Coppa America 2019: favorite, outsider e grandi nomi in vetrina

Dal 14 giugno al 7 luglio, “fùtbol” sudamericano alla ribalta, con la 46′ edizione della Coppa America (per la quinta volta in Brasile), la massima competizione per nazionali del continente latinoamericano. Padroni di casa e Argentina alla caccia del Cile, campione in carica, con i favori del pronostico, ma Uruguay e Colombia daranno battaglia.

Il Brasile, la grande favorita

Uno stadio di calcio, il logo della Coppa America 2019 e la scritta Philippe Coutinho

Il Brasile guidato da Philippe Coutinho è il massimo favorito per la conquista della Copa America 2019

Dodici squadre divise in tre gruppi, che qualificano le prime due e le due migliori terze alla fase ad eliminazione diretta, che partirà quindi dai Quarti di finale. Saranno presenti anche due squadre della Confederazione asiatica, Qatar e Giappone. I grandi favoriti del torneo, secondo esperti e bookmaker, sono proprio i padroni di casa del Brasile. Tra i convocati dal c.t. Tite ci sono nomi di primissimo piano e vecchie conoscenze del nostro campionato, a partire dal portiere del Liverpool Alisson e passando poi a capitan Dani Alves e a Thiago Silva, Marquinhos e ai “nostri” Alex Sandro e Miranda. Anche a centrocampo c’è di che leccarsi i baffi, con Casemiro, Fernandinho e il milanista Paquetà, anche se, come spesso accade, è l’attacco a far sognare, con Coutinho, Firmino e Gabriel Jesus.

La tegola per i verdeoro sarà l’assenza per l’ennesimo infortunio (forse “diplomatico”, per le recenti vicende giudiziarie che lo vedono coinvolto in accuse di stupro?) di Neymar, ma i rincalzi non sono certo da meno. Il passaggio del turno, nel girone con Bolivia, Venezuela e Perù, è scontato. La vittoria finale quasi: SNAI quota 2.20 l’affermazione della Seleçao.

I rivali di sempre, l’Argentina

Uno stadio di calcio, il logo della Coppa America 2019 e la scritta Lionel Messi

L’Argentina, rivale di sempre del Brasile, è l’altra grande pretendente al titolo.

Inseriti in un girone non semplicissimo insieme a Colombia, Paraguay e Qatar, gli albiceleste dell’Argentina sono i più quotati per la vittoria finale dopo il Brasile (4.00 per Sisal). Il commissario tecnico Scaloni ha diramato le convocazioni, come sempre avvolte da polemiche per le esclusioni eccellenti, in primis quella di Mauro Icardi. Tra i 23 selezionati ovviamente non mancano i pezzi da 90, a partire da Sua Maestà Lionel Messi e proseguendo con Agüero, Tagliafico, Lo Celso e Di Maria.

Diranno la loro anche molti italiani, da Dybala a Lautaro Martinez, da Pezzella a De Paul. Per Leo Messi sarà una delle ultime chance di vittoria con la sua nazionale. Recentemente, la “Pulce atomica” ha rilasciato dichiarazioni molto prudenti:

Stiamo vivendo un cambio generazionale e per molti sarà la prima Coppa America. Non siamo i candidati principali alla vittoria ma ci proveremo lo stesso. Il mio ultimo traguardo rimane comunque la vittoria di un Mondiale con l’Albiceleste.Lionel Messi, calciatore del Barcellona e dell’Argentina

Le prospettive delle altre squadre

Non sono i campioni in carica del Cile, secondo allibratori ed esperti, a poter figurare come terzi incomodi nella corsa al titolo (la quota è solo 12.00, per Eurobet): la Roja è in un momento di transizione, come testimonia anche la mancata partecipazione agli scorsi Mondiali di Russia: guidati come sempre da Sanchez e Vidal, i cileni vogliono comunque tornare grandi, magari con la grinta del bolognese Pulgar.

Molto più accreditato invece l’Uruguay (8.00 la quota di bet365): la Celeste, guidata ancora dal mitico Oscar Washington Tabarez vuole dare filo da torcere alle favorite, puntando sull’esperienza di “senatori” come Godin (l’anno prossimo all’Inter), Suarez e Cavani, sulla fantasia di Torreira e sulla pattuglia degli “italiani” (Caceres, Laxalt, Vecino e Bentancur).

Una bella sorpresa potrebbe essere rappresentata dalla Colombia: i “Cafeteros” hanno una squadra che fonde esperienza ed esuberanza giovanile, tecnica ed agonismo. Anche qui, molta Italia tra i convocati dal c.t. Queiroz, a partire dal portiere Ospina e passando poi ai due Zapata, Cristian e Duvan, a Cuadrado e a Muriel. Le due stelle però sono indiscutibilmente il bomber Falcao e James Rodriguez, nemmeno tanto segreto oggetto del desiderio per la prossima stagione del Napoli.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati