Pronostici Serie A 2020/21: quel gusto anni ’80 di Napoli – Milan

Finalmente archiviate le nazionali con una grande Italia, possiamo rituffarci nella Serie A 2020/21. Ottavo turno all’insegna del supermatch Napoli – Milan. Aspetteranno un passo falso delle rivali Sassuolo (contro il Verona), Roma (col Parma), Juventus, Atalanta e Inter: per loro impegni con Cagliari, Spezia e Torino.

Il big match della giornata: Napoli – Milan

Che partita, Napoli – Milan! Per i nostri lettori un po’ più agé, questa sfida riporta immancabilmente alle grandi partite di fine anni ’80: il Napoli di Maradona, Giordano e Careca contro il Milan degli olandesi e di Sacchi, con match che decidevano gli scudetti. Di spunti, in questa vera e propria classica del nostro calcio, ce ne sono a bizzeffe anche oggi, a partire da quel Ringhio Gattuso sempre più leader dei partenopei, ma inevitabilmente legato a doppio filo con Milanello. E poi, la sfida tra prima e terza forza del campionato, con due attacchi dal rendimento quasi uguale (15-16 per i rossoneri, i gol fatti) e due difese molto solide che hanno incassato solo sette gol; secondariamente, la grande attesa per un match che arriva dopo la pausa delle nazionali, con le incognite legate alla condizione dei giocatori e ai pochi allenamenti: Insigne sarà lo stesso imprendibile furetto visto in Nations League? Di sicuro è questo, l’incontro clou dell’ottava giornata della Serie A 2020/21, uno scontro che domenica sera celebrerà l’episodio numero 145, con un bilancio che vede fin qui 54 successi milanisti e 42 napoletani. Il San Paolo, però, è da 10 anni campo tabù per il Diavolo, che non ci vince dal 2010 e che nelle ultime cinque ha raccolto solo due pareggi e tre sconfitte.

Napoli – Milan
Il logo del Napoli Ultimi incontri VVVVV
Il logo del Milan Ultimi incontri SSVVV
  • Stadio: San Paolo
  • Domenica 22 novembre 2020 ore 20:45
  • Arbitro: Valeri
  • Le quote sull’1X2 1: 2.35 X: 3.40 2: 3.00

La sofferta ma importantissima vittoria contro il Bologna di quindici giorni fa ha proiettato il Napoli al terzo posto in classifica, in coabitazione con la Roma. La squadra di Gattuso, inutile girarci attorno, in questa stagione così particolare ormai non può più nascondere le proprie ambizioni di scudetto, anche se è lo stesso mister a gettare acqua sul fuoco. La sfida contro il Milan giunge dunque a fagiolo per verificare l’entità delle ambizioni dei partenopei. Ringhio dovrà fare però a meno dell’ottimo Osimhen, che ha riportato una lussazione alla spalla, ma anche di Ospina, acciaccatosi in Nazionale, Hysaj (tampone positivo) e Rrahmani. Ritorna però Bakayoko, che ha superato l’attacco febbrile. Il mister abbandonerà momentaneamente il 4-2-3-1 per tornare quindi al 4-3-3, con Meret tra i pali e una difesa a quattro composta da Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly e Mario Rui, con Bakayoko (peraltro ex fortemente seguito dai rossoneri nel mercato estivo) e Ruiz coadiuvati da Elmas sulla mediana e con Lozano, Mertens e un Insigne in grande spolvero dopo la Nazionale in avanti. Pronti a subentrare nella difesa Petagna per tornare al modulo con i trequartisti oppure Politano per dare fosforo in fascia.

Scontro di fuoco tra prima e terza: punta su Napoli – Milan con il welcome bonus di William Hill!

Il Milan che così bene sta facendo in campionato dovrà affrontare la grande partita con il Napoli privo del principale responsabile della buona strada percorsa dai rossoneri fin qui: Stefano Pioli infatti è risultato positivo al tampone da coronavirus e dovrà lasciare la panchina a Bonera, visto che anche il vice Murelli ha contratto il virus. Anche Leao, però, darà forfait, a causa di un problema al bicipite femorale rimediato con la under 21 portoghese. Romagnoli non è al massimo, ma stringerà i denti e sarà in campo. Assenze e acciacchi non possono certo intimorire i rossoneri, attesi a una prova che confermi quanto di buono mostrato fin qui. Prima della pausa, la sconfitta 3-0 in Europa League e il pareggio in extremis contro il Verona (sebbene bugiardo nel risultato, quanto a mole di gioco espressa) avevano mostrato un Diavolo un po’ a corto di freschezza: vedremo se la pausa avrà giovato, da questo punto di vista, ai milanesi. Che vedremo in campo con il consueto 4-2-3-1, a specchio degli avversari. Davanti a Donnarumma ecco Calabria, Kjaer, Romagnoli e Hernandez, con Bennacer e Kessie dighe di centrocampo. Alle spalle del capocannoniere del torneo Ibrahimovic, che non vuole più sbagliare rigori, i trequartisti saranno Saelemaekers, Calhanoglu e Rebic.

Pronostico: Ibrahimovic marcatore Sì (2.05). Fiducia alta. Ibracadabra è in gran forma, vuole scordare i troppi errori dal dischetto ed è il leader dei rossoneri. Queste sono le sue partite, e ipotizzarlo in rete non è affatto strano. Sarà comunque una grande sfida. 

Le altre partite della giornata

Tutto in programma tra sabato e domenica, l’ottavo turno della Serie A 2020/21 che culminerà nella sfida del San Paolo e con tutte le big pronte ad affrontare un periodo di fuoco tra campionato e coppe. Non poche, le partite da gustare sugli altri campi, a cominciare da un Verona – Sassuolo che mette di fronte due bellissime realtà di provincia del campionato, entrambe in posizioni altissime in classifica e capaci di proporre un gioco piacevole e ricco di personalità. Inter – Torino è un’altra sfida da seguire, con i nerazzurri che devono decisamente cambiare passo e un Toro in lenta crescita. La Juventus riceverà sabato sera il Cagliari, in un match da non sbagliare per risalire la china in classifica. Sempre sabato, in programma anche Crotone – Lazio (stesso discorso dei bianconeri, per gli aquilotti) e Spezia – Atalanta, meno scontata di quel che potrebbe sembrare per una Dea meno brillante di un anno fa. Domenica a pranzo, la nuova/vecchia Fiorentina di Prandelli esordisce in casa con un Benevento un po’ in crisi, mentre nel pomeriggio vedremo anche la Roma, che attende il Parma e cerca di fare a sportellate per le prime posizioni in classifica, e la Sampdoria contro il sempre ostico Bologna. Punti pesanti per la lotta-salvezza nella sfida tra Udinese e Genoa delle 18.00.

Crotone – Lazio
Il logo del Crotone Ultimi incontri VSSPP
Il logo della Lazio Ultimi incontri VVVVV
  • Stadio: Ezio Scida
  • Sabato 21 novembre 2020 ore 15:00
  • Arbitro: Sacchi
  • Le quote sull’1X2 1: 4.60 X: 3.80 2: 1.75

Sfida tra due squadre in una posizione di classifica non certo brillante, o comunque, nel caso della Lazio, corrispondente alle aspettative di inizio stagione, e che sono reduci entrambe da un pareggio nell’ultimo turno disputato. Lo 0-0 dei pitagorici contro il Torino parla di una squadra pronta a fare le barricate per non subire gol (i calabresi hanno la seconda peggiore difesa del torneo) e muovere una classifica che li vede all’ultimo posto, mentre l’1-1 contro la Juve della banda Inzaghi, grazie a un colpo di biliardo di Caicedo nel recupero, ha messo in mostra una Lazio decisamente d’acciaio dal punto di vista caratteriale, viste anche le numerose assenze e il clima non proprio idilliaco negli spogliatoi, tra i pasticci sui tamponi e le dichiarazioni forti di Luis Alberto in questa settimana. I biancocelesti non possono comunque perdere punti contro un avversario sulla carta superabile. Il Crotone sarà privo dello squalificato Luperto e degli acciaccati Molina e Riviere. Nel 3-5-2 di Stroppa, speculare a quello di Inzaghi, largo a Cordaz in porta, con Magallan, Marrone e Golemic in difesa. Benali, Cigarini e Vulic avranno in mano il centrocampo, con Pereira e Rispoli esterni. Davanti, Simy e Messias. In casa Lazio, ancora problemi tra infortuni e positività al coronavirus: out quindi Strakosha, Milinkovic Savic, Luiz Felipe, Vavro ed Escalante, con Immobile recuperato per la panchina. In campo vedremo Reina tra i pali, con Patric, Acerbi e Radu in difesa. Rientra Lazzari a destra, con Fares dall’altra parte e Akpro, Leiva (anche lui al rientro) e Luis Alberto in mezzo. Caicedo e Correa in attacco. Solo quattro i precedenti tra le due squadre, con due vittorie laziali e una, in casa, del Crotone.

Pronostico: Caicedo marcatore Sì (2.20). Fiducia medio-alta. Il buon Felipe è una sicurezza, per la Lazio: quando lo chiami risolve problemi, come nel turno precedente nel pari contro la Juve. Contro il Crotone, con Immobile in panca, potrebbe ripetersi.

Spezia – Atalanta
Il logo dello Spezia Ultimi incontri SPSSV
Il logo dell'Atalanta Ultimi incontri PVVVP
  • Stadio: Dino Manuzzi
  • Sabato 21 novembre 2020 ore 18:00
  • Arbitro: Rapuano
  • Le quote sull’1X2 1: 6.50 X: 4.80 2: 1.44

Lo Spezia si conferma una vera mina vagante della Serie A 2020/21, capace di prendere imbarcate quanto di dare fastidio a squadre più quotate (vedi pareggio con la Fiorentina) e di vincere fragorosamente, come contro il Benevento 15 giorni fa. Certo, la difesa subisce tanti gol (15), e contro l’Atalanta (primo attacco del torneo insieme al Sassuolo) questo non è mai un buon biglietto da visita, ma i ragazzi di Italiano stanno sicuramente vivendo la loro prima stagione in A con buona personalità. La Dea, invece, reduce dal pari in rimonta con l’Inter, nonostante un positivo sesto posto a quattro lunghezze dal Milan, sembra un po’ imballata e sicuramente meno brillante che in passato. Una partita da cui è lecito aspettarsi gioco e gol, comunque, anche se i bergamaschi non potranno non pensare agli imminenti impegni di Champions League. Parecchi gli assenti tra i liguri, che non avranno Bartolomei, Capradossi, Chabot, Galabinov, Ramos, Sala, Verde, Zoet e Maggiore. In campo vedremo Provedel tra i pali, con Mattiello (ex Dea, all’esordio), Terzi, Chabot e Bastoni a comporre il reparto arretrato. Estevez (in pole su Pobega), Ricci e Deiola saranno i centrocampisti, con Agudelo, Nzola e Gyasi in attacco. Qualche problema anche per gli orobici, privi di Caldara, Ruggeri e Piccini e con De Roon e Palomino allenati a parte e Malinovskyi positivo al covid-19. Gasp punterà su Romero, in ottima forma, Toloi e Djimsiti a protezione del rientrante Gollini, con Hateboer e Gosens (ritorno anche per lui) esterni e De Roon (o Pessina) e Freuler in mezzo. Davanti, più Lammers di Zapata assistito da Gomez e Pasalic. Prima volta in assoluto in A per le due squadre.

Pronostico: Over 3.5 (1.80). Fiducia medio-alta. Nonostante il probabile turnover, con la Dea in campo di gol se ne vedono (quasi) sempre. La difesa spezzina non è proprio la muraglia cinese, ma anche i liguri trovano il gol con una certa facilità. Bene per lo show.

Juventus – Cagliari
Il logo della Juventus Ultimi incontri PPVSS
Il logo del Cagliari Ultimi incontri VVSVS
  • Stadio: Allianz Stadium
  • Sabato 21 novembre 2020 ore 20:45
  • Arbitro: Maresca
  • Le quote sull’1X2 1: 1.33 X: 5.25 2: 9.00

Per la Juventus è il momento di reagire e tornare a ruggire: l’1-1 nel turno precedente contro la Lazio sa di beffa, è vero, ma è altrettanto innegabile che Pirlo non sia ancora riuscito a dare un’impronta definita alla squadra e che non sia più tempo di perdere punti, visto che il quinto posto e i tre pareggi nelle ultime cinque gare non possono suonare come soddisfacenti, alla Continassa. I moltissimi impegni ravvicinati che partiranno sabato sera dovrebbero suggerire un po’ di turnover, ma gli infortuni non consentiranno molte scelte al mister bianconero. Dall’altra parte un Cagliari protagonista di una brillante vittoria con la Samp nel turno precedente e dietro solo tre lunghezze rispetto ai bianconeri, e che sta dando prova di essere una compagine pungente ed equilibrata, oltre che ben allineata ai dettami di Di Francesco. Torino è comunque campo tabù per i sardi, che non vi vincono dal 2009 e che nelle ultime cinque prove hanno subito 4 pesanti ko, portando a casa solo un pareggio. Molti assenti di rilievo per i campioni d’Italia, che faranno a meno di Bonucci, Chiellini e Ramsey. Davanti a Szczesny vedremo dunque Demiral e Danilo con il rientrante De Ligt subito in campo. Cuadrado e Bernardeschi saranno gli esterni, con Arthur e l’ottimo Rabiot di questo periodo in mezzo. Davanti, Kulusevski trequartista alle spalle di CR7 e Morata. Non pochi anche gli indisponibili in casa casteddana, però, con Ceppitelli, Faragò e Lykogiannis indisponibili. Nel 4-2-3-1 di Di Francesco avremo Zappa, Walukiewicz, Godin e Tripaldelli in difesa, con Marin e Rog in mediana e il terzetto Sottil-Joao Pedro-Nandez a supporto di Simeone.

Pronostico: 1 + Over 3.5 (2.40). Fiducia alta. Nonostante il Cagliari sia squadra ostica da affrontare, le assenze e gli impegni europei, la Juventus non può più perdere terreno: i bianconeri cercheranno di prendere l’abbrivio per le tante prossime sfide.

Fiorentina – Benevento
Il logo della Fiorentina Ultimi incontri SSPSS
Il logo del Benevento Ultimi incontri VPSSV
  • Stadio: Artemio Franchi
  • Domenica 22 novembre 2020 ore 12:30
  • Arbitro: Ghersini
  • Le quote sull’1X2 1: 1.55 X: 4.33 2: 5.80

C’è grande entusiasmo, a Firenze, per il ritorno in panchina di Prandelli, che ha sostituito uno Iachini non particolarmente esaltante a livello di gioco e risultati e che soprattutto non è mai riuscito a scaldare il cuore di tifoseria e dirigenza. Il ritorno al passato con il tecnico bresciano potrebbe dare la giusta scossa a una squadra sicuramente capace di più dell’attuale dodicesima piazza. La partita con il Benevento potrebbe essere l’occasione giusta, anche perché la squadra di Pippo Inzaghi è giunta due settimane fa alla quarta sconfitta di fila, pregiudicando così l’ottimo avvio di stagione. Preoccupante soprattutto il reparto difensivo, che ha incassato 20 gol. Nella Viola, Callejon torna negativo al coronavirus e Pezzella stringe i denti per esserci. Il mister medita un ritorno a quattro in difesa, ma dovrebbe comunque esordire con il 3-5-2. In campo davanti a Dragowski vedremo Milenkovic insieme a Caceres, dirottato in mezzo, e Igor (o Pezzella). Castrovilli, Pulgar e Amrabat saranno i costruttori di gioco, con Biraghi a destra e Kouame a sinistra. Davanti, Ribery con Vlahovic. Tra i campani, invece, daranno forfait lo squalificato Caprari e gli infortunati Tuia e Iago Falque. Inzaghi cercherà di rintuzzare le offensive toscane con Montipò tra i pali, Letizia, Glik, Caldirola e Barba in difesa e Hetemaj, Schiattarella e Dabo a centrocampo. Davanti, Moncini in vantaggio su Lapadula, reduce dall’esordio nella nazionale peruviana, assistito da Sau e Insigne. Solo due i precedenti in A, con altrettante vittorie viola e zero gol all’attivo per i giallorossi.

Pronostico: 1 + Over 2.5 (2.00). Fiducia medio-alta. Prandelli vuole riportare entusiasmo in una piazza depressa. Il Benevento è in crisi di risultati, più che di gioco, e forse ha perso un po’ di garra. Occasione per la Viola per partire di slancio col nuovo mister.

Sampdoria – Bologna
Il logo della Sampdoria Ultimi incontri SSSPS
Il logo del Bologna Ultimi incontri VPSSV
  • Stadio: Luigi Ferraris
  • Domenica 22 novembre 2020 ore 15:00
  • Arbitro: Marinelli
  • Le quote sull’1X2 1: 2.55 X: 3.50 2: 2.70

Una sosta tutto sommato benefica, per Sampdoria e Bologna, che prima della pausa avevano incassato altrettante sconfitte, rispettivamente contro Cagliari e Lazio. Se però la situazione dei blucerchiati è buona, con un decimo posto decisamente tranquillo, quella degli emiliani, giunti al 4’ ko in cinque partite, è più critica e vede la banda-Mihajlovic in un poco rassicurante quattordicesimo posto. Partita piuttosto delicata per entrambe, comunque, e che può costituire l’occasione per ripartire di slancio. Nelle ultime cinque disputate a Marassi, quattro successi blucerchiati e uno solo felsineo per questa miniclassica della Serie A che domenica celebrerà la sua replica numero 97. Problemi in difesa per Ranieri, che non avrà gli squalificati Augello e Tonelli, oltre all’infortunato Keita. Gabbiadini torna almeno per la panchina. Davanti a Audero vedremo dunque Bereszynski, Yoshida, Colley e il redivivo Regini in difesa, con Candreva e Jankto esterni di centrocampo e Thorsby e Ekdal in mezzo. Attacco composto da Quagliarella e Ramirez. Nel Bologna, lungo elenco di appiedati dagli infortuni, con Dijks, Mbaye, Medel, Poli ,Sansone, Santander e Skov Olsen. Scelte obbligate per Miha, allora, con Skorupski difeso da De Silvestri, Danilo, Tomiyasu e Hickey. Barriera di centrocampo composta da Schouten e Svanberg, mentre i soliti Orsolini, Soriano e Barrow innescheranno Palacio.

Pronostico: 1 (2.55). Fiducia media. Vediamo meglio la Sampdoria, che nonostante il ko con il Cagliari dà l’impressione di essere in un momento migliore rispetto alla banda-Mihajlovic. Partita comunque difficile da decifrare, come confermano le quote dei bookie.

Roma – Parma
Il logo della Roma Ultimi incontri PVPVS
Il logo del Parma Ultimi incontri SVSSS
  • Stadio: Olimpico
  • Domenica 22 novembre 2020 ore 15:00
  • Arbitro: Manganiello
  • Le quote sull’1X2 1: 1.47 X: 5.00 2: 6.00

Davvero una bella Roma, quella che si appresta ad affrontare il Parma. Reduce dalla vittoria contro il Genoa, segnata dalla tripletta di un Mkhitaryan super, la squadra di Fonseca si ritrova attualmente quarta a 14 punti insieme al Napoli e vede il Milan, a sole tre lunghezze. Dal canto suo, il Parma è in lieve ripresa, grazie a tre pareggi e una vittoria nelle ultime cinque giornate, anche se i ragazzi di Liverani stanno ancora facendo parecchia fatica a ingranare, come testimonia l’attuale quindicesimo posto. Facile immaginare i ducali molto chiusi per cercare di portare a casa almeno un punto contro una squadra in buona forma nonostante le moltissime assenze, tra positività ai tamponi e infortuni. I giallorossi saranno infatti privi, tra gli altri, di Dzeko, Kumbulla, Pastore, Pellegrini, Fazio, Santon e Zaniolo, con un undici obbligato e formato da Mirante, Mancini, Smalling (seppure reduce da infezione alimentare) e Ibanez nel reparto arretrato, e con Karsdorp e Spinazzola esterni coadiuvati in mezzo al campo da Veretout e Cristante. Davanti, Mkhitaryan e Pedro cercheranno di aprire spazi per Mayoral. Più rosea la situazione tra gli emiliani, privi comunque di Cornelius. Liverani potrà optare per un 5-3-2 composto da Grassi, Iacoponi, Gagliolo, Alves e Pezzella a protezione di Sepe e con Cyprien, Hernani e Kucka a centrocampo. Davanti, Inglese e Gervinho. Quattro successi romanisti e un pari nelle ultime cinque all’Olimpico, campo da cui il Parma non esce vincitore addirittura dal 1997.

Pronostico: Pedro marcatore Sì (2.20). Fiducia medio-alta. Lo spagnolo, insieme a Mkhitaryan, è in stato di grazia e anche se davanti non ci sarà Dzeko può sempre far male. Partita molto interessante, occhio anche all’Over 3.5, quotato sopra al 2.00.

Verona – Sassuolo
Il logo del Verona Ultimi incontri PPPPP
Il logo del Sassuolo Ultimi incontri SSVSS
  • Stadio: Marcantonio Bentegodi
  • Domenica 22 novembre 2020 ore 15:00
  • Arbitro: Fabbri
  • Le quote sull’1X2 1: 3.20 X: 3.70 2: 2.15

Dobbiamo dire che nutriamo non poche aspettative su questo Verona – Sassuolo da alta classifica, che mette di fronte la prima difesa e il primo attacco della Serie A, ma soprattutto due realtà che stanno veramente facendo parlare di sé, a suon di risultati e bel gioco, anche se l’ultima uscita degli emiliani (lo scialbo pareggio contro l’Udinese) smentisce un po’ la nostra affermazione. A ogni modo, gli scaligeri e i neroverdi sono rispettivamente a meno cinque e meno due dalla vetta, e niente impedisce loro di sognare, o quanto meno di celebrare con una gara giocata a viso aperto il bell’inizio di stagione (e ci rendiamo conto che dicendo così, ci auto-gufiamo e probabilmente l’esito finale sarà un chiusissimo 0-0, ma tant’è!). Va detto che entrambi i club devono affrontare numerosi problemi di formazione. Infortuni di vario genere terranno fuori dal campo tra gli altri, per Juric, Benassi, Lazovic, Gunter, Lovato e soprattutto Faraoni. Nei giallo-blu dunque vedremo Silvestri in porta, con Ceccherini, Cetin e Magnani in difesa. Tameze e Dimarco saranno gli esterni, con il rientrante Veloso e Dawidowicz dirottato in mezzo. Kalinic unica punta, assistito da Barak e Zaccagni, recuperato. Anche De Zerbi non ride, però, perché nell’infermeria del Sassuolo ci sono ancora Caputo, Chiriches, Defrel, Magnanelli e Romagna, mentre il recuperato Djuricic dovrebbe partire dalla panchina. Il modulo del tecnico bresciano non cambia con gli interpreti, però, e dunque il 4-2-3-1 vedrà in campo Consigli, difeso da Muldur, Ayhan, Ferrari e Rogerio. Locatelli e Lopez saranno i baluardi in mezzo al campo, con il trio di trequartisti formato da Berardi, Traore e Boga alle spalle di Raspadori. Assoluto equilibrio nei dieci confronti precedenti, con quattro vittorie a testa. Al Bentegodi, invece, due per parte.

Pronostico: Over 3.5 (2.25). Fiducia medio-alta. Partita incertissima, come confermano le quote. Prevarranno gli attacchi o le difese? Noi puntiamo (e speriamo, per il nostro divertimento) sui primi. Se puntate invece sulle difese, l’Under 2.5 (2.37) attrae.

Inter – Torino
Il logo dell'Inter Ultimi incontri PVPPS
Il logo del Torino Ultimi incontri PVSPP
  • Stadio: Giuseppe Meazza
  • Domenica 22 novembre 2020 ore 15:00
  • Arbitro: La Penna
  • Le quote sull’1X2 1: 1.33 X: 5.50 2: 8.50

Arriva un bel momento della verità anche per Inter e Torino, dopo la pausa. I nerazzurri avvieranno un ciclo di partite importantissime: un mese di fuoco che dovrà dire la verità sulla reale consistenza della squadra tra campionato e Champions League, mentre i granata, apparsi sì in lieve crescita ma reduci da un non esaltante pareggio contro il Crotone nell’ultimo turno, devono cercare di scrollarsi di dosso le ultime posizioni della graduatoria. Conte cercherà di invertire la rotta dei suoi, che nelle ultime cinque giornate hanno vinto una sola volta, con tre pareggi e una sconfitta in mezzo. Non facilissimo però, viste le numerose assenze, per lo più dovute a positività ai tamponi (maturate proprio durante la scriteriata sosta per le nazionali). Rimarranno alla Pinetina infatti Brozovic, Kolarov e Padelli, oltre agli acciaccati Pinamonti, Sensi e Vecino. Scelte obbligate o quasi dunque, con Handanovic che sarà difeso da Skriniar, De Vrij e Bastoni. A centrocampo, Hakimi e Young sulle fasce, con Vidal e Gagliardini in mezzo e Barella alle spalle del rientrante Lukaku e di Lautaro. Più rosea la situazione-assenze nel Toro, con Giampaolo che dovrà rinunciare ai soli Baselli e Izzo. Davanti a Sirigu, i quattro difensori saranno Singo, Bremer, Lyanco e Rodriguez. Il centrocampo sarà affidato a Meite, Rincon e Linetty, con Lukic trequartista alle spalle di Verdi e Belotti. Due vittorie interiste e una granata nelle ultime cinque a San Siro.

Pronostico: Lukaku Primo Marcatore (4.00). Fiducia media. Dopo le prestazioni super con il Belgio, Big Rom sembra essere tornato in piena forma. Nella sfida a distanza con un grande centravanti come Belotti puntiamo sulla quota maggiorata per il primo gol. 

Udinese – Genoa
Il logo dell'Udinese Ultimi incontri VSPPS
Il logo del Genoa Ultimi incontri SSSSV
  • Stadio: Dacia Arena
  • Domenica 22 novembre 2020 ore 18:00
  • Arbitro: Calvarese
  • Le quote sull’1X2 1: 1.88 X: 3.60 2: 4.20

Sfida thrilling tra penultima e terzultima della classe, quella tra Udinese e Genoa, e punti che cominciano ad avere un certo peso specifico. Non parliamo certo di due compagini dal gioco brillante, va detto, nonostante entrambe abbiano gli uomini per potersi esprimere meglio di quanto successo finora. A parziale scusante di entrambi vanno citati in un caso un calendario non semplicissimo (i friulani) e nell’altro il focolaio di coronavirus che ha colpito i liguri. A ogni modo, entrambe devono rimboccarsi le maniche e cercare di risalire la china. I bianconeri sono reduci da un pari senza emozioni contro il Sassuolo, mentre il Grifone dalla furia-Mkhitaryan, che con una tripletta li ha messi ko nel match con la Roma. Gotti dovrà fare a meno di Coulibaly, Jajalo, Pereyra, Prodl e Walace. Davanti a Musso vedremo Becao, Nuytinck e Samir, mentre Pereyra, Arslan e De Paul presidieranno il centrocampo e Larsen e Zeegelaar le fasce. Davanti, Pussetto con Okaka. Anche il Genoa ha i suoi bravi infortunati, con Cassata, Criscito, Pjaca e Zappacosta, mentre Zapata è negativo al tampone. Maran opterà per un 4-3-2-1 formato da Biraschi, Goldaniga, Bani e Pellegrini davanti a Perin, con Rovella, Badelj e Behrami in mezzo e Zajc e Pandev a innescare Scamacca. Tre vittorie friulane e due pari nelle ultime cinque alla Dacia Arena, terreno di gioco che data al 2014 l’ultima vittoria rosso-blu.

Pronostico: Under 2.5 (1.85). Fiducia medio-alta. Due squadre che non hanno un gran feeling con il gol, una situazione di classifica poco simpatica e la necessità di fare punti: ci sono margini per una gara rognosa e in cui si baderà al sodo più che al bel gioco.

La multipla della giornata*

Partita Giocata Quota Quota cumulativa
Napoli – Milan Ibrahimovic marcatore Sì 2.05 2.05
Spezia – Atalanta Over 3.5 1.80 3.69
Juventus – Cagliari 1 + Over 3.5 2.40 8.85
Roma – Parma Pedro marcatore Sì 2.20 19.48
Verona – Sassuolo Over 3.5 2.25 43.83
Inter – Torino Lukaku Primo Marcatore 4.00 175.34

Sei eventi per una multipla che senza bonus supera quota 175.00: con 10 euro la vincita potenziale supera i 1.750 euro.

La Serie A riparte dopo la sosta-Nazionali. Punta sull’ottava giornata con le quote di William Hill!

Il bookmaker per l’ottava giornata di campionato

Un nome che conoscono tutti, anche quelli che i bookmaker li avevano solo visti in pubblicità (prima dell’approvazione del Decreto Dignità, s’intende!). William Hill, l’operatore che abbiamo scelto per i pronostici dell’ottava giornata della Serie A 2020/21, è una garanzia per gli appassionati di betting. Competenza, esperienza decennale e una proposta impeccabile in termini di palinsesto e mercati (circa 400), comprese ovviamente le giocate live. A questo si aggiunge una app decisamente comoda e intuitiva nell’uso e un apparato di promozioni decisamente soddisfacente, a cominciare dal goloso bonus benvenuto, che può raggiungere i 215€, e dalle offerte sul calcio, sport nel quale, specialmente per il campionato italiano, si fanno registrare anche ottimi payout.

*Tutte le nostre selezioni sono fornite solo per l’intrattenimento e dovrebbero essere utilizzate solo per scopi informativi. Mentre usiamo la nostra esperienza e le nostre conoscenze per aiutarti a informarti per effettuare una scommessa oculata, non siamo responsabili di eventuali perdite che potrebbero derivare da risultati effettivi diversi da quelli previsti.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
Il logo della Serie A, un calciatore in azione e la scritta Consigli scommesse 8° giornata

Articoli correlati