Pronostici di Serie A 2019/2020: sedicesima giornata

Dopo i brividi di Champions ed Europa League, l’Italia pallonara si rituffa nel campionato con la sedicesima giornata della Serie A 2019/20. L’Inter capolista e delusa dall’Europa va a Firenze per una sfida non semplice, mentre la Juve cerca punti in casa con l’Udinese. Sfida tutta da gustare tra Cagliari e Lazio, le due rivelazioni della stagione.

Il big match della giornata: Cagliari – Lazio

È la sfida tra la terza e la quarta in classifica, il big match della sedicesima giornata della Serie A 2019/20. Cagliari e Lazio sono due splendide realtà di questa stagione, e due squadre che, in maniera diversa, stanno sorprendendo tutti. I sardi sono a tutti gli effetti la rivelazione del torneo, e partita dopo partita stanno dimostrando di essere una squadra tosta da affrontare e che non molla mai dal punto di vista del carattere, come dimostrano le ultime prestazioni con rimonte nei minuti finali (vedi Sampdoria e Sassuolo); una squadra dai piedi più che buoni dalla cintola in su, che si sta godendo un Nainggolan tornato ai livelli di Roma e un Joao Pedro mai così incisivo, che stanno facendo dimenticare l’assenza di Pavoletti e, tra i pali, di Cragno. La Lazio è praticamente la stessa dell’anno scorso, eccezion fatta per Lazzari, ma i giocatori di Inzaghi hanno un anno in più di amalgama e stanno disputando una annata eccezionale, che è giunta alla settima vittoria consecutiva, quella più importante, con il successo contro la Juventus nel turno precedente. Una sfida tutta da gustare, dunque, quella che lunedì sera chiuderà il turno, e che potrebbe spingere i biancocelesti o gli isolani ancora più in alto, in un torneo che comunque è già adesso per entrambe da incorniciare. Quella della Sardegna Arena sarà la sfida numero 67 tra i due team: 17 i successi cagliaritani, 33 quelli laziali, che hanno vinto anche 3 delle ultime cinque sfide in terra sarda (ultimo successo rossoblu nel 2013).

Cagliari – Lazio
Il logo del Cagliari Ultimi incontri VVVVV
Il logo della Lazio Ultimi incontri SSVVV
  • Stadio: Sardegna Arena
  • Lunedì 16 dicembre 2019 ore 20:45
  • Arbitro: Maresca
  • Le quote sull’1X2 1: 4.00 X: 3.85 2: 1.85

Il Cagliari delle meraviglie di Maran non molla mai, e anche a Sassuolo è riuscito a raddrizzare nel finale di gara una sfida che sembrava ormai compromessa, grazie al colpo di Ragatzu, tirato fuori dal cilindro del mister un po’ a sorpresa, che è valso il 2-2. Per il match di altissima classifica contro la Lazio, i rossoblu dovranno fare a meno di Rog, squalificato e che verrà probabilmente rimpiazzato da Oliva o Nandez, con Cigarini e Ionita compagni di reparto. Impossibile prescindere dai tre davanti (Nainggolan, Simeone, Joao Pedro, quest’ultimo vicecapocannoniere del torneo dietro a Immobile con 10 gol, tanti quanti ne ha segnati Lukaku). In difesa, Ceppitelli è ancora out, e di fianco a Pisacane ci sarà quindi nuovamente Klavan, con Cacciatore e Pellegrini sulle fasce. Tra i pali, ancora Rafael al posto dello squalificato Olsen a completare il classico “albero di Natale” di Maran.

Supersfida tra due bellissime realtà del campionato: scommetti su Cagliari – Lazio con il welcome bonus di Eurobet!

Non poteva sperare in un settimo sigillo più bello, Simone Inzaghi, per l’ennesima vittoria della sua Lazio: sabato sera è stata addirittura la Juve, la vittima di Immobile e compagni, dopo una grande prova di carattere e intelligenza tattica condotta in porto dopo essere passati in svantaggio. Adesso i biancocelesti sono lì, splendidi terzi, a tre sole lunghezze proprio dai torinesi e a cinque dall’Inter. A questo punto sognare è più che lecito, e lo stesso Sarri ha detto che per lo scudetto sarà lotta a tre. La sfida con il Cagliari è quindi un altro bel banco di prova per gli aquilotti, che saranno reduci anche dall’impegno di Europa League in casa del Rennes, che ha sancito la loro eliminazione dal torneo. Nessun problema di squalifica per i biancocelesti, che dovrebbero essere nuovamente privi di Marusic (fascia destra dunque ancora per Lazzari), oltre che di Patric e Lukaku. Per il resto, stesso undici anti-Juve con i titolarissimi: Immobile e Correa di punta, Lulic esterno alto a sinistra, Leiva playmaker e Milinkovic-Savic e Luis Alberto liberi di sfarfallare tra le linee. Dietro, Felipe, Acerbi e Radu.

Pronostico: Rigore Sì (2.60). Fiducia medio-alta. I bookmaker non credono in questo Cagliari, al contrario di noi, e perciò scegliamo questo mercato, anche perché la Lazio è la squadra che ha avuto più rigori a favore (10), e i sardi parecchi contro (6).

Le altre partite della giornata

La sedicesima giornata della Serie A 2019/20 presenta impegni non insormontabili per la Juventus e una trasferta invece da prendere con tutte le molle del caso per l’Inter, ma andiamo con ordine: il turno si aprirà sabato pomeriggio, con lo scontro salvezza tra Brescia (tornato alla vittoria grazie al ritorno di Corini in panca) e Lecce, mentre all’ora dell’aperitivo un Napoli reduce dalle fatiche di coppa e soprattutto dall’esonero di Ancelotti, rimpiazzato da “Ringhio” Gattuso, affronterà in casa il Parma, non il più comodo dei clienti possibili. Dopo cena, poi, il derby della Lanterna tra un Genoa pasticcione ma in ripresa e una Sampdoria depressa. Domenica all’ora di pranzo, match all’insegna della garra tra Verona e Torino, con i gialloblu che non vogliono la terza sconfitta di fila. Tre incontri nel pomeriggio, con il Milan in ripresa che aspetta il Sassuolo, il Bologna in crisi di risultati impegnato nella difficile sfida con l’Atalanta e la Juventus che non vuole fare sconti all’Udinese. Alle 18.00, turno sulla carta da approfittare senza por tempo in mezzo per la Roma contro la Spal, mentre alle 20.45 sarà la volta della capolista Inter, attesa a una complicata trasferta contro una Fiorentina ferita dagli ultimi risultati negativi.

Brescia – Lecce
Il logo del Brescia Ultimi incontri VSSPP
Il logo del Lecce Ultimi incontri VVVVV
  • Stadio: Mario Rigamonti
  • Sabato 14 dicembre 2019 ore 15:00
  • Arbitro: Irrati
  • Le quote sull’1X2 1: 2.05 X: 3.70 2: 3.40

Corini ritorna in panchina, e il Brescia vince, seppure a fatica e soffrendo le pene dell’inferno, contro la Spal, festeggiando anche il ritorno al gol di Balotelli: se non è un segnale chiaro questo, ci domandiamo quale mai possa esserlo. Sta di fatto che le Rondinelle hanno dato segni di vita, nel turno precedente, e in vista del recupero contro il Sassuolo di mercoledì 18 vogliono sfruttare le buone vibrazioni per trovare punti importanti contro un’altra diretta rivale per la salvezza come il Lecce. Lecce che, va detto, mostra sempre grande grinta, e che nel turno precedente è riuscito ad annullare un doppio svantaggio contro il Genoa. Sul campo di casa, il Brescia fa una gran fatica: ha il peggior rendimento interno del torneo (1 solo pareggio e cinque sconfitte), mentre i salentini fuori casa danno spesso il meglio di sé. Corini dovrà rinunciare allo squalificato Cistana, che potrebbe essere rimpiazzato da Magnani, con Mateju più di Martella a sinistra. Per il resto, conferma per l’assetto con Balotelli e Torregrossa (Donnarumma è acciaccato), con Romulo trequartista davanti a Ndoj, Tonali e Bisoli. Problemi di squalifica anche dall’altra parte: Liverani dovrà fare a meno di Lucioni in difesa e Petriccione a centrocampo, anche se ritornano disponibili Lapadula (affiancato da Falco o Farias) e Rossettini. Squadre schierate a specchio, con Shakov trequartista (Mancosu non recupera) e Tabanelli per Petruccione. Tre pareggi nelle ultime cinque a Brescia, la Leonessa ha vinto una sola volta in casa con il Lecce nel 1998.

Pronostico: 1X + Gol (2.05). Fiducia media. Il Brescia in casa va malissimo, ma il ritorno del “Genio” Corini potrebbe dare la marcia in più alle Rondinelle anche tra le mura amiche. Il Lecce non molla mai, e potrebbe tornare in Salento con almeno un punticino.

Napoli – Parma
Il logo del Napoli Ultimi incontri SPSSV
Il logo del Parma Ultimi incontri PVVVP
  • Stadio: San Paolo
  • Sabato 14 dicembre 2019 ore 18:00
  • Arbitro: Di Bello
  • Le quote sull’1X2 1: 1.32 X: 5.25 2: 9.50

Ci avreste mai scommesso, che quasi a metà campionato Napoli e Parma si sarebbero affrontati con lo stesso numero di punti in classifica? Eppure è proprio così, sicuramente tanto per demeriti della ormai non più banda-Ancelotti quanto per meriti dei ragazzi di D’Aversa, e sabato alle 18.00 quella tra gli azzurri e i ducali sarà una partita che potrebbe far affossare definitivamente la stagione napoletana e proiettare al contrario in altissimo gli emiliani. La curiosità è tutta per i partenopei, che vedranno l’esordio di Gattuso in panchina al posto dell’esonerato Carletto. Da gestire anche le tossine post impegno contro il Genk in Champions League, ad aggiungersi allo scialbo pareggio di sette giorni fa con l’Udinese. Il Parma si gode invece la bella vittoria esterna con la Spal. Gattuso non avrà a disposizione per squalifica il solo Maksimovic: Ringhio è orientato verso un 4-3-3 con Milik centrale affiancato da Callejon e Insigne. Centrocampo in mano ad Allan, spalleggiato da Fabian Ruiz e Zielinski. In difesa, il rientrante Koulibaly di fianco a Manolas, con Di Lorenzo e Mario Rui esterni. Poche ma significative variazioni invece nel Parma, che si schiererà a specchio. Ancora Cornelius come boa centrale in avanti, affiancato da Gervinho e Kulusevski (su cui spinge fortissimo per gennaio l’Inter). In mezzo, Brugman con Hernani e Barillà, perché il match-winner di sette giorni fa, Kucka, è acciaccato. Confermati dietro Alves e Iacoponi, con Darmian e Gagliolo esterni. Grande equilibrio, con tre vittorie partenopee e due parmensi nelle ultime cinque al San Paolo.

Pronostico: Gol (1.87). Fiducia medio-alta. C’è grande curiosità per l’esordio di Gattuso in panchina, e questo rende difficile il pronostico, anche se i bookie danno strafavorito il Napoli. La difesa azzurra però non è una muraglia, e il Parma potrebbe colpirla.

Genoa – Sampdoria
Il logo del Genoa Ultimi incontri PPVSS
Il logo della Sampdoria Ultimi incontri VVSVS
  • Stadio: Luigi Ferraris
  • Sabato 14 dicembre 2019 ore 20:45
  • Arbitro: Doveri
  • Le quote sull’1X2 1: 2.70 X: 3.15 2: 2.75

Stracittadina genovese numero 73, quella di sabato sera: il bilancio ci parla di 17 successi del Grifone, 27 pareggi e 28 vittorie blucerchiate. Il Genoa però negli ultimi 5 derby casalinghi ha strappato solo un punticino, e non vince dal 2011. Quello di questa stagione sarà un derby coi nervi a fior di pelle, vista la situazione di classifica deficitaria di entrambi i team, rispettivamente terzultimo e quartultimo, con un solo punto a dividerli. I rossoblu di Thiago Motta, peraltro, dovranno fare a meno di due pedine fondamentali come Agudelo e (soprattutto) Pandev, entrambi espulsi domenica nella gara contro il Lecce. Reparto offensivo dunque tutto da inventare, per il mister, che potrebbe affiancare Favilli (o Cleonise) a Pinamonti e optare per un 3-5-2, schierando Schone come playmaker affiancato da Sturaro e Cassata, con Ankersen e Ghiglione sulle fasce. Torna a disposizione Saponara, che potrebbe anche essere la mossa a sorpresa. Dietro, ancora Romero con Biraschi e Criscito per l’infortunato Zapata (che si aggiunge a Lerager e Pajac). In casa Sampdoria, il clima non è certo dei migliori: domenica contro il Parma è arrivata un’altra sconfitta, con in più l’aggravante del rigore del pareggio fallito da Quagliarella. Ranieri sta faticando parecchio a dare continuità ai suoi, che oggettivamente scontano però anche una rosa che in troppi elementi sta deludendo o non è comunque all’altezza della situazione. Per il derby, nessuno squalificato: vedremo nuovamente Gabbiadini di fianco al “Quaglia”, con Ramirez trequartista (nonostante i due ko di fila); a centrocampo possibile il rientro di Linetty al posto di Vieira, con Edkal e Jankto confermati. Thorsby o Depaoli a destra.

Pronostico: 1X + Over 1.5 (1.90). Fiducia medio-alta. Non parliamo certo di due squadre dagli attacchi scintillanti, ma vediamo un po’ meglio il Grifone, anche solo dal punto di vista mentale, e comunque per entrambe c’è la necessità di fare risultato.

Verona – Torino
Il logo del Verona Ultimi incontri SSPSS
Il logo del Torino Ultimi incontri VPSSV
  • Stadio: Marcantonio Bentegodi
  • Domenica 15 dicembre 2019 ore 12.30
  • Arbitro: La Penna
  • Le quote sull’1X2 1: 2.80 X: 3.10 2: 2.70

Sono divise solo da due punti in classifica, Verona e Torino, ma il mood generale delle due squadre è per forza di cose molto diverso. Dopo un ottimo avvio di stagione, gli scaligeri sono ora alle prese con una fase di involuzione, segnata da tre ko nelle ultime cinque partite, mentre il Torino è in ripresa e ha esattamente lo score opposto, con tre vittorie nelle ultime cinque. Situazione comunque non preoccupante per nessuna delle due compagini, con i granata che cercheranno però il colpaccio, per proseguire la rincorsa alle posizioni valide per un posto in Europa League. Nel Verona, assente Dawidowicz per squalifica, ma rientrano Kumbulla e Gunter. Per il resto, stesso organico del match contro l’Atalanta (anche per l’assenza di Salcedo), con Di Carmine (in ottima forma) terminale offensivo spalleggiato da Zaccagni e Pessina (o Verre) e i soliti quattro a centrocampo (Lazovic, Veloso, Amrabat, su cui punta il Napoli, e Faraoni). Nel Torino, filtra ottimismo per il recupero di capitan Belotti, mentre Iago Falque è ancora out. Mazzarri sembra orientato a tornare al 3-5-2, con Verdi ad affiancare il Gallo (o Zaza). In mezzo ritorna Lukic, con Rincon e Baselli. Fasce assegnate a Aina e Ansaldi, difesa con Izzo, Nkoulou e Bremer. Ancora panchina per Meité. Tre vittorie del Torino nelle ultime cinque al Bentegodi.

Pronostico: Gol (1.80). Fiducia medio-alta. Il Verona ha un po’ perso la sua imbattibilità difensiva ma è in buona forma in attacco; il Toro, sia che torni Belotti sia che giochi invece Zaza, ha la capacità di fare male e vorrà comunque cercare i tre punti.

Milan – Sassuolo
Il logo del Milan Ultimi incontri SSSPS
Il logo del Sassuolo Ultimi incontri VPSSV
  • Stadio: Giuseppe Meazza
  • Domenica 15 dicembre 2019 ore 15:00
  • Arbitro: Manganiello
  • Le quote sull’1X2 1: 1.55 X: 4.50 2: 5.50

Tre risultati utili nelle ultime cinque partite giocate: pian piano, la cura del normalizzatore Pioli sta dando i suoi frutti, e il Milan prova a riaffacciarsi in zone della classifica più consone al suo blasone. Ora i rossoneri sono a quota 20 punti, insieme al Torino e solo un punto dietro Napoli e Parma. Il tecnico emiliano vuole quindi proseguire il percorso virtuoso intrapreso dai suoi: fondamentale, in tal senso, l’apporto sulla catena sinistra di Theo Hernandez (da sgrezzare in difesa, ma più che positivo quando sale) e soprattutto di Bonaventura, un recupero questo davvero fondamentale. Anche il ritorno al gol di Piatek, seppure su rigore, nel turno precedente, è un segnale che immette fiducia nel gruppo. Il Sassuolo si mangia invece le mani per essersi fatto rimontare due gol di vantaggio dal Cagliari nel turno precedente (con il rigore fallito da Berardi come aggravante) e una classifica un po’ grigia, al netto della gara in meno (che verrà recuperata mercoledì 18). Nessun particolare problema di organico per i rossoneri, che con tutta probabilità confermeranno l’undici che ha superato il Bologna. Unico possibile cambio, Krunic al posto di uno spentissimo Kessié sulla fascia destra: davanti, Piatek insieme a Suso e Calhanoglu. In casa Sassuolo, De Zerbi fa i conti con i soliti infortunati lungodegenti (Chiriches e Defrel): in porta dovrebbe andare non Turati ma Pegolo (niente Consigli, dunque), mentre dietro Toljan, Romagna, Marlon (o Ferrari) e Kiriakopoulos saranno confermati. Davanti, di nuovo unica punta Ciccio Caputo, con Berardi, Djuricic e Boga liberi di giostrare alle sue spalle. Quattro vittorie milaniste nelle sei sfide giocate a San Siro, con un solo successo neroverde.

Pronostico: 1X + Over 2.5 (1.85). Fiducia medio-alta. Il Milan sembra aver trovato una sua dimensione, e vorrà sfruttare il turno casalingo. Occhio al Sassuolo, però, che gioca sempre a calcio a viso aperto: ci aspettiamo una gara divertente e con qualche gol.

Bologna – Atalanta
Il logo del Bologna Ultimi incontri PVPVS
Il logo dell'Atalanta Ultimi incontri SVSSS
  • Stadio: Renato Dall’Ara
  • Domenica 15 dicembre 2019 ore 15:00
  • Arbitro: Massa
  • Le quote sull’1X2 1: 3.60 X: 3.90 2: 1.93

Forse la “classica delle provinciali” per eccellenza, nella nostra Serie A, la sfida tra Bologna e Atalanta, che incroceranno i tacchetti per la volta numero 97, domenica pomeriggio (36 successi felsinei, 34 bergamaschi e 26 segni X): la storia recente dice decisamente bene alla Dea, che ha vinto quattro delle ultime cinque al Dall’Ara (il Bologna non vince dal 2015). I rossoblu stanno patendo una fase delicata del torneo, scandita da tre sconfitte in cinque gare, e sembrano aver perso un po’ della brillantezza palesata a inizio campionato. L’Atalanta è sempre la macchina da gol che conosciamo, che concede volentieri qualcosa in difesa ma non rinuncia mai a creare gioco: l’unico problema per Gasperini sarà forse contenere la strabordante gioia dei suoi, dopo l’incredibile qualificazione agli Ottavi di Champions e il successivo bagno di folla notturno all’aeroporto di Orio al Serio. Qualche problema là davanti per Mihajlovic, di nuovo senza Soriano, e che quindi dietro a Palacio potrebbe optare per il trio Orsolini, insidiato da Skov Olsen, Dzemaili (favorito su Svanberg), Sansone, con Medel in mediana insieme a Poli. Dietro, nuovamente Denswil a sinistra. L’Atalanta, fatiche di coppa a parte, si presenta a Bologna con il migliore organico possibile. A fronte dell’assenza “misteriosa” di Zapata e degli acciacchi di Ilicic (disponibile nel caso solo per la panchina), sono pronti Muriel e Gomez. A centrocampo, Gasp potrebbe avanzare l’ottimo Pasalic di questo periodo a trequartista, scegliendo Castagne e Gosens per presidiare le fasce, con Freuler e De Roon in mezzo. In difesa, Djimsiti confermato di fianco a Palomino e Toloi, che si è riposato essendo squalificato in Champions.

Pronostico: X2 + Over 2.5 (2.10). Fiducia medio-alta. La Dea è gasatissima dopo il successo in Champions, e fuori casa tende a dare il meglio di sé; il Bologna ha bisogno di punti e quindi giocherà al massimo: prevediamo una gara molto combattuta.

Juventus – Udinese
Il logo della Juventus Ultimi incontri PPPPP
Il logo dell'Udinese Ultimi incontri SSVSS
  • Stadio: Allianz Stadium
  • Domenica 15 dicembre 2019 ore 15:00
  • Arbitro: Pasqua
  • Le quote sull’1X2 1: 1.25 X: 5.70 2: 13.00

La seconda miglior difesa del torneo (con Lazio e Roma) contro il secondo peggior attacco, una squadra (la Juve) che in casa quest’anno ha vinto sei volte e pareggiato una, contro degli avversari che in trasferta hanno vinto solo in una circostanza, a fronte di 5 ko e un pareggio: sulla carta, la sfida in bianconero tra Juventus e Udinese non ha storia, vista anche la nettissima differenza di valori in campo. Inoltre, se è vero che non c’è due senza tre, riteniamo davvero improbabile un terzo passo falso della Vecchia Signora dopo il pari con il Sassuolo e il ko con la Lazio. In ogni caso, va detto che i campioni d’Italia nelle ultime settimane hanno palesato qualche problema, soprattutto in difesa e nel concretizzare le palle-gol. In vista del match con l’Udinese, Madama avrà qualche problema a centrocampo: Bentancur verrà recuperato all’ultimo e Pjanic sarà squalificato, aggiungendosi così all’assenza di Cuadrado, espulso con la Lazio. Sarri dovrà rimescolare un po’ le carte, e potrebbe scegliere Danilo (o De Sciglio) sulla destra, con Rugani forse in mezzo insieme a De Ligt. A centrocampo, possibile impiego per Can con Matuidi confermato a sinistra. Ancora Bernardeschi (ma occhio a Ramsey) trequartista, con Ronaldo che sarà probabilmente affiancato da Dybala. Tra i friulani, ancora assente Jajalo per infortunio, vedremo Mandragora nella posizione di playmaker, con Fofana e De Paul interni e ter Avest (o Opoku) largo con Larsen. Lasagna, Nestorovski e Okaka lottano per i due posti davanti (con il terzo in pole position davanti all’italiano), mentre dietro ci sarà l’ormai consueto ballottaggio De Maio/Becao sulla fascia destra, con il secondo favorito. Quattro vittorie piemontesi e una sola dell’Udinese (nel 2015) nelle ultime cinque all’Allianz Stadium.

Pronostico: Parziale/Finale 1/1 (1.70). Fiducia alta. Ci spiace per i friulani, ma li vediamo, come del resto fanno i bookies, come una “vittima sacrificale”. La Vecchia Signora non sprecherà un turno vantaggioso per provare a riportarsi da sola in testa alla classifica.

Roma – Spal
Il logo della Roma Ultimi incontri PVPPS
Il logo della Spal Ultimi incontri PVSPP
  • Stadio: Olimpico
  • Domenica 15 dicembre 2019 ore 18:00
  • Arbitro: Giua
  • Le quote sull’1X2 1: 1.28 X: 5.40 2: 11.50

Un po’ come la precedente, anche questa partita sembrerebbe non lasciare troppo spazio all’immaginazione: la Spal è ultima in classifica, con il peggior attacco e il peggior rendimento esterno della massima serie, mentre la Roma vanta la seconda miglior difesa e uno score casalingo scandito da quattro vittorie, due pareggi e un solo ko. La squadra di Fonseca, inoltre, è in un ottimo momento, e nonostante gli infortuni è riuscita a strappare un punto nel big match contro l’Inter di sette giorni fa, anche se il pareggio in Europa League valso comunque il passaggio del turno lascerà qualche scoria. Per la sfida contro gli emiliani, il mister portoghese dovrà fare a meno dello squalificato Mancini, oltre che degli infortunati ormai cronici Zappacosta e Cristante, e quelli più recenti come Pastore, Kluivert e Pau Lopez, cui si aggiunge Smalling. Il portiere potrebbe comunque recuperare il suo posto tra i pali, mentre è Fazio il candidato a sostituire l’italiano in difesa, con Juan Jesus (o Cetin), Spinazzola e Kolarov. Dopo l’attacco influenzale, Dzeko torna disponibile a pieno regime: alle sue spalle agiranno Zaniolo, Pellegrini e Mkhitaryan, con Veretout e Diawara dietro. Brutta tegola per la Spal, l’assenza a centrocampo di Kurtic, squalificato. Semplici lo sostituirà probabilmente con Murgia. Semplici medita una mossa a sorpresa, avanzando Cionek a esterno di centrocampo nel 3-5-2 con Missiroli, Valdifiori, Valoti e Strefezza Per il resto, Tomovic, Vicari e Igor dietro, Petagna, che si deve far perdonare il rigore fallito domenica scorsa, e Floccari davanti. Nelle ultime cinque all’Olimpico, due successi emiliani (l’ultimo nello scorso campionato) e due pareggi.

Pronostico: 1 + Zaniolo Marcatore (3.00). Fiducia medio-alta. Diamo la vittoria della Roma abbastanza per scontata, non ce ne vogliano i tifosi della Spal, nonostante il turno infrasettimanale di coppa. La combo con la rete di Zaniolo ha una quota invitante.

Fiorentina – Inter
Il logo della Fiorentina Ultimi incontri VSPPS
Il logo dell'Inter Ultimi incontri SSSSV
  • Stadio: Artemio Franchi
  • Domenica 15 dicembre 2019 ore 20:45
  • Arbitro: Mariani
  • Le quote sull’1X2 1: 3.55 X: 3.55 2: 2.05

Test probante, per l’Inter capolista e reduce dalla amara battaglia con il Barcellona in Champions League, in quel di Firenze. La Viola è infatti in crisi nera di risultati (quattro ko di fila e un pari nelle ultime cinque), ma in casa rimane un osso duro che storicamente fa penare non poco i nerazzurri, che al Franchi hanno vinto l’ultima volta nel 2014 (da allora, tre vittorie toscane e due pari, tra cui il contestatissimo 3-3 di un anno fa con la tragicomica direzione di gara di Abisso). I viola sono precipitati nelle posizioni di rincalzo della classifica, appena sopra la zona calda, anche a causa dei molti infortuni e delle bizze di Chiesa, e ora Montella deve cercare di fare risultati per non perdere la panchina. Non sarà facile contro la squadra con la miglior difesa del torneo (e che a oggi in trasferta ha solo vinto). L’ex aeroplanino non avrà a disposizione Ribery ma potrebbe recuperare Pezzella: rispetto alla gara contro il Torino, però, si prevede il ritorno alla difesa a tre, con Milenkovic, appunto Pezzella e Caceres, e al centrocampo a cinque con Dalbert e Lirola esterni e i soliti Castrovilli e Pulgar in mezzo, con Benassi in ballottaggio con Badelj. Davanti, Chiesta e Vlahovic. Anche l’Inter, oltre alle stanchezze di coppa, deve affrontare una infermeria affollata, con Sanchez, Sensi e Barella cui si sono aggiunti Gagliardini e Candreva. Scelte forzate o quasi, dunque, per Conte, che opterà per l’esuberanza di Bastoni ad affiancare De Vrji e Skriniar in difesa, e per una linea mediana con Borja Valero ad affiancare Brozovic e Vecino. Gli esterni saranno Lazaro e D’Ambrosio, mentre davanti Martinez e Lukaku sono inamovibili. I nerazzurri hanno diversi giocatori in diffida, ma vista l’importanza del match, è improbabile, oltre che difficile per gli uomini contati, che il tecnico salentino si privi dei titolarissimi.

Pronostico: Over 2.5 (1.75). Fiducia medio-alta. L’Inter è in riserva di benzina, ma deve stringere i denti, anche se a Firenze è tradizionalmente dura. Lukaku e Lautaro possono sempre colpire e ci aspettiamo una partita d’attacco dei nerazzurri.

La multipla della settimana*

Partita Giocata Quota Quota cumulativa
Cagliari – Lazio Rigore Sì 2.60 2.60
Napoli – Parma Gol 1.87 4.86
Genoa – Sampdoria 1X + Over 1.5 1.90 9.23
Milan – Sassuolo 1X + Over 2.5 1.85 17.08
Bologna – Atalanta X2 + Over 2.5 2.10 35.88
Juventus – Udinese Parziale/Finale 1/1 1.70 61.01

Sei eventi per una multipla che senza bonus supera quota 60.00: con 10 euro la vincita potenziale supera i 600 euro.

Tante sfide interessanti e la lotta a tre per lo scudetto che si accende sempre più: tenta la sorte con le quote di Eurobet!

Il bookmaker per la sedicesima giornata di campionato

È uno dei “pezzi grossi” tra i bookmaker che operano sul mercato italiano, ed è molto apprezzato dagli scommettitori per l’ampiezza del suo palinsesto e l’interessante formula del suo bonus benvenuto, che consta in un rimborso scommesse fino a 210€. Stiamo parlando di Eurobet, il sito scommesse che abbiamo scelto per i pronostici della sedicesima giornata della Serie A 2019/20. Una ventina di sport in lavagna (tra i quali sport invernali, freccette e cricket, senza dimenticare le special bet su politica e spettacolo) e una quantità di tipologie di scommessa che oltrepassa i 200 mercati rendono questo operatore uno dei più generosi in termini di offerta. Di livello anche le promozioni periodiche, nonché la sezione live, per la quale è presente anche lo streaming. Pollice alzato anche per l’ampia disponibilità di sistemi di deposito e prelievo e per una app molto ben strutturata.

*Tutte le nostre selezioni sono fornite solo per l’intrattenimento e dovrebbero essere utilizzate solo per scopi informativi. Mentre usiamo la nostra esperienza e le nostre conoscenze per aiutarti a informarti per effettuare una scommessa oculata, non siamo responsabili di eventuali perdite che potrebbero derivare da risultati effettivi diversi da quelli previsti.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
Il logo della Serie A, calciatori in azione e la scritta Consigli scommesse 16° giornata

Articoli correlati