La guida alle scommesse sulla NBA: tutto ciò che bisogna sapere

Quando si parla di basket, non c’è storia: il campionato più seguito al mondo, quello più spettacolare ed emozionante è sicuramente l’NBA. Quello in cui hanno militato assi incredibili come Michael Jordan e Magic Johnson, e che oggi è il regno di LeBron James e Stephen Curry, non è solo un torneo che ha tifosi ovunque nel mondo, ma è anche quello su cui più si concentrano gli scommettitori appassionati di pallacanestro. In questa pagina, quindi, troverete tutte le informazioni utili alle scommesse sulla NBA, a partire dalla lista dei migliori bookmaker e dei tipi di giocata, sia in antepost che sul singolo incontro.

Argomenti della pagina: Vai all’argomento preferito con un solo click!
NBA
I bookmaker top per la NBA

Scopri le loro caratteristiche

News

Le news aggiornate e i pronostici

1×2

1X2, Under/Over, Handicap

Team

Non solo Golden State

Basket Player

LeBron, Curry e Leonard

Degree

La NBA e le scommesse

FAQ

Le vostre domande

Troverete poi moltissime statistiche, sia individuali che di squadra, le info sulle stelle di oggi e del passato e le caratteristiche di questo fantastico torneo. Non vi resta che tuffarvi nella nostra guida per scommettere sulla NBA, oppure scegliere nello strumento di navigazione qui sopra quale sezione esaminare per prima. Siete pronti? Inizia lo showtime!

I migliori operatori per scommettere sulla NBA

Inutile perdersi in chiacchiere, partiamo subito dai fondamentali: nella tabella qui sotto trovate quelli che, a nostro giudizio, sono i 5 migliori bookmaker NBA. Scommettete con loro e sarete sicuri di trovare una proposta vincente in termini di mercati disponibili, quote, comparto live e offerte di benvenuto, come vedremo nei prossimi paragrafi.

I migliori 5 bookmaker online per la NBA
Un palazzetto dello sport affollato durante una partita di basket e il logo della NBA
bwin Bonus fino a 200€ Visita il sito
Eurobet Bonus fino a 210€ Visita il sito
SNAI Bonus fino a 305€ Visita il sito
William Hill Bonus fino a 215€ Visita il sito
BetFlag Bonus fino a 200€ Visita il sito

I criteri di scelta per individuare i migliori siti scommesse sul basket NBA

Come selezionare i migliori siti scommesse NBA? Naturalmente, tutti i migliori operatori presenti sulla scena italiana offrono scommesse sul campionato USA, visto il suo enorme gradimento. Un modo per individuarli può essere allora la loro risposta a una serie di parametri che abbiamo trovato fondamentali per stilare la nostra Top 5. Usando l’elemento di navigazione sottostante potrete affrontare subito quello che trovate più decisivo per voi.

L’approfondimento dei singoli parametri verrà affrontato nei successivi paragrafi. Possiamo dire subito, però, che la chiave del successo, per un sito scommesse sul basket NBA, è nell’offrire all’utente la combinazione ottimale di quote golose, promozioni periodiche e un solido comparto dedicato alle scommesse live, possibilmente con l’aggiunta dello streaming. Ultimo ma non per importanza, un gran numero di mercati disponibili costituisce un asso nella manica in più.

Il payout, ovvero il valore della nostra vincita potenziale

Dovendo puntare sulla prossima vittoria dei Los Angeles Lakers, lo fareste di sicuro più volentieri con un sito che vi farebbe vincere 100€ anziché con uno che ve ne garantirebbe solo 75€. Conoscere i payout dei vari operatori è quindi decisivo, per scommettere sulla NBA: più il dato percentuale è alto, più sarà sostanziosa la nostra eventuale vincita. Nella tabella qui abbiamo elencato i valori minimi e massimi dei payout sul campionato di basket USA dei nostri top bookies. Se volete invece sapere come si fanno a calcolare, leggete la sezione dedicata al metodo della lavagna della nostra home page.

Le promozioni periodiche fanno sempre gola

Bonus sulle multiple, quote maggiorate sui playoff, combobet vantaggiosissime sui big match: la fantasia dei siti scommesse NBA, quando si parla di promozioni periodiche, non è certo pigra, e del resto è comprensibile, visto che queste offerte servono a stuzzicare gli scommettitori e ad “affezionarli” alle loro piattaforme. Nell’elemento qui sotto ne abbiamo elencate alcune, ma naturalmente cambiano spesso e ne spuntano sempre di nuove, perciò vale la pena monitorare costantemente i siti dei vari bookmaker online. Per conoscere nel dettaglio come funziona il sistema delle promozioni, consultate invece la nostra pagina-focus sui bonus.

Le migliori promozioni sul basket NBA
Le migliori promozioni sul basket NBA

L’importanza della sezione live e dello streaming

Per uno sport come la pallacanestro, e a maggior ragione per le scommesse sul basket NBA, le variazioni nell’andamento della partita sono immediate: basta un canestro da tre punti nel momento giusto per mutare del tutto l’inerzia della gara. Come spieghiamo anche nella nostra pagina dedicata ai migliori bookies live, disporre di un comparto per le puntate in tempo reale all’altezza è decisivo: considerate sempre il numero di mercati a disposizione, ma soprattutto l’apparato di statistiche e il livescore. La ciliegina sulla torta? Lo streaming, per poter non solo assistere in diretta allo spettacolo del basket USA, ma capire all’istante come si sta sviluppando l’incontro e piazzare scommesse in maniera più ragionata.

Tanti mercati, per sbizzarrirsi con le scommesse

Quando si vogliono piazzare scommesse sul basket NBA, con tutta probabilità non ci si vuole limitare a pronosticare chi vincerà una partita. Per questo, i vari allibratori si divertono a proporre diversi tipi di giocate, ad esempio legate a uno specifico quarto di gioco, oppure a un giocatore. In questo modo lo scommettitore si diverte di più, provando a indovinare il Pari/Dispari o l’Under/Over: va da sé che, a seconda dell’importanza della partita, il numero di mercati sarà maggiore. Una Finale di Conference avrà sicuramente più tipi di giocata a disposizione di una “normale ” partita di regular season. Per chiudere questo paragrafo, ponete attenzione al fatto che la quantità di mercati disponibili sia uguale tra la versione desktop e quella mobile, come succede con le migliori app scommesse, infatti, spieghiamo la sempre maggiore importanza dei device mobili nel betting online, ed è quindi importante che sia possibile avere un’esperienza di gioco simile.

Le notizie sulla lega professionistica USA

Nella nostra guida alle scommesse NBA non può mancare anche una piccola sezione legata alle news sul campionato di basket più famoso del mondo. Nell’elemento qui sotto troverete le notizie più aggiornate che il nostro team ha scritto sul torneo a stelle e strisce. Basta cliccare sulla news di vostro interesse e verrete immediatamente reindirizzati alla relativa pagina.

I mercati e le statistiche della NBA

Adesso è il momento di entrare in un nuovo capitolo della nostra guida per scommettere sulla NBA. Stiamo infatti per affrontare l’analisi delle diverse tipologie di giocata. Per prima cosa, divideremo in due l’argomento: prima esamineremo le puntate sulla singola partita e poi quelle antepost, cioè sull’esito finale della stagione. Spiegheremo nel dettaglio solo alcuni dei molti mercati disponibili, naturalmente, corredandolo però di accurate statistiche sulla NBA, in modo da potervi fornire basi solide su cui decidere di fondare la vostra eventuale scommessa.

Le scommesse sul singolo incontro

Iniziamo proprio con la tipologia delle scommesse sul singolo incontro. Mediamente, gli incontri settimanali in NBA sono ogni 2-3 giorni, per cui per lo scommettitore c’è davvero molta scelta. Nei prossimi paragrafi troverete gli approfondimenti sui mercati più diffusi e amati dagli utenti, anche se, come detto, ce ne sono anche molti altri. Troverete il funzionamento di queste giocate in un’altra sezione del sito. Qui sotto, invece, trovate quello che, a nostro giudizio, è il migliore bookmaker NBA presente sul mercato italiano.

Un giocatore di basket NBA schiaccia a canestro, vicino al logo di bwin
Il migliore per la NBA

Ottimo per i mercati liveQuote molto interessanti

Bonus fino a 200€

Il mercato Testa a Testa e le statistiche

 

Questo è in assoluto il mercato più intuitivo e diffuso. Bisogna pronosticare quale delle due squadre vincerà l’incontro, compresi gli eventuali tempi supplementari, che non pregiudicheranno la scommessa. Cosa ci dicono le statistiche NBA in proposito? Che nel 2018/19 il fattore-campo è stato ampiamente decisivo, come successo peraltro anche nelle scommesse sulla Eurolega: la vittoria in casa si è verificata infatti in più del 58% dei casi.

Il mercato Under/Over e le relative statistiche

 

Anche il mercato relativo all’Under/Over è molto amato dagli scommettitori. Nel basket può essere riferito anche alle prestazioni di un singolo giocatore, per esempio se supererà o meno una soglia-punti o nel numero dei rimbalzi conquistati. Nella nostra statistica però ci occuperemo dell’Under/Over relativo ai punti totali messi a segno dalle due squadre al termine dell’incontro: nell’NBA, solitamente, tale soglia è fissata a quota 185. Le statistiche 2018/19 ci raccontano di valori estremamente equilibrati, in cui l’Under supera di poco il 50%, un dato conforme a quanto succede nell’Euroleague per questo mercato.

Il mercato Pari/Dispari: cosa dicono le statistiche

 

I punti totali realizzati da una o da tutte e due le squadre sono pari o dispari? È su questo che si basa l’ultima tipologia di giocata che affrontiamo qui. Abbiamo scelto di proporvi la statistica relativa alla stagione 2018/19 dei Toronto Raptors, la franchigia che ha dominato il campionato. Dal grafico si evince come, in stagione, si sia verificato di più l’esito “dispari”. Non si tratta di una regola fissa, però potrebbe darvi un aiuto se intendete giocare questa scommessa sullo squadrone canadese!

Le scommesse antepost

Veniamo ora alle scommesse NBA più a lungo termine, per così dire. Si tratta di quelle sugli esiti finali del campionato. Come per i paragrafi precedenti, ne prenderemo in esame alcune, soprattutto legandole a statistiche e record. Se ne volete invece scoprire il funzionamento, occorrerà passare a un’altra pagina del nostro portale.

La squadra vincente del campionato NBA

Il logo dei Boston Celtics, la squadra con più titoli NBA vinti. Sullo sfondo un campo da basket Chi vincerà il prestigioso anello destinato alla squadra trionfatrice delle Finals NBA? Nel 2018/19 ad aggiudicarsi il titolo sono stati i Toronto Raptors, che per la prima volta nella storia della lega hanno portato il titolo il Canada. Chi invece ha vinto più titoli è la storica franchigia di Boston, i Celtics, una delle squadre più note e amate in tutto il mondo, grazie a campioni come Larry Bird, che è tornata decisamente competitiva dopo alcuni anni di risultati in chiaroscuro. Più avanti trovate la classifica completa delle franchigie più vincenti della NBA.

La squadra con il record migliore in regular season

Il logo dei Milwaukee Bucks, la squadra con il miglior record nella regular season 2018/19. Sullo sfondo un campo da basket Come moltissimi sapranno, il campionato NBA si disputa in due fasi, la regular season e i playoff. Uno dei mercati più diffusi è quello che prevede di indovinare la squadra che concluderà la stagione regolare con il miglior record (nell’NBA non si assegnano infatti punti per le vittorie, ma si calcolano le percentuali su vittorie e sconfitte). Nel 2018/19 sono stati i Milwaukee Bucks a primeggiare, con un ottimo score di 60 vittorie e 22 sconfitte. Ciò nonostante, i loro sogni di gloria si sono infranti nella semifinale contro i Raptors.

Il risultato esatto di una serie dei playoff

Il logo dei Toronto Raptors, che nella Finale NBA 2018/19 hanno superato i Golden State Warriors 4-2. Sullo sfondo un palazzetto da basket I playoff NBA vengono disputati sulla lunghezza delle 7 partite, per cui è possibile scommettere sugli otto possibili risultati con cui terminerà la serie. Naturalmente, è soprattutto in concomitanza con la Finale, che le scommesse di questo tipo proliferano. Bisogna conoscere prima le pretendenti all’anello per fare un pronostico assennato. Nel 2018/19 abbiamo assistito a una serie molto combattuta. I Toronto Raptors infatti hanno superato i favoritissimi Cleveland Cavaliers, che hanno patito qualche infortunio di troppo, vincendo la serie 4-2.

Il miglior giocatore della NBA

James Harden, cestista degli Houston Rockets, nominato miglior giocatore nella stagione 2018/19 width= Ogni anno viene assegnato, da parte della NBA, il premio di MVP, o Most Valuable Player, riservato al migliore giocatore durante la regular season e che si può provare a pronosticare. Nella stagione 2018/19 l’ambito riconoscimento è andato per il secondo anno di fila a James Harden, guardia/playmaker degli Houston Rockets. In carriera, è Kareem Abdul-Jabbar ad essersi aggiodicato più volte questo titolo, ottenuto per ben 6 volte. Stephen Curry, invece, è stato l’unico giocatore di sempre ad essersi aggiudicato il premio all’unanimità, nel 2016.

Le caratteristiche della NBA e le strategie di scommessa

Quando si tratta di piazzare scommesse sulla NBA, è buona norma tenere in considerazione alcuni fattori. Prima di tutto, bisogna essere ben coscienti che si tratta di un torneo davvero logorante dal punto di vista fisico e mentale, con squadre che a volte giocano due partite in due giorni, dormendo in aereo durante i trasferimenti. Viaggi, stato di forma e condizione sono dunque fattori che vanno conosciuti quando si sceglie di scommettere. Detto questo, il campionato statunitense è certamente molto tecnico, ma altrettanto fisico, come stile di gioco, molto di più anche dei tornei europei, in cui l’aspetto tattico è molto più prevalente. Ecco quindi che giocatori straripanti dal punto di vista fisico o del talento tenderanno sempre a fare la differenza anche in match all’apparenza equilibrati. Un altro suggerimento è poi quello di informarsi su alcune strategie di scommessa, basate sulle statistiche, che vi possono tornare decisamente utili, come nel caso della Zig Zag theory, di cui parliamo nella nostra pagina dedicata alle strategia scommesse nel basket.

Il betting exchange, una nuova frontiera delle scommesse

Diventare voi stessi dei bookmaker e giocare con gli altri scommettitori, proponendo le quote o accettando quelle proposte da un altro giocatore? È la ultima frontiera di un mondo in perenne ricerca di novità per i propri fruitori come quello delle scommesse online, ed è un modo di puntare che si può applicare anche alle partite della NBA. Se volete sapere tutto su questo sistema, non avete che da consultare la nostra guida completa al betting exchange.

Alcune informazioni sul campionato professionistico USA

La NBA in breve
Il palazzo che ospita il quartier generale della NBA
Nome: National Basketball Association
Sede: New York
Anno di fondazione 1946
Sito web: www.nba.com
Numero di squadre: 30
Formula: regular season, playoff, finali
Apertura: ottobre
Chiusura: giugno
Squadre ai playoff: 16

La NBA, National Basketball League, è il massimo campionato professionistico di pallacanestro degli Stati Uniti. Il torneo nasce nel 1946 con il nome di Basketball Association of America (BAA) ed assunse l’attuale denominazione dopo la fusione con la National Basketball League, avvenuta nel 1949. Inizialmente composto da 11 squadre, ha avuto progressivi ampiamenti fino ad arrivare alle 30 di oggi, di cui 29 statunitensi e una canadese. Non sono previste retrocessioni: le squadre, o franchigie, disputano una estenuante regular season di 82 partite, al termine della quale le migliori 16 disputano i playoff, a eliminazione diretta sulla formula dei 7 incontri, che incoroneranno le due finaliste e quindi la vincente del titolo di campione NBA, cui viene assegnato un anello d’oro.

La stagione NBA dura da ottobre a giugno, playoff compresi. Al termine inizia il complesso sistema della scelta dei giocatori per la nuova stagione, basata sul meccanismo dei draft, ovvero delle scelte dei migliori talenti provenienti dal circuito universitario, che avviene tramite una lotteria strutturata in modo che le peggiori società della stagione precedente possano scegliere per prime e accaparrarsi così i migliori prospetti. Al termine dei draft, a luglio, si apre il mercato vero e proprio, in cui le squadre si possono scambiare giocatori.

Prima lega professionistica americana ad assumere una postura favorevole nei confronti dell’integrazione razziale già a partire dagli anni cinquanta, conobbe nel corso degli anni novanta un vero e proprio processo di internazionalizzazione, aprendo le porte ai migliori cestisti di tutto il mondo. Ad oggi l’NBA risulta essere uno dei tornei più visti al mondo: il torneo viene infatti trasmesso in 212 nazioni e commentato in 42 lingue differenti.

Il canale video ufficiale della NBA su YouTube

Le squadre protagoniste del campionato

Dopo aver parlato di top bookies, criteri di scelta, tipologie e strategie di scommesse, e aver presentato la lega a livello generale, è giunto il momento di immergerci nei protagonisti della NBA. Iniziamo dalle squadre più prestigiose e importanti: nei prossimi paragrafi troverete record e statistiche che ci permetteranno di conoscere al meglio la galassia del basket pro statunitense.

Le squadre dominanti nella NBA

Come accennavamo già qualche paragrafo più su, sono i Boston Celtics, la storica squadra del Massachussets, a fregiarsi del maggior numero di titoli NBA. La squadra in canotta verde ha ottenuto 17 successi, uno in più di un’altra compagine che conoscono davvero tutti, i Los Angeles Lakers. Ampiamente distaccati, si dividono il terzo gradino del podio, come potete notare nella tabella sottostante, i Golden State Warriors, il vero team da battere degli ultimi anni, e i Chicago Bulls, che dopo l’era segnata da Michael Jordan stanno attraversando stagioni di declino.

Le squadre più vincenti della NBA
Team Stemma Titoli Città Indirizzo Fondazione
Boston Celtics 17 Boston 226  Causeway Street, 4th floor 1946
Los Angeles Lakers 16 Los Angeles (in precedenza Minneapolis) 2275 E. Mariposa Avenue, El Segundo 1946
Golden State Warriors 6 Oakland (in precedenza Philadelphia e S. Francisco) 1011 Broadway 1946
Chicago Bulls 6 Chicago 1901 West Madison Street 1966
San Antonio Spurs 5 San Antonio (in precedenza Dallas) One AT&T Center 1967
Miami Heat 3 Miami 601 Biscayne Boulevard 1988
Detroit Pistons 3 Detroit (in precedenza Fort Wayne) 5 Championship Drive, Auburn Hills 1941
Philadelphia 76ers 3 Philadelphia (in precedenza Syracuse) 3601 S. Broad Street 1939
Houston Rockets 2 Houston (in precedenza San Diego) 1510 Polk Street 1967
New York Knicks 2 New York Two Pennsylvania Plaza 1946

Le squadre con il maggior numero di fan

Negli Stati Uniti lo sport è vissuto in maniera molto diversa rispetto all’Europa: c’è meno passione e senso di appartenenza, e andare a vedere una partita di basket è prima di tutto una festa in cui si va per assistere a un vero show. Non esiste un fenomeno come quello della curva, come da noi. Ciò non toglie che gli appassionati di basket siano numerosissimi. L’NBA, poi, è un vero fenomeno planetario. Abbiamo deciso dunque di preparare un grafico in cui mostrare le franchigie NBA più seguite sui social network: ciò che ne esce è che, nonostante le recenti pessime prestazioni sportive, Lakers. Bulls e Miami Heat sono di gran lunga le squadre più seguite.

Un istogramma con le 10 franchigie NBA con il maggior numero di likes su Facebook

I record delle franchigie NBA

Tempo di statistiche e record: nei prossimi cinque box azzurri troverete alcuni primati detenuti dalle squadre NBA. Tuffatevici subito, e scoprite insieme a noi la squadra con il maggior numero di vittorie consecutive, quella con più vittorie in una singola stagione, quella più precisa e quella più cattiva, oltre a quella con la difesa più performante.

  • La divisa dei Los Angeles Lakers
    Il maggior numero di vittorie consecutive

    Nella stagione 1971/72, i Los Angeles Lakers dei “grandi vecchi” West, Chamberlain e Goodrich vinsero 33 partite di fila, stabilendo il record d’imbattibilità.

  • La divisa dei Golden State Warriors
    Il maggior numero di vittorie in una singola stagione

    I fenomenali Golden State Warriors della stagione 2015/2016 ottennero lo strepitoso record di 73 vittorie e 9 sconfitte durante la regular season.

  • La divisa degli Houston Rockets
    Una squadra di veri cecchini

    Nella stagione 2018/19 gli Houston Rockets hanno messo a segno ben 1320 canestri da tre punti, anche se la percentuale migliore, 39.2%, è dei San Antonio Spurs.

  • La divisa dei Atlanta Hawks
    I “bad boys” dell’NBA

    Nel corso della stagione 2018/19, gli Atlanta Hawks, insieme ai Phoenix Suns, si sono rivelati la squadra più “cattiva”, commettendo una media di 23.6 falli a partita.

  • La divisa dei Golden State Warriors
    Da qui non si passa

    Con una media di 6.4 stoppate a partita, i Golden State Warriors sono stati la squadra principe per quanto riguarda il numero di stoppate nella stagione 2018/19 dell’NBA.

RITORNA ALLA LISTA DEI TOP BOOKIES

I migliori giocatori della NBA, ieri e oggi

Diciamo la verità: anche i meno esperti tra i nostri lettori avranno senz’altro sentito parlare di LeBron James e Stephen Curry, per non parlare poi di Kobe Bryant , o Michael Jordan e Magic Johnson: le stelle della NBA sono campionissimi ma anche personaggi straconosciuti. Non ci sono solo loro, però: il campionato USA è pieno di grandi talenti in grado di “spezzare” le partite. Conoscere loro e i loro record vi aiuterà a scommettere in modo più consapevole. Scopriamone qualcuno!

Instancabili macinatori di canestri: i marcatori top

I migliori tiratori di una squadra di basket sono, un po’ come il centravanti per il calcio, la stella più riconosciuta. A differenza del centravanti, però, spesso non si tratta necessariamente del finalizzatore della manovra, ma magari di quello che la imposta per poi concluderla con una “bomba” da tre punti. Nella tabella qui sotto trovate i migliori marcatori, con la relativa media punti per gara, degli ultimi cinque anni del campionato a stelle e strisce.

I migliori tiratori della NBA degli ultimi 5 anni
Stagione Giocatore Squadra di appartenenza Media punti a partita Secondo in classifica
2018/19 James Harden Houston Rockets 31.6 Leonard (Toronto Raptors), 30.5
2017/18 James Harden Houston Rockets 30.4 Davis (New Orleans Pelicans), 28.1
2016/17 Russell Westbrook Oklahoma City Thunder 31.6 Harden (Houston Rockets), 29.1
2015/16 Stephen Curry Golden State Warriors 30.1 Harden (Houston Rockets), 29.0
2014/15 Russell Westbrook Oklahoma City Thunder 28.1 Harden (Houston Rockets), 27.4

Le stelle di oggi della NBA

I protagonisti della NBA sono probabilmente i cestisti più forti dell’intero panorama mondiale. Il livello qualitativo della lega è talmente alto che isolare solo cinque nomi è impossibile. Abbiamo scelto allora quegli atleti che, oltre alle indiscutibili doti atletiche e tecniche, sono anche quelli che al momento maggiormente simboleggiano tutte le qualità per cui il basket NBA è considerato uno degli spettacoli sportivi più esaltanti a livello mondiale. Siete d’accordo con le nostre scelte?

  • LeBron James
    King James farà tornare grandi i Lakers?

    Tecnicamente sarebbe un’ala piccola, ma LeBron “King” James è un giocatore universale che da solo rende competitiva una squadra. Nel 2018/19 si è trasferito ai Los Angeles Lakers.

  • Stephen Curry
    Il killer delle partite

    Soprannominato “Baby-faced assassin” per la sua capacità di “ammazzare” le partite, Stephen Curry è un devastante tiratore, simbolo dei campionissimi Golden State Warriors.

  • Kawhi Leonard
    Un talento finalmente sbocciato

    Grande protagonista del trionfo dei Toronto Raptors, Kawhi Leonard, è una fortissima ala piccola dall’ottimo tiro che si esalta soprattutto durante i playoff: è stato due volte MVP delle Finali del torneo statunitense.

  • James Harden
    Un cecchino infallibile

    Guardia/playmaker degli Houston Rockets, James “The Beard” Harden è sempre tra i migliori marcatori della Lega, e ha vinto il titolo di MVP nella stagione 2017/18.

  • Anthony Davis
    Campione a tutto campo

    “Il sopracciglio” Anthony Davis è un’ala grande/centro dei New Orleans Pelicans pericolosissimo a tutto campo per le ottime qualità al tiro e il senso tattico.

Le immortali leggende del passato

Anche in questo caso, scegliere solo 5 tra i nomi che hanno reso grande la NBA degli ultimi 20 anni è ingeneroso, e ci costringe a lasciare fuori nomi validissimi. La nostra selezione è stata determinata dagli anni di militanza nella lega, dalle vittorie, dal talento assoluto e dalla eccezionalità della carriera: alcuni, come Bryant, hanno militato sempre nella stessa squadra, altri, come Shaquille O’Neal, hanno lasciato il segno in diverse città.

Le leggende della NBA degli ultimi 20 anni
Giocatore Stagioni nella NBA Presenze (regular season + playoff) Titoli vinti Punti in carriera (regular season + playoff)
Shaquille O’Neal 20 1.420 4 33.838
Kobe Bryant 20 1.566 5 39.283
Allen Iverson 13 985 26.479
LeBron James 16 (in attività) 1.437 3 39.454
Stephen Curry 10 (in attività) 796 3 18.954

I record individuali del campionato USA

Negli infobox che trovate qui sotto abbiamo radunato una serie di record incredibili realizzati dai più forti giocatori di sempre che hanno calcato i parquet statunitensi. Si tratta di informazioni che possono tornarvi utili nel momento in cui decidiate di effettuare le vostre scommesse sul basket NBA. Scopriremo record di punti, totali e in una sola gara, di tiri da tre, di assist e di rimbalzi.

  • Kareem Abdul-Jabbar
    Il miglior marcatore di sempre della NBA

    Grandissimo centro dei Lakers anni ’80, con i suoi particolarissimi tiri a “gancio cielo”, Kareem Abdul-Jabbar è il miglior marcatore di sempre della NBA, con 38.387 punti realizzati in carriera.

  • Wilt Chamberlain
    Mai nessuno come lui

    Il 2 marzo 1962, in una partita contro i Knicks, Wilt Chamberlain, leggendario centro a quei tempi che a quei tempi militava nei Philadelphia Warriors, realizzò ben 100 punti in una sola partita.

  • Stephen Curry
    Il re del tiro da tre punti

    Il 7 novembre 2016, nella partita contro i New Orleans Pelicans, Curry realizzò 13 canestri da tre punti, record assoluto NBA per i canestri “pesanti” in un singolo incontro.

  • Wilt Chamberlain
    Dominante sotto canestro

    Oltre a essere un grande marcatore, Chamberlain fu anche un superbo rimbalzista: detiene tuttora il record di tutta la NBA, avendone conquistati 23.924.

  • John Stockton
    Il maestro dei passaggi vincenti

    Anche se chi rese l’assist una forma artistica fu Magic Johnson, chi ne fece di più in carriera fu John Stockton: grandissimo playmaker degli Utah Jazz, ne mise a segno 15.806.

Una panoramica sulla NBA e le scommesse

Il rapporto tra la legislazione statunitense e le scommesse sportive, non soltanto legate al basket NBA, è sempre stato piuttosto conflittuale. Dal 1992, infatti, come potete vedere nell’elemento grafico qui sotto, l’emanazione del PASPA ha di fatto vietato le scommesse sportive in quasi tutto il territorio nazionale. Solo nel 2018 tale legge è stata dichiarata illegale dalla Corte Suprema, riaprendo di fatto la strada alla legalizzazione del betting, tema su cui la NBA sta muovendo le sue pedine per farsi trovare preparata.

In Italia, invece, le scommesse sul campionato statunitense sono questione relativamente recente, e di fatto iniziata quando, nel 2002, lo Stato ha legalizzato il betting online.

Le quattro tappe più importanti nella storia della NBA

RITORNA ALLA LISTA DEI TOP BOOKIES

Alcuni bookmaker che non vi raccomandiamo

Come avete potuto notare, nella nostra top list dei siti scommesse NBA ci sono alcuni nomi di primissimo piano del betting online internazionale, non solo italico. Questo perché la NBA è, lo abbiamo già evidenziato, un fenomeno planetario, seguito a qualsiasi latitudine. Per questo motivo sono spesso i bookies più “grossi” e strutturati, quelli che meglio seguono uno sport di così grande seguito. Fidatevi della nostra selezione, abbiamo scelto nomi che conoscono bene la materia-NBA. Allo stesso modo, però, campionati più “locali” come la nostra Serie A possono permettere di scegliere altri operatori, magari più connotati con il nostro Paese, come Sisal e SNAI.

Qualche curiosità relativa alle scommesse sulla NBA

Non si può negare che il mondo delle scommesse sportive si presti a qualche aneddoto divertente, anche a volte al confine con la leggenda metropolitana. Se non vi siete ancora abbuffati del tutto con i dati, le statistiche e le informazioni di questa pagina tematica, nei prossimi due box azzurri troverete altre due interessanti notizie che legano i pianeti NBA e scommesse.

  • Il logo della NBA 2017/18
    Il volume delle scommesse sulla NBA in Italia

    Agli italiani piace molto scommettere sulla NBA. Nella stagione 2017/18, infatti, sulla lega statunitense sono stati giocati 105.372.634,05€, corrispondenti all’1.5% del totale dei soldi investiti in scommesse sportive.

  • Il pugile Floyd Mayweather
    La scommessa più folle sulla NBA

    Nel 2013, il campione dei superwelter Floyd Mayweather decise di puntare ben 5.9 milioni di dollari sulla vittoria dei Miami Heat contro gli Indiana Pacers nella finale di Conference. Naturalmente vinse.

Michael Jordan

Nella mia vita ho sbagliato più di novemila tiri, ho perso quasi trecento partite, ventisei volte i miei compagni mi hanno affidato il tiro decisivo e l’ho sbagliato. Ho fallito molte volte. Ed è per questo che alla fine ho vinto tutto.

FAQ

Siete soddisfatti della nostra disamina sulle scommesse NBA? Ritenete ci siano aspetti da approfondire o parti poco chiare? Scrivete al nostro indirizzo mail info@sitiscommesse.com, cercheremo di rispondervi nel più breve tempo possibile.

Si possono piazzare scommesse Under/Over sul numero di stoppate?

Quello delle stoppate non è solitamente un mercato diffusissimo. Ciò non toglie che, magari in caso di qualche big match dei playoff, la cosa sia possibile. Il consiglio è sempre quello di monitorare costantemente l'offerta dei vostri bookies preferiti.

Un sito top per scommettere sulla NBA va bene anche per il campionato italiano?

È difficile dirlo: in un paragrafo precedente abbiamo spiegato come, in linea generale, scommettere su campionati nazionali con operatori di quel paese consenta di andare sul sicuro, ma non si tratta di un teorema. Oltretutto, ciò che uno scommettitore cerca in un bookmaker è spesso molto soggettivo. Certamente, avere più account con bookies diversi permette di trovare quello giusto per qualsiasi scommessa desideriamo piazzare.

Scopri le pagine dedicate agli altri campionati di basket, calcio e tennis