Australian Open 2019: favoriti e curiosità del primo Slam dell’anno

L’edizione 2019 dell’Australian Open, la prima in cui verrà introdotto il super tie break nel quinto gioco, inizia con un unico favorito d’obbligo, Djokovic, con Federer e Zverev principali avversari che proveranno a contendergli lo scettro. Tra le donne partita più aperta: Wozniacki proverà a difendere il titolo dello scorso anno dagli assalti di Halep, Kerber e Williams.

Australian Open 2019: le date e le curiosità

I tennisti Novak Djokovic e Alexander Zverev, in mezzo il logo dell’Australian Open

Djokovic e Zverev si contenderanno l’Australian Open 2019.

Il primo torneo del Grande Slam dell’anno prende il via, come da tradizione, nella terza settimana di gennaio, sotto il sole torrido dell’estate australe. I primi match del main draw di questa edizione dell’Australian Open sono infatti in programma lunedì 14 gennaio. Il torneo si concluderà con le finali previste per domenica 27. Nel frattempo, ha già preso il via il torneo di qualificazione per il tabellone principale, che assegna l’11 gennaio gli ultimi posti disponibili.

L’edizione del 2019 vedrà l’introduzione di una importante novità per quanto riguarda il regolamento: a fine dicembre l’organizzazione del torneo ha reso ufficiale l’adozione del super tie break da 10 punti sul 6 pari nel corso del quinto set. Fino alla scorsa edizione il quinto set non prevedeva tie break. I quattro Slam avranno quindi quattro regolamenti differenti nel caso di parità al termine del set decisivo.

I favoriti e gli outsider dell’Australian Open 2019

I pochi tornei che sono stati giocati nelle due settimane precedenti all’inizio dell’Australian Open non permettono di avere un’idea precisa dello stato di forma reale degli atleti in gara, anche se i tornei di Sydney, Auckland, Brisbane e Doha, insieme alla Hopman Cup, sono stati certamente d’aiuto nel fornire alcune indicazioni importanti. L’ATP 250 disputatosi in Qatar ci ha detto che Djokovic in versione 2019 non è imbattibile, essendo uscito sconfitto dalla semifinale contro Bautista Agut (poi vincitore in finale).

Il serbo, apparso ancora indietro di condizione, resta comunque il giocatore da battere per tutto quello che ha fatto vedere da Wimbledon 2018 in poi. Ne è convinto Wawrinka, tornato ad alti livelli in questo inizio d’anno, che vede Nole davanti a Nadal e Federer, reduce dal successo in Hopman Cup. Lo stesso campione di Basilea, con un po’ di pretattica, ha affermato recentemente di vedere nel numero 1 serbo l’unico vero pretendente al successo nello Slam australiano. Nel novero dei papabili rientrano anche Zverev, atteso al salto di qualità in uno Slam dopo il successo nelle Finals di Londra, e Thiem.

Il torneo di Melbourne in versione WTA vedrà invece molte giocatrici partire sullo stesso piano. La danese Wozniacki, attuale n. 3 al mondo, proverà a difendere il titolo dello scorso anno. Pretendenti accreditate saranno anche la numero 1 del ranking, Simona Halep, e la tedesca Angelique Kerber, finalista in Hopman Cup insieme al compagno di team Zverev. Da valutare le condizioni di forma di Serena William, per la quale Federer ha recentemente speso parole al miele, e della giapponese Osaka.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati