Champions League: le sfide di ritorno dei Quarti di finale

La Champions League decide i suoi quattro moschettieri, con il ritorno dei Quarti di finale. La Juventus cerca il pass per le semifinali dopo il pari di sette giorni fa con l’Ajax, il Barcellona amministra un gol di vantaggio contro il Manchester United. Il City tenterà la rimonta con il Tottenham e il Liverpool difenderà il 2-0 dell’andata con il Porto.

Juventus, avanti tutta

Cristiano Ronaldo e il logo della Juventus, Hakim Ziyech e il logo dell'Ajax e il logo della Champions League

Martedì sera sfida-verità per la Juventus, che attende l’Ajax dopo il pareggio della gara d”andata.

L’1-1 della gara d’andata ad Amsterdam ha raccontato non poche cose, per chi ama il calcio: la Juventus ha dimostrato una volta di più di essere ormai una squadra dalla personalità solida e strutturata, in grado di dire la sua da protagonista in Europa e di proporsi con prepotenza come una delle favorite alla vittoria finale del trofeo. L’Ajax ha messo in mostra non solo dei gioiellini ormai appetiti dalle grandi di mezzo continente (De Ligt, De Jong, Neres e Ziyech su tutti) ma anche un calcio bellissimo e che allo spettacolo abbina la capacità di risalire da situazioni di difficoltà (la rete di Cristiano Ronaldo allo scadere del primo tempo avrebbe tagliato le gambe a chiunque). Il merito di tutto questo è dell’allenatore Ten Hag.

Detto questo, i bianconeri, abilissimi a sfruttare cinicamente gli unici errori di posizionamento difensivo e a fronteggiare gli attacchi dei Lancieri, sono comunque favoriti per il passaggio del turno: lo Stadium è un tempio quasi invalicabile e la maggiore esperienza internazionale dei ragazzi di Allegri unita alla presenza carismatica di Ronaldo non dovrebbe lasciare scampo agli olandesi: bet365 quota 1.33 il passaggio del turno della squadra italiana e 3.25 quello dell’Ajax.

Non sarà comunque una passeggiata, martedì sera alle 21.00, per Chiellini (che forse tornerà disponibile) e compagni: dopo il robusto turnover condito da sconfitta proposto in campionato contro la Spal, il tecnico livornese riproporrà tutti i big, da Szczesny a Cancelo, con ballottaggio Alex Sandro/Spinazzola a sinistra. A centrocampo il trio Pjanic-Can-Matuidi, mentre in avanti Ronaldo avrà come compagni di reparto Bernardeschi e Mandzukic, con Kean più avanti di Dybala per subentrare. Nell’Ajax out per squalifica Tagliafico, con De Jong non al 100% per un problema ai flessori.

Liverpool, Barcellona e le altre squadre impegnate

Ci si aspettava probabilmente di più, dal Barcellona, nella partita di andata, ma i ragazzi di Valverde sono riusciti comunque a tornare da Manchester (sponda-United) con un preziosissimo 1-0 che al Camp Nou hanno, sempre martedì sera, tutte le possibilità di consolidare. I Red Devils hanno battuto il West Ham, nel weekend, mentre i catalani non sono andati oltre lo 0-0 contro lo Huesca, ma con un undici profondamente rimaneggiato. Nessun problema di formazione per i blaugrana, che avranno in campo tutti i big. Nel Manchester United, invece, fuori Shaw, Bailly e Valencia, Lukaku sarà supportato con ogni probabilità da Lingard, Mata e Rashford. Pochissima, la fiducia dei bookies nel passaggio del turno degli inglesi (7.05 per bwin).

Le due gare di mercoledì sera vedranno inevitabilmente il maggiore interesse nel derby inglese tra Manchester City e Tottenham. Sette giorni fa i Citizens hanno attaccato e sciupato molto, compreso un rigore con Agüero, e hanno subito un gol da Son proprio quando stavano attaccando di più. I londinesi però hanno perso il loro faro Kane, che si è infortunato gravemente. Occasionissima, però, per Pochettino e i suoi, che venderanno cara la pelle cercando una semifinale che pochi avrebbero giudicato probabile anche solo a dicembre. Squadra di Guardiola comunque favorita per i bookmaker e anche per il valore complessivo della rosa.

L’ultimo Quarto è quello sulla carta meno aperto. Impresa complicata, quella del Porto, atteso tra le mura amiche dal tentativo di rimonta di due reti con il Liverpool. La gara d’andata ha messo chiaramente in mostra il divario tecnico tra le due squadre, ma anche le pericolose amnesie di concentrazione che non di rado patisce la squadra di Klopp. Dopo un primo tempo impeccabile e scandito da due gol, infatti, i Reds si sono addormentati nella ripresa, e i lusitani hanno più volte sfiorato il gol che avrebbe reso più combattuto il ritorno. Mai dire mai, però, perché soprattutto al do Dragão i biancoblu guidati da Sergio Conceiçao si trasformano (chiedere alla Roma per informazioni): il quarto su cui puntare se si ama l’azzardo, insomma!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati