Champions League: la presentazione della terza giornata

La Champions League conclude con la terza giornata, prevista per martedì 23 e mercoledì 24 ottobre, i turni di andata dei gironcini di qualificazione. Tantissimi gli incontri degni di nota e che si riveleranno decisivi per le sorti di favorite e outsider: spiccano in particolare i match che vedranno protagoniste le italiane, con Inter, Juventus e Napoli attese da emozionanti partite contro Barcellona, Manchester United e Paris Saint-Germain.

Che partite per le italiane!

Leo Messi del Barcellona, Mauro Icardi dell'Inter, gli stemmi delle due squadre e il logo della Uefa Champions League

Un Barcellona privo di Messi ospita l’Inter di Icardi nel big match della terza giornata di Champions League.

Sono indubbiamente quelli che coinvolgono tre squadre italiane sulle quattro in lizza nel torneo, gli scontri più interessanti di una giornata di Champions che potrebbe già emettere qualche importante verdetto, se non a livello di aritmetica spicciola, a livello di posizionamenti in classifica e assetti generali dei gironi. Iniziamo con la giornata di martedì 23, che vedrà il proprio clou nella sfida serale, all’Old Trafford, tra il Manchester United di Mourinho e la Juve schiacciasassi di Cristiano Ronaldo. Moltissimi gli spunti che il match propone, al di là di una classifica che vede i bianconeri a 6 punti e gli inglesi a quattro. C’è il ritorno di CR7 a Manchester, dove è diventato campione, e il nuovo incontro con Mourinho, che, ai tempi in cui lo Special One allenava il Real, non ebbe con il portoghese un rapporto esattamente idilliaco, ma c’è anche Pogba che sfida la sua ex squadra. C’è uno United che arriva da un pareggio contro il Chelsea, che ha dato grande morale ai Red Devils dopo un periodo di risultati non certo esaltanti, mentre la Juve arriva dal primo mezzo passo falso in campionato, con il pari interno contro il Genoa. E poi c’è il primo vero big match per la squadra di Allegri con una big del calcio europeo, che esalterà i protagonisti e testerà le ambizioni dei torinesi. I bookmaker dicono decisamente Juve: bet365 quota 2.40 la vittoria di Bonucci e compagni, 3.30 quella dello United.

Mercoledì, invece, sarà la volta di altre due grandissime partite: alle 21, al Camp Nou, l’Inter tignosa e contraddistinta da quella “garra charrua” che non fa mai mollare l’obiettivo-vittoria andrà a sfidare il Barcellona delle stelle. Due grandissimi protagonisti saranno però assenti, entrambi bloccati da infortuni di gioco: Leo Messi si è procurato la frattura del radio nel match di campionato vinto dai blaugrana contro il Siviglia, mentre Radja Nainggolan, gambizzato da un intervento killer di Biglia durante il derby col Milan, patisce una distorsione alla caviglia. Tutti e due saranno probabilmente costretti a saltare anche la gara di ritorno del 6 novembre. Tra i milanesi, poi, anche i croati Perišić e Brozović non sono al meglio. Ciò nonostante, la partita promette spettacolo, con l’Inter che torna là dove, proprio ai tempi di Mourinho, nel 2010, fece la gara perfetta, eliminando il Barça e prendendo l’abbrivio per vincere la Champions. Il Barcellona rimane comunque favoritissimo, e non solo per i bookies (bwin quota la vittoria della squadra catalana a 1.50, contro i 5.75 dei nerazzurri): l’assenza del “Ninja”, infatti, è indubbiamente, sia a livello tattico che psicologico, molto più pesante per la banda-Spalletti, che perderà un uomo di grande carisma ed esperienza, di quella della Pulce Atomica per i padroni di casa, ma l’Inter è in grande fiducia e farà di tutto per impensierire i rivali, sfruttando la vena di Maurito Icardi, il cobra dell’area di rigore. Entrambe le squadre veleggiano a 6 punti, entrambe quindi possono giocare con la testa leggera, senza grossi patemi di classifica.

Sfida importantissima anche per il Napoli, che si presenterà al Parco dei Principi per sfidare il Paris Saint-Germain forte di un primo posto in classifica frutto del pareggio contro la Stella Rossa Belgrado e, soprattutto, della vittoria casalinga in extremis contro il Liverpool. I francesi sono pressoché obbligati a vincere, per mantenere alte le possibilità di qualificazione in un girone non semplice per nessuno, ma la vecchia volpe Ancelotti non si lascerà sfuggire l’occasione di tentare il colpaccio contro la sua ex squadra: bisognerà vedere se Insigne, decisivo contro il Liverpool, riuscirà ad essere della partita, e a innescare il trio delle meraviglie con Mertens e Callejon, mentre una difesa non apparsa impeccabile avrà i suoi bei grattacapi contro il grande ex Cavani, Neymar e la giovane stella Mbappé. Per i bookmaker non c’è storia: SNAI quota 1.45 la vittoria dei transalpini e solo 6.25 quella dei partenopei, ma secondo noi il match non sarà affatto così scontato, e per Tuchel non sarà semplicissimo conquistare i tre punti.

Il match della Roma e le altre partite del terzo turno

Oltre alle tre partite di cui abbiamo parlato, il terzo turno di Champions League, ultimo del girone d’andata, offre molti altri match interessanti. Iniziamo da quello che vede protagonista la quarta italiana: la Roma ospiterà, martedì sera, i russi del CSKA Mosca, un po’ a sorpresa in testa al gruppo G grazie alla imprevedibile vittoria ottenuta contro il Real Madrid. Per i giallorossi, a quota 3 punti in classifica proprio come i Blancos, attesi a loro volta da un facile turno casalingo contro il Viktoria Plsen, diventa quasi obbligatorio vincere, per continuare a lottare per la qualificazione. Il problema di questa Roma però è la discontinuità, oltre a un gioco che solo in qualche occasione è apparso fluido e convincente. In campionato sono già tre le sconfitte per i ragazzi di Di Francesco, peraltro anche ad opera di formazioni non proprio insuperabili come Bologna e Spal, e lo 0-2 rimediato sabato contro i ferraresi, condito da una prestazione collettiva a dir poco avvilente, non è certo il migliore auspicio prima di una partita importante come questa: Dzeko e compagni sono attesi all’ennesimo riscatto, e sarà importantissimo cercare di sfruttare il fattore-campo.

Il programma del martedì vede altre due sfide non prive di interesse: alle 19, il Bayern Monaco, tornato alla vittoria in Bundesliga con il 3-1 ai danni del Wolfsburg, farà visita all’AEK Atene. A parte il sempre difficile fattore-campo contro le squadre greche, i bavaresi sono super favoriti, anche se sarà importante capire se la squadra di Kovac è ancora in convalescenza oppure se ha trovato la via della guarigione. A Donetsk, poi, il Manchester City di Pep Guardiola vuole fare bottino pieno contro gli ucraini, sempre insidiosi sul campo amico, per cercare il sorpasso in classifica ai danni dell’Olympique Lione, che se la vedrà invece fuori casa contro l’Hoffenheim, in una sfida quasi da dentro o fuori per i tedeschi. La giornata sarà completata poi da Young Boys – Valencia (unica chance vincere, per gli spagnoli) e da Ajax – Benfica, un altro match che si prevede all’insegna dell’equilibrio.

Mercoledì sera, invece, oltre che sulle gare di Inter e Napoli, i riflettori saranno puntati sul Signal Iduna Park di Dortmund, dove il Borussia, capolista in Bundesliga, ospita l’Atletico Madrid del “Cholo” Simeone: le due squadre capeggiano il gruppo A con 6 punti a testa, perciò la gara avrà valore soprattutto per quanto riguarda le gerarchie interne del girone, visto che sia i giallo-neri che i castigliani non sembrano proprio poter correre il rischio di mancare la qualificazione agli ottavi di finale. Ci sono tutti i presupposti per una gara spettacolare tra due formazioni che si sfideranno a viso aperto, e con i tedeschi che cercheranno di prolungare l’ottimo momento di forma e risultati che stanno vivendo. Anche per i bookies la gara è apertissima: Sisal quota 2.48 la vittoria del Borussia e 2.95 quella dei Colchoneros. Il quadro della giornata verrà poi concluso da PSV Eindhoven – Tottenham, sfida tra le deluse del gruppo B che cercheranno di approfittare di un eventuale passo falso di Barça o Inter per tornare in gioco, Bruges – Monaco (stessa situazione ma nel gruppo A) e Lokomotiv Mosca – Porto, con i lusitani che vorranno tentare la fuga ai danni dello Schalke 04, impegnato contemporaneamente a Istanbul, sul difficilissimo terreno del Galatasaray. Sfida sulla carta non proibitiva, infine, per il Liverpool, che ospiterà la Stella Rossa Belgrado, ultima a un punto nel gruppo C, con più di un occhio al match tra PSG e Napoli.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati