Europa League: le partite di andata degli Ottavi di finale

Giovedì 7 marzo si disputeranno le partite di andata degli Ottavi di finale dell’Europa League 2018/19. Le italiane sono chiamate a due sfide in lingua tedesca: impegno molto difficile per la scialba Inter di questo periodo, in casa dell’Eintracht Francoforte, mentre il Napoli aspetta il Salisburgo, una squadra sempre imprevedibile.

Inter, su la testa!

Samir Handanovic e il logo dell'Inter, Luka Jovic e il logo dell'Eintracht Francoforte e il logo dell'Europa League

L’Inter in grande difficoltà di questo periodo affronta l’ostico Eintracht Francoforte negli Ottavi di Europa League.

La sfida di giovedì alle 19.00 in casa dell’Eintracht Francoforte è un ennesimo punto cruciale della stagione, per i ragazzi di Spalletti. Reduci dalla sconfitta contro il Cagliari, che al di là delle controverse decisioni arbitrali ha messo in mostra gravi amnesie anche nel reparto che fino ad ora aveva più volte tenuto in piedi la baracca, quello difensivo (con uno Skriniar mai così in difficoltà in questa stagione come contro Pavoletti), quello contro i tedeschi è un match da prendere davvero con le pinze. Alla difficoltà di una sfida contro un team in grande forma, vanno aggiunte la cronica sterilità offensiva e il rebus-Icardi, ormai più estenuante di una telenovela brasiliana degli anni ’80. Uno dei pochi segnali positivi per i nerazzurri è Lautaro Martinez, che sta calandosi molto bene nel ruolo di rimpiazzo dell’ex capitano.

L’Eintracht, invece, sta vivendo una cavalcata europea esaltante: primo a punteggio pieno nello stesso girone di qualificazione della Lazio, nel turno precedente ha superato in scioltezza lo Shaktar Donetsk vincendo entrambe le sfide. Punte di diamante dei rossoneri sono il serbo Jović e il croato Rebić, vecchia conoscenza della Fiorentina, ma anche l’altro attaccante Haller e un centrocampo tignoso formato da Kostić e Rode, per non parlare di Da Costa e del portiere Trapp. Vittoria al cardiopalma al 96°, nell’ultimo turno di Bundesliga, per l’Eintracht, contro l’Hoffenheim. Per i tedeschi è il quinto scontro con una italiana in EL (solo 1 successo, contro il Palermo), ma anche l’Inter non ha buoni ricordi contro le tedesche, che l’hanno estromessa dalle ultime Champions (lo Schalke 04, nel 2011) ed Europa League (Wolfsburg, nel 2015). bwin quota la vittoria dell’Eintracht a 2.35, mentre quella milanese a 2.95: si prevede battaglia!

Napoli, un energy drink per tirarsi un po’ su

Kalidou Koulibaly e il logo del Napoli, Munas Dabbur e il logo del Salisburgo e il logo dell'Europa League

Ottavi di finale di Europa League che parlano tedesco anche per il Napoli, che affronta l’enigma-Salisburgo.

È un Napoli con il morale basso, quello che giovedì sera alle 21.00 affronterà il Salisburgo: il contraccolpo del ko interno di domenica sera contro la Juventus, nella sfida che ha di fatto segnato la fine dei giochi nel campionato italiano e nel quale gli azzurri hanno gettato via il pari sbagliando, con Insigne, il rigore del 2-2, potrebbe riverberarsi a livello psicologico nel match contro gli austriaci. Una squadra imprevedibile, quella di proprietà del colosso degli energy drink, presenza ormai fissa di questa competizione e capace di raggiungerne sempre le fasi decisive. Occhio alla coppia d’attacco Dabbur-Wolf, che insieme ha realizzato 11 gol e 4 assist (miglior duo d’attacco di EL). I partenopei, comunque super favoriti dai bookies (per Sisal 1.95 la vittoria di Mertens e compagni, solo 5.90 quella dei biancorossi), devono ritrovare subito testa e cuore e sfruttare il turno casalingo.

Non ci sono precedenti tra i due club, e l’unica sfida tra il Napoli e una squadra austriaca risale addirittura al 1967. Il Salisburgo ha perso solo uno degli ultimi 6 precedenti incontri di EL contro le italiane, mentre la banda-Ancelotti in Europa fa valere il fattore-campo: solo una sconfitta nelle ultime 6 gare al San Paolo (nella scorsa CL contro un altro Red Bull, il Lipsia). Se si guardano i valori, anche un Napoli abbacchiato come quello di questi giorni non dovrebbe lasciare scampo agli austriaci, ma l’aria di Europa League può generare sempre sorprese, e il Salisburgo è spesso una squadra indecifrabile.

Le altre partite degli Ottavi di finale

Le altre sei sfide che compongono il tabellone degli Ottavi di finale propongono come sempre notevoli spunti di interesse. Iniziamo dalle principali favorite alla vittoria finale: dopo aver estromesso la Lazio nel turno precedente, il Siviglia giocherà in casa contro lo Slavia Praga, in un match in cui gli andalusi sono i chiari favoriti. L’Arsenal volerà invece in Francia per affrontare il Rennes: londinesi coi favori del pronostico, ma i bretoni hanno dimostrato di essere un osso duro, eliminando il Betis Siviglia nei Sedicesimi. Per il Chelsea impegno non semplicissimo in casa contro la Dinamo Kiev. Fattore-campo da sfruttare al massimo per i ragazzi di Sarri, che non stanno certo brillando in questa fase della stagione: il ritorno in Ucraina nasconde sempre insidie.

Il turno di andata sarà completato da Zenit – Villareal, con i russi guidati dal “nostro” Marchisio impegnati in una sfida decisamente equilibrata; Dinamo Zagabria – Benfica nasconde per i lusitani solo il pericolo sempre connesso al fattore-campo nelle sfide contro le squadre balcaniche, mentre Valencia – Krasnodar non dovrebbe dare troppi problemi agli spagnoli, anche se la squadra del Mar Nero nel turno precedente ha giocato un bello scherzo al Bayer Leverkusen.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati