Spagna, Alberto Garzon nuovo responsabile del settore scommesse

La nuova coalizione di governo spagnola, formata dal Partito Socialista e da Podemos, ha deciso: sarà Alberto Garzon Espinosa il ministro incaricato della protezione dei consumatori. Tra i suoi incarichi, però, ci sarà soprattutto quello di supervisore del settore scommesse e giochi, il cui sviluppo normativo è attualmente in corso.

La scelta dei partiti di governo

Una silhouette e la bandiera della Spagna

Alberto Garzon è il nuovo responsabile della Gambling Commission spagnola.

La situazione politica in Spagna non è certo solidissima. Dopo le ultime elezioni, in cui nessun partito aveva ottenuto la maggioranza assoluta, e dopo una concitata fase di negoziazioni e accordi, finalmente la penisola iberica si è dotata di un esecutivo, formato dalla cosiddetta “coalizione socialista”, costituita appunto dal Partito Socialista (PSOE), guidato da Pedro Sanchez, e dal movimento Podemos di Pedro Iglesias come “azionista” di minoranza.

Nonostante si tratti di un esecutivo con un risicato margine di deputati a formare la maggioranza, e in cui è nevralgico il ruolo dei deputati indipendentisti catalani di Esquerra, il nuovo governo iberico ha comunque già in mente un’agenda di lavoro, dai connotati fortemente progressisti. È in questa cornice, che si inserisce la recentissima decisione di nominare Alberto Garzon Espinosa a Ministro per la Tutela dei Consumatori, con lo speciale incarico di supervisore del processo di regolamentazione del mercato giochi e scommesse.

Chi è Alberto Garzon e quali saranno i suoi compiti

Trentacinque anni da compiere il prossimo ottobre, eletto in parlamento nelle file di Podemos ma soprattutto leader della coalizione spagnola di Sinistra, Izquierda Unida, Alberto Garzon Espinosa è uno dei politici emergenti più in vista nella penisola iberica. Economista per studi e formazione, è in Parlamento già dal 2011. La sua nomina a Ministro per la Tutela dei Consumatori prevederà anche la supervisione dello sviluppo del processo normativo per quanto riguarda le scommesse nel paese della sangria, un incarico che in precedenza era invece responsabilità del Ministero delle Finanze.

Gli incarichi nell’agenda del neoministro sono quindi molteplici. In una nota del governo, si precisa appunto che essi riguarderanno i diritti dei consumatori, l’impegno per un sistema produttivo responsabile e sostenibile e la gestione del comparto scommesse. Ciò perché, secondo l’esecutivo, il settore del gambling necessita il patrocinio di questo nuovo ministero: le patologie da gioco compulsivo richiedono infatti una attenzione particolare da parte del sistema sanitario nazionale e delle istituzioni.

Nel programma del nuovo governo spagnolo ci sono comunque anche una serie di riforme dell’intero pianeta scommesse, soprattutto per quanto riguarda la regolamentazione delle pubblicità dirette e indirette e i controlli federali tanto sulle agenzie fisiche che sui bookmaker online.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
Una silhouette e la bandiera della Spagna

Articoli correlati