Epilogo del mondiale di MotoGP 2020: Mir festeggia il primo titolo

Si conclude questa travagliata stagoine 2020 del motomondiale. In MotoGP il Gran Premio del Portogallo sarà solo una passerella finale per il campione Mir, mentre l’italiano Morbidelli cercherà di vincere per consolidare il secondo posto in classiffica.

2020, l’anno della Suzuki e di Joan Mir

Due moto in gara e il logo della MotoGP

Ultimo Gran Premio di MotoGP della stagione 2020.

Oggi si correrà in Portogallo l’ultimo Gran Premio stagionale del motomondiale sul circuito di Portimao, in Algarve. Al termine di una stagione atipica, sia per colpa della pandemia che per la mancanza di veri dominatori, alla fine in MotoGP l’ha spuntata l’outsider Joan Mir guidato da Davide Brivio, laureatosi campione del mondo a Valencia già lo scorso weekend.

Lo spagnolo ha potuto beneficiare di un anno di grazia della sua Suzuki GSX-RR, che si è dimostrata superiore alle Yamaha e alle Ducati, nell’anno horribilis della Honda. La casa di Minato ha dovuto fare a meno di Marc Marquez per tutta la stagione e i risultati non si sono visti. Spento anche Valentino Rossi, che un triste 15esimo posto in classifica finale fa meditare al ritiro dalle corse.

A tenere alto il tricolore ci ha pensato Franco Morbidelli, centauro della Yamaha, che ha saputo rendere vivo il finale di stagione con 3 vittorie, l’ultima delle quali proprio a Valencia. Il pilota romano punta a fare bottino pieno anche in Portogallo, per tenere dietro in classifica generale l’altro pilota della Suzuki, lo spagnolo Alex Rins sul quale ha 4 punti di vantaggio, e mantenere così la seconda posizione in classifica.

Moto2 e Moto3: la situazione

Se i giochi in MotoGP sono ormai già decisi, Moto2 e Moto3 vivranno una gara di emozioni per decidere il titolo di questo 2020. In particolare, in Moto2 c’è tanta attesa tra gli appassionati italiani per un finale thrilling che vede coinvolti anche due centauri tricolore. A Enea Bastianini potrebbe bastare un quarto posto finale, visto guida la classifica generale con 14 punti di vantaggio sul britannico Sam Lowes e 18 su Luca Marini, fratello di Valentino Rossi. Più remote le chances di Bazzecchi, attualmente quarto in generale a 23 punti da Bastianini.

In Moto3 è invece lo spagnolo Albert Arenas a partire con i favori del pronostico, grazie al primo posto in classifica generale. Il pilota KTM non vince però dal GP d’Austria e dovrà difendersi in una corsa a tre per il titolo dal giapponese Ai Ogura, secondo a 8 punti di distanza, e dall’italiano Tony Arbolino, terzo e in ritardo di 11 punti. Arbolino ha però vinto l’ultimo gran premio a Valencia, dimostrando di essere in ottime condizioni.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
Due moto in gara e il logo della MotoGP

Articoli correlati