Calcio femminile: la Juventus conquista lo scudetto 2018/19

Sabato scorso la Juventus ha festeggiato due volte: oltre al titolo della squadra maschile è arrivata la conquista del campionato di Serie A 2018/19 da parte delle ragazze allenate da Rita Guarino. Esaltante la cavalcata delle bianconere guidate da Sara Gama e Barbara Bonansea, che hanno sconfitto la Fiorentina e la sorpresa-Milan.

Una vittoria all’ultimo respiro

Barbara Bonansea con la maglia della Juventus, Ilaria Mauro con quella della Fiorentina e il logo della Serie A femminile di calcio

La Juventus femminile si aggiudica lo scudetto 2018/19, al termine di un avvincente testa a testa con la Fiorentina.

A differenza di quanto accaduto in campo maschile, dove la Juventus si è aggiudicata il titolo con largo anticipo grazie alla vittoria in rimonta contro la Fiorentina, per le ragazze in bianconero si è trattato di un’impresa molto più complicata, perché la vittoria finale è arrivata solo all’ultima giornata: anche in questo caso c’entra la Viola, però, perché la squadra toscana è stata fino all’ultimo la rivale più accanita per le torinesi, allenate da una ex grande calciatrice come Rita Guarino.

Sabato 20 le bianconere hanno superato per 3-0 il Verona, grazie alle reti di Ekroth, Girelli e Aluko, che hanno rubato la scena alle stelle della squadra, la bomber Barbara Bonansea e la capitano Sara Gama. Questa vittoria ha tenuto le distanze dalla Fiorentina (cui non è bastato il 2-1 contro la Roma ottenuto grazie ai gol di Mauro e Vigilucci), permettendo alla Juventus di chiudere a quota 56 punti, uno in più delle toscane. Il titolo di capocannoniere del torneo è andato invece a Valentina Giacinti, bomber del Milan con 21 gol. Le rossonere hanno chiuso terze a 51 punti ma hanno lottato fino all’ultimo per la vittoria, cedendo di schianto all’ultimo contro il Chievo, vittorioso per 2-1 e salvo in virtù di questo risultato. Sono scivolate in Serie B Bari e Orobica, mentre dalla serie cadetta si affaccerà in Serie A l’Inter femminile (insieme a una tra Empoli e Ravenna), protagonista di un ruolino di marcia impressionante (19 vittorie su 20 incontri).

L’importanza di questo scudetto

Per la Juventus femminile si tratta del secondo campionato consecutivo vinto, e di un successo che non è certo meno importante di quello di Ronaldo e compagnia. Quello di quest’anno, infatti, era il primo campionato italiano organizzato dalla FIGC, e si è tenuto in un grande momento per il calcio femminile in Italia e non solo. La Nazionale, infatti, sarà assoluta protagonista dell’imminente Mondiale, in programma dal 7 giugno al 7 luglio prossimi in Francia: per le azzurre sarà il ritorno dopo 20 anni a una fase finale di questa competizione. In Italia, l’ingresso delle sezioni femminili di grandi società come Juventus, Milan, Roma ed Inter, anche se avvenuto tramite la discutibile pratica del rilevamento dei titoli sportivi di società già esistenti, potrà, si spera, ridurre il gap di interesse e di qualità rispetto al calcio maschile.

A livello europeo e mondiale, poi, stiamo assistendo a una grande crescita dell’interesse per il calcio femminile, sia in termini di pubblico (è di poche settimane fa il record di spettatori stabilito in Spagna per la partita Atletico Madrid – Barcellona) che di livello qualitativo. La prossima kermesse mondiale, da questo punto di vista, confermerà la crescita dell’intero movimento, in cui squadroni come gli Usa e la Germania sono tallonati da Francia, Inghilterra e, perché no, Italia.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati