Champions League 2020/21: Atalanta e Inter cercano il riscatto!

Via alla prima giornata di ritorno della Champions League 2020/21: sfida da tremarella per l’Atalanta, contro il Liverpool dopo lo 0-5 del turno precedente, ma anche per l’Inter, che cercherà di cancellare i rimpianti della sconfitta con il Real Madrid dell’andata. Juve e Lazio in cerca di punti-qualificazione contro Ferencváros e Zenit.

Liverpool – Atalanta: la Dea sogna il colpaccio

I loghi di Liverpool, Atalanta e Champions League

Dopo lo 0-5 dell’andata, l’Atalanta cercherà rivincita con il Liverpool nella “tana” di Anfield Road.

Se già di per sé, affrontare il Liverpool ad Anfield Road (per quanto senza il supporto della mitica Kop, la curva dei tifosi Reds, a causa della disputa del match a porte chiuse) è questione da cuori impavidi, farlo arrivando da uno 0-5 senza appello nella sfida di andata rende il tutto ancora più complicato.

Come se non bastasse, la squadra di Klopp è prima nel girone D, a punteggio pieno e con 8 gol fatti e zero subiti, ma non solo: perdere punti potrebbe compromettere il cammino dei bergamaschi nella Champions League 2020/21, visto che l’Ajax non dovrebbe avere problemi contro il Midtjylland. Il Liverpool cercherà di chiudere il discorso qualificazione, per potersi concentrare su una Premier League decisamente combattuta, dove Salah e compagni sono in piena lotta, primi a pari punti con il Tottenham.

L’Atalanta, invece, dopo lo 0-0 contro lo Spezia, continua a dare l’impressione di non essere quella scintillante macchina da calcio che abbiamo ammirato la stagione scorsa. Forse un po’ di stanchezza mentale nel gruppo, o gli avversari che hanno preso le giuste contromosse: sta di fatto che i nerazzurri sembrano involuti e meno imprevedibili. Una sfida da galà del calcio come questa però sembra fatta apposta per ritrovare lo slancio perduto, anche perché i Reds saranno di fatto privi della difesa titolare.

Per l’occasione, invece, Dea al completo o quasi, grazie al turnover nell’ultima di campionato. Domani sera, alle 21.00, vedremo in campo un Liverpool ampiamente rimaneggiato, con Williams, Phillips, Matip e Tsimikas a protezione di Alisson. Il 4-3-3 di Klopp sarà completato da Fabinho, Henderson, Wijnaldum a centrocampo e da Shaqiri, il tremendo Diogo Jota, devastante all’andata, e Mané in attacco. Gasperini sembra orientato a puntare su Muriel nel tridente offensivo con Gomez e Zapata. Per il resto, Toloi, Palomino e Djimsiti davanti a Gollini e Hateboer, Pasalic, Freuler e Mojica (non Gosens) a centrocampo. Match senza storie per i bookmaker: William Hill quota 1.66 la vittoria del Liverpool e 4.75 quella orobica.

Inter – Real Madrid, per Conte ultimo appello (o quasi)

I loghi di Inter, Real Madrid e Champions League

Una Inter pazza come non mai e non proprio serena cerca punti pesanti contro il Real Madrid.

Sempre mercoledì alle 21.00, ma a San Siro, andrà invece in scena Inter – Real Madrid. Per la squadra di Conte, ci si gioca una gran fetta della stagione europea, perché i nerazzurri sono momentaneamente ultimi nel girone B con due soli punti, in un gruppo equilibratissimo in cui i Blancos sono due lunghezze avanti insieme allo Shaktar Donetsk, impegnato contro il Borussia Mönchengladbach, attualmente primo a cinque punti.

Insomma, gara da dentro o fuori per i “Bauscia”, reduci da una rocambolesca vittoria in campionato con il Torino, in cui fino al 60′ minuto avevano dato davvero una brutta prova di sé. Nel dopopartita, Lukaku ha suonato la carica dicendo che l’Inter non è (ancora) una grande squadra. Contro un Real rimaneggiatissimo causa infortuni, può e deve essere l’occasione per il riscatto.

Anche perché i madrileni stanno tutt’altro che incantando: nella Liga, dopo il pareggio nel weekend contro il Villareal, sono quarti a sei lunghezze dalla Real Sociedad, e anche all’andata non hanno certo impressionato, vincendo 3-2 solo grazie a una serie di ingenuità difensive dei nerazzurri. Zidane dovrà rinunciare a Sergio Ramos, Jovic, Benzema e Valverde. In campo vedremo Courtois in porta, con la difesa a quattro composta da Cavajal, Varane, Nacho e Mendy. Centrocampo con Modric, Kroos e Casemiro, mentre Hazard e Asensio saranno i trequartisti alle spalle di Mariano Diaz.

L’Inter, che deve vincere per rimettersi in carreggiata e sperare nella qualificazione, ritroverà, almeno in panchina, Sensi. Nell’undici titolare dovrebbero esserci Handanovic in porta, con Skriniar, Bastoni e De Vrij terzetto difensivo. Centrocampo con Gagliardini e Vidal in mezzo e Hakimi e Young in fascia, mentre Barella svarierà tra le linee alle spalle di Lukaku e Lautaro. Ancora out Kolarov e Brozovic. William Hill vede il successo interista a 2.20, quello del Real a 3.10.

Juventus e Lazio: caccia ai punti-qualificazione

Decisamente più alla portata, e comunque meno drammatici in caso di passi falsi, i match che vedranno impegnate Juventus e Lazio, entrambe in campo questa sera alle ore 21.00.

Gli uomini di Inzaghi, reduci dalla vittoria contro il Crotone in campionato ma anche dai mal di pancia interni allo spogliatoio di Luis Alberto e del d.t. Peruzzi, affronteranno lo Zenit. Dopo l’1-1 dell’andata, la situazione nel girone F vede i laziali secondi a 5 punti dietro il Borussia Dortmund (6), con il Bruges terzo a 4 e lo Zenit ultimo a 1. Fare punti significherebbe un passo decisivo o quasi verso gli ottavi di finale. 1.63 la quota-vittoria di William Hill per la Lazio, 5.00 quella per i russi.

Situazione ancora più tranquilla per la Juventus, impegnata contro i modesti ungheresi del Ferencváros, già surclassati all’andata per 4-1, e in effetti William Hill quota il successo bianconero 1.11 e quello della squadra di Budapest addirittura a 26.00. La squadra di Pirlo è seconda nel girone G a 6 punti, dietro al Barcellona, primo a punteggio pieno, ma a distanza siderale da Ferencváros e Dinamo Kiev, ultimi a un punto. Vincere vorrebbe dire di fatto qualificazione, un obiettivo da non fallire per concentrarsi poi sul campionato.

Gli altri match in calendario

Come sempre, uno sguardo veloce anche alle altre interessanti partite in programma. Tra i match di questa sera, spicca un Paris Saint-Germain – Lipsia con punti importantissimi per la classifica del girone H, con il Manchester United impegnato contemporaneamente contro i modesti turchi del Basaksehir. La Lazio presterà grande attenzione a quello che succede a Dortmund, con il Borussia impegnato contro il Bruges, mentre il Barcellona cercherà di chiudere il discorso-qualificazione contro la Dinamo Kiev. Krasnodar – Siviglia e Rennes – Chelsea sono l’occasione giusta per spagnoli e inglesi per strappare il pass per gli ottavi nel girone E.

Domani sera, oltre che su Atalanta e Inter i riflettori saranno puntati su Borussia Mönchengladbach – Shaktar, decisiva per il girone B, e su Ajax – Midtjylland (girone D, quello dell’Atalanta). Il Bayern Monaco vuole la qualificazione matematica contro il Salisburgo nel girone A, mentre l’Atletico Madrid non potrà sbagliare contro il Lokomotiv Mosca. Nel girone C, il Manchester City non dovrebbe avere problemi contro l’Olympiacos, mentre il Marsiglia si gioca le poche carte restanti contro il Porto.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
I loghi di Liverpool, Atalanta e Champions League

Articoli correlati