Semplice ma redditizio: il sistema Patent spiegato nel dettaglio

Nella pagina che state per leggere tratteremo per filo e per segno il sistema Patent, una delle varianti della metodologia di scommessa a sistema più semplici ed efficaci, molto diffusa e apprezzata dagli scommettitori. Basato su poche combinazioni di 3 eventi, il Patent si rivela uno strumento molto utile per chi vuole incominciare a puntare con questa modalità di gioco, e consente di vincere anche più di sette volte la somma investita. Applicando il sistema a delle partite di calcio scopriremo anche l’affinità particolare di questa giocata con lo sport più famoso al mondo, mostrandovene all’atto pratico il comportamento: potrete così capire se il sistema Patent è ciò che fa per voi oppure no.

I primi rudimenti del sistema Patent per le scommesse sportive

Già, ma che cos’è il sistema Patent per le scommesse sportive? Si tratta di una scommessa di sistema composta da 7 scommesse combinate per 3 eventi. Chi tra i nostri lettori ha già dimestichezza con le differenti varianti di questa metodologia di scommessa avrà recepito la somiglianza con il Trixie. Si potrebbe infatti definirlo quasi un “Trixie elaborato”, visto che sono entrambi basati su 3 eventi. A differenza del “cugino”, però, il sistema Patent combina anche 3 giocate singole. Ciò significa che ogni nostra puntata andrà moltiplicata per 7. Decidendo quindi di puntare 3€ su ogni colonna, la nostra giocata verrà a costare 21€, una cifra decisamente abbordabile che spiega anche il perché del successo di questa giocata.

Tutti i numeri del sistema Patent
Numero eventi Numero scommesse Puntata totale Vincita
3
7
7x Puntata per scommessa
A partire da 1 pronostico esatto

La carta d’identità del sistema scommesse Patent la trovate nella tabella qui sopra. La composizione del sistema è molto semplice: ci sono 3 scommesse singole, 3 doppie e 1 tripla. Interessante notare che si incominciano a incassare proventi a partire da 1 pronostico esatto, così che la possibilità di rientrare dall’investimento iniziale non è certo così remota. Va detto comunque che difficilmente azzeccare solo un pronostico ci farà avere del guadagno netto.

Come funziona il sistema Patent: nozioni teoriche

Come avrete intuito leggendo queste righe, capire come funziona il sistema Patent non è certo complicato, per lo meno nella sua composizione e nelle sue caratteristiche. Vogliamo comunque farvi un paio di esempi, uno teorico e uno pratico, per permettervi di comprendere come funziona. Potrebbe essere infatti che, una volta capito questo aspetto, vi rendiate conto che non è ciò che cercavate, e quindi che ad esempio un Lucky 63 è invece il sistema più consono al vostro stile di gioco.

Esempio 1: le tre partite che compongono il sistema Patent possono essere di qualsiasi sport: assegniamo loro le prime tre lettere dell’alfabeto. Ecco allora che il nostro sistema sarà composto da A, B, C, ovvero i tre singoli incontri su cui scommettiamo, dalle 3 doppie AB, AC, BC e dalla tripla ABC, per un totale appunto di sette scommesse. Quelli che fuggono la matematica con sacro terrore non si preoccupino: non dovrete fare voi il calcolo delle quote, perché è un lavoro che viene svolto in automatico mentre create la schedina dagli elaboratori dei vari bookmaker.

Utilizzo: un sistema di questo tipo, lo abbiamo già evidenziato, risulta davvero semplice. Ecco perché può essere sfruttato come banco di prova da chi per la prima volta si avvicina alle scommesse di sistema. Oltretutto, il moltiplicatore garantisce guadagni comunque non minimi, in caso di successo anche parziale, e una certa facilità nel chiudere il bilancio con la spesa effettuata almeno in pareggio.

Il Patent e le scommesse sul calcio: vale la pena?

La maggior parte degli appassionati di scommesse sportive è anche appassionata di football, che non per caso è lo sport più popolare nel nostro Paese. Quindi la domanda sorge spontanea: il sistema Patent e le scommesse sul calcio vanno d’accordo? La risposta è affermativa, come del resto per tutti i sistemi scommesse. Il motivo è semplice: le partite di calcio hanno risultati che, a meno di clamorose goleade, sono in bilico per gran parte della durata dell’incontro. Inoltre, a corredo di quote mediamente più alte di quelle delle altre discipline sportive, puntare sui pareggi può essere un’idea vincente perché essi sono sempre quotati piuttosto bene, e si verificano di frequente in particolare nelle serie minori. Naturalmente però il sistema Patent va benissimo anche se preferite puntare sul tennis o sul badminton.

Un giocatore di calcio che calcia un pallone e un altro col logo Patent sulla maglia che esulta con delle banconote da 100€ sullo sfondo

In concreto: il Patent all’opera

Lo schema di funzionamento del sistema Patent a questo punto ci è chiaro. Non ci resta che applicarlo a qualcosa di tangibile come dei veri eventi sportivi e delle quote effettive, per poter in questo modo testare anche l’affinità tra sistema Patent e scommesse sul calcio. A mo’ di esempio scegliamo quindi 3 partite di un turno della Serie B italiana in cui, e i motivi li abbiamo spiegati più sopra, abbiamo deciso di puntare anche su due pareggi. Il nostro budget è di 5€ a puntata: questo significa che il costo totale della nostra schedina sarà di 35€, una cifra decisamente alla portata di tutte le tasche. Qui sotto trovate le nostre selezioni e i nostri pronostici.

Il nostro test di prova del Patent
Partite selezionate Nostro pronostico Quota “1” Quota “X” Quota “2”
Palermo – Benevento
1
2.10
3.20
3.60
Cittadella – Salernitana
X
2.00
3.20
4.00
Cosenza – Padova
X
2.15
3.00
3.80

A partire da 1 pronostico esatto, come abbiamo visto, si incomincia a incassare. Anche azzeccando il pari tra Cittadella e Salernitana, però, ovvero quello con la quota iniziale più alta, incasseremmo solo 16€, non certo sufficienti per rientrare dall’investimento iniziale.

Il discorso cambia già se al pari del Cittadella aggiungiamo la vittoria del Palermo, ovvero la quota da noi scelta con il valore più basso: combinando i due risultati da noi indovinati, infatti, l’importo vinto aumenterebbe a 60.10€, con un guadagno netto di 25.10€ già decisamente interessante.

Vediamo invece cosa succederebbe se fossimo così bravi da azzeccare tutti e tre i pronostici: otterremmo infatti il risultato delle 3 singole (rispettivamente 10.5€, 15€ e 16€), quello delle tre doppie (33.6€, 31.5€ e 48€) e quello della tripla (100.80€), che, sommati insieme darebbero un importo vincente addirittura di 255.40€, corrispondente a un guadagno netto di 220.40€. Niente male, se consideriamo la cifra di partenza. Questo è la prova che anche un sistema apparentemente semplice e “piccolo” come il Patent può quindi dare grandi soddisfazioni agli scommettitori.

Il sistema per cominciare a diventare scommettitori esperti

Dopo avervi mostrato con un esempio concreto i risultati che è possibile ottenere con un sistema scommesse Patent, crediamo che possiate concordare con noi nel definire questa modalità sistemica particolarmente indicata per quegli scommettitori che vogliono fare un salto di qualità nel loro giocare con quote ed eventi sportivi. Una vincita pari all’incirca a sette volte la somma investita in effetti è decisamente allettante, e vista la sua adattabilità soprattutto ai mercati calcistici può essere un’idea da tenere in considerazione per le vostre giocate. Magari proprio con il sito scommesse online che trovate nel box qui sotto.

Il logo Patent
  • Buon numero di mercati
  • Bonus e promo accattivanti
  • Payout e quote competitivi
Go DaddyEighteenLicenza: ADMGioco legale e responsabile

Se invece vi tentano sistemi di gioco più complessi e articolati, in grado di dare vincite ancora più sostanziose (ovviamente a fronte di investimenti comunque più cospicui), perché non date uno sguardo alla nostra pagina sul sistema Super Heinz o sul Goliath? Preferite prima impratichirvi su questa modalità di puntata? La nostra pagina generale sui sistemi allora vi aspetta; indirizzatevi invece sulla nostra pagina principale per una panoramica generale su tutti i migliori siti scommesse online!

FAQ

C’è qualche punto della nostra trattazione del sistema Patent che vi è poco chiaro? Nessun problema: basta scrivere al nostro indirizzo mail info@sitiscommesse.com per ricevere tutte le risposte che vorrete!

Che differenza c’è tra un sistema Patent e un Trixie?

I due sistemi sono molto simili, tanto che poco sopra nella nostra guida li abbiamo definiti “cugini”. Entrambi infatti si basano su 3 eventi sportivi su cui scommettere, ma mentre il Trixie si limita a 4 combinazioni, corrispondenti a tre doppie e una tripla, il Patent aggiunge anche le singole, aumentando così l’importo in caso di vincita.