Sci Alpino, Paris vince anche il super-g e fa sua la coppetta

Dominik Paris ha vinto il super-g delle finali di Soldeu e grazie a questo successo si porta a casa la sfera di cristallo di specialità. Il carabiniere della Val d’Ultimo corona così una stagione eccezionale, che lo ha visto vincere un oro ai mondiali e 7 prove di Coppa del Mondo.

Lo sciatore Dominik Paris, il logo della FIS

Paris ha vinto la coppa di cristallo di super-g.

La stagione 2018-2019 per la squadra italiana di sci alpino non poteva chiudersi in modo migliore. Dominik Paris, dopo aver dominato la discesa libera, si aggiudica anche il super-g delle finali di Soldeu, ad Andorra. Successo che consente al carabiniere della Val d’Ultimo di vincere la Coppa del Mondo di specialità. L’ultimo italiano a vincere questo trofeo è stato Peter Runggaldier nel 1995.

Sulla difficile pista delle finali, piena di salti insidiosi e passaggi molto tecnici, Paris riesce a mettere in fila dietro di sé gli altri pretendenti alla sfera di cristallo, a cominciare da Mauro Caviezel staccato di 15 centesimi. Sul terzo gradino del podio l’austriaco Kriechmayr a 44 centesimi, ai piedi del podio il norvegese Jansrud, l’italiano Innerhofer, buon quinto, e l’altro austriaco Matthias Mayer.

Paris si è imposto nella coppetta di super-g grazie ai 430 punti conquistati lungo tutta la stagione, lasciandosi alle spalle Kriechmayr a 346 e Jansrud a 324. Decimo l’altro azzurro Innerhofer con 191 punti. Il giorno precedente “Domme” era riuscito a imporsi ancora più nettamente nell’ultima prova di discesa libera, mancando per poco il successo della coppa di specialità, andata invece allo svizzero Beat Feuz per soli 20 punti, autore di una stagione molto regolare ai vertici. A proposito di regolarità: in quest’ultima parte di stagione sorprende la costanza con la quale Paris ha raccolto risultati importanti e per un verso dispiace che la stagione finisca proprio ora.

Tutti i successi di Paris in questa stagione

Grazie alle due brillanti vittorie di Soldeu, Dominik Paris si è issato al quarto posto della classifica generale di Coppa del Mondo con 950 punti, miglior piazzamento in carriera. È il primo specialista delle prove veloci in graduatoria, dietro soltanto agli slalomisti Hirscher, Pinturault e Kristoffersen, avvantaggiati da un calendario più “generoso” con gli sciatori tecnici.

Il carabiniere e rocker nato a Merano, ma originario della Val d’Ultimo, non si può certo lamentare della sua stagione. Sono sette i successi ottenuti in Coppa del Mondo, a cominciare dalla doppietta ottenuta a Bormio a fine dicembre. Importantissima poi la vittoria in discesa sulla mitica Streif di Kitzbühel, la terza in carriera, che lo ha proiettato nell’olimpo dei grandi di questo sport. Paris è riuscito poi a centrare la doppietta anche a Kvitfjell e, come visto, anche a Soldeu, oltre a laurearsi campione del mondo a Are in super-g.

Grazie ai successi ottenuti quest’anno, “Domme” si è portato a 16 vittorie complessive in carriera, superando così Kristian Ghedina (13) al terzo posto tra gli italiani plurivittoriosi nello sci alpino, dietro soltanto ai mostri sacri Tomba (50) e Thoeni (24).

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati