Sorteggi CL e EL: ecco come è andata per le italiane in Europa

Ieri si sono svolti i sorteggi per gli Ottavi di Champions League e i Sedicesimi di Europa League. Urne benevole per la Juventus, contro il Lione, e l’Atalanta, impegnata contro il Valencia. Impresa improba per il Napoli contro il Barcellona. Anche Inter e Roma sono state piuttosto fortunate: se la vedranno con Ludogorets e Gent.

Juventus e Atalanta, un sorteggio molto favorevole

Un calciatore in azione e i loghi di Champions League ed Europa League

Ecco i sorteggi per Champions ed Europa League: Juve con il Lione, per il Napoli c’è il Barça.

L’urna dell’UEFA per i sorteggi degli Ottavi di Finale di Champions League ha decisamente guardato con un occhio di riguardo due italiane su tre. Juventus e Atalanta, infatti, nonostante un cammino diversissimo nella massima competizione europea, rischiavano di affrontare squadre decisamente più toste di quelle effettivamente sorteggiate. I bianconeri, giunti primi nel loro gruppo davanti all’Atletico Madrid, avrebbero potuto beccare Real Madrid, Tottenham o Chelsea. È invece uscito l’Olympique Lione, squadra non certo da sottovalutare, ma che quest’anno sta convincendo meno che in passato: in Ligue 1 sono ottavi a 17 punti di distacco dal PSG, in Europa sono invece passati come secondi nel Gruppo G dietro al Lipsia.

Anche dalle parti di Bergamo si può decisamente esultare. Gli spauracchi, per la squadra di Gasperini, avevano i temibili nomi di Liverpool, Paris Saint-Germain e Bayern Monaco. Dalle mani di Hamit Altintop, invece, è uscito il più tranquillizzante Valencia. Intendiamoci, i pipistrelli spagnoli non sono affatto un cliente comodo, ma di sicuro erano la testa di serie meno pericolosa insieme al Lipsia. La Dea può quindi giocarsela quasi alla pari (solo l’esperienza europea dei valenciani è superiore), con una squadra che ha clamorosamente passato da vincitrice il Gruppo H, davanti al Chelsea e togliendosi il lusso di eliminare l’Ajax.

Napoli, serve un miracolo contro gli alieni del Barcellona

L’urna di Ginevra è stata invece tutt’altro che clemente con il Napoli: per i partenopei si può tranquillamente dire che piove sul bagnato, e che continua un periodo decisamente non fortunato. La squadra allenata da Gattuso, infatti, se la vedrà contro il Barcellona, in una sfida che fa tremare i polsi solo a pronunciarla. Vero che da qui a metà febbraio tutto può succedere: ci sarà il mercato di riparazione, “Ringhio” avrà preso il polso della situazione e non si può mai sapere in che condizione saranno gli atleti a fine inverno. Certo però, che tra tutti i clienti possibili è capitato probabilmente quello peggiore, per una partita tra due città e due tifoserie molto simili e che è indubbiamente molto affascinante.

Le altre cinque partite in programma per gli Ottavi saranno invece Atletico Madrid – Liverpool (la garra difensivista di Simeone contro la macchina da gol di Klopp), Borussia Dortmund – PSG, con Tuchel, allenatore dei parigini, che se la vedrà contro la sua ex squadra, Tottenham – Lipsia, con i bianchi di Mourinho che hanno avuto un sorteggio benevolo contro una squadra che però non avrà nulla da perdere, Chelsea – Bayern Monaco, un grande classico del calcio europeo, e soprattutto una finale anticipata, quella tra Real Madrid e Manchester City, con il ritorno di Guardiola in Spagna contro i rivali del Real e mille altre suggestioni. Gare d’andata in programma il 18, 19, 25 e 26 febbraio. Ritorni a partire dal 10 marzo.

Europa League: bene le italiane, ma occhio a non peccare di superbia

Sempre lunedì si sono svolti i sorteggi per i Sedicesimi di Finale dell’Europa League. Qui le italiane coinvolte, dopo l’eliminazione della Lazio, erano due: la Roma, giunta seconda nel Gruppo K alle spalle dei turchi del Başakşehir, e l’Inter, retrocessa dalla Champions League essendo giunta terza nel Gruppo F di quel torneo alle spalle di Barcellona e Borussia Dortmund. Anche in questo caso, i sorteggi, guidati dalla ex stella svedese del calcio femminile, Josephine Henning, e da Frédéric Kanouté, ex plurivincitore del torneo con la maglia del Siviglia, sono stati decisamente favorevoli alle compagini di casa nostra.

I nerazzurri se la vedranno con i bulgari del Ludogorets. Giunta seconda nel Gruppo H alle spalle dell’Espanyol, la squadra della città di Razgrad vince ininterrottamente il campionato dalla stagione 2011/12 ed è per questo ormai abituata ai palcoscenici europei. La squadra di Antonio Conte parte ovviamente con i favori del pronostico, ma conterà tantissimo l’atteggiamento soprattutto nella sfida d’andata, nel piccolo ma infuocato catino della Ludogorets Arena.

Per la Roma, invece, trasferta in Belgio. I giallorossi se la vedranno infatti con i belgi del Gent, vincitori, un po’ a sorpresa, del Gruppo I davanti al Wolfsburg. La formazione dei Buffalos (così chiamati perché il loro stemma è il volto di un pellerossa, in memoria della visita in città, agli albori del XX Secolo, del Wild West Circus di Buffalo Bill) sono un “pezzo grosso” del campionato belga, e hanno in Laurent Depoitre e Roman Jaremčuk i due calciatori da tenere d’occhio.

Le partite d’andata si svolgeranno il 20 febbraio, quelle di ritorno il 26 e 27. Tra gli altri match interessanti, segnaliamo Eintracht Francoforte – Salisburgo, Olympiacos – Arsenal, Getafe – Ajax, Cluj – Siviglia, Bruges – Manchester United. Le italiane sono tra le favorite per la vittoria finale: perché questo succeda, però, occorre che le nostre squadre non pecchino di supponenza e non sottovalutino una competizione che dalle nostre parti è sempre colpevolmente snobbata, non si capisce bene perché.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
Un calciatore in azione e i loghi di Champions League ed Europa League

Articoli correlati