Euroleague 2020/21: il punto, tra coronavirus e super Barcellona

Prende il via stasera l’ottava giornata della Euroleague 2020/21: facciamo il punto sulla massima competizione continentale per club di basket a circa un quarto di una stagione travagliatissima, tra positività al coronavirus e gare a porte chiuse. In testa c’è il Barcellona, l’Olimpia Milano è a metà classifica.

Una stagione tra grandi difficoltà

Il logo della Euroleague e un giocatore di basket in azione

Alla vigilia dell’8′ giornata, il punto sulla Euroleague 2020/21.

Prima di qualsiasi considerazione di carattere tecnico-sportivo, bisogna senz’altro considerare che l’Euroleague vive nella stagione 2020/21 forse l’annata più travagliata della sua storia, a causa della persistente emergenza-coronavirus.

Certamente era un fattore preventivabile, ma è indubbio che le tantissime positività degli atleti ai tamponi stanno condizionando l’andamento della competizione. L’ultima squadra a essere stata colpita duramente da questa situazione è purtroppo proprio la “nostra” Olimpia Milano.

Dopo aver vinto contro Brescia in campionato nello scorso weekend, infatti, l’esito dei test effettuati dopo la gara ha rilevato numerosi casi di positività. L’attività del club è stata immediatamente sospesa e gli atleti positivi (tutti asintomatici) messi in isolamento. La doppia trasferta di Eurolega contro Zenit e Khimki è stata dunque sospesa. Una brutta tegola per tutti, visto che un guru della palla a spicchi come Željko Obradović, ex coach del Fenerbahce, a inizio stagione aveva dichiarato che Milano avrebbe dato problemi a tutti.

In realtà, al momento l’Olimpia stava un po’ nascondendosi: la classifica parla di una ottava posizione, con 3 vittorie e 2 partite, e due partite rinviate proprio a causa della situazione sanitaria. Proprio per cercare di garantire la regolarità sportiva, il coach dei milanesi, Ettore Messina, aveva proposto di terminare prima tutti i campionati nazionali per poi giocare in una sorta di “bolla” come quella sperimentata dalla NBA le partite di Eurolega. Una proposta bocciata per difficoltà logistiche e di rapporti con le varie federazioni nazionali.

Tutti all’inseguimento del Barcellona

A ogni modo, l’Euroleague propone la sua corsa, per la gioia di appassionati e scommettitori, che naturalmente possono puntare sui match in programma sulle piattaforme dei migliori bookmaker Euroleague. In questo momento la squadra da battere è indubbiamente il Barcellona. I catalani sono primi con sei vittorie e una sola sconfitta, contro i russi dello Zenit (squadra molto buona ma a oggi decimata dal coronavirus: un ko quindi molto signiicativo), e vantano un Nikola Mirotić che sta disputando una stagione super, insieme all’altra ala Álex Abrines. La sofferta vittoria nel derby iberico contro il Baskonia di fine ottobre suona però come un campanello d’allarme sulla tenuta della squadra.

Con una sola vittoria in meno, seguono Bayern Monaco e Zalgiris Kaunas. I tedeschi sono tornati a ruggire anche in Europa e stanno rendendo la vita difficile a tutti: la guida del nostro Andrea Trincheri in panchina sta dando grandi soddisfazioni ai bavaresi, che dal punto di vista tattico stanno dimostrandosi davvero competitivi. D’altra parte, lo Zalgiris, che nel turno precedente si è arreso a un Real Madrid partito male ma in ripresa, è da sempre una delle squadre top in Europa. Con quattro successi e tre sconfitte, il Fenerbahçe sta un po’ arrancando, ma è facile immaginare che la corsa dei turchi sarà molto lunga anche quest’anno.

D’altra parte, è davvero molto difficile fare valutazioni complessive, visto che alcune squadre hanno disputato solo tre incontri, come lo Zenit, che è invece una delle squadre storicamente più insidiose. Lo stesso si può dire del Real Madrid, una delle potenze della pallacesto europea, che ha un record attuale di sole 3 vittorie su 7 (con una epocale sconfitta contro Milano dopo 12 vittorie consecutive negli scontri diretti), destinata sicuramente a riprendersi.

Tirando le somme

In conclusione, le favorite restano Real Madrid, CSKA Mosca, Efes e Barcellona, con Milano, Zenit, Maccabi e Zalgiris pronte a sostenere la parte dell’outsider, e un Bayern Monaco vera mina vagante: se amate il rischio, puntare sui rossi bavaresi potrebbe in caso di successo darvi enormi soddisfazioni, soprattutto in modalità antepost.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
Il logo della Euroleague e un giocatore di basket in azione

Articoli correlati