Europei Under 21: speranze dell’Italia, favorite e pronostici

Dal 16 al 30 giugno si disputerà, tra Italia e San Marino, la 22′ edizione del Campionato Europeo Under 21. Dodici squadre divise in tre gironi cercheranno di strappare il titolo alla Germania, vincitrice due anni fa in Polonia. Proprio Azzurri e tedeschi, insieme a Inghilterra, Francia e Spagna, sono i principali indiziati per la vittoria finale.

La Nazionale italiana: i convocati

Il logo della Nazionale italiana, quello dell'Europeo Under 21 e la scritta Sandro Tonali

L’Italia guidata dal gioiellino del Brescia, Tonali, è una delle favorite per l’Europeo Under 21.

Portieri: Audero (Sampdoria), Meret (Napoli), Montipò (Benevento);

Difensori: Adjapong (Sassuolo), Bastoni (Parma), Bonifazi (Spal), Calabresi (Bologna), Dimarco (Parma), Mancini (Atalanta), Pezzella (Genoa), Romagna (Cagliari);

Centrocampisti: Barella (Cagliari), Locatelli (Sassuolo), Mandragora (Udinese), Murgia (Spal), Pellegrini (Roma), Tonali (Brescia), Zaniolo (Roma);

Attaccanti: Chiesa (Fiorentina), Cutrone (Milan), Kean (Juventus), Orsolini (Bologna), Pinamonti (Frosinone).

Le prospettive dell’Italia

Inserita nel girone A, che disputerà le sue partite a Bologna e Reggio Emilia, la Nazionale di Di Biagio non si nasconde ed è una delle accreditate alla vittoria: non si tratta solo di fattore-campo, gli azzurrini vantano una rosa di grandissima qualità soprattutto dalla cintola in su. Qualche nome? Barella, Pellegrini e Zaniolo sono già titolari in Serie A, e Tonali, appena salito dalla B con il Brescia, ha le stimmate del nuovo Pirlo. In attacco, poi, cinque nomi di primissimo piano, con Chiesa, Cutrone e Kean pungolati da Orsolini e Pinamonti, che ha fatto vedere cose egregie negli appena conclusi (per l’Italia) Mondiali Under 20.

L’impresa sarà però difficilissima: in gruppo con l’Italia ci sono la Spagna, un’altra delle favorite, con cui ci contenderemo il primo posto (ricordiamo che passano alle Semifinali le prime di ogni girone più la migliore seconda): nelle Furie Rosse occhio al “napoletano” Fabian Ruiz e a Oyarzabal e Firpo. Attenzione però anche alle altre due squadre, la temibile Polonia del centravanti Kownacki (capocannoniere nelle Qualificazioni) e il fortissimo Belgio di Lukebakio (ottima la sua annata in Bundesliga a Düsseldorf) e Saelemaekers. Insomma, ci sarà da sudare e parecchio.

Le altre candidate alla vittoria

Secondo bet365 e i principali bookies .it è però l’Inghilterra, la vera squadra da battere. Inseriti nel Gruppo C, i Leoni dovranno vedersela soprattutto con la Francia, in quello che è forse lo scontro più atteso della prima fase. I vari Maddison, Gray, Tomori contenderanno ai Galletti di Moussa Dembélé la rincorsa alla vetta del continente, con Romania e Croazia destinate a fare le sparring partner, anche se i balcanici sono sempre una possibile sorpresa e vantano una “cantera” di grande talento, con elementi come Vlasic (Everton), Moro (Dinamo Zagabria) e Benkovic (Celtic Glasgow).

E i campioni in carica? Naturalmente anche la Germania è pienamente in lizza per bissare il successo di due anni fa. I tedeschi sono inseriti nel Gruppo B insieme a Danimarca, Serbia e Austria, un girone qualitativamente inferiore agli altri due e che dovrebbe quindi garantire un passaggio del turno non impossibile a una formazione ricchissima di talenti, in primis quell’Eggestein (Werder Brema) che di questa Under 21 è la stella. Occhio però anche ai tre dietro, Heinrichs, Klostermann e Tah, già aggregati alla nazionale maggiore. Danimarca e Serbia lotteranno per il secondo posto, sospinte rispettivamente dalle giocate di Skov e dai gol di Jovic, appena acquistato dal Real Madrid.

Su chi puntare, quindi? Leggete qui sotto la nostra scelta, orientata sulla base delle quote di bet365.

Pronostici per la vittoria finale: Inghilterra (5.00). Le quote per la vittoria finale sono molto equilibrate tra loro: la cinquina delle favorite è completata da Italia e Spagna (5.50), Francia (6.00) e Germania (6.50). Noi puntiamo sui Leoncini d’Inghilterra, espressione di un calcio tornato agli antichi fasti sia a livello di nazionali che di club, come testimoniano le imprese di Chelsea e Liverpool in Europa e Champions League, oltre al quarto posto della Nazionale Maggiore a Russia 2018.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati