Scommesse sportive in Brasile: pronto regolamento per le licenze

Dopo aver concluso il primo giro di consultazioni in parlamento, il Ministero dell’Economia ha pronta la bozza per la regolamentazione del settore scommesse sportive in Brasile. 600 operatori pronti ad acquistare una licenza di 9 anni, lancio previsto per il 2020.

Scommesse sportive in Brasile, regolamentazione in arrivo

La bandiera del Brasile e uno smartphone collegato a un sito di scommesse

Scommesse sportive in Brasile vicine alla regolamentazione.

Il Secap, divisione del Ministero dell’Economia brasiliano che si occupa di sviluppo, pianificazione, energia e lotterie, ha ormai messo a punto la prima bozza per la regolamentazione delle scommesse sportive dello stato sudamericano, dopo un primo giro di consultazioni in Parlamento e con gli operatori del settore.

Alcune stime indicano in 4 miliardi di dollari il valore del mercato del betting clandestino attualmente attivo in Brasile. Per questo motivo, una legge provvisoria promulgata nel dicembre del 2018, poco dopo le elezioni presidenziali vinte da Jair Bolsonaro, aveva concesso 2 anni di tempo al governo per regolamentare questo settore. Secondo alcune previsioni, la legge potrebbe entrare in vigore già nel 2020, dopo che il Secap avrà portato a termine un secondo giro di consultazioni.

Tutti i dettagli della bozza

La bozza della regolamentazione, oltre a fissare una cornice normativa che servirà a tutelare giocatori e operatori e aiutare l’integrità degli eventi sportivi, consentirà al governo brasiliano di generare nuove entrate fiscali, aumentando al contempo investimenti esteri e posti di lavoro. Sono oltre 600 gli operatori di betting che hanno chiesto di poter intervenire nelle consultazioni e che si dicono pronti ad acquistare una licenza di gioco.

Il regolamento, secondo alcune fonti, prevede il versamento dell’1% della raccolta scommesse. I bookmaker dovranno inoltre acquistare una licenza di gioco brasiliana della durata di 9 anni al prezzo di 3 milioni di real, equivalenti a circa 662 milioni di euro. Inoltre ogni operatore dovrà rinnovare una licenza mensile al costo di 20 mila real per le agenzie fisiche e 30 mila real per il settore online, mentre una licenza mensile per entrambi i settori verrà a costare 45 mila real (circa 10 mila euro).

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati