Siti scommesse: prorogate fino a luglio le sponsorizzazioni nel calcio

La telenovela delle sponsorizzazioni nel calcio da parte dei siti scommesse, messa all’indice dal cosiddetto Decreto Dignità approvato lo scorso luglio dal Parlamento a guida Lega-M5S, si arricchisce di un nuovo capitolo: l’AGCOM ha deliberato che tutti i contratti attualmente in essere saranno prorogati fino al mese di luglio. L’applicazione del decreto slitta dunque di fatto alla prossima stagione sportiva.

Decreto Dignità: la proroga decisa dall’AGCOM

Un pallone da calcio che entra in rete e, sullo sfondo, l'aula della Camera dei Deputati al Parlamento Italiano

Decreto Dignità: prorogate fino a luglio le sponsorizzazioni nel calcio dei siti scommesse.

Il Decreto Dignità è un pacchetto di norme approvato dal Parlamento lo scorso 12 luglio e che riguarda una serie eterogenea di tematiche, di cui una di quelle che più ha fatto scalpore è senz’altro la mannaia posta sul settore del gioco d’azzardo e delle scommesse sportive. Il decreto prevede infatti il divieto di qualsiasi forma di sponsorizzazione diretta e indiretta nello sport, e nello specifico nel calcio, relativa a giochi e scommesse con vincite in denaro: in teoria, dunque, niente più pubblicità in televisione, negli stadi e, ovviamente, sulle divise delle squadre.

Le modalità di applicazione della norma, però, sono apparse fin da subito decisamente fumose. Ecco perché le società di calcio avevano chiesto chiarimenti al Ministero Economia e Finanza e all’AGCOM, il Garante per le Comunicazioni. Il punto era infatti capire se la deroga, che la legge già prevede, per i contratti già esistenti, valesse anche per le sponsorizzazioni.

La risposta non si è fatta attendere, ed è arrivata tramite una lettera spedita dal Presidente di AGCOM, Angelo Marcello Cardani, alla Lega Serie A in rappresentanza di tutte le società:

I contratti di sponsorizzazione in corso, stipulati dai club con società di scommesse, rientrano nell’ambito del comma 5 dell’articolo 9 del Decreto, che congela gli effetti del suddetto decreto per quei contratti in essere fino alla loro scadenza e comunque per non oltre un anno dalla sua entrata in vigore.Angelo Marcello Cardani, presidente di AGCOM

Le conseguenze della proroga e le reazioni degli addetti ai lavori

La decisione di AGCOM aiuta a fare chiarezza nel settore delle sponsorizzazioni nel calcio da parte dei bookies online: i club di A e B, infatti, auspicavano che il divieto entrasse in vigore solo alla scadenza naturale degli accordi in essere e, in mancanza di delucidazioni, navigavano a vista, decidendo autonomamente come comportarsi. Con il pronunciamento del Garante per le Comunicazioni, invece, le sponsorizzazioni sono salve fino a quest’estate, e in questo modo, di fatto, il Decreto entrerà realmente in vigore solo dalla prossima stagione sportiva. Società e bookmaker possono così elaborare una exit strategy e capire come sostituire introiti ed investimenti programmati.

La reazione alla lettera di AGCOM da parte degli addetti ai lavori è di moderata soddisfazione. Negli ambienti dei siti scommesse il mood generale è quello di una “sospensione della condanna”, dovuto alla consapevolezza che questo momentaneo successo non allontani il fatto che da luglio il divieto sarà effettivamente operativo. I bookmaker sostengono che, su questo tema, il Governo giallo-verde abbia assunto immotivatamente una strategia di muro contro muro. La speranza degli operatori risiede nel fatto che la coalizione appare di giorno in giorno meno solida, e destinata a possibili stravolgimenti dopo le Elezioni Europee di questa primavera. È infatti il M5S a puntare più i piedi sulla linea dura contro le scommesse, mentre la Lega appare decisamente più possibilista.

La battaglia dunque continua: la mossa dello scorso dicembre dell’esecutivo, che ha stabilito, nella Legge Finanziaria, l’aumento delle tasse su gioco d’azzardo e scommesse sportive rispettivamente al 25% e 24%, non va tuttavia certo nella direzione del dialogo tra le parti e delle mani tese.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati