Champions League: le prime quattro gare di ritorno degli Ottavi

Martedì 5 e mercoledì 6 marzo si disputano le prime quattro gare di ritorno degli Ottavi di finale della Champions League 2018/19. La Roma difende il 2-1 dell’andata contro il Porto, imprese disperate per Borussia Dortmund e Manchester United contro Tottenham e Paris Saint-Germain. Il Real Madrid gestisce al Bernabeu la vittoria dell’andata contro l’Ajax.

Roma, non far la stupida stasera!

Aleksandar Kolarov e il logo della Roma, Iker Casillas e il logo del Porto e il logo della Champions League

Sfida da interpretare con intelligenza, quella tra Porto e Roma: i giallorossi difendono il 2-1 dell’andata e sognano i Quarti.

Mercoledì sera alle 21.00 la Roma è attesa dal match di ritorno contro il Porto. La gara d’andata è stata una piccola summa della stagione giallorossa fin qui: un primo tempo ordinato ma fin troppo trattenuto contro avversari molto chiusi, e poi una ripresa ottima, capace di mettere a segno un uno-due potenzialmente letale, grazie alla doppia zampata di Zaniolo tra il 25′ e il 30′, ma poi le consuete amnesie mentali e l’avversario che ritorna in partita grazie alla rete di Lopez. La conclusione? Allo stadio do Dragão sarà battaglia vera, con il Porto che cercherà di far valere la propria esperienza europea e di realizzare un gol che varrebbe la qualificazione: occhio quindi a sottovalutare la squadra di Sérgio Conceição (aria di derby, per lui, che da giocatore militò nella Lazio).

Detto questo, la Roma rimane favorita (ma non per i bookies: bet365 quota 2.05 la vittoria lusitana e solo 3.40 quella di Kolarov e compagni): la rosa di Di Francesco è superiore per qualità, e l’occasione di raggiungere i Quarti, considerato un sorteggio tutto sommato più che favorevole, non deve essere gettata al vento. Servirà però molta concentrazione, una qualità che quest’anno la Roma ha dimostrato più volte di non possedere. Sarà importante capire anche se le tossine del derby contro la Lazio di sabato sera avranno lasciato strascichi di qualche tipo nei giallorossi. Il mister si affiderà comunque ai titolarissimi, con Manolas in difesa e i baby Pellegrini-Zaniolo a metà campo. Occhio alle folate di Brahimi ed Herrera.

Le altre partite in tabellone

L’aria di Champions League fa miracoli, in molti casi, ma onestamente non è così probabile aspettarsi risultati a sorpresa, nelle altre tre partite che compongono la prima giornata dei ritorni degli Ottavi di finale. Martedì sera alle 21.00 il Real Madrid ospiterà l’Ajax. All’andata ad Amsterdam finì 2-1 per i Blancos, che piegarono nel finale i Lanceri con la rete di Asensio, dopo che Ziyech aveva replicato al vantaggio di Benzema. Il Real continua a non brillare come in passato, ma è difficile pensare che i ragazzi terribili olandesi riescano nel miracolo contro una squadra così esperta e che punta pur sempre alla quattordicesima Coppa (1.65 la vittoria delle Merengues per SNAI).

Stessa ora e stesso giorno, ma al Signal Iduna di Dortmund: il Borussia cerca l’impresa contro il Tottenham, che all’andata vinse 3-0 sfruttando con grande lucidità le lacune difensive dei tedeschi e mettendo più di un’ipoteca sul passaggio del turno grazie alle reti, tutte nella ripresa, di Son, Vertonghen e Llorente. Il supporto della “Gelbe Wand”, la muraglia gialla della curva sud del Borussia dovrà essere il dodicesimo uomo in campo per la squadra di Fravre, che per battere gli inglesi avrà bisogno di ritrovare i suoi uomini migliori, Pulisic, Götze, Delaney e Witsel, tutti sotto tono all’andata. Per i bookies comunque l’impresa non è impossibile: Betway quota 1.95 la vittoria tedesca.

Apparentemente, anche l’altra sfida in programma mercoledì sera alle 21.00, quella tra Paris Saint-Germain e Manchester United, sembrerebbe già scritta: all’andata i francesi vinsero 2-0 all’Old Trafford, grazie ai gol di Kimpembe e Mbappé. I mancuniani hanno bisogno di un miracolo a Parigi, e se è vero che in passato i transalpini hanno dato più volte prova di fragilità mentale quanto il gioco-Champions si faceva duro, quest’anno la musica sembra diversa e Tuchel ha dato maggiore solidità mentale a una squadra che non è più solo una selezione di all-star. BetFlag quota 6.50 la vittoria di Pogba e compagni e solo 1.50 quella del PSG. Vedremo se l’aria di Parigi farà volare gli inglesi.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati