Malta, è polemica per la nomina di Ryan Pace ai vertici della MGA

Polemiche a non finire, a Malta, per l’imminente nomina del giovane avvocato Ryan Pace ai vertici della MGA, la gaming authority dell’isola, importantissima per il suo ruolo di regolatore del mercato internazionale del betting e dei casinò online. Sotto accusa l’inesperienza e i legami politici del nuovo responsabile.

Un giovane rampante ai vertici di MGA

Il logo della Malta Gaming Authority e uno smartphone connesso a un sito scommesse online

Polemica a Malta, per la nomina del giovane Ryan Pace a responsabile della Gaming Authority.

La Malta Gaming Authority (MGA) non è solo l’equivalente maltese della nostra Agenzia Dogane e Monopoli. Per il particolare status giuridico, l’isola del Mediterraneo è sede di moltissimi siti scommesse e casinò online. La concessione delle licenze di gioco e la funzione di regolatore dei mercati internazionali dell’agenzia è quindi evidente.

Di conseguenza, alla figura che ne è a capo sono richieste leadership e competenza a prova di bomba. In questi giorni, Malta è scossa dalle polemiche proprio riguardo al nuovo responsabile di MGA, designato dal board dell’agenzia. Il nome scelto è quello del giovane avvocato Ryan Pace.

Non ancora trentenne, Pace è stato nominato vicepresidente di MGA nel 2020 da parte del Primo Ministro maltese, Robert Abela, per lo studio legale del quale ha peraltro in precedenza lavorato. Le sue aree di competenza sono le questioni giuslavoristiche, le dispute civili e commerciali, la legislazione ambientale e gli arbitrati nel diritto civile.

Nonostante la giovane età, Pace è attualmente membro di diversi consigli di amministrazione di agenzie governative, comitati e aziende partecipate, tra cui Mediterranean Offshore Bunkering Limited, Engineering Resources Limited, Film Finance Malta Limited e la Malta Film Commission, ente che distribuisce i fondi per le produzioni cinematografiche ambientate o girate nell’isola.

Se verrà confermata la sua nomina a presidente della MGA, Pace dovrà affrontare l’impegnativo compito dello sviluppo strategico dell’agenzia. C’è un problema, però: a parte la carica (più onorifica che pratica) di vicepresidente della Malta Gaming Authority, Ryan Pace non ha alcuna esperienza, nella legislazione del settore scommesse e casinò.

Una nomina vista con sospetto

La nomina di Ryan Pace, vista la sua inesperienza e gli innegabili legami politici, ha suscitato più di una levata di ciglio nel settore finanziario maltese. Julian Buhagiar, cofondatore del fondo di investimento RB Capital, attivissimo nel pianeta-betting, si è detto senza mezzi termini “contrariato” per questa decisione di MGA.

Secondo Buhagiar, si tratta di un evidente passo falso, che fa seguito allo scandalo legato alle dimissioni forzate del precedente presidente dell’agenzia.

Una authority importante come MGA dovrebbe avere ai suoi vertici profili di assoluto spessore, in grado di aumentarne prestigio e autorevolezza. Con la nomina di Pace, si sta procedendo in direzione completamente opposta. Visti i recenti scandali che l’hanno coinvolta, MGA si dimostra miope.Julian Buhagiar, Co-fondatore, RB Capital

Ryan Pace sostituirà infatti Heathcliff Farrugia, precedente presidente di MGA, di fatto costretto a controverse dimissioni dall’incarico nello scorso mese di ottobre insieme al responsabile del reparto legale, Karl Brincat Peplow.

Farrugia sta affrontando delle imputazioni d’accusa particolarmente pesanti, relative a operazioni sospette di trading svolte in associazione con l’uomo d’affari maltese Yorgen Fenech, una figura assai controversa coinvolta, nel 2017, nelle indagini sull’assassinio della giornalista Daphne Caruana Galizia.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
Il logo della Malta Gaming Authority e uno smartphone connesso a un sito scommesse online

Articoli correlati