Mondiali di calcio femminili: il pronostico per la Finalissima

Domenica alle 17.00 è in programma l’ultimo atto dei Campionati Mondiali di calcio femminili. La rassegna iridata ha messo in mostra qualità e tecnica, e vedrà scontrarsi in Finale le squadre più forti: le statunitensi sono campionesse in carica del torneo, le Orange invece sono le attuali campionesse d’Europa. Si prevede un grande spettacolo.

Usa e Olanda, il top del calcio femminile

Una calciatrice e il logo dei Mondiali femminili 2019

In programma domenica la Finalissima dei Mondiali di calcio donne tra Usa e Olanda.

Per molti versi, la Finale dell’edizione 2019 dei Mondiali femminili di calcio è il massimo che gli appassionati potessero sperare: si troveranno di fronte infatti le attuali campionesse iridate e favorite fin dall’inizio, le statunitensi guidate dall’inglese Jillian Ellis, e le detentrici del Campionato Europeo. Le due squadre sfoderano campionesse di grande qualità e un gioco votato all’attacco: molto basato sul gegenpressing e gli schemi quello americano, più ragionato e impostato sulle ali quello olandese. Per qualità di gioco espresso, inoltre, sono i due team che più meritano la Finale tra quelli visti in questa edizione, peraltro decisamente riuscita e di livello.

Gli Usa hanno raggiunto la Finale dominando il girone F: dopo aver stabilito il record assoluto di punteggio strapazzando le malcapitate thailandesi per 13-0, Morgan e compagne hanno superato 3-0 il Cile e 2-0 la Svezia. Negli Ottavi, vittoria più faticosa del previsto contro la Spagna (2-1) e identico risultato nei Quarti contro le padroni di casa della Francia. Legge del 2-1 anche in Semifinale, in un combattutissimo “derby” con le inglesi. Anche l’Olanda ha chiuso a punteggio pieno il proprio girone, l’E, davanti a Canada, Camerun e Nuova Zelanda. Vittoria prestigiosa poi negli Ottavi contro il forte Giappone (2-1), cui ha fatto seguito un per noi dolorosissimo 2-0 all’Italia. In Semifinale, battaglia contro la sorpresa Svezia (che aveva eliminato la Germania) vinta nei supplementari per 1-0.

Le calciatrici da tenere d’occhio

Davvero tante le stelle che saranno in campo domenica a Lione, in un orario più consono a una corrida (“las cinco de la tarde”) che a una finale mondiale. Quella statunitense è una vera squadra all-star: basti pensare a Alex Morgan, capocannoniere del torneo con l’inglese White (6 reti) e vero terminale offensivo della squadra. Non possiamo poi non nominare il centrocampo ragioniere di Julie Hertz e la garra di Lindsey Horan, ma soprattutto la grande qualità sulle fasce: Megan Rapinoe, la Pantera Rosa nemica di Donald Trump (5 gol fin qui per lei) e Christen Press da una parte, Tobin Heath e Ashlyn Harris dall’altra, senza dimenticare il portiere Alyssa Naeher, grande protagonista in Semifinale, con il rigore parato all’Inghilterra.

La qualità dell’Olanda inizia invece in porta: Sari Van Veenendaal è una vera sicurezza tra i pali. A centrocampo, la squadra gira attorno a Sherida Spitse e a Jackie Groenen, peraltro match-winner in Semifinale. Il top delle Orange però arriva in attacco, in particolare con Vivianne Miedema e Lieke Martens, due che se in giornata possono davvero fare male a qualsiasi difesa, compresa quella Usa, che soprattutto dagli Ottavi in poi non è davvero parsa imperforabile. Occhio poi alle incursioni in attacco di Stefanie Van der Gragt, pericolosissima di testa, come ha potuto sperimentare a sue spese la nostra Nazionale nei Quarti.

Il nostro pronostico

Nonostante si sfidino le attuali campionesse mondiali ed europee, il pronostico della Finalissima pare segnato. Eurobet quota a 1.43 la vittoria americana e addirittura a 9.00 quella olandese. La nazionale Usa ha messo in mostra non soltanto un gioco grintoso e difficilmente arginabile quando il trio Morgan-Press-Horan gira a pieno regime (trascurando le veterane Rapinoe e Lloyd), ma anche una tranquillità mentale nei momenti difficili, come contro l’Inghilterra o la Spagna, che non può che far ben sperare coach Ellis. Detto questo, però, l’Olanda non vuol certo fare la sparring partner: la squadra allenata da Sarina Wiegman ha messo in mostra un gioco davvero aggressivo e capace di fare male all’avversario. Il contropressing arancione non è da meno di quello delle americane. Di sicuro si vedrà una partita giocata ad alti ritmi, soprattutto se le temperature delle 17.00 saranno clementi. Gli Usa hanno sempre segnato almeno un gol nei primi 15 minuti, in questo Mondiale: tenerne conto per una giocata Gol/No Gol nei primi minuti potrebbe essere un’idea

Pronostico: Gol + Over 2.5 (2.55). Troppo rischiose le quote sulla vittoria di una o dell’altra. Questo mercato, invece, ci pare decisamente interessante come quota e di probabile riuscita: entrambe le squadre segnano molto, ma la tenuta difensiva non è sempre impeccabile. Il mood da Finale non invoglierà ai tatticismi, a nostro avviso!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati