Pronostico Finale Champions League Real Madrid – Liverpool

Sabato 26 Maggio alle ore 20.45 andrà in scena la finale della Champions League 2017/2018 fra Real Madrid e Liverpool. Merengues e Reds si daranno battaglia all’Olimpiyskiy Stadium di Kiev per vedere chi alzerà la Coppa dalle grandi orecchie: sarà Zidane contro Klopp, Ronaldo contro Salah ed anche tanto altro.

Le finaliste

Cristiano Ronaldo e Mohamed Salah

Real Madrid – Liverpool. Sabato 26 maggio 2018 si assegnerà la 13′ Champions dei Blancos o la sesta dei Reds.

Le finaliste della 63° edizione della Champions League sono fra le squadre più blasonate del panorama calcistico internazionale: il Real proverà a vincere la 13° Coppa e ad arricchire ulteriormente il suo già scintillante salone dei trofei, mentre i Reds tenteranno di far tornare il trofeo sulle rive del fiume Mersey (sarebbe la sesta volta) dopo la leggendaria e rocambolesca finale di Istanbul del 2005 contro il Milan. I Blancos puntano alla terza vittoria consecutiva, riuscita precedentemente solo negli anni ’70 ad Ajax e Bayern Monaco e puntando al quasi irraggiungibile record di quello storico Real Madrid che tra il ’55 ed il ’60 vinse ben 5 edizioni di fila grazie al talento di giocatori come Di Stefano e Puskas.

Real Madrid

Il gruppo, composto da veterani e da giocatori di livello assoluto, sembra compatto più che mai e, nonostante le vittorie degli ultimi anni, scenderà in campo con la vittoria come unico obiettivo, come sottolineato da Zidane. “Siamo il Real, questo club ragiona così: abbiamo sempre voglia di vincere qualcosa in più”. Occhi puntati sulla stella delle Merengues: Cristiano Ronaldo ha già siglato 15 reti in questa Champions nonostante un avvio di stagione decisamente sottotono. Il fuoriclasse portoghese è andato a segno in 3 delle 4 finali disputate fino ad ora. Ronaldo, che ha superato i 50 gol per l’ottava stagione consecutiva, ha anche infranto il muro dei 100 gol in Champions League e proverà a mettere l’ennesimo sigillo nella finale: ci aspettiamo una marcatura del portoghese, che difficilmente stecca nelle grandi occasioni. I Blancos sono favoriti per qualità e non solo: come ha sottolineato il tecnico dei Reds, il Real ha “esperienza da vendere”. Quest’anno abbiamo inoltre visto un Real Madrid vincitore in diversi scontri nonostante la squadra non avesse brillato particolarmente: un segno di grande cinismo e di compattezza del gruppo, che con umiltà ha lavorato sul collettivo per uscire da situazioni difficili, quali quelle nei quarti contro la Juventus ed in semifinale contro il Bayern.

Liverpool

Gli inglesi sono la rivelazione di questa Champions e hanno trovato nel tecnico Jürgen Klopp e nell’attaccante Mohamed Salah gli uomini chiave di questa strepitosa stagione. Bisognerà valutare però le condizioni dell’egiziano, che in stagione ha messo a segno ben 44 reti (32 in Premier) ma che ha deciso di seguire rigorosamente il Ramadan: giocherà quindi la finale quando sarà a digiuno da ormai 16 ore. Il gioco di Klopp è riuscito ad esaltare le doti di Salah affiancandogli giocatori come Mané e Firmino e formando un tridente stellare che ha realizzato una caterva di gol, ben 29 (uno in più rispetto a quelle siglate dalla “BBC” del Real nel 2013-2014) che hanno contribuito a stabilire il record di gol di una squadra in una singola edizione di Champions, ben 46. L’allenatore del Liverpool è conscio del divario tecnico e del bagaglio d’esperienza che divide le due squadre, ma ha ribadito che si può almeno limare tale differenza con la voglia, la prontezza, il lavoro e l’atteggiamento: conoscendo il tecnico tedesco ci aspettiamo una formazione spregiudicata, nonostante crediamo che i Reds possano fare più male con le ripartenze (come visto anche nelle gare contro la Roma).

Il cammino verso Kiev

Il Real giunge a questo appuntamento forte dell’esperienza maturata negli anni e delle certezze acquisite dopo aver eliminato in successione Paris Saint-Germain, Juventus e Bayern Monaco, soffrendo non poco contro queste ultime due squadre. Il Liverpool invece ha avuto un cammino differente, superando contro pronostico il Manchester City di Guardiola prima di estromettere dalla competizione due squadre di caratura inferiore come Porto e Roma.

La gara

Due formazioni dotate di una qualità offensiva eccelsa ma che a volte concedono qualcosa di troppo in fase difensiva. Il Liverpool ha commesso diversi errori contro la Roma, complicandosi la vita nei minuti finali di entrambi gli scontri. Ci aspettiamo una gara in cui il Real proverà a prendere le redini del gioco, mentre il Liverpool probabilmente attenderà il momento propizio per ripartire in contropiede. Sarà fondamentale vedere come Marcelo e Carvajal riusciranno a bilanciarsi tra fase offensiva e difensiva, visto il pericolo che rappresenta in ripartenza il tridente dei Reds. L’esterno brasiliano avrà il difficile compito di marcare Salah sull’out di sinistra e in questo scontro si deciderà buona parte della gara. Fondamentale sarà per il Liverpool gestire Ronaldo e Benzema: Zidane è orientato a schierare il 4-3-1-2 con Isco sulla trequarti a completare la formazione tipo. La difesa dei Reds, composta da Alexander-Arnold, Lovren, Van Dijk e Robertson avrà il suo bel da fare. La vittoria del Real nei 90’ è offerta a 2,2 mentre la quota dei Blancos vincenti la Coppa dopo supplementari e rigori è data a 1,65. L’Over 2,5 è quotato a 1,45.

Il pronostico*

Ci aspettiamo una gara divertente e con diverse marcature. Real favorito nei regolamentari ad una quota che stuzzica.

Consiglio principale: 1+Over 2,5. Fiducia medio bassa. Giocata più difficile ma quella che più ci convince. Entrambe le squadre sono dotate di un potenziale offensivo di altissimo livello ma fra le due vediamo meglio il Real. Possibile risultato esatto: 3-1.

Consiglio secondario: Real Coppa in mano 1,65. Fiducia alta. Per i più prudenti. Troppa la differenza qualitativa fra le due squadre, che affronteranno questa partita in maniera differente. Il Real è abituato a questi grandi palcoscenici, l’unico contro è che i Blancos hanno solo da perdere, visti i favori del pronostico.

Il bookmaker della settimana

BetFlag è il bookmaker della settimana. L’operatore italiano è presente sul mercato italiano dal 2012 ed è riuscito ad affermarsi come uno dei migliori bookies in circolazione. I punti di forza sono la grande offerta sul calcio, presente con circa 200 mercati, ed un buon payout (fra i più alti sul mercato). BetFlag offre ai propri utenti la possibilità di scommettere sui virtual sport ed anche il betting exchange. Ottima l’offerta sul tennis e gradevole la piattaforma streaming. Per i nuovi iscritti c’è a disposizione un Welcome Bonus di 200 euro, che permette di recuperare il 50% della prima scommessa nel caso in cui questa risulti perdente.

* Tutte le nostre selezioni sono fornite solo per l’intrattenimento e dovrebbero essere utilizzate solo per scopi informativi. Mentre usiamo la nostra esperienza e le nostre conoscenze per aiutarti a informarti per effettuare una scommessa oculata, non siamo responsabili di eventuali perdite che potrebbero derivare da risultati effettivi diversi da quelli previsti.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati