Giro d‘Italia 2020: partenza il 3 ottobre con Nibali e Sagan

A Monreale, in Sicilia, è quasi tutto pronto per la partenza di un’inedito Giro d’Italia 2020, che si correrà per la prima volta ad ottobre. L’analisi del percorso e delle insidie delle 21 tappe previste e le quote dei favoriti con Nibali, Thomas e Sagan principali protagonisti più attesi di questa corsa rosa.

Il percorso: da Monreale a Milano con l’incongnita Stelvio

Il logo del Giro d’Italia 2020 e dei ciclisti in azione sullo sfondo

Giro d’Italia 2020 al via: tutti i numeri della corsa rosa.

Il Giro d’Italia 2020 è sempre più vicino: dal 3 al 25 ottobre i 176 corridori del gruppo daranno battaglia per conquistare l’ambita maglia rosa. Il tracciato di questa centrotreesima edizione della corsa organizzata dalla Gazzetta dello Sport è stato in parte modificato nelle sue prime tappe dopo il rinvio dovuto al Covid-19. La Sicilia ha preso il posto dell’Ungheria nelle tappe iniziali, ma il percorso, nelle frazioni alpine del Nord Italia, è rimasto quasi invariato.

Si partirà con la cronometro individuale di 15,1 chilometri da Monreale a Palermo, per poi proseguire con altre tre frazioni siciliane: nella terza tappa subito il primo arrivo in salita, sull’Etna, proprio a casa di Vincenzo Nibali. Lo Squalo dello Stretto ci terrà a fare bella figura sulle sue strade. Altre frazioni interessanti sono la quinta, con arrivo sulla Sila, e la nona, che giunge a Roccaraso, prima del giorno di riposo.

Omaggio a Pantani nella 12 tappa Cesenatico-Cesenatico, poi inizierà la battaglia dei big per la maglia rosa: seconda crono individuale di 34,1 chilometri a Valdobbiadene, quindi arrivi in salita di Piancavallo, Madonna di Campiglio, Laghi di Cancano e Sestriere, prima della crono conclusiva di 15,7 km di Milano, che potrebbe essere decisiva per il podio finale. Cima Coppi sarà lo Stelvio, programmato nella 18esima frazione, con l’incognita neve a incombere visto che si disputerà a fine ottobre.

I favoriti: sarà duello Nibali-Thomas per la maglia rosa?

Un Giro interessante, molto duro nell’ultima settimana e con tanta crono. I protagonisti non manceranno di certo: per la prima volta al via ci sarà anche il tre volte campione del mondo Peter Sagan, che proverà a fare sua la classifica a punti (dove è il principale favorito dei bookmaker, quotato a 2.75) e gli arrivi veloci, duellando con gente del calibro di Viviani, Demare, Gaviria e Matthews. Tante cronometro, dicevamo: il neo campione del mondo dela specialità Filippo Ganna sfiderà cronomen del calibro di Dennis, Martin e Campanaerts.

Il duello più atteso sarà però quello per la maglia rosa e per il podio finale di Milano. Molto attesto Vincenzo Nibali, due volte vincitore della corsa, quotato a 8.50. Lo Squalo dello Stretto non è però il favorito dei bookmaker, che davanti al messinese vedono il britannico Geraint Thomas, vincitore del Tour 2018, quotato a 2.00, seguito da Simon Yates a 4.00, Jakob Fuglsang a 6.50 e Steven Kruijswijk a 7.50. I possibili outsider del Giro potrebbbero essere il russo Vlasov (12.00), il polacco Majka (23.00) e il colombiano Lopez (29.00).

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
Il logo del Giro d’Italia 2020 e dei ciclisti in azione sullo sfondo

Articoli correlati