NBA, il punto sul torneo e i verdetti a metà della regular season

La stagione regolare 2018-2019 di NBA è giunta a metà ed emette i primi verdetti. LeBron James fatica con i Lakers e dovrà lottare fino alla fine per un posto ai playoff. I Warriors di Curry and co. restano la squadra da battere nonostante il migliore Harden, mentre Belinelli e Gallinari contribuiscono alla buona stagione di Spurs e Clippers.

Regular season NBA: i top della prima parte di stagione

LeBron James, Luka Doncic, il logo NBA

I primi verdetti della stagione NBA 2018-2019.

Le prime 41 partite di NBA hanno visto tante prestazioni di alto livello e tanti record di protagonisti attesi. Golden State Warriors continua ad essere la squadra favorita alla vittoria finale. Lo hanno ribadito a Denver il 15 gennaio contro i Nuggets di Nikola Jokic, seconda forza a Ovest. Curry, Thompson e Durant sono stati capaci di un primo quarto da 51 punti, nuovo record NBA, che ha annichilito la squadra ospite che alla fine si è dovuta arrendere 142-111.

Anche James Harden continua a segnare record su record, nonostante la classifica non brillante dei suoi Rockets (25W-19L). Con i 58 punti messi a segno contro i Nets è arrivato a 18 partite consecutive oltre 30 punti, record di Bryant superato e quarta partita in stagione oltre i 50 punti.

A Est invece sono i Milwaukee Bucks (32W-12L) di Antetokounmpo a guidare con autorevolezza la Conference, seguiti da vicino dai Toronto Raptors (33W-13L) di Kawhi Leonard, mentre finora i Celtics hanno deluso le aspettative. Per quanto riguarda la draft class 2018, in testa alla classifica di rookie dell’anno si trova saldamente Luka Doncic: la guardia slovena dei Dallas Mavericks (20W-24L), ex Real Madrid, viaggia a 20.3 punti, 6.7 rimbalzi e 5.1 assist di media a partita.

NBA 2018-2019: la stagione degli italiani

Capitolo italiani: per entrambi i nostri alfieri impegnati in questa stagione NBA le cose vanno meglio del previsto, sia per quanto riguarda le prestazioni individuali che di squadra. Marco Belinelli, che ha fatto ritorno in Texas alla corte di Popovic, dopo un inizio difficile sta risalendo la china coi sui Spurs (26W-20L), ora saldamente in zona playoff. Per la guardia di San Giovanni in Persiceto 10.6 punti, 2.2 rimbalzi e 1.8 assist di media a partita.

Stagione più altalenante invece per Danilo Gallinari e i suoi Los Angeles Clippers (24W-20L), nella quale si sono alternate strisce vincenti ad altre meno brillanti. Anche loro lottano comunque per un posto ai playoff, ma a Ovest la lotta è molto serrata. L’ala milanese è uno dei leader della squadra con 19.4 punti, 6.0 rimbalzi e 2.6 assist di media a partita.

LeBron James tra Lakers e All Star Game

Dopo un avvio di stagione disastroso, nel quale hanno pagato la grande attesa che gravava su di loro per l’arrivo ipermediatico di LeBron James, i Los Angeles Lakers(24W-21L) sono riusciti a raddrizzare parzialmente la stagione. Almeno fino al giorno di Natale, quando sono riusciti a vincere in casa di Golden State perdendo contemporaneamente per un infortunio all’inguine LeBron James. Il rientro dovrebbe però avvenire presto, per fortuna dei gialloviola.

King James non dovrebbe quindi avere problemi ad essere presente il 17 febbraio alla 68esima edizione dell’All Star Game, in programma allo Spectrum Center di Charlotte, North Carolina. Per le selezioni dei quintetti base il voto del pubblico conterà per il 50%, mentre i giocatori NBA e i giornalisti avranno il 25% ciascuno di peso nella decisione.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati