Pronostici di Serie A 2019/2020: undicesima giornata

Continua il ciclo di ferro della Serie A 2019/2020, che giunge sabato alla sua undicesima giornata, con tante sfide interessanti a ridosso del turno di Champions: si parte da Roma – Napoli, mentre l’Inter va a Bologna. Se la Juve è attesa dal tosto derby della Mole, l’Atalanta ospiterà invece il Cagliari delle meraviglie di Nainggolan e Joao Pedro.

Il big match della giornata: Roma – Napoli

Il derby del Sud numero 145 aprirà l’undicesima giornata della Serie A 2019/20 sabato pomeriggio alle 15.00, e lo abbiamo scelto come match di cartello in un turno peraltro già di suo estremamente ricco di partite affascinanti. I giallorossi, nonostante un’infermeria affollatissima, sono reduci da un sontuoso poker (peraltro in inferiorità numerica) rifilato all’Udinese, e si godono un meritato quarto posto. Fonseca sta riuscendo a tirare fuori il meglio dai suoi giocatori, con uno schema che prevede molti movimenti in avanti e il consueto grande lavoro di Edin Dzeko, molto ben coadiuvato da uno Zaniolo in grande spolvero. Il Napoli invece rosica forte dopo il pareggio patito in extremis mercoledì sera contro l’Atalanta in seguito a un contestatissimo rigore non assegnato ai partenopei, che è costato anche il rosso al solitamente imperturbabile Ancelotti, e si trova momentaneamente in sesta piazza, con un po’ troppi punti di distacco dalla Juventus. Vitale, dunque, non perdere terreno in una sfida sempre molto aperta. Il bilancio parla di 51 successi romanisti, 50 pareggi (l’ultimo nel 2012) e 43 vittorie azzurre: ma le ultime tre sfide all’Olimpico hanno sempre detto bene a Mertens e compagni.

Roma – Napoli
Il logo della Roma Ultimi incontri VVVVV
Il logo del Napoli Ultimi incontri SSVVV
  • Stadio: Olimpico
  • Sabato 2 novembre 2019 ore 15:00
  • Arbitro: Rocchi 
  • Le quote sull’1X2 1: 2.60 X: 3.50 2: 2.50

È una Roma sontuosa e con il morale alle stelle, quella che sabato pomeriggio aspetta il Napoli. I ragazzi di Fonseca hanno offerto una prova di grande carattere contro l’Udinese mercoledì sera, dilagando a Udine nonostante gran parte del match giocata in dieci a causa dell’espulsione un po’ troppo severa di Fazio. La squadra capitolina è così al momento quarta, a due sole lunghezze dal podio, e mostra continui step di crescita che non possono che far ben sperare i tifosi per il futuro. Al tecnico portoghese sono giunti ottimi segnali non solo da Zaniolo, autore di una prova di grande qualità e protagonista in generale di un bel momento di forma, ma anche da Kluivert e da un Mancini sempre più sicuro nell’inedito ruolo di centrocampista. Sempre una sicurezza, là davanti, Dzeko, e anche Pastore sembra via via più a suo agio con i dettami del mister. Le mosse anti-Napoli saranno comunque forzate in difesa, causa assenza dello stopper argentino: si va verso l’impiego di Cetin (esordio da titolare per il ventiduenne turco, fin qui protagonista solo di spezzoni di gara) in mezzo con Smalling, e di Spinazzola invece di Florenzi sulla destra. Fonseca potrebbe anche decidere di concedere un po’ di minutaggio a Under, al rientro dopo l’infortunio. Confermati Kluivert e Pastore insieme a Zaniolo alle spalle del centravanti bosniaco, con Mancini e Veretout a fare legna in mediana.

Il derby del Sud è una grande classica della Serie A: tenta la fortuna e punta sfruttando il bonus benvenuto di Betfair!

L’Ancelotti furioso ed espulso nel concitato finale del match con l’Atalanta non vedrà dalla panchina la sfida dell’Olimpico, causa squalifica di un turno comminatagli dal Giudice Sportivo (onestamente, vedendo le immagini appare una sanzione un po’ troppo severa) e sarà sostituito dal figlio Davide. Al netto di una partita rocambolesca come quella di mercoledì sera contro la Dea, comunque, per il tecnico emiliano c’è sicuramente qualcosa da registrare, se il Napoli si trova attualmente ben 8 punti dietro la Juventus e relegato al sesto posto in classifica, alle spalle anche delle romane. Nonostante un gioco spesso scintillante e in cui Mertens, Milik e Insigne regalano sprazzi di grande calcio, infatti, dietro si incassano troppi gol e il centrocampo, soprattutto quando Allan latita, fa poco filtro. Il brasiliano dovrà dare forfait anche all’Olimpico, dopo il ko nei primi minuti della sfida con l’Atalanta: saranno dunque ancora Zielinski e Fabian Ruiz quelli costretti a cantare e a portare la croce. Davanti, Mertens tornerà dal primo minuto, affiancato da Milik (possibile una bocciatura, quindi, per un Lozano che non riesce a inserirsi a dovere negli schemi di gioco partenopei). Dietro, il reparto arretrato dovrebbe tornare a un assetto più solido, grazie al rientro sulla sinistra di Mario Rui e soprattutto di Manolas al centro, mentre Hysaj sarà a disposizione in panchina.

Pronostico: Zaniolo marcatore (3.60). Fiducia media. La quota è altissima, ma il ragazzo è “on fire”, e dopo le inopportune parole su di lui di Fabio Capello sta timbrando il cartellino a ogni match. Da tenere d’occhio anche il mercato Primo Gol Roma (1.90).

Le altre partite della giornata

Piatto molto ricco, quello dell’undicesimo turno della Serie A 2019/20, e che durerà 72 ore, visto che si concluderà con il Monday Night tra Spal e Sampdoria, in quella che si presenta come una vera e propria sfida all’OK Corral per la salvezza, dopo il ko degli emiliani contro il Milan. Sabato, oltre a Roma e Napoli, saranno impegnate anche le prime due della classe: prima i secondi, con l’Inter attesa dalla insidiosissima trasferta di Bologna, e poi la Juventus, che vivrà invece un incandescente derby della Mole, in cui un Mazzarri sulla graticola avrà addosso parecchia pressione. Pranzo succoso la domenica, con la sfida a viso aperto tra due provinciali di extralusso come l’Atalanta, ormai solida forza del nostro campionato e il Cagliari, bellissima realtà di questa stagione. Nel pomeriggio, poi, tre sfide nevralgiche per la zona bassa della classifica che metteranno a dura prova i cuori degli appassionati, con il Genoa rivitalizzato ma ingenuo e sfortunato visto contro la Juve mercoledì sera che se la vedrà con una Udinese apparsa ultimamente davvero allo sbando, il Verona che vuole continuare il suo momento top contro un Brescia affamato di punti e gol e un Lecce – Sassuolo che si prospetta decisamente divertente. Alle 18.00, battaglia tra i versanti dell’Appennino tra Fiorentina e Parma, mentre dopo cena si chiude in bellezza con un Milan – Lazio ricco di spunti di interesse.

Bologna – Inter
Il logo del Bologna Ultimi incontri VSSPP
Il logo dell'Inter Ultimi incontri VVVVV
  • Stadio: Renato Dall’Ara
  • Sabato 2 novembre 2019 ore 18:00
  • Arbitro: La Penna 
  • Le quote sull’1X2 1: 3.50 X: 3.50 2: 2.00

Quella tra Bologna e Inter si prospetta come un’altra sfida ad alta intensità, per i felsinei, dopo la sconfitta di misura patita contro il Cagliari mercoledì sera. La banda-Mihajlovic, nonostante i molti problemi di organico a causa degli infortuni, ha tenuto botta contro i sardi, in grande forma. Ciò nonostante, gli emiliani arrivano da tre ko nelle ultime cinque, che hanno un po’ sgonfiato l’entusiasmo di un gruppo che crea sempre molto, ma finalizza meno e talvolta perde un po’ di intensità nei momenti decisivi. Miha spera di riaggregare alla squadra Medel, che ha ricominciato ad allenarsi e dovrebbe quindi trovare una maglia da titolare contro la sua ex squadra togliendo così il posto a Dzemaili. Anche le condizioni di Santander sono da valutare. Sicuro il rientro dall’inizio di Palacio come falso nueve e di Danilo in difesa, dove il ballottaggio sarà tra Bani e Denswil. Sansone, Orsolini e Soriano (o Skov Olsen) saranno i trequartisti. Nell’Inter, Conte potrebbe provare di nuovo la carta-Biraghi sulla destra, soprattutto in vista dell’imminente e decisiva sfida di Champions con il Borussia Dortmund. Per il resto, come più volte affermato dal mister salentino, giocheranno sempre gli stessi. Davanti, imprescindibile la LuLa (Lukaku-Martinez), mentre a centrocampo sarà ancora Gagliardini (e non Vecino) a presidiare l’interno destro. Qualche chance di giocare anche per Bastoni, forse più per Skriniar che per Godin. Ancora a riposo invece Sensi e D’Ambrosio, soprattutto in vista della gara europea di martedì sera. Ultima vittoria interna felsinea contro l’Inter (che in trasferta quest’anno ha solo vinto) nel 2002.

Pronostico: Over 2.5 (1.78). Fiducia alta. L’Inter in trasferta si sta comportando molto bene e, nonostante la panchina corta, ha l’organico per fare male. Entrambe le difese non sono proprio delle muraglie cinesi, quindi ci aspettiamo di vedere qualche gol.

Torino – Juventus
Il logo del Torino Ultimi incontri SPSSV
Il logo della Juventus Ultimi incontri PVVVP
  • Stadio: Olimpico Grande Torino
  • Sabato 2 novembre 2019 ore 20:45
  • Arbitro: Doveri
  • Le quote sull’1X2 1: 6.50 X: 4.00 2: 1.50

Dopo le quattro scoppole incassate mercoledì sera contro la Lazio (e il ruolino di marcia delle ultime 5 è da horror post-Halloween, con 3 ko e 2 pareggi), Urbano Cairo ha dichiarato che Walter Mazzarri è l’unico nel Torino che non si deve sentire in discussione. Al netto delle dichiarazioni ufficiali, però, la verità è che il tecnico livornese sente l’incombere di Ringhio Gattuso alle sue spalle e deve necessariamente ingranare una marcia diversa e far tornare a far punti i granata. Mazzarri, che tornerà in panca dopo la squalifica, ha portato la squadra in ritiro e spera nell’effetto-derby per galvanizzare i suoi, ma in questo senso le statistiche non gli dicono bene: nelle ultime cinque stracittadine, 4 vittorie bianconere e una sola del Toro (nel 2015). Più di questo, però, bisogna registrare una difesa che prende troppi gol (e che sarà priva di Nkoulou, squalificato: al suo posto Lyanco) e di un attacco che non gira più nonostante l’impegno di Belotti, Zaza e Verdi. Contro la Juve, Verdi è favorito su Iago per affiancare il Gallo, mentre Ansaldi che riprenderà possesso della fascia e Djidji o Bremer completeranno i tre in difesa. Capitolo-Juve: Sarri si è molto lamentato degli errori difensivi, dopo la soffertissima vittoria contro un Genoa ridotto in 10 dalla affrettata espulsione di Cassata e piegato da un rigore piuttosto generoso allo scadere. Il tecnico chiede anche maggiore concretezza in avanti, vista la notevole mole di occasioni prodotte. Possibile aspettarsi comunque un po’ di turnover (anche davanti: Higuain è tornato disponibile e dovrebbe rimpiazzare Dybala a fianco di CR7); Bernardeschi favorito su Ramsey, mentre è ballottaggio Pjanic-Bentancur in mezzo al campo. Alex Sandro lievemente favorito su De Sciglio a sinistra. De Ligt dovrebbe riprendere posto da titolare.

Pronostico: 2 + Over 2.5 (2.50). Fiducia medio-alta. Il Toro di questo periodo è veramente depresso. Vero che il derby è sempre un’altra storia e che la Juve ha la Champions, ma abbiamo la sensazione che i bianconeri non faranno fatica a trovare i tre punti.

Atalanta – Cagliari
Il logo dell'Atalanta Ultimi incontri PPVSS
Il logo del Cagliari Ultimi incontri VVSVS
  • Stadio: Gewiss Stadium
  • Domenica 3 novembre 2019 ore 12:30
  • Arbitro: Abisso
  • Le quote sull’1X2 1: 1.26 X: 5.00 2: 9.00

Partita interessantissima, quella di domenica all’ora di pranzo tra Atalanta e Cagliari: la Dea, nell’ultimo turno, ha dimostrato che anche quando va in sofferenza (e contro il Napoli mai lo era stata tanto, in campionato) ha una grinta notevole e riesce a raddrizzare incontri che si stanno mettendo male; il Cagliari però ha fatto altrettanto, domando un coriaceo Bologna e proseguendo così a mettere punti in cascina, per una stagione che fin qui è davvero da incorniciare per la banda-Maran, attualmente settima e fuori dalla zona-Europa solo per la differenza reti. Ci aspettiamo una partita giocata a viso aperto: Gasperini potrebbe riproporre dal primo minuto Muriel di fianco a Ilicic, con Malinovsky trequartista e Gomez a riposo. A centrocampo, conferme per Freuler e Gosens, con Castagne e Pasalic per Hateboer e De Roon. Tra i tre dietro potrebbe esserci Masiello vicino a Toloi e Kjaer. Qualche variazione invece nel Cagliari, che sicuramente non muterà l’assetto con Nainggolan trequartista alle spalle di Joao Pedro e Simeone. In difesa Cacciatore e Lykogiannis sono favoriti su Faragò e Ceppitelli, mentre in mezzo scalpita per una maglia Ionita, che dovrebbe partire titolare. Ballotaggio tra Cigarini e Oliva nell’altro slot da interno.

Pronostico: Over 3.5 (2.10). Fiducia medio-alta. L’Atalanta ha il miglior attacco della Serie A anche senza Zapata, il Cagliari può giocarsela a viso aperto senza fare troppe barricate. Ci aspettiamo molti gol e un calcio spumeggiante da entrambe le parti.

Genoa – Udinese
Il logo del Genoa Ultimi incontri SSPSS
Il logo del Lecce Ultimi incontri VPSSV
  • Stadio: Luigi Ferraris
  • Domenica 3 novembre 2019 ore 15.00
  • Arbitro: Pasqua
  • Le quote sull’1X2 1: 1.95 X: 3.30 2: 3.80

Sarà la sfida tra la peggior difesa e il peggior attacco della Serie A: detta così, Genoa – Udinese potrebbe non far nascere chissà quali entusiasmi. In verità, però, ci sono diversi spunti di interesse. Il primo è dato dalla classifica, che non sorride a nessuna delle due, invischiate in piena bagarre-salvezza (soprattutto i liguri), e poi perché i grifoni, nonostante la rocambolesca sconfitta nel finale contro la Juventus, hanno dato prova di essere davvero un’altra squadra, dopo due sole gare di gestione-Thiago Motta. Il tecnico ha rivitalizzato giocatori apparsi molto spenti come Kouame, Romero e Ghiglione, e dato fiducia a elementi che avevano giocato pochissimo con Andreazzoli come Agudelo e Cassata. L’esperienza di Schöne e Pandev, poi, sulla fascia destra, dà quel tot di solidità in più alla manovra. Ci sarà Radovanovic in mediana al posto proprio dello squalificato Cassata, con Gumus da rifinitore esterno. Confermata la linea difensiva Ghiglione-Romero-Zapata-Ankersen. Nell’Udinese è invece piena crisi: undici gol subiti in quattro giorni, una squadra allo sbando e il suo uomo migliore, De Paul, completamente assente con la testa. Per Tudor la sorte è segnata: il tecnico con tutta probabilità non sarà in panchina (al suo posto il vice Gotti) e la prossima settimana arriverà il nuovo mister (Guidolin, Colantuono e Marino i nomi più caldi). Contro il Genoa rivedremo Sema (uno dei migliori dei suoi) sulla sinistra, con Lasagna e Okaka (ma occhio anche a Pussetto) in avanti. Tre pareggi e un successo a testa nelle ultime 5 a Marassi.

Pronostico: Dispari (1.90). Fiducia media. L’Udinese segna con il contagocce ed è in piena crisi, il Genoa parte favorito perché la cura Thiago Motta sembra dare buoni segnali, ma ci aspettiamo una partita molto chiusa e cattiva, decisa dagli episodi.

Verona – Brescia
Il logo del Verona Ultimi incontri SSSPS
Il logo del Brescia Ultimi incontri VPSSV
  • Stadio: Marcantonio Bentegodi
  • Domenica 3 novembre 2019 ore 15:00
  • Arbitro: Mariani
  • Le quote sull’1X2 1: 2.00 X: 3.30 2: 3.50

Scontro delicatissimo nella parte bassa della classifica, quello tra Verona e Brescia. Il Verona sta costruendo una stagione solida, in cui Juric ha plasmato la squadra all’insegna della combattività e dell’assetto difensivo (solo 8 i gol subiti: miglior dato dell’intera Serie A), e naviga a metà classifica, con 12 punti (uno in più del Torino). Il Brescia, dal canto suo, gioca sempre a viso aperto ma raccoglie pochissimo, pur non demeritando (come testimoniano le sconfitte di misura patite contro Juventus, Napoli e Inter). Manca però il contributo in attacco che Donnarumma e Balotelli non riescono al momento a dare. In vista della sfida di domenica pomeriggio, i veneti cambieranno pochissimo rispetto all’ultimo incontro e riproporranno Zaccagni (e non Salcedo) in avanti di fianco a Stepinski (in pole rispetto a Di Carmine), con Verre trequartista. Inamovibili i quattro a centrocampo (Lazovic, Veloso, Amrabat e Faraoni). Nel Brescia, Corini (la cui panchina sembra ora traballare) insiste con il 3-5-2, dopo le buone indicazioni del secondo tempo con l’Inter. Confermati Donnarumma e Balotelli in attacco, in difesa è ballottaggio Gastaldello-Mangravit per affiancare Cistana e Matejui. In mezzo, Tonali regista, con Bisoli e Romulo scudieri e Martella e Sabelli esterni alti. Le rondinelle non hanno mai vinto a Verona. Quella di questo turno sarà solo lo scontro diretto numero 9 tra le due compagini.

Pronostico: Under 2.5 (1.58). Fiducia alta. Il Verona dietro è un fortino, il Brescia trova a fatica il gol. Difficile pensare a un match in cui vedere tante reti. Attenzione anche al mercato X2 (1.65): il Brescia ha bisogno di punti e potrebbe spingere sull’acceleratore.

Lecce – Sassuolo
Il logo del Lecce Ultimi incontri PVPVS
Il logo del Sassuolo Ultimi incontri SVSSS
  • Stadio: Via del Mare
  • Domenica 3 novembre 2019 ore 15:00
  • Arbitro: Ros
  • Le quote sull’1X2 1: 2.60 X: 3.30 2: 2.50

Sarà una prima volta assoluta, quella tra Lecce e Sassuolo, e le due squadre se la giocheranno da identica posizione in classifica, ma con due stati d’animo piuttosto differenti. I salentini sono infatti in fase positiva: mercoledì sera contro la Samp è arrivato il terzo pareggio di fila in tre incontri certo non facili (i liguri arrivavano dopo Milan e Juventus), e in realtà fino al gol di Ramirez in pieno recupero stavano assaporando la vittoria. Il Sassuolo è invece decisamente incostante, ma nelle ultime cinque partite sono arrivati 4 ko, l’ultimo dei quali nell’ultimo turno, in cui ha patito la rimonta della Fiorentina. Molti campanelli d’allarme per De Zerbi, che potrebbe rimescolare le carte (anche a causa dei molti infortuni) inserendo Marlon e Muldur in difesa, Locatelli e Obiang in mediana e Traore invece di Defrel come trequartista. Dietro la squadra balla, e si sente l’assenza di Chiriches. Nel Lecce, invece, Liverani potrebbe optare per il rientro di Mancosu sulla trequarti al posto di Shakhov, mentre Lapadula e Falco sono sulla via della conferma in avanti. Non ci sarà però Tachtsidis, squalificato, possibile una sostituzione con Dumancic. In difesa, rientra Rispoli sulla destra, anche se Meccariello sta facendo bene.

Pronostico: Mancosu marcatore (2.88). Fiducia media. Ci aspettiamo una partita aperta e divertente tra due squadre che vogliono sempre imporre il loro gioco. Scegliamo il gol di Mancosu, al rientro dopo un turno di riposo e quindi con tanta garra in più.

Fiorentina – Parma
Il logo della Fiorentina Ultimi incontri PPPPP
Il logo del Parma Ultimi incontri SSVSS
  • Stadio: Artemio Franchi
  • Domenica 3 novembre 2019 ore 18:00
  • Arbitro: Pairetto
  • Le quote sull’1X2 1: 1.46 X: 4.33 2: 6.00

Partita da metà classifica o quasi, tra Fiorentina e Parma: i viola sono infatti in 8′ posizione con 15 punti, mentre i ducali sono un gradino sotto, distanziati di due lunghezze. I toscani però hanno ripreso il feeling con la vittoria, domando in rimonta fuori casa il Sassuolo nell’ultimo turno, mentre il Parma ha dovuto alzare bandiera bianca contro il Verona. Montella si gode una squadra che gira secondo i suoi dettami e mostra una bella grinta, grazie a giovani di talento come Chiesa, Venuti, Sotti e Castrovilli, che ha risolto il match con il Sassuolo. Contro il Parma, possibile l’ingresso da titolare di Vlahovic al posto di Boateng. Ancora assente Lirola, dovremmo rivedere dal 1′ Badelj al posto di Benassi ma anche Ceccherini in mezzo alla difesa al posto dello squalificato Pezzella. Sottil verso la conferma. Nel Parma, D’Aversa deve fare i conti con una certa incostanza dei suoi (due vittorie e due sconfitte nelle ultime cinque gare) nonché con problemi di organico: l’assenza di Bruno Alves, che comunque recupera almeno per la panchina, in difesa si fa sentire, con Dermaku un po’ in difficoltà. Davanti, improbabile il ritorno di Cornelius: Barillà e Karamoh sono favoriti su Hernani e Sprocati per affiancare Gervinho. Scozzarella rimpiazzerà Brugman. Una sola vittoria emiliana (nel 2018) a Firenze negli ultimi cinque scontri diretti.

Pronostico: 1 + Over 2.5 (2.20). Fiducia medio-alta. La Fiorentina è favoritissima, secondo i bookies, e in effetti la squadra di Montella ci sembra abbia qualcosa in più dei rivali. Entrambi gli attacchi possono comunque fare male, ci aspettiamo diversi gol.

Milan – Lazio
Il logo del Milan Ultimi incontri PVPPS
Il logo della Lazio Ultimi incontri PVSPP
  • Stadio: Giuseppe Meazza
  • Domenica 3 novembre 2019 ore 20:45
  • Arbitro: Calvarese
  • Le quote sull’1X2 1: 2.80 X: 3.20 2: 2.40

Suso, il contestatissimo Suso, ha risolto, almeno per una sera, i problemi del Milan, nell’ultimo turno contro la Spal. Lo spagnolo, entrato tra i fischi dello stadio a gara in corso, ha trovato la punizione da tre punti sei minuti più tardi. Naturalmente questo non risolve i problemi che attanagliano il Milan, e Stefano Pioli lo sa benissimo: un Kessie davvero negativo e un Piatek che sembra l’ombra di quello dell’anno scorso stanno cominciando a diventare un problema. L’ingresso di Bonaventura, però, ha dato quadratezza alla manovra rossonera. Il difficile impegno di domenica sera costringerà il tecnico di Parma a cambiare qualcosa, rispetto alla formazione anti-Spal: possibile che proprio Bonaventura, insieme a Calabria, Biglia e Krunic partano titolari, mentre Musacchio è sotto osservazione dopo la botta dell’altra sera. In casa-Lazio, invece, Inzaghi si gode un super Immobile (che sarà presente nonostante un dito lussato), capocannoniere con 12 gol (e quattro assist, classifica in cui è l’altro biancoceleste Luis Alberto a primeggiare a quota 6), e una squadra che ha sciorinato calcio champagne contro il Torino, asfaltato per 4-0, nel turno precedente. La mossa-Cataldi a centrocampo al posto di Leiva e Parolo ha pagato, e il tecnico potrebbe riproporla contro i rossoneri, anche se il brasiliano ha recuperato dagli acciacchi. Davanti, probabile il ritorno dal primo minuto di Correa e possibile anche l’impiego sulla fascia di Lazzari al posto di Marusic. In difesa, Patric e Radu avanti rispetto a Luiz Felipe e Bastos.

Pronostico: 2 (2.40). Fiducia medio-alta. Il Milan pian piano sta forse dando qualche segnale di rinascita, ma questa Lazio viaggia sulle ali di un Immobile super e crediamo che finirà per dare un dispiacere al suo ex allenatore Stefano Pioli.

Spal – Sampdoria
Il logo della Spal Ultimi incontri VSPPS
Il logo della Sampdoria Ultimi incontri SSSSV
  • Stadio: Paolo Mazza
  • Lunedì 4 novembre 2019 ore 20:45
  • Arbitro: Chiffi
  • Le quote sull’1X2 1: 2.50 X: 3.10 2: 2.60

È una sfida che mette in palio punti pesantissimi in chiave-salvezza, quella tra la Spal e la Sampdoria. I ferraresi sono usciti sconfitti di misura, con qualche recriminazione, dalla sfida contro il Milan e ora occupano il penultimo posto con il Brescia, con due lunghezze di vantaggio proprio sui blucerchiati. Semplici dovrà valutare la condizione dei suoi per impostare una formazione che continua a soffrire tantissimo le assenze di Di Francesco e Fares. Di nuovo in campo Kurtic, fondamentale per gli equilibri della squadra, con Floccari che dovrebbe essere confermato di spalla a Petagna. Più Murgia di Valdifiori all’interno destro, con Tomovic, Vicari e Igor che completeranno la difesa a tre. La Sampdoria continua a occupare l’ultimo posto in classifica. Contro il Lecce, però, è arrivato in extremis il secondo punticino della gestione-Ranieri. La squadra deve ripartire almeno dalla grinta mostrata nell’ultima giornata, consapevole che il talento di Ramirez è fondamentale per aprire il gioco e innescare Quagliarella. Il tecnico romano potrebbe dunque scegliere di farlo partire dal primo minuto al posto di Bertolacci in posizione di trequartista. Partner d’attacco del “Quaglia” potrebbe essere stavolta Gagliardini, visto che né Bonazzoli né Caprari danno grandi garanzie. Dietro, confermata la linea a quattro Depaoli-Ferrari-Colley-Murru. La migliore notizia è però il ritorno a centrocampo di Linetty.

Pronostico: Under 2.5 (1.70). Fiducia medio-alta. Si trovano di fronte due attacchi che segnano con grande parsimonia, e la paura di perdere potrebbe fare il resto: non prevediamo una sfida all’insegna dello spettacolo e del gol. In casa, la Spal è sempre ostica.

La multipla della settimana*

Partita Giocata Quota Quota cumulativa
Bologna – Inter Over 2.5 1.78 1.78
Torino – Juventus 2 + Over 2.5 2.50 4.45
Atalanta – Cagliari Over 3.5 2.10 9.34
Genoa – Udinese Dispari 1.90 17.75
Fiorentina – Parma 1 + Over 2.5 2.20 39.06
Milan – Lazio 2 2.40 93.74

Sei eventi per una multipla che senza bonus supera quota 90.00: con 10 euro la vincita potenziale supera i 937 euro.

Undicesimo turno ricco di sfide emozionanti e combattute: gioca la tua schedina puntando con le quote di Betfair!

Il bookmaker per l’undicesima giornata di campionato

È l’inventore del betting exchange, la modalità di scommessa che vi fa diventare bookmaker e vi permette di proporre le quote agli altri utenti. Stiamo parlando di Betfair, il sito scommesse online che abbiamo scelto per i pronostici della undicesima giornata della Serie A 2019/20. Molte altre, però, le frecce all’arco di questo operatore, a partire da un succoso welcome bonus che può arrivare fino a 225€, spalmati in tranche settimanali per quasi un anno. Notevole la proposta per quanto riguarda il calcio, sia in termini di leghe seguite che di mercati. Tra questi segnaliamo le quick bet, mercati con quote competitive e validi solo per brevissimi intervalli di tempo. Bene anche il comparto live, corredato di un buon servizio streaming, non amplissimo invece il palinsesto, nel quale compaiono comunque tutti gli sport più seguiti.

*Tutte le nostre selezioni sono fornite solo per l’intrattenimento e dovrebbero essere utilizzate solo per scopi informativi. Mentre usiamo la nostra esperienza e le nostre conoscenze per aiutarti a informarti per effettuare una scommessa oculata, non siamo responsabili di eventuali perdite che potrebbero derivare da risultati effettivi diversi da quelli previsti.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati