Incontri truccati di basket, curiosità, top player e leggende della pallacanestro

La piaga della corruzione nel mondo dello sport colpisce chiunque e in passato anche alcuni incontri truccati di basket sono balzati alle cronache. In questa pagina abbiamo deciso di riportare un evento che ha turbato la pallacanestro italiana in passato. Oltre a ciò, per dare invece risalto alla bellezza di questa disciplina, ci siamo dedicati a scovare alcune intriganti curiosità e a fare una panoramica sui migliori giocatori di basket in attività e sulle leggende del passato. Avere un’infarinatura generale sullo sport sul quale si intende scommettere è infatti sempre un punto in più a favore di chi ama azzardare sulle partite.

Scandali e corruzione nel basket

Un uomo in giacca e cravatta offre a un altro uomo una valigetta piena di contantiIl mondo della palla a spicchi è sicuramente meno presente sulle prime pagine dei quotidiani per scandali vari rispetto al calcio o al tennis, lo sport con più segnalazioni di partite sospette. Questo però non significa che tutto sia sempre fatto a regola d’arte e che la corruzione nel basket non esista. Lo scossone più forte ricevuto dal movimento cestistico italiano degli ultimi anni è datato 2009. La procura di Reggio Calabria già due anni prima aveva cominciato ad indagare su delle designazioni arbitrali alquanto sospette nei campionati di Serie B e C. L’allora presidente del comitato Giovanni Garibotti, il responsabile del settore commissari speciali Giovanni Montella, il designatore di Serie C Massimo Cuomo e altri addetti ai lavori sono stati indagati per associazione a delinquere e frode in competizioni sportive. In pratica, le scelte di alcuni fischietti per determinate partite erano pilotate per favorire la crescita di un direttore di gara rispetto a un altro. Dalle intercettazioni è emerso anche che alcuni club chiedevano, con successo, di non avere determinati arbitri. Il tutto, secondo l’accusa, era stato organizzato per creare un terreno fertile che garantisse la disponibilità dei direttori di gara a fare degli incontri truccati di basket delle leghe minori un trampolino di lancio verso la promozione in categorie superiori.

I migliori giocatori di basket in attività

Per andare a pescare i cestisti più forti in circolazione basta prendere un volo transoceanico e atterrare negli States. I top player mondiali indossano infatti praticamente tutti la canotta di una franchigia NBA. Tra questi non è semplicissimo indicare chi sia il più forte, come accade nel tennis con il ranking ATP. Ogni tifoso ha le sue preferenze. Al momento però la maggior parte degli appassionati nominerà sicuramente uno tra il play dei Golden State Warriors Stephen Curry e l’ala piccola dei Los Angeles Lakers LeBron James. I due sono stati protagonisti di un’emozionante serie finale nel 2016 che ha permesso a quest’ultimo di aggiudicarsi il terzo anello NBA della sua carriera. Per aiutare Curry e compagni a riportare il titolo a Oakland, i Warriors hanno ingaggiato un’altra stella: Kevin Durant, dal 2010 sempre convocato all’All-Star Game. Stesso onore, ma già a partire dal 2008, anche per Chris Paul, playmaker dei Los Angeles Clippers. Da anni tra i top al mondo c’è anche Russel Westbrook, MVP dell’All-Star Game nel 2015 e nel 2016. In ascesa nelle gerarchie troviamo invece l’ala piccola dei San Antonio Spurs Kawhi Leonard, nominato per due anni miglior giocatore difensivo della lega. Impossibile non nominare poi “il barba” James Harden, la giovane ala grande dei New Orleans Pelicans Anthony Davis e la stella degli Indiana Pacers Paul George. L’elenco potrebbe continuare con almeno una ventina di altri nomi.

Giocatore Stephen Curry LeBron James
Foto L'immagine rielaborata di Stephen Curry L'immagine rielaborata di LeBron James
Data di nascita 14.03.1988 30.12.1984
Squadra
Media punti Play-off 25.7 28.0
Numero volte MVP 2 4
Numero NBA All-Star 3 12
Titoli NBA vinti 1 3

Tra i migliori talenti provenienti dall’Europa che hanno fatto appassionare un gran numero di persone all’NBA invitandole a scommettere sui migliori siti di scommesse sul basket, abbiamo invece il tedesco Dirk Nowitzki. L’ala grande veste con onore i colori dei Dallas Mavericks dal 1998 e nel 2019 ha disputato la sua ultima stagione da pro. Per lui un titolo NBA vinto e 13 convocazioni all’All-Star Game all’attivo. Tre anni dopo lo sbarco di Wunder Dirk, gli americani hanno potuto apprezzare il talento di Tony Parker. Il francese, con i San Antonio Spurs, ha vinto ben quattro campionati ed è stato nominato MVP delle Finals nel 2007. Merita di essere menzionato anche il suo compagno di nazionale e grande talento difensivo Joakim Noah, che dopo qualche anno passato a giocare nel torneo universitario NCAA ha esordito in NBA con i Chicago Bulls. Nella storia della National Basket Association fanno parte anche i due fratelli spagnoli Marc e Pau Gasol. A tenere alta la bandiera italiana abbiamo invece Danilo Gallinari e Marco Belinelli. Quest’ultimo è stato il primo connazionale capace di vincere un titolo NBA nel 2014 con gli Spurs al fianco delle leggende Tim Duncan e Manu Ginobili.

Un paio di curiosità sul basket

Quando si scopre una disciplina sportiva è sempre bello avere in mente qualche curiosità da poter raccontare o conoscere qualche impresa che verrà ricordata per sempre. Per tale ragione abbiamo pensato di riportare qui di seguito alcuni avvenimenti particolari e anche un po’ bizzarri.

L’impresa di Marco Belinelli

La bandiera italiana e il trofeo NBAMarco Belinelli è stato il primo e unico italiano della storia a vincere le Finals battendo gli Oklahoma City Thunder con i San Antonio Spurs nella stagione 2013/14. Per il giocatore originario di San Giovanni in Persiceto è stato il coronamento di un’annata fantastica dato che pochi mesi prima era riuscito nell’impresa di aggiudicarsi la gara da 3 punti durante l’All-Star Weekend.

La storica vittoria dell’Italia contro gli USA

Le bandiere dell'Italia e degli USA sullo sfondo con sopra il punteggio 95 - 78Uno dei momenti più alti della pallacanestro italiana è stata la vittoria contro il Team USA per 95-78 in un’amichevole disputata prima delle Olimpiadi di Atene nel 2004. In campo per gli americani c’erano nomi del calibro di Iverson, Odom e Duncan, ma a farla da padroni sono stati Basile, Pozzecco, Bulleri, Galanda, Soragna, Marconato e gli altri azzurri che hanno poi vinto l’argento in Grecia.

La scommessa tra LeBron James e Dwyane Wade

Le immagini rielaborate di Dwyane Wade e LeBron JamesA seguito della storica vittoria dei Chicago Cubs nelle World Series di baseball 2016, LeBron James ha dovuto indossare per penitenza la maglia dei neo campioni. In finale sono stati infatti sconfitti i Cleveland Indians, squadra per cui il Prescelto fa il tifo. La scommessa è stata fatta con Dwyane Wade, ex compagno di LeBron ai tempi dei Miami Heat e originario di Chicago.

Tim Duncan e gli squali

L'immagine rielaborata di Tim Duncan con alle spalle uno squaloTim Duncan si diede alla pallacanestro in seguito alla distruzione della piscina in cui si allenava e causata dall’uragano Hugo dal 1989. Egli infatti era un nuotatore dal grande potenziale, ma decise di abbandonare la carriera in acqua e darsi alla palla a spicchi quando gli venne comunicato che le sessioni di allenamento si sarebbero tenute nell’Oceano. Duncan aveva infatti il terrore degli squali.

I grandi nomi del passato

Il prestigio di uno sport passa anche dagli interpreti che sono stati in grado di far emozionare i fan di tutto il mondo durante la loro carriera. Nella tabella che trovate qui sotto abbiamo inserito le dieci leggende della pallacanestro americana classificandole in base alla media dei punti a partita messi a segno in carriera. In testa troviamo due campioni appartenenti a due epoche differenti, ma che rimarranno entrambi per sempre nella storia del basket. Wilt Chamberlain, che ha giocato il suo ultimo incontro nel 1973, è ancora il detentore del record di punti (100) in una sola partita realizzato nel marzo del 1962 con la canotta dei Philadelphia Warriors alle spese dei New Yourk Knicks. Due anni prima era riuscito a stabilire il primato di rimbalzi in un singolo incontro: ben 55.

Le leggende della pallacanestro USA
Nome Periodo attività Titoli NBA vinti Media punti Media assist Media rimbalzi
Michael Jordan 1984-2003 6 30.1 5.3 6.2
Wilt Chamberlain 1959-1973 2 30.1 4.4 22.9
Oscar Robertson 1960-1974 1 25.7 9.5 7.5
Karl Malone 1985-2004 0 25 3.6 10.1
Kareem Abdul-Jabbar 1969-1989 6 24.6 3.6 11.2
Larry Bird 1979-1992 3 24.3 6.3 10.0
Shaquille O’Neal 1992-2011 4 23.7 2.5 10.9
Magic Johnson 1979 -1996 5 19.5 11.2 7.2
Tim Duncan 1997-2016 5 19 3.0 10.8
Bill Russell 1956-1969 11 15.1 4.3 22.5

Tra gli atleti più famosi al mondo che hanno contribuito all’affermarsi del logo NBA in tutto il globo c’è sicuramente Micheal Jordan. Con sei titoli vinti e al quarto posto per numero di punti segnati in carriera, MJ è stato indicato da molti esperti come il miglior giocatore di basket di tutti i tempi. Se lo sogna ancora di notte Karl Malone, dato che se alla casella “titoli NBA vinti in carriera” si legge uno zero è solo perché ha trovato Jordan sulla sua strada. Tra le leggende rientra poi di diritto anche Kareem Abdul-Jabbar con i suoi sei anelli, i sei riconoscimenti come MVP stagionale e soprattutto con il primato di punti segnati nella massima lega cestistica USA. Indimenticabili anche Larry Bird e Magic Johnson che rispettivamente con le maglie dei Boston Celtics e dei Los Angeles Lakers hanno dato vita ad una delle rivalità più intense della storia di questo sport già a partire dal periodo del basket universitario NCAA. I due grandi nomi della pallacanestro più recenti sono sicuramente Shaquille O’Neal e Tim Duncan, ritiratisi nel 2011 con quattro anelli il primo e nel 2016 con cinque il secondo.