Champions League 2019/20: ritorno degli ottavi, tocca alla Dea

Seppure con l’incognita-coronavirus, la Champions League 2019/20 va avanti (per ora): domani e mercoledì si disputeranno quattro gare di ritorno degli ottavi di finale. L’Atalanta deve amministrare il vantaggio a Valencia, il Liverpool recuperare contro l’Atletico. In campo anche PSG – Borussia Dortmund e Lipsia – Tottenham.

Valencia – Atalanta: la Dea vuol far gioire il suo popolo

I loghi di Valencia, Atalanta e Champions League

Atalanta a Valencia forte del 4-1 dell’andata, ma occhio al tentativo di remuntada.

Sembra passata una vita, eppure era solo il 19 febbraio, quando l’Atalanta strapazzava il Valencia per 4-1 nella gara d’andata, nella cornice di uno stadio di San Siro (“casa” atalantina per la Champions League) completamente invaso da più di 40.000 tifosi bergamaschi festanti fino al mattino. In tre settimane, tutto è cambiato, e la provincia di Bergamo si trova a essere uno dei centri più gravemente colpiti dall’epidemia di coronavirus. Il ritorno della squadra di Gasperini avrà quindi un valore emozionale altissimo, per il popolo dei tifosi orobici.

La gara si disputerà stasera, in uno stadio Mestalla senza pubblico (proprio per evitare ulteriori contagi), una assenza che inevitabilmente sarà pesantissima per i “pipistrelli” valenciani, abituati al sostegno incessante di un tifo caldissimo. Non la migliore cornice per tentare una “remuntada”, dunque, per la formazione di Celades López. Vietato distrarsi, però, per Gomez, Ilicic e compagni: il rotondo successo dell’andata è confortante, certo, ma la Champions League insegna che non bisogna mai dare nulla per scontato.

Gli spagnoli devono cercare di vincere 3-0. Per farlo, dovranno fare a meno di Gabriel Paulista e Piccini. Rispetto all’andata, in porta dovrebbe tornare Cillessen, che guiderà una difesa a 4 con Wass, Mangala, Diakhaby e Gayà; Kondogbia perno di centrocampo, affiancato da Ferran Torres (più di Florenzi), Parejo, Soler e Cherishev a innescare Gameiro, con Gonçalo Guedes che partirà dalla panchina. Nell’Atalanta, rischio-forfait per Toloi: il difensore brasiliano è acciaccato e verrà con ogni probabilità sostituito da Caldara, con Djimsiti e Palomino compagni di reparto. A centrocampo, dubbio Freuler/Pasalic per affiancare Hateboer, De Roon e Gosens. Gasp potrebbe anche scegliere di farli giocare entrambi, nel caso proponesse uno schieramento più prudente, tenendo Zapata in panchina con i soli Gomez e Ilicic nello starting-11.

Le altre partite: Tottenham, PSG e Liverpool tentano l’impresa

I loghi di Paris Saint-Germain, Borussia Dortmund e Champions League

Il PSG vuole evitare l’ennesimo flop in Champions League superando l’ostacolo-Borussia.

Tre partite decisamente da fiato sospeso, quelle che completeranno il quadro dei primi quattro ottavi della Champions League 2019/20. Questa sera, un’altra squadra potrebbe continuare a sognare: il Lipsia, dopo aver espugnato Wembley tre settimane fa, deve difendere in casa il gol di vantaggio contro il Tottenham. La squadra di Mourinho è chiamata a ben altra prestazione, rispetto all’andata, in cui la squadra di Nagelman avrebbe meritato una vittoria più rotonda, grazie a una applicazione perfetta del 3-4-1-2 che ha messo in crisi lo Special One.

Grandi sfide anche domani sera. Nella prima, il Paris Saint-Germain deve in tutti i modi evitare l’ennesima avventura fallimentare nella coppa dalle grandi orecchie. Di mezzo però c’è il Borussia Dortmund, vittorioso per 2-1 all’andata grazie a una prova maiuscola dei suoi baby terribili Sancho e Håland. Con tutta probabilità, a Parigi si giocherà a porte chiuse per l’emergenza covid-19. Tuchel si affiderà di nuovo a Neymar, Mbappé e Di Maria in avanti, mentre i tedeschi al 3-4-2-1 con Hazard e Emre Can a centrocampo.

Domani sera, invece, Anfield Road dovrà nuovamente trasformarsi in Anfield Roar, per aiutare un Liverpool che ultimamente ha accusato qualche passaggio a vuoto a rimontare lo svantaggio di un gol patito nella gara di andata contro l’Atletico Madrid. Klopp dovrà fare a meno del portierone Alisson, tra i titolari, ma si affiderà ai soliti Salah, Firmino e Mané in avanti, con Wijnaldum e Alexander-Arnold a cercare di confezionare assist. Simeone riproporrà gli undici dell’andata, sperando nelle ripartenze di Koke, Correa e Morata per bucare gli inglesi.

Ci sono anche gli ottavi di Europa League

Giovedì sera si disputeranno anche le gare di andata degli ottavi di Europa League, competizione in cui sono ancora presenti due squadre italiane. L’Inter, reduce da due pesanti sconfitte in campionato contro le dirette rivali per lo scudetto (Lazio e Juve) deve dare segnali di rinascita contro l’insidioso Getafe, che nel turno precedente ha eliminato nientemeno che l’Ajax (i nerazzurri invece i bulgari del Ludogorets). La gara con gli spagnoli si disputerà a porte chiuse, ma l’UEFA sta anche valutando la soluzione in campo neutro, visto che Milano è uno dei centri più raggiunti dal coronavirus. Sfida spagnola anche per la Roma, che sarà impegnata contro il Siviglia, attualmente terzo nella Liga e reduce dal passaggio del turno contro il Cluj nei sedicesimi. Dopo il non impossibile passaggio del turno precedente contro i belgi del Gent, i giallorossi vogliono proseguire il cammino europeo.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
I loghi di Valencia, Atalanta e Champions League

Articoli correlati