Parigi-Roubaix 2018: i possibili favoriti per la vittoria

Continua la grande primavera del ciclismo, come da tradizione riservata alle cosiddette “classiche”. Domenica 8 2018 aprile va infatti in scena l’edizione 116 della Parigi-Roubaix, una delle cinque classiche monumento (insieme a Milano-Sanremo, Giro delle Fiandre, Liegi-Bastogne-Liegi e Giro di Lombardia). Una corsa che qualunque ciclista vorrebbe avere nel proprio palmarès.

Ciclisti in gara alla Parigi-Roubaix

Parigi-Roubaix 2018: i favoriti. ©wattkoden.no

Parigi-Roubaix 2018: il percorso

La “Regina delle Classiche”, tra le gare di ciclismo più importanti su cui scommettere, è come di consueto in programma la seconda domenica di aprile. In questo 2018 prevede un percorso di 257 chilometri: ben 54 di questi saranno coperti da pavè, ed è qui che si decideranno le sorti della corsa.

Si parte dalla capitale francese per poi affrontare tratti durissimi come la Foresta di Arenberg, Mons-En-Pevele e il Carrefour de l’Arbre. Sono questi settori a fare spesso la differenza nell’economia della gara, dove i partecipanti vengono messi a dura prova dal temutissimo pavè. I tratti in cui è presente la classica superficie ciottolata che caratterizza ”l’Inferno del Nord” sono ben 29.

L’arrivo è fissato all’iconico Velodromo di Roubaix, a pochi chilometri dal confine con il Belgio. Qui le forze residue dei partecipanti convoglieranno nell’ultimo sforzo prima del sospirato traguardo. Che sia una volata finale o un arrivo in solitaria, le curve che precedono la linea d’arrivo continuano a costituire un’emozione unica per i partecipanti o i semplici appassionati, il momento in cui una giornata di enorme fatica può trasformarsi in un’impresa da ricordare o una cocente sconfitta.

I favoriti: sarà la volta buona per Peter Sagan?

Il recentissimo Giro Delle Fiandre, disputato domenica 1 aprile, sì è rivelata l’ennesima delusione per Peter Sagan. Il ciclista slovacco, pur potendo contare su una bacheca ricca di trofei, ha spesso fallito nel grande appuntamento con la classiche monumento, vantando un solo successo in 24 apparizioni (Giro della Fiandre 2016). Un bottino decisamente magro per quello che è considerato uno dei talenti maggiori del ciclismo a livello mondiale.

Le sua capacità da funambolo delle due ruote, nonostante un 2018 ancora povero di successi, lo mettono comunque nella lista dei favoriti per la vittoria finale alla Parigi-Roubaix 2018. Sagan non ha ancora conquistato questa corsa e il suo primo successo nell’Inferno del Nord francese non potrebbe arrivare in un momento migliore per lui, in cerca di un riscatto dopo una primavera deludente.

Non sarà facile per lo slovacco alzare le braccia in segno di vittoria nel Velodromo, considerata la folta schiera di avversari. Su tutti Niki Terpstra, recente vincitore del Giro delle Fiandre e trionfatore alla Parigi-Roubaix del 2014. L’olandese ha dimostrato di essere in ottima forma, aiutato anche da una squadra come la Quick-Step. Un team che può schierare diverse frecce al proprio arco, con corridori quali Philippe Gilbert, Yves Lampaert e il ceco Zdenek Stybar, spesso piazzato tra i top 10 alla “Roubaix”. Ad occupare un posto di rilievo nella lista dei favoriti il belga Greg Van Avermaet, campione uscente. Il corridore della BMC è uno dei più performanti nelle corse in linea ed è senza dubbio tra gli indiziati per la vittoria finale.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati