Calcio, arriva la fase 2: ripartono i campionati e le scommesse

Il coronavirus ha picchiato duro anche sullo sport, ma si prova a tornare alla normalità. A partire dal calcio. Ecco la road map della riapertura dei principali campionati. La Bundesliga sarà la prima a tornare in campo, mentre per la Serie A si parla di metà giugno, con le partite della 26′ giornata.

Germania: la Bundesliga pronta a tornare in campo

Un calciatore in azione e le bandiere di Italia, Germania, Spagna, Francia, Svizzera, Regno Unito, Svezia e Portogallo

Il calcio europeo si avvia alla ripartenza, anche se l’emergenza coronavirus non è ancora finita.

Il ritorno verso una sorta di relativa normalità, in tempi di pandemia da covid-19, si vede anche con la ripartenza dei principali tornei calcistici continentali. Una delle nazioni che pare aver saputo fronteggiare meglio l’emergenza è stata la Germania, e quindi forse non sorprende che proprio la Bundesliga (Bundes 2 compresa) sarà la prima a ripartire a porte chiuse, già in questo weekend con il big match tra Borussia Dortmund e Schalke 04.

Anche la notizia della positività al coronavirus di alcuni giocatori della Dinamo Dresda (squadra di seconda divisione) non ferma i tedeschi: verranno rinviate solo due o tre partite della Dinamo, ma il resto del carrozzone proseguirà con le dovute misure di sicurezza, a meno che ovviamente il numero di contagiati non salga drasticamente.

La situazione in Italia

Il nostro Paese è stato senza dubbio quello più colpito insieme alla Spagna, dal virus. Non siamo ancora usciti dall’emergenza, anche se piano piano alcune restrizioni si fanno più lasse anche da noi. Fin dall’inizio della pandemia c’è stata baruffa tra club, Lega Serie A e Coni in merito al da farsi. Nei giorni scorsi il governatore dell’Emilia Romagna, Bonaccini, ha dato il via libera agli allenamenti delle squadre di calcio, seguito a ruota dai suoi omologhi delle altre regioni.

Si comincia quindi a ipotizzare una data per la ripartenza. Le opzioni parlano dei giorni tra il 13 e il 21 giugno come di quelli più probabili. Si ripartirà dalla 26′ giornata, anche se sono da recuperare anche quattro incontri del 25′ turno. La deadline da consegnare alla UEFA per la ripartenza è fissata invece al 25 maggio. Ricordiamo che in ballo ci sono però anche le semifinali di ritorno della Coppa Italia, rispettivamente Napoli – Inter (1-0) e Juventus – Milan (1-1).

Francia: tutto finito? Forse no

La Federcalcio francese (FFF), ha dichiarato nei giorni scorsi che la stagione calcistica 2019/20 è da considerarsi conclusa, dopo il bando di qualsiasi attività sportiva deciso dal primo ministro, Édouard Philippe, fino a settembre. Ancora da decidere è però in che modo la stagione verrà conclusa: quali saranno i verdetti su campioni, retrocessioni e qualificazioni europee? Se il PSG, avanti di 12 punti sulla seconda, difficilmente sarebbe potuto esser raggiunto, in Ligue 2 il vantaggio della capolista Lorient sul Lens era invece solo di un punto.

La Francia ha seguito così l’esempio di Olanda e Belgio, che hanno dichiarato chiusi i rispettivi campionati nelle scorse settimane, in Olanda senza assegnazioni, mentre in Belgio con la nomina del Bruges a campione. Il presidente del Lione, Jean-Michel Aulas, però non ci sta. La sua squadra, finisse così il campionato, sarebbe fuori dalle coppe, e il patron dell’OL minaccia ricorso.

Calcio in Spagna, Svizzera, UK e Portogallo

Anche il Portogallo è stato capace di contenere in maniera brillante l’epidemia, e anche la Primeira Liga portoghese è pronta a ripartire. Il piano prevede di ripartire a metà mese e di disputare tutte le 10 giornate previste a porte chiuse.

In Spagna si conta di fare più o meno lo stesso, seppure con qualche giorno di posticipo. Gli allenamenti delle squadre di prima e seconda divisione ripartiranno la prossima settimana, e il campionato slitterà quindi di sette giorni, prima di riiniziare.

La Super League svizzera, sospesa a inizio marzo, riprenderà ufficialmente il prossimo 8 giugno, anche in questo caso con partite a porte chiuse e senza tifosi. Non riguarda invece la ripresa del calcio giocato ma le scommesse, la notizia che giunge dall’Inghilterra.

L’esterno del Tottenham e della Nazionale, Kevin Trippier, è accusato di aver violato alcuni articoli della severissima legge britannica che proibisce (naturalmente!, ndr) ai giocatori in attività di scommettere. Il giocatore ha tempo fino al 18 maggio per difendersi ed evitare sanzioni e squalifiche.

In Svezia si parte a breve

C’è anche un campionato che sta per partire da zero, quello svedese. L’Allsvenskan, la massima divisione del Paese scandinavo, è ai blocchi di partenza e vede il Malmoe come favorito (i bookmaker ne quotano la vittoria attorno al 2.00). Occhio però anche all’Hammarby, il club di cui è co-proprietario Zlatan Ibrahimovic, e che viene visto come possibile outsider, con quotazioni attorno al 4.00. Più indietro Djurgarden (5.50) e AIK (7.00).

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
Un calciatore in azione e le bandiere di Italia, Germania, Spagna, Francia, Svizzera, Regno Unito, Svezia e Portogallo

Articoli correlati