Spagna, un tetto massimo di 100€ per tutti i bonus scommesse

In Spagna sta per essere approvata una nuova legge per le scommesse online. Mano pesante sui bookmaker, cui saranno poste forti restrizioni sulle pubblicità ma anche sull’ammontare di bonus e promozioni, che non potranno superare un tetto massimo di 100€. L’annuncio del Ministro del Consumo, Alberto Garzón.

La decisione del governo spagnolo sui bonus scommesse

La bandiera della Spagna

La Spagna limiterà a un massimo di 100€ i bonus e le promozioni sulle scommesse.

La Spagna ha un nuovo governo solo da poche settimane, ma il nuovo esecutivo sta già facendo discutere parecchi settori della vita pubblica iberica per le linee di indirizzo che guideranno le sue azioni. Il neoinsediato Ministro del Consumo, Alberto Garzón, ha in tal proposito di recente annunciato la promulgazione di una nuova legge in materia di scommesse online, che di sicuro non renderà particolarmente felici i bookmaker.

Due le direzioni dell’intervento legislativo, la prima delle quali riguarda bonus e promozioni, l’incentivo con cui gli operatori premiano gli scommettitori più “fedeli” o quelli che hanno aperto di recente un account con loro. Il loro ammontare non potrà superare un tetto massimo di 100€.

In aggiunta a questo limite massimo, verrà richiesto agli allibratori di settare i limiti di deposito giornalieri, settimanali e mensili degli utenti sul loro conto scommesse rispettivamente a 600€, 1.500€ e 3.000€.

Per gli operatori che non rispetteranno le nuove imposizioni di legge sono previste pesanti sanzioni, il cui ammontare verrà fissato tra i 100.000€ e il milione di euro. I vari siti scommesse operanti in Spagna avranno da uno a tre mesi per conformarsi alle nuove norme.

Il bando alle pubblicità dei siti scommesse

L’altro punto su cui si concentra la nuova legge e che non mancherà di fare discutere è la regolamentazione della pubblicità dei bookmaker. Il governo sta decidendo di mettere al bando gli spot legati al betting su TV e radio, tranne che nella fascia compresa tra l’una di notte e le cinque del mattino. Nel caso di eventi sportivi trasmessi in diretta, tale fascia sarà invece estesa tra le 20:00 e le 5:00.

Esplicitamente ispirato al Decreto Dignità in vigore in Italia, il nuovo regolamento spagnolo è stato presentato dal Ministro del Consumo Garzón in una conferenza stampa.

Il regolamento per le pubblicità dei bookmaker in Spagna sarà il più rigido dell’intera Unione Europea. Sappiamo che molte aziende avranno ripercussioni economiche, per questo, ma la sicurezza e la salute, tanto dei consumatori che dell’intero comparto, vengono prima di tutto.Alberto Garzón, Ministro del Consumo, Spagna

Tra le altre particolarità della legge vi è anche la decisione di proibire l’uso di VIP dello spettacolo e dello sport come testimonial dei bookmaker. Inoltre, l’uso di loghi e colori associabili ai siti scommesse sarà proibito in manifestazioni riservate ai minori, così come l’utilizzo del nome di un bookie per la denominazione di impianti sportivi e le pubblicità dentro gli stadi.

Sarà tuttavia permessa la sponsorizzazione di atleti e squadre sportive. Per quanto riguarda la comunicazione via social, invece, gli allibratori dovranno inserire un messaggio sul gioco responsabile ogni quattro post promozionali pubblicati.

Gli articoli della nuova legge su gioco e scommesse saranno sottomessi a una consultazione popolare, con le proposte di modifica che potranno essere presentate entro il prossimo 16 marzo. Dopodiché, la versione definitiva del decreto dovrà passare al vaglio del voto parlamentare: la nuova legge dovrebbe dunque entrare in vigore già da questa estate.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
La bandiera della Spagna

Articoli correlati