Operazione “Game Over”: Sisal acquisisce i diritti di Phoenix

Sarà molto probabilmente Sisal Spa ad acquisire i diritti dei 53 punti vendita gestiti da Phoenix International Ltd. Le agenzie di scommesse di Phoenix erano infatti state messe a gara dal Tribunale di Palermo pochi mesi dopo l’operazione “Game Over” condotta dall’Antimafia, che ha posto fine al business illegale della società gestita da Benedetto Bacchi.

L’offerta di Sisal

Il logo di Sisal Matchpoint, quello di Phoenix Ltd. e la firma di un contratto

Sisal acquisisce i punti vendita di Phoenix International LTD. ©shutterstock.com

L’operatore italiano, uno dei più forti nel Paese con una quota di mercato superiore al 10%, è stato il solo a depositare un’offerta per l’acquisizione dei punti gioco di Phoenix, che ora potranno rientrare a pieno titolo nelle rete legale gestita dai Monopoli di Stato.

Il prezzo di questa operazione è quello minimo stabilito per il pacchetto che comprende tutti i diritti dei punti vendita, ovvero 750 mila euro. Nei giorni scorsi, al fine di consentire il dissequestro dei suddetti punti vendita, l’autorità giudiziaria aveva imposto la rescissione dei contratti tra i gestori delle agenzie e Phoenix Ltd, rendendo così inattive le stesse agenzie.

La decisione di mettere in vendita le concessioni da parte di Phoenix, in modo particolare dopo il “no” delle autorità di Malta all’immissione in possesso dei beni societari del Tribunale di Palermo, è stata obbligata per evitare una progressiva perdita di valore degli asset societari.

Gli oneri previsti dalla convenzione giochi stipulata con i Monopoli di Stato (pagamento canone e proroga onerosa della concessione), uniti alla deficitaria situazione finanziaria di Phoenix (con poche risorse e una pesante situazione debitoria), hanno giocato un ruolo chiave nel convincere le autorità ad accelerare il processo di dismissione.

I diritti delle 53 agenzie, una volta assegnati a Sisal, potranno essere riutilizzati per l’apertura di centri scommesse in qualsiasi parte d’Italia.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati