LeoVegas punta forte sugli eSport e acquisisce l’85% di Pixel.bet

Che gli eSport siano ormai uno dei campi su cui si misura la competitività dei bookmaker non è più una novità. L’ennesima prova di questo fenomeno è l’aumento dell’investimento, da parte di LeoVegas, nel bookmaker specializzato sui giochi elettronici di Malta, Pixel.bet. Ora l’operatore svedese ne possiede ben l’85%.

La mossa di LeoVegas

I loghi di LeoVegas e Pixel.bet e una arena di eSport

LeoVegas aumenta la sua presenza nel betting sugli eSport, e acquisisce l’85% di Pixel.bet.

Seguiamo da tempo l’evolversi dell’interesse da parte dei principali siti scommesse attivi nel nostro Paese per la galassia degli eSport, i videogiochi elettronici interattivi, che hanno conosciuto proprio in questi mesi una enorme escalation, grazie alla possibilità per i tornei ufficiali di svolgersi a distanza e non subire così gli effetti del lockdown dovuto all’emergenza-coronavirus.

L’ultimo dei segnali che confermano il sempre crescente investimento da parte degli operatori tradizionali in questa disciplina arriva dalla Svezia, e riguarda uno degli allibratori online più attenti alle novità del mercato, ovvero LeoVegas.

Il bookmaker del leone ha infatti aumentato la sua quota nella proprietà del bookmaker maltese Pixel.bet, specializzato proprio nelle scommmesse sugli eSport, portandola all’85%, con un aumento pari al 34%. Se prima LeoVegas possedeva più di metà delle azioni di Pixel.bet, ora il controllo del bookie scandinavo è di fatto completo. Si tratta probabilmente di un’opzione già presente negli accordi relativi alla precedente acquisizione, avvenuta nel 2018 per una cifra di 1.5 milioni di euro.

Due anni fa, il CEO di LeoVegas, Gustaf Hagman, aveva definito l’acquisizione come una possibilità più unica che rara di mettere i piedi dentro un mercato nuovo e in grande crescita”.

Un successo dovuto (anche) al lockdown

Lo stesso Hagman, nei giorni scorsi, ha confermato l’avvenuto aumento di quota da parte di LeoVegas, spiegandone la ragione negli ottimi risultati mostrati dal comparto delle scommesse sugli eSport durante il lockdown dovuto alla pandemia di covid-19.

Nel secondo trimestre di quest’anno, infatti, l’operatore svedese ha evidenziato una crescita dei ricavi del 17%, proprio grazie agli exploit di Pixel.bet.

Pixel.bet sta ottenendo ottimi risultati. La crescita esponenziale delle scommesse sugli eSport durante il lockdown, con la contemporanea cancellazione degli eventi sportivi tradizionali, è stata la molla decisiva per convincerci ad aumentare il nostro investimento.Gustaf Hagman, CEO, LeoVegas

In contemporanea, Hagman ha anche voluto mettere a tacere le voci di un ulteriore investimento di LeoVegas nel settore degli eSport:

Non abbiamo ulteriori piani di espansione negli eSport: quello di Pixel.bet è un ottimo team e preferiamo lasciare a loro l’attività. Noi ci accontentiamo della sezione dedicata agli eSport presente nel palinsesto sportivo di LeoVegas.Gustaf Hagman, CEO, LeoVegas

Cosa fa Pixel.bet

Operatore con sede nell’isola di Malta e in possesso di licenza della Malta Gaming Authority, Pixel.bet è un bookmaker specializzato in particolare nell’offerta di quote e mercati relativi all’eSport, che lo ha reso un punto di riferimento per gli appassionati di scommesse su questa disciplina in grandissima crescita.

Guidata da Eirik Kristiansen, Pixel.bet è una azienda che offre betting su numerose specialità di eSport, compresi i grandi favoriti dal pubblico come CS:GO, DOTA2, League of Legends, Hearthstone, Overwatch, Starcraft e Heroes of the Storm.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
I loghi di LeoVegas e Pixel.bet e una arena di eSport

Articoli correlati