche in questo tipo di mercato occorre sfoggiare una certa competenza, in quanto indovinare se il vincitore degli US Open arriverà dalla parte alta o bassa del tabellone non è soltanto una questione di semplice ranking ATP: può capitare, per esempio, che i due favoriti siano dalla stessa parte del tabellone, e in questo caso la scommessa potrebbe presentare stuzzicanti caratteristiche, a livello di quote. Si tratta di uno dei mercati più apprezzati dagli scommettitori del tennis, che hanno modo di sfoggiare così le loro conoscenze della materia.

Alcuni consigli strategici per scommettere sugli US Open

Nella nostra pagina di approfondimento sulle strategie di scommessa del tennis vi proponiamo alcuni consigli generici per le vostre puntate su questo sport. Per quanto riguarda invece una strategia più focalizzata sugli US Open, bisogna più che altro considerare alcuni aspetti, in primis legati al periodo della stagione in cui si gioca e poi sulla superficie. Il torneo statunitense si disputa alla fine dell’estate, quando i giocatori più importanti hanno nelle gambe già parecchi incontri, non ultimi quelli degli altri tre tornei dello Slam: valutare lo stato di forma, in base magari a come si sono comportati nei tornei di preparazione a quello che si disputa a New York, può essere allora una buona indicazione per scegliere su chi puntare. La superficie, il DecoTurf, è un sintetico veloce con meno attrito e rimbalzo più basso rispetto ai campi in cemento come quello degli Australian Open. Per questo motivo, è molto apprezzato dai giocatori che scendono a rete subito dopo la battuta, come ad esempio Roger Federer.

Le informazioni più importanti sugli US Open

Lo US Open in breve
Lo USTA Billie Jean King National Tennis Center, sede degli US Open
Nome: US Open
Sede: New York, USA
Anno di fondazione: 1881
Sponsor: IBM
Sito web: www.usopen.org
Numero di giocatori: 128
Periodo dell’anno: Agosto-Settembre
Prize Money: 53 milioni di $

Gli US Open sono il quarto, in ordine di tempo, torneo del Grande Slam, e uno dei più importanti in assoluto della stagione tennistica, nonché dello sport in senso generale. La sua lunga storia comincia addirittura nel 1881 e, nel corso dei decenni, il torneo ha visto cambiare tre volte la propria superficie, passando dall’erba degli albori a una strana combinazione chiamata terra verde (soluzione adottata a metà anni ’70), fino all’attuale sintetico, il cosiddetto DecoTurf di cui abbiamo parlato anche qualche paragrafo più su. Si svolge negli impianti di Flushing Meadows, la seconda area verde più grande della città di New York, nel distretto del Queens, tra agosto e settembre. Non dotato della tradizione e del fascino retrò del torneo di Wimbledon, è tuttavia molto amato sia dagli atleti che dal pubblico, che affolla le gradinate dei campi con uno stile molto più informale e casual, rispetto al compassato cerimoniale del torneo britannico: non di rado si assiste addirittura a cori ed esultanze che in Inghilterra sarebbero guardate con disprezzo e lo stesso può dirsi per il look e i comportamenti, con i tifosi che assistono agli incontri mangiando hot-dog e patatine.

Il torneo newyorkese è aperto a 128 atleti, sia in campo maschile che femminile, che si affrontano in un totale di sette turni a eliminazione diretta, disputati al meglio dei 5 set (3 in campo femminile, finale compresa). Prima dell’inizio del torneo ufficiale, nelle settimane precedenti, si disputano i round di qualificazione per accedere alla fase finale. Il montepremi della manifestazione è decisamente ricco, come del resto capita a tutti i tornei dello Slam, essendo arrivato a superare quota 50 milioni di dollari nell’edizione 2018. I vincitori delle categorie Uomini e Donne si sono aggiudicati 3.8 milioni di dollari, mentre i finalisti si sono “accontentati” di 1.8 milioni di dollari.

Il canale video ufficiale degli US Open

*Apri un conto con bet365 e richiedi il tuo Bonus per i nuovi giocatori del 100%.

I punti ATP e WTA assegnati dagli US Open

Nella tabella qui sotto trovate lo schema con l’assegnazione dei punti validi per i ranking ATP e WTA in campo maschile e femminile prevista per lo US Open. Il torneo Usa, infatti, insieme agli altri del Grande Slam, è quello che ne assegna il maggior numero. Ai vincitori, sia del torneo maschile che di quello femminile, vanno 2.000 punti, mentre a scalare si registra qualche lieve differenza tra le due categorie.

Torneo Vittoria Finale Semifinale Quarti 4. Turno 3. Turno 2. Turno 1. Turno
Singolare Punti (M) 2.000 1.200 720 360 180 90 45 10
Punti (F) 2.000 1.300 780 430 240 130 70 10
Doppio Punti (M) 2.000 1.200 720 360 180 90
Punti (F) 2.000 1.300 780 430 240 130 10

I tennisti più importanti del torneo americano

Naturalmente, per far sì che le vostre scommesse sugli US Open vadano il più possibile a buon fine, è necessario che conosciate loro, i protagonisti assoluti delle partite di tennis: nei prossimi paragrafi troverete quindi dati statistici e informazioni sugli assi della racchetta per quanto riguarda il torneo maschile, con tanto di albo d’oro. Continuate subito la lettura!

L’albo d’oro delle ultime 5 edizioni

Le ultime edizioni del torneo americano, come si evince dalla tabella che trovate qui sotto, hanno visto la preponderanza dei “Tre Moschettieri” Djokovic, Nadal e Federer, in particolare dei primi due, ma anche la comparsa di alcuni outsider come lo svizzero Wawrinka e il croato Čilić. Anche tra i finalisti sono spuntati spesso nomi non scontati, come nel caso del nipponico Nishikori nel 2014.

I vincitori dell’Australian Open degli ultimi 5 anni
Anno Vincitore Finalista Risultato
2018 SerbiaNovak Djokovic ArgentinaJuan Martin del Potro 3-0 (6-3, 7-6, 6-3)
2017 SpagnaRafael Nadal South AfricaKevin Anderson 3-0 (6-3, 6-3, 6-4)
2016 SvizzeraStanislas Wawrinka SerbiaNovak Djokovic 3-1 (6-7, 6-4, 7-5, 6-3)
2015 SerbiaNovak Djokovic SvizzeraRoger Federer 3-1 (6-4, 5-7, 6-4, 6-4)
2014 CroatiaMarin Čilić JapanKei Nishikori 3-0 (6-3, 6-3, 6-3)

I grandi protagonisti della scena attuale

Nei tornei del Grande Slam si assiste sempre al tennis con la migliore qualità: logico quindi che siano le stelle di primissima grandezza a essere protagonisti delle manifestazioni. Il discorso vale anche per gli US Open: se non si può prescindere dai “Tre Tenori” di cui abbiamo parlato anche nel precedente paragrafo, vale la pena citare anche l’argentino Del Potro, l’unico a interrompere il loro dominio nel 2009. Li trovate tutti nei 5 box azzurri qui sotto.

I grandi assi del passato

Gli assi della racchetta che hanno preso parte agli US Open sono stati, naturalmente, tantissimi nel corso della sua esistenza. Abbiamo deciso di radunare nella tabella qui sotto i più importanti tennisti protagonisti di grandi imprese in questo torneo. Tra essi, molti gli statunitensi, che hanno sempre cercato di ben figurare nel torneo di casa: Jimmy Connors e Pete Sampras su tutti, senza dimenticare John McEnroe, protagonista di vittorie memorabili tanto quanto le sue celebri sfuriate contro gli arbitri.

Le leggende del passato dello US Open (dal 1969)
Tennista Vittorie Sconfitte Incontri vinti (%) Anni di carriera
Jimmy Connors 5 2 48 (90,57%) 1972-1996
Pete Sampras 5 3 71 (88.80%) 1988-2003
John McEnroe 4 1 65 (84.40%) 1978-1992
Ivan Lendl 3 5 73 (84.90%) 1978-1994
Stefan Edberg 2 0 68 (81,40%) 1982-1996

I tennisti che hanno vinto più edizioni del torneo

Nella tabella che segue abbiamo inserito i giocatori con il maggior numero di trionfi ottenuti negli US Open, tra cui spicca il nome di Roger Federer, che può migliorare il primato di cui è attualmente detentore, essendo ancora in attività. Lo stesso vale naturalmente anche per Djokovic e Nadal, comunque lievemente indietro rispetto all’asso svizzero.

I tennisti con più US Open vinti (nell’era Open)
Giocatore Nazionalità Vittorie Primo titolo Ultimo titolo
Jimmy Connors USA 5 1974 1983
Pete Sampras USA 5 1990 2002
Roger Federer Svizzera 5 2004 2008
John McEnroe USA 4 1979 1984
Ivan Lendl Chech 3 1985 1987
Novak Djokovic Serbia 3 2011 2018
Rafael Nadal Spain 3 2010 2017
André Agassi USA 2 1994 1999
Stefan Edberg Sweden 2 1991 1992
Patrick Rafter Australian 2 1997 1998

I record del torneo maschile

Il maggior numero di vittorie nella manifestazione, quello con più finali perse e quello con il maggior numero di ace, ma anche la partita più lunga: sono tutti i record del torneo maschile che trovate nei prossimi 4 box azzurri, e che vi possono tornare utili se decidete di scommettere sugli US Open: tuffatevi nella nostra scorpacciata di dati!

RITORNA ALLA LISTA DEI TOP BOOKIES

Le tenniste più memorabili del torneo statunitense

Passiamo ora all’analisi delle statistiche e dei record realizzati dalle protagoniste degli US Open femminili. Come fatto per i loro colleghi maschi, presenteremo stelle del presente e del passato oltre ad alcuni dei più importanti record fatti segnare dalle atlete della racchetta nel corso del torneo statunitense.

Le trionfatrici delle ultime 5 edizioni

L’albo d’oro delle ultime edizioni dello Slam newyorkese si presenta più vario, rispetto al corrispondente maschile, sia nel campo delle vincitrici che in quello delle finaliste. Dal 2014 abbiamo avuto infatti ogni anno una vincitrice diversa, con un ricordo particolarmente dolce per i colori italiani nel 2015, quando ci fu la finale tutta azzurra tra Flavia Pennetta e Roberta Vinci, che vide l’affermazione della prima. Nell’edizione 2018, invece, vittoria per la statunitense Naomi Osaka contro la fortissima Serena Williams, troppo nervosa e deconcentrata per vincere.

Le vincitrici dello US Open degli ultimi 5 anni
Anno Vincitrice Finalista Risultato
2018 JapanNaomi Osaka USASerena Williams 2-0 (6-2, 6-4)
2017 USASloane Stephens USAMadison Keys 2-0 (6-3, 6-0)
2016 GermanAngelique Kerber  ChechKarolína Plíšková 2-1 (6-3, 4-6, 6-4)
2015 ItalyFlavia Pennetta ItalyRoberta Vinci 2-0 (7-6, 6-2)
2014 USASerena Williams DanishCaroline Wozniacki 2-0 (6-3, 6-3)

Le protagoniste di oggi

Proprio per l’estrema varietà nella rosa delle vincitrici e delle finaliste delle ultime edizioni degli US Open, è difficile individuare solo 5 nomi in grado di spiccare sulle rivali. Riteniamo però che quelli che abbiamo inserito nei 5 box azzurri sottostanti possano fornire un quadro piuttosto completo di quelle che, a oggi, sono le più interessanti atlete in grado di dire la loro sui campi di Flushing Meadows.

Le stelle del passato

A partire dal 1969, quando cioè i tornei del Grande Slam sono diventati Open, ovvero aperti anche ai e alle professioniste della racchetta, il torneo statunitense ha visto i suoi campi calcati da alcune stelle di primissimo piano del tennis femminile. Ne abbiamo raccolte 5 nella tabella qui sotto, che spiccano particolarmente per il numero di tornei e incontri vinti.

Le leggende del passato dell’Australian Open (dal 1969)
Tennista Vittorie Sconfitte Incontri vinti (%) Anni di carriera
Chris Evert 6 3 103 (89.57%) 1972-1989
Steffi Graf 5 3 73 (89.03%) 1983-1999
Martina Navrátilová 4 4 91 (84.26%) 1973-1994
Margaret Smith Court 3 0 28 (90.32%) 1960-1977
Billie Jean King 3 1 30 (83.33%) 1968-1983

Le giocatrici che hanno trionfato più volte

È Serena Williams, l’unica tennista ancora in attività e che quindi può aspirare a insidiare il primato di Molla Mallory, vincitrice di ben 8 edizioni degli US Open. Va detto, però, che Mallory è stata protagonista di un’era completamente diversa del tennis, avendo vinto il suo ultimo titolo addirittura nel lontanissimo 1926. Ecco quindi che le 6 affermazioni della Williams assumono tutta un’altra rilevanza. Nella tabella qui sotto trovate comunque la Top 10 completa delle vincitrici.

Le tenniste con più US Open vinti
Giocatore Nazionalità Vittorie Primo titolo Ultimo titolo
Molla Mallory USA 8 1915 1926
Helen Wills Moody USA 7 1923 1931
Chris Evert USA 6 1975 1982
Serena Williams USA 6 1999 2014
Margaret Smith Court Australia 5 1962 1973
Steffi Graf German 5 1988 1996
Alice Marble USA 4 1936 1940
Billie Jean King USA 4 1967 1974
Martina Navrátilová Chech 4 1983 1987
Pauline Betz USA 4 1942 1944

I grandi record del torneo femminile

Così come abbiamo fatto per gli uomini, abbiamo preparato 4 box azzurri nei quali troverete le detentrici di alcuni importanti record individuali relativi agli US Open: la giocatrice con più match vinti, quella con più finali perse, quella con il record di ace e infine la partita più lunga mai disputata nel torneo statunitense.

US Open e scommesse: pillole di storia

Come abbiamo visto nei paragrafi precedenti, gli US Open nascono nel 1881: inevitabile, quindi, che nel corso di una storia ultrasecolare siano moltissime le vicende storiche degne di nota. Questo vale anche, nello specifico, per quanto riguarda il rapporto di questo torneo con le scommesse sportive: date un’occhiata all’infografica che il nostro team tecnico ha predisposto qui sotto.

Le quattro tappe più importanti nella storia dello US Open: la nascita del torneo, il passaggio alla fase Open, l'approvazione del PASPA e il caso courtsider

RITORNA ALLA LISTA DEI TOP BOOKIES

I bookmaker che non vi consigliamo per gli US Open

Inutile dire che un torneo come gli US Open ha una copertura pressoché totale, da parte dei principali bookies operanti nel panorama italiano, e che quindi è virtualmente impossibile imbattersi in un operatore che abbia una proposta davvero scarna su questa competizione. Detto questo, però, vi chiediamo di fidarci delle nostre scelte e della nostra Top 5: sono proprio loro i migliori siti scommesse US Open. Per questo motivo, ci sentiamo anche di suggerirvi di non puntare su quegli allibratori che dedicano abitualmente poco spazio al tennis, oppure sono di nuova apparizione sul mercato, e quindi con una proposta ancora poco strutturata, come ad esempio la piattaforma di 888sport o siti come LeoVegas.

Alcune curiosità legate alle scommesse sugli US Open

Se non siete ancora sazi per la messe di dati, statistiche e record che vi abbiamo proposto nella nostra trattazione, abbiamo altri tre box azzurri tutti per voi e nei quali abbiamo inserito alcune notizie curiose e aneddoti relativi al mondo delle scommesse sugli US Open, anche per farvi un’idea di come si configurano le scelte dei bookmaker riguardo ad alcuni atleti.

Roberta Vinci mentre festeggia dopo aver battuto Serena Williams allo US Open 2015

Sul cemento si tratta di rapidità pura. Dentro di me mi dicevo: pensa a buttare la pallina dall’altra parte. Non pensare che dall’altra parte c’è Serena Williams. E corri. Mi dispiace aver procurato questa delusione, e mi dispiace per Serena. America, perdonami!

Roberta Vinci

FAQ

Siamo giunti al termine della nostra panoramica di aiuto per scommettere sugli US Open. Crediamo di aver trattato in lungo e in largo l’argomento, ma se ci è sfuggito qualcosa, o desiderate qualche delucidazione, scrivete senza esitare al nostro indirizzo mail info@sitiscommesse.com: il nostro team vi risponderà entro brevissimo!

Esistono scommesse sugli US Open con il mercato Handicap?

Certamente: si basa però sul totale dei giochi vinti durante un incontro dai due contendenti. Per capirci: bisogna sommare i punteggi dei vari set e sottrarre al favorito l’handicap suggerito dall’operatore.

Esiste l’Under/Over?

Questo mercato esiste e si applica alla somma totale dei giochi disputati durante un incontro o nel corso di un determinato set. Vale anche in riferimento a solo uno dei due contendenti.

Scopri le pagine dedicate agli altri tornei