Le novità 2017-18 in casa Roma, il dopo Totti e l’arrivo di Di Francesco

Migliorare il secondo posto della passata stagione: è questo quanto chiede la Roma di Di Francesco alla nuova stagione di Serie A, che partirà il prossimo 19 agosto 2017. La squadra capitolina vive la sua prima stagione senza una storica bandiera come Francesco Totti, fiero ambasciatore romanista per oltre 20 anni.

Cosa c’è di nuovo

La novità più importante, oltre al ritiro di Totti, è proprio l’avvicendamento in panchina con l’ex Sassuolo Eusebio Di Francesco che ha preso il posto di Luciano Spalletti. Il nuovo tecnico ha portato con sé alcuni elementi della sua ex squadra come Defrel e Pellegrini, e può contare più o meno sulla stessa squadra con cui il suo predecessore ha raggiunto il secondo posto.

Partito Salah per accasarsi al Liverpool, la Roma punta Mahrez per la sua sostituzione. Nel frattempo sono state effettuate diverse operazioni di mercato atte a migliorare la rosa in modo da poter puntare all’agognato quarto scudetto.

Acquisti e cessioni

Diversi infatti i nuovi arrivi alla corte di Di Francesco: su tutti si segnalano l’ex laziale Kolarov e il giovane Karsdorp in difesa, Gonalons dal Lione, I già citati Defrel e Pellegrini dal Sassuolo, Skorupski dall’Empoli e Moreno dal PSV. Sul fronte cessioni pesanti quelle di Rudiger (Chelsea), Salah (Liverpool) e del portiere Szczesny (Juventus).

La probabile formazione

Alisson; Bruno Peres, Manolas, Fazio, Kolarov; Strootman, De Rossi, Nainggolan; Perotti, Dzeko, El Shaarawy.

Gli obiettivi per il 2017/18

Dopo il secondo posto ottenuto nella stagione passata, la Roma ha l’obiettivo di vincere il campionato di Serie A. Non sarà facile visto il valore di avversarie come Juventus e Napoli, ma gli uomini a disposizione di Di Francesco sono di indubbio valore.

Dopo diverse buone stagioni concluse nelle posizioni alte della classifica la Roma punta a vincere e ha le carte in regola per farlo. Di Francesco, dopo il buon lavoro al Sassuolo è chiamato alla prova del nove in una piazza non facile come quella romana, ma può senza dubbio lavorare bene con il materiale fornitogli dalla società.

L’angolo tattico

Nelle intenzioni del neo allenatore romanista i giallorossi dovrebbero scendere in campo con il 4-3-3. Il cuore pulsante della squadra è costituito dal centrocampo a 3 formato da Daniele De Rossi, Radja Nainggolan e Kevin Strootman fornisce garanzia di affidabilità e concretezza in mezzo al campo.

In attacco il bomber Dzeko è supportato dagli esterni Diego Perotti e Stephan El Shaarawy, in attesa che si arrivi ad una sentenza definitiva sulla trattativa per l’acquisto di Mahrez. Con l’arrivo dell’algerino del Leicester alle dipendenze di Di Francesco le alternative in attacco e il potenziale offensivo di questa Roma versione 2017-18 aumenterebbero notevolmente.

Il marchio della Roma

Senza Salah, ma con un Di Francesco motivato, la Roma proverà a spodestare la Juve dal trono.

I punti forti e quelli deboli della Roma

Tra le qualità positive della Roma sicuramente il centrocampo solido a disposizione di Eusebio Di Francesco. Un leader come Nainggolan, reduce da una stagione di grande spessore, è trascinante per tutti i compagni. L’attacco è un’altra delle armi a disposizione dei giallorossi, che possono contare sul capocannoniere dello scorso campionato.

I limiti di questa squadra sono spesso a livello caratteriale, diverse volte la Roma è mancata negli appuntamenti decisivi o ha perso ghiotte occasioni mancando di cinismo. Manca ancora l’acquisto di qualità che può far lievitare il livello complessivo della rosa, così come possono pesare le cessioni in difesa di Rudiger e in attacco dell’egiziano Salah.

I giocatori più importanti

Nainggolan – un leader in campo, reduce da una stagione che lo ha consacrato come uno dei migliori centrocampisti del nostro campionato e non solo. Il suo rinnovo fino al 2020 costituisce al momento il migliore acquisto in questa sessione di calciomercato per la Roma, che non può prescindere dal nazionale belga.

Dzeko – criticatissimo nella sua prima stagione all’Olimpico e spesso protagonista di clamorosi svarioni, si è ampiamente rifatto nella sua seconda annata in giallorosso. I 29 gol e il titolo di capocannoniere della Serie A 2016-17 hanno issato la Roma al secondo posto, le sue marcature saranno importantissime anche quest’anno.

Manolas – con la partenza di Rudiger direzione Chelsea il difensore greco è il vero faro della difesa romanista. Ricercato da diverse squadre, tra cui la Juventus che propone lo scambio con Cuadrado, il suo apporto difensivo sarà fondamentale alla causa romanista. Insieme a Fazio costituisce una delle coppie difensive migliori del campionato.

La Roma lo scorso anno

L’ultima annata di Luciano Spalletti alla Roma ha visto i giallorossi posizionarsi al secondo posto della classifica di Serie A, dietro solo alla Juventus di Massimiliano Allegri. Nel complesso la stagione della squadra capitolina è stata buona, considerando anche la caratura dell’avversario a cui ha dovuto soccombere nella lotta scudetto.

Diverso il discorso per quanto riguarda la campagna europea, con l’eliminazione nei preliminari di Champions prima e una Europa League non esaltante conclusasi negli ottavi di finale nel doppio confronto con i francesi del Lione. In Coppa Italia altra delusione con l’eliminazione per mano dei rivali cittadini della Lazio in semifinale.

Le nostre aspettative

Anche per questa stagione la Roma è attesa ai piani alti della classifica, a sgomitare contro Napoli e Juventus per il titolo. La vittoria del campionato sembra però difficile secondo gli operatori di scommesse, come dimostra la quota 11.00 di Eurobet, in linea con quella di altri bookmaker.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati