Pronostici di Serie A 2019/2020: ventunesima giornata

Seconda giornata di ritorno per la Serie A 2019/20: ci aspetta un turno davvero da leccarsi i baffi. La capolista Juventus è attesa dal Napoli per una classicissima del nostro campionato, mentre il derby di Roma vale il terzo posto e promette spettacolo. L’Inter scatenata sul mercato ospita in casa il Cagliari, l’Atalanta va a Torino.

Il big match della giornata: Roma – Lazio

In una giornata in cui c’è Napoli – Juventus, che fino all’anno scorso decideva lo scudetto e invece quest’anno, per “colpa” del Napoli, è “solo” una classica del campionato, il big match della ventunesima giornata della Serie A 2019/20 è il derby tra Roma e Lazio. Quella di domenica alle 18.00 sarà la stracittadina numero 152, con i giallorossi in vantaggio per numero di vittorie (54-38, con 59 pareggi): nelle ultime cinque sfide in “casa” romanista, tre successi giallorossi e uno biancoceleste. Sarà la sfida tra la terza (la Roma) e la quarta forza del torneo. Straordinaria la corsa della Lazio, giunta all’undicesima vittoria consecutiva e al terzo posto a sei punti dalla Juve capolista, ma con una partita in meno. In settimana, entrambe hanno patito l’eliminazione dalla Coppa Italia: più rumorosa quella laziale per mano del Napoli, più netta quella della Roma contro la Juve: le scorie della sconfitta potrebbero avere qualche peso nel derby, anche nelle scelte finali degli allenatori per la formazione. All’andata finì 1-1.

Roma – Lazio
Il logo della Roma Ultimi incontri VVVVV
Il logo della Lazio Ultimi incontri SSVVV
  • Stadio: Olimpico
  • Domenica 26 gennaio 2020 ore 18:00
  • Arbitro: Calvarese
  • Le quote sull’1X2 1: 2.75 X: 3.60 2: 2.45

Moltissimi, gli spunti di interesse del derby capitolino: come sempre, del resto, ma quest’anno, vista la brillante stagione delle due squadre, le ragioni per seguire il match sono ancora di più. La Roma è stata capace di assorbire la filosofia improntata al gioco e alla costruzione di mister Fonseca, nonostante una stagione falcidiata dagli infortuni (ultimo, quello di Zaniolo). Per la stracittadina, daranno forfait anche Zappacosta, Mkhitaryan, Fazio e Perotti. Il mister portoghese si affiderà così in difesa al “redivivo” Spinazzola sulla fascia destra (ma occhio a Florenzi), con il rientrante Kolarov a sinistra e la coppia Mancini-Smalling in mezzo. Veretout e Cristante saranno gli incontristi in mezzo al campo, perché Diawara si è fermato nella sfida di Coppa Italia con la Juve. La fase offensiva, oltre all’irrinunciabile terminale-Dzeko, vedrà giostrare alle spalle del bosniaco Under, in grande ripresa, il rientrante Kluivert e soprattutto l’ottimo Pellegrini di questo periodo (che è però diffidato).

Una stracittadina che promette emozioni: punta su Roma – Lazio con il welcome bonus di William Hill!

Undici vittorie di fila in campionato, 46 gol fatti (secondo attacco del torneo) e solo 18 subiti (anche qui, seconda miglior difesa della Serie A), terzo posto in classifica con vista sui primi due, visto che i punti di distacco dalla vetta sono sei ma con una partita in meno: la stagione della Lazio ormai scomoda solo aggettivi superlativi, e i ragazzi di Inzaghi non possono più nascondere la loro ambizione per lo scudetto. A mettere un piccolo inceppo in questo meccanismo oliato e apparentemente inarrestabile ci ha pensato però in settimana il Napoli, che ha eliminato gli aquilotti dal torneo in cui negli ultimi anni hanno raccolto più allori, la Coppa Italia. Giocoforza, l’undici che i laziali (che ora, senza coppe, potranno concentrarsi unicamente sul campionato) metteranno in campo risentirà delle scorie del match con i partenopei. Il tecnico dovrebbe comunque puntare sul ticket Immobile (23 gol per lui, capocannoniere della Serie A)-Correa, che ha recuperato, schierando eventualmente Parolo al posto di un Luis Alberto ancora in forse. Leiva sarà come sempre il perno in mezzo al campo. Lulic e Lazzari presidieranno le fasce, con Milinkovic-Savic interno. Difesa: possibile il rientro di Luiz Felipe insieme ad Acerbi e Radu.

Pronostico: Over 3.5 (2.37). Fiducia alta. La Lazio segna gol a raffica, ma anche la Roma gioca sempre in attacco. Il clima da derby farà il resto: ci sono margini per una gara ricca di gol. Occhio anche a Immobile Marcatore, dopo il buffo rigore sbagliato col Napoli.

Le altre partite della giornata

L’altra sfida di cartello della ventunesima giornata della Serie A 2019/20 è, lo abbiamo già preannunciato, Napoli – Juventus, in programma domenica sera dopo cena: la curiosità per vedere se la vittoria in Coppa Italia rappresenterà una svolta nella abbondantemente deficitaria stagione partenopea è ghiotta, ma la Juve sembra aver iniziato l’enneima fuga-scudetto. Il turno prenderà comunque il via venerdì sera, con l’anticipo tra Brescia e Milan. Tre gli incontri di sabato: Spal – Bologna vale tantissimo in chiave-salvezza, così come Fiorentina – Genoa. Alla sera, Torino – Atalanta ci dirà se i bergamaschi hanno assorbito la sberla del ko con la Spal nel turno precedente. Domenica a pranzo è la volta dell’Inter: i nerazzurri ospitano il Cagliari, ma soprattutto non possono più permettersi di perdere punti, visto che la Juve vola e la Lazio preme alle spalle. Tre le sfide nel pomeriggio, che vedono in palio punti importanti non solo per la salvezza: Parma – Udinese, Samporia – Sassuolo e Verona – Lecce ci daranno sentenze importanti per definire le zone medio-basse della classifica.

Brescia – Milan
Il logo del Brescia Ultimi incontri VSSPP
Il logo del Milan Ultimi incontri VVVVV
  • Stadio: Mario Rigamonti
  • Venerdì 24 gennaio 2020 ore 20:45
  • Arbitro: Valeri
  • Le quote sull’1X2 1: 5.00 X: 3.90 2: 1.70

Non il migliore dei clienti possibili, per una squadra alla disperata ricerca di punti come il Brescia, questo Milan. I rossoneri di Pioli, con l’arrivo di Ibrahimovic, hanno finalmente trovato una solidità mentale e una quadratura tattica che permette ai tifosi di sperare quanto meno in una seconda parte di stagione all’insegna delle soddisfazioni, così assenti nel girone d’andata. Per le rondinelle, invece, si tratta di una gara da non sbagliare, per non perdere terreno dalle rivali per la salvezza. Si affrontano due attacchi non proprio prolifici (19 e 21 gol rispettivamente); il Brescia ha il peggior rendimento interno del torneo (1V, 2N, 7S), mentre il Milan in trasferta o vince o perde (0 i pareggi in stagione). Corini sarà privo dello squalificato Balotelli: sarà quindi Torregrossa-Donnarumma il tandem offensivo, con Skrabb che scalpita ma partirà dalla panchina: il trequartista sarà così Romulo, coadiuvato da Tonali, Dessena e Bisoli. Dietro, Cistana e Chancellor centrali, Sabelli e Mateju esterni. Nel Milan (in cui c’è da gestire il caso-Paquetà, con il brasiliano che ha chiesto di non essere convocato), indisponibili Biglia e Calabria, recuperano Calhanoglu e Musacchio, che partiranno titolari: il secondo spedisce Kjaer in panchina e sarà centrale con Romagnoli, mentre Conti e lo strepitoso Hernandez di questo periodo presidieranno le fasce. Nonostante Rebic scalpiti, Ibra e Leao saranno le punte, con il turco (più di Bonaventura) e Castillejo (anche lui in buona forma) esterni, e Kessie e Bennacer in mezzo. 1-0 per i rossoneri all’andata: nelle ultime cinque al Rigamonti, due successi milanisti e due pareggi.

Pronostico: Ibrahimovic Marcatore (1.95). Fiducia medio-alta. Il Milan in palla di questo periodo non dovrebbe aver problemi a vincere. Scegliamo un mercato “romantico”: Ibra torna nello stadio in cui 16 anni fa segnò il primo gol italiano. Si ripeterà?

Spal – Bologna
Il logo della Spal Ultimi incontri SPSSV
Il logo del Bologna Ultimi incontri PVVVP
  • Stadio: Paolo Mazza
  • Sabato 25 gennaio 2020 ore 15.00
  • Arbitro: Fabbri 
  • Le quote sull’1X2 1: 3.00 X: 3.30 2: 2.40

Importantissima, inaspettata e capace di farti svoltare la stagione: la vittoria esterna della Spal sul difficilissimo campo di Bergamo di lunedì scorso potrebbe davvero aver messo le ali ai ferraresi, che stanno cercando disperatamente di conquistare la permanenza in Serie A con una squadra che, per decisioni di mercato e infortuni, è decisamente inferiore a quella dell’anno scorso. Il derby emiliano con il Bologna tostissimo di Mihajlovic è allora l’occasione per testare se quella con i bergamaschi è stata una vittoria fuoco di paglia oppure l’inizio della rinascita. I felsinei stanno dal canto loro attraversando una stagione decisamente discontinua, in cui buoni risultati si alternano a fasi di stallo, come quella attuale, con due pareggi e una sconfitta nelle ultime tre. Spal che, col morale alle stelle, sarà priva dei lungodegenti Fares e D’Alessandro. Di fianco a Petagna in attacco ci sarà Di Francesco. Alle loro spalle, linea a cinque con Strefezza e Reca esterni, Missiroli perno centrale e Valoti e Dabo (ottimo il suo arrivo a gennaio) interni. Consueti “pretoriani” in difesa saranno Cionek (ma occhio a Tomovic), Vicari e Igor. Nelle file rossoblu, non pochi i problemi di formazione: accanto agli infortunati Dijks, Krejci, Medel e Denswil daranno forfait gli squalificati Bani e Sansone. I tre dietro l’unica punta Palacio saranno così Orsolini, Soriano e il neoarrivato Barrow, con l’altro nuovo innesto Dominguez e Schouten a far girar palla a centrocampo. Tomiyasu, Danilo, Paz e Mbaye presidieranno la porta difesa da Skorupski. Due vittorie a testa nelle ultime cinque al Mazza, all’andata terminò 1-0 per il Bologna. La Spal ha il peggiore attacco della Serie A (14 gol).

Pronostico: 1X (1.57). Fiducia media. Il derby emiliano mette in palio punti pesantissimi: la Spal ci arriva con il morale a mille, il Bologna con una formazione quasi sperimentale, e il Mazza è campo ostico. Non vediamo i ferraresi uscirne senza punti.

Fiorentina – Genoa
Il logo della Fiorentina Ultimi incontri PPVSS
Il logo del Genoa Ultimi incontri VVSVS
  • Stadio: Artemio Franchi
  • Sabato 25 gennaio 2020 ore 18.00
  • Arbitro: Orsato
  • Le quote sull’1X2 1: 1.72 X: 3.70 2: 5.00

Da quando in panchina si è seduto Iachini, la Viola non ha più perso, concedendosi anche il lusso di espugnare nettamente il San Paolo nell’ultimo turno. Una stagione che invece assomiglia a un calvario, quella del Genoa, che dopo la sconfitta contro la Roma occupa in solitaria l’ultimo posto con soli 14 punti. Lontano da Marassi, inoltre, il Grifone ha il peggior score del torneo, visto che non ha ancora mai vinto. I cambi in panchina, per di più, non hanno prodotto i risultati sperati, in casa ligure, e anche se mister Nicola predica calma, l’atmosfera a Genova non è certo delle migliori. In casa viola, oltre al lungodegente Ribery non ci saranno lo squalificato Dalbert e l’acciaccato Boateng. Iachini si affiderà comunque al 3-5-2 (come del resto il Genoa), con Milenkovic, Pezzella e Caceres in difesa; Pulgar sarà il regista a centrocampo, con Benassi e Castrovilli, ormai inamovibile, interni e Lirola e Venuti sulle fasce. Fiducia al tandem Chiesa-Cutrone in avanti, nonostante un Vlahovic super. Nel Genoa, oltre a Kouame non ci saranno Cassata (squalificato), Lerager e Zapata. In attacco ci saranno Pandev e Sanabria, con Ankersen, Sturaro, Schone, Jagiello e Barreca a comporre la cinquina di centrocampo; in difesa rientra Criscito, affiancato da Romero e Biraschi. All’andata fu 2-1 per i liguri, nelle ultime cinque al Franchi quattro pareggi e un successo viola.

Pronostico: 1 (1.72). Fiducia medio-alta. Iachini ha portato calma e fiducia nell’ambiente, e con lui la Fiorentina è tornata a essere una squadra combattiva. Il Genoa invece ci sembra decisamente alla deriva, e vediamo difficile la possibilità di evitare un altro ko.

Torino – Atalanta
Il logo del Torino Ultimi incontri SSPSS
Il logo dell'Atalanta Ultimi incontri VPSSV
  • Stadio: Olimpico Grande Torino
  • Sabato 25 gennaio 2020 ore 20.45
  • Arbitro: Guida
  • Le quote sull’1X2 1: 4.75 X: 4.00 2: 1.70

Sfida bella tosta tra due squadre uscite dall’ultima giornata con le ossa rotte. Ma se il ko patito dai granata a Sassuolo non poteva essere alla vigilia del tutto imprevedibile, la sconfitta interna della Dea contro la Spal è sicuramente ben più rumorosa. Occasione immediata per il riscatto, dunque, per i club di Mazzarri e Gasperini. Il Torino insegue l’Europa (il pass per il sesto posto dista al momento solo tre punti, e un passo falso in contemporanea del Cagliari sarebbe oro per i piemontesi) e deve quindi cercare di ottenere il massimo. Anche i nerazzurri, però, che si sono visti soffiare il quarto posto dalla Roma, devono cercare di tornare in carreggiata, forti dell’esplosivo attacco (50 gol, il migliore della Serie A) che fino ad ora tanto ha impressionato. Per la sfida numero 102 tra le due squadre (tre pareggi e due successi granata nelle ultime cinque a Torino: per trovare una vittoria atalantina bisogna andare al 2007), Mazzarri avrà qualche problema di organico: non ci saranno Ansaldi, Baselli e Zaza, acciaccati, e Rincon e Aina, squalificati. Saranno quindi Berenguer e Verdi gli “scudieri” in attacco di Belotti, mentre Lukic e Meité giocheranno in mezzo, con Laxalt e De Silvestri esterni. Izzo, Nkoulou e Djidji presidieranno la difesa. Pochi dubbi per gli orobici, alle prese con l’assenza del solo Castagne. Davanti il trio delle meraviglie Ilicic-Gomez-Zapata, anche se il Papu non è al 100%; a centrocampo Gosens e Hateboer esterni, con De Roon e Pasalic (più di Freuler) a far legna; Toloi, Palomino e Djimsiti comporranno la difesa. Panca per Malinovski e Muriel, nonché per il nuovo arrivo Czyborra. 3-2 per il Toro all’andata.

Pronostico: 2 + Over 2.5 (2.40). Fiducia medio-alta. I bookies non credono in questo Torino, ma secondo noi l’Atalanta dovrà sudare parecchio per averne ragione, e il suo attacco superprolifico sarà costretto a fare gli straordinari per prendere i tre punti.

Inter – Cagliari
Il logo dell'Inter Ultimi incontri SSSPS
Il logo del Cagliari Ultimi incontri VPSSV
  • Stadio: Giuseppe Meazza
  • Domenica 26 gennaio 2020 ore 12.30
  • Arbitro: Manganiello
  • Le quote sull’1X2 1: 1.32 X: 5.25 2: 10.00

Si sono affrontate non più tardi di due settimane fa in Coppa Italia, e per l’Inter fu una passeggiata di salute o quasi: in campionato però, c’è da crederlo, sarà tutta un’altra storia, anche perché il Cagliari non vuole appannare ulteriormente una stagione fin qui strepitosa che, terminasse oggi, significherebbe Europa League, anche se nelle ultime cinque partite sono arrivati un pari e 4 ko. Anche l’Inter però sembra patire un po’ di quella “sindrome da gennaio” che negli ultimi anni ha spesso colpito i milanesi: la Juve è in fuga, però, e la Lazio fa sentire il fiato sul collo, perciò non si possono più lasciare punti per strada. I nerazzurri (terzo attacco e prima difesa del torneo) hanno qualche problema di formazione soprattutto sulla destra, visto che Candreva è squalificato, D’Ambrosio appena tornato disponibile e Lazaro in partenza per Newcastle: Conte dovrebbe scegliere comunque D’Ambrosio sulla destra, gettando nella mischia il nuovo arrivato Young, ma sulla sinistra, in un reparto che patirà la pesante assenza dello squalificato Brozovic (rimpiazzato da Borja Valero) e sarà completato da Barella e Sensi. Difesa a tre con Skriniar, De Vrij e Bastoni, attacco con Lukaku e Martinez. In attesa di felici notizie per l’arrivo di Eriksen, sarà panchina per l’altro nuovo acquisto Victor Moses. Nei sardi, out per squalifica Pisacane, che si aggiunge agli infortunati Pavoletti, Cacciatore e Ceppitelli. Inamovibili in attacco Nainggolan, Simeone e Joao Pedro, a centrocampo vedremo Ionita (Rog è out), Cigarini e Nandez. Difesa da inventare per Maran, che sceglierà Faragò e Pellegrini in fascia e affiancherà Walukiewicz a Klavan in mezzo. 2-1 per l’Inter all’andata, ultime cinque a San Siro in grandissimo equilibrio, con due successi per parte.

Pronostico: Gol (1.80). Fiducia media. L’Inter è favorita per valori assoluti e perché non può perdere altro terreno dalla Juve in fuga, ma col Cagliari non sarà uno scherzo come in Coppa Italia: i sardi possono far male. Occhio anche a Joao Pedro Marcatore a 3.20.

Parma – Udinese
Il logo del Parma Ultimi incontri PVPVS
Il logo dell'Udinese Ultimi incontri SVSSS
  • Stadio: Ennio Tardini
  • Domenica 26 gennaio 2020 ore 15:00
  • Arbitro: Sozza
  • Le quote sull’1X2 1: 2.40 X: 3.20 2: 3.10

Parma e Udinese arrivano entrambe da una sconfitta nel turno precedente, ma se quella dei ducali contro la Juve tutto sommato ci può stare, quella dei friulani contro il Milan fa più male, perché giunta in piena zona Cesarini dopo una gara che li aveva visti in vantaggio per diversi minuti. Il Parma sta comunque disputando una stagione decisamente esaltante, che vede gli emiliani addirittura a ridosso della zona-Europa League, mentre l’Udinese, con 24 punti in saccoccia, è sufficientemente lontana, al momento, dallo spauracchio retrocessione, ma non può certo tirare i remi in barca, soprattutto considerando che l’attacco bianconero, con soli 19 gol all’attivo, non è esattamente tra i più prolifici. Parma ancora con emergenza in attacco, viste le assenze di Gervinho e Inglese (oltre a quelle di Karamoh e Grassi): D’Aversa si affiderà ancora a Cornelius, affiancato da Kulusevski e Kurtic. Centrocampo a tre con Scozzarella, Hernani e Kucka, mentre in difesa consueto quartetto formato da Darmian, Iacoponi, Alves e Gagliolo. Nell’Udinese, Gotti rinnova la fiducia a Okaka e Lasagna e si affida ai cinque del centrocampo anti-Milan (Stryger-Larsen, Fofana, Mandragora, De Paul e Sema); conferme anche in difesa, per Becao, Ekong e Nuytinck. Rotondo successo emiliano all’andata (3-1), nelle ultime cinque al Tardini tre successi casalinghi e uno solo dei friulani (2013).

Pronostico: 1 (2.37). Fiducia medio-alta. L’Udinese gioca bene ed è un po’ sfortunata, ma ha spesso qualche problema a trovare il gol. Anche se in emergenza in attacco, vediamo il Parma favorito e che vorrà riprendere a macinare punti dopo il ko con la Juve.

Sampdoria – Sassuolo
Il logo della Sampdoria Ultimi incontri PPPPP
Il logo del Sassuolo Ultimi incontri SSVSS
  • Stadio: Luigi Ferraris
  • Domenica 26 gennaio 2020 ore 15:00
  • Arbitro: Piccinini
  • Le quote sull’1X2 1: 2.30 X: 3.30 2: 3.25

Partita in cui è vietato sbagliare, quella tra Sampdoria e Sassuolo. I liguri sembravano in ripresa, ma poi su di loro si è abbattuto il ciclone-Lazio e così i 19 punti attuali, appena quattro più del terzultimo posto di Spal e Brescia, non possono far dormire sonni tranquilli a Ranieri e ai suoi. Il Sassuolo, invece, è reduce dal bel successo in rimonta contro il Torino di sette giorni fa, che mette fine a una striscia di tre ko consecutivi; anche in questo caso, però, i tre punti in più dei blucerchiati non mettono al riparo gli emiliani da una classifica che comunque non si può certo definire rosea. Nei liguri, out Chabot per squalifica, ma anche Ferrari, Ramirez e Depaoli, oltre a Quagliarella in forse. Attacco con Bonazzoli e Gabbiadini, se il “Quaglia” non ce la fa, mentre i quattro di centrocampo saranno Thorsby, Vieira, Linetty e Ekdal. Dietro, sarà il “figliol prodigo” Tonelli, appena tornato dal Napoli, ad affiancare Colley, con Bereszynski e Murru terzini. Sassuolo con i soliti problemi di infermeria (Defrel, Duncan, Ferrari e Marlon): De Zerbi sceglie ancora i tre trequartisti (Berardi, Djuricic, più di Traoré, e Boga) alle spalle di Caputo, con Magnanelli (ma occhio a Obiang) e Locatelli interditori e la difesa a quattro con Toljan, Romagna, Kyriakopoulos e il veterano Peluso davanti a Consigli. Nelle ultime cinque a Marassi, due vittorie emiliane e due pareggi. All’andata, secco poker per i neroverdi.

Pronostico: Over 2.5 (1.80). Fiducia media. Sono due squadre che tendono a subire parecchi gol, ma che non possono permettersi di lasciare punti per strada. Ci aspettiamo una partita comunque aperta in cui, al contrario dei bookies, vediamo meglio il Sassuolo.

Verona – Lecce
Il logo del Verona Ultimi incontri PVPPS
Il logo del Lecce Ultimi incontri PVSPP
  • Stadio: Marcantonio Bentegodi
  • Domenica 26 gennaio 2020 ore 15:00
  • Arbitro: Abisso
  • Le quote sull’1X2 1: 1.63 X: 4.00 2: 5.25

Sfida tra due neopromosse, reduci entrambe da un pareggio nell’ultimo turno (contro il Bologna i veneti, contro la ben più difficile Inter i salentini). La stagione degli scaligeri, fino a questo momento, è a dir poco ottima: partiti con lo scetticismo dei più, i “butei” gialloblu sono attualmente decimi in classifica a 26 punti, due in più del Napoli e a solo quattro lunghezze dal sesto posto: pensare all’Europa League non sarebbe nemmeno un’eresia. Il Lecce, finisse oggi il campionato, sarebbe salvo (i giallorossi sono quartultimi, con un punto di vantaggio su Spal e Brescia), e i ragazzi di Liverani possono dirsi soddisfatti: a fronte di una rosa non certo da prima pagina, i pugliesi hanno un gioco e un’identità e vendono cara la pelle anche con le grandi. Lecito dunque aspettarsi una sfida combattuta, nella quale però Juric dovrà affrontare qualche problema di rosa: non ci sarà lo squalificato Zaccagni, e dietro Empereur e soprattutto Kumbulla sono in forse. Reparto arretrato allora con Dawidowicz (se l’albanese non recupera), Gunter e Rrahmani; centrocampo classico con Faraoni, Amrabat, Lazovic e Veloso. In avanti, sarà probabilmente Di Carmine, in ballottaggio con Pazzini e Stepinski, il terminale, con Borini e Pessina alle sue spalle. Nel Lecce, out Farias, Shakov e Calderoni. Babacar guiderà l’attacco con Falco, in vantaggio su Lapadula, Mancosu sarà il trequartista. Deiola, Petriccione e Majer presidieranno il centrocampo, mentre Donati, Lucioni, Rossettini e Meccariello saranno i quattro in difesa. All’andata vinsero i gialloblu, in vantaggio anche negli ultimi cinque scontri diretti al Bentegodi (3 successi e due pari), stadio in cui i salentini non hanno mai vinto.

Pronostico: 1 (1.63). Fiducia alta. Le due neopromosse stanno facendo, su scala diversa, una bella stagione. Al Bentegodi, però, l’Hellas è arcigna per chiunque, e in una partita sporca e cattiva secondo noi dovrebbe riuscire a portare a casa i tre punti.

Napoli – Juventus
Il logo del Napoli Ultimi incontri VSPPS
Il logo della Juventus Ultimi incontri SSSSV
  • Stadio: San Paolo
  • Domenica 26 gennaio 2020 ore 20:45
  • Arbitro: Mariani
  • Le quote sull’1X2 1: 3.50 X: 3.60 2: 2.05

Quella che fino all’anno scorso è stata la partita-scudetto sarà il gran finale della seconda giornata di ritorno della Serie A 2019/20. Purtroppo per la squadra di Gattuso, quest’anno gli azzurri in classifica sono a distanza siderale dalla Vecchia Signora, impelagati in una stagione disastrosa nella quale l’ultimo capitolo nero è stato il ko interno di sette giorni fa contro la Fiorentina. Poi però è arrivata la bella vittoria in Coppa Italia con la Lazio, in cui, oltre al risultato, per “Ringhio” ci sono motivi di soddisfazione: la garra generale, innanzitutto, e poi l’ottima prova del nuovo arrivato Demme. Naturalmente, i bianconeri (anch’essi reduci dal vittorioso impegno di coppa contro la Roma) rimangono ampiamente favoriti, ma di sicuro non sarà la passeggiata che il divario in classifica potrebbe far pensare. Dal punto di vista emozionale, poi, ci sarà il ritorno di Sarri nella “sua” Napoli, e sarà curioso vedere quale accoglienza gli riserverà il pubblico. Nei partenopei, ancora assenti Koulibaly e Maksimovic, oltre a Mertens: di nuovo dunque Di Lorenzo adattato a centrale insieme a Manolas con Hysaj a destra e Mario Rui a sinistra. Centrocampo con Demme insieme a Zielinski e Fabian Ruiz (o l’altro nuovo arrivo Lobotka), davanti ancora Milik con Callejon e Insigne. Nella Juventus, tutto lascia pensare che il Dygualdo visto in coppa con la Roma lascerà spazio al 4-3-1-2 classico, con CR7 affiancato da Dybala e Ramsey trequartista; in mediana, Pjanic sarà spalleggiato da Matuidi e Bentancur (al rientro dalla squalifica), mentre in difesa l’assetto classico a quattro vedrà forzatamente Alex Sandro (Danilo si è infortunato) di fianco a Bonucci, De Ligt e Cuadrado. All’andata finì con un rocambolesco 3-2 per la Vecchia Signora: nelle ultime cinque al San Paolo, 3 successi bianconeri e uno solo azzurro (2015), per una sfida che domenica giungerà al capitolo numero 148 (31 i successi del Napoli, 69 quelli della Juve).

Pronostico: 2 (2.05). Fiducia alta. Se il Napoli sarà quello di Coppa Italia con la Lazio, per i bianconeri non sarà una passeggiata. Ma alla fine il divario tecnico volge decisamente verso Torino, anche considerate le numerose e pesanti assenze tra i partenopei.

La multipla della settimana*

Partita Giocata Quota Quota cumulativa
Roma – Lazio Over 3.5 2.37 2.37
Brescia – Milan Ibrahimovic Marcatore 1.95 4.62
Fiorentina – Genoa 1 1.72 7.94
Inter – Cagliari Gol 1.80 14.30
Parma – Udinese 1 2.40 34.32
Napoli – Juventus 2 2.05 70.35

Sei eventi per una multipla che senza bonus sfiora quota 70.00: con 10 euro la vincita potenziale supera i 700 euro.

Grandi partite tutte da gustare: scommetti sulla seconda di ritorno con le quote di William Hill!

Il bookmaker per la ventunesima giornata di campionato

Il suo nome è quasi sinonimo di scommesse sportive online: il bookmaker che abbiamo scelto per i pronostici della ventunesima giornata della Serie A 2019/20 è una assoluta garanzia di eccellenza nel panorama del betting. Stiamo parlando di William Hill. Impossibile sintetizzare in poche righe la proposta di questo allibratore. Vi basti sapere che, oltre a un bonus benvenuto decisamente generoso (215€), gli utenti possono contare su una abbondante offerta di promozioni periodiche, che vanno a integrare un palinsesto decisamente ricco e particolarmente attento al mondo del calcio. Di tutto rispetto anche la proposta live, nonché la presenza dello streaming video. Anche il livello di quote e payout è decisamente all’altezza della situazione.

*Tutte le nostre selezioni sono fornite solo per l’intrattenimento e dovrebbero essere utilizzate solo per scopi informativi. Mentre usiamo la nostra esperienza e le nostre conoscenze per aiutarti a informarti per effettuare una scommessa oculata, non siamo responsabili di eventuali perdite che potrebbero derivare da risultati effettivi diversi da quelli previsti.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
Il logo della Serie A, calciatori in azione e la scritta Consigli scommesse 21° giornata

Articoli correlati