Francia, la ANJ e la polizia insieme per un gioco più sicuro

Importante accordo di cooperazione firmato nei giorni scorsi tra l’autorità regolatrice del gioco in Francia, ANJ, e il comparto di controllo del settore gioco e corse della polizia transalpina: i due enti scambieranno dati e know-how per offrire agli appassionati un ambiente di gioco ancora più protetto e sicuro.

ANJ e DCPJ, l’unione fa la forza

Il simbolo della DCPJ e dell'ANJ francesi e uno smartphone collegato al sito di un bookmaker online

Firmato un accordo di cooperazione tra la gambling authority francese e la polizia.

Si tratta di una collaborazione decisamente importante, per quanto riguarda il mondo del gioco d’azzardo in Francia, e in particolare il senso di sicurezza per tutti gli appassionati di betting e casinò, sia nelle agenzie che online.

La ANJ (Autorité Nationale des Jeux), massimo ente regolatore del gioco d’Oltralpe, l’equivalente transalpino della nostra Agenzia Dogane e Monopoli, ha infatti firmato un accordo di cooperazione con il SCCJ (Settore Centrale Corse e Giochi), il comparto della polizia giudiziaria (DCPJ) responsabile della vigilanza sulla piena legalità del comparto del Paese del pastis e di Marion Cotillard.

In base all’accordo, ANJ e SCCJ potranno coordinare la messa in campo di azioni di controllo e prevenzione dell’illegalità, concentrandosi in particolare sulle agenzie fisiche (in Francia conosciute con le sigle FDJ e PMU, rispettivamente per scommesse e ippica) nonché sui casinò e i bookmaker online, con l’intento di proteggere al meglio gli appassionati.

I termini della collaborazione

Scendendo più nel dettaglio della cooperazione siglata dall’accordo di qualche giorno fa, i due enti discuteranno tra l’altro della possibilità di creare norme appositamente dedicate alla prevenzione di frodi, da scrivere mettendo in comune il rispettivo know-how, nonché di istituire delle vere e proprie squadre di “segugi” per verificare la liceità dell’operato di bookmaker online e loro partner.

La cooperazione si dedicherà inoltre al controllo dell’attività dei due principali detentori dei diritti di gioco in Francia, FDJ e PMU, così come di quella dei betting shop e dei casinò terrestri. Si tratta di una ulteriore fase di perlustrazione per questi due enti, visto che già attualmente ANJ condivide la sorveglianza del settore casinò con il Ministero degli Interni, per verificare il costante rispetto delle leggi transalpine.

Questo, a sua volta, delega determinati aspetti della sua supervisione, tra cui la regolarità delle corse ippiche e l’erogazione delle licenze per questo genere di scommesse, proprio all’apposito settore della DCPJ (Direction Centrale de la Police Judiciaire), che si troverà così ad avere un ampliamento della sua giurisdizione.

L’accordo ANJ – KSA

In aggiunta a quanto stabilito dall’accordo con la DCPJ, la gambling authority francese ha stipulato nei giorni scorsi anche un memorandum d’intesa con l’ente omologo olandese, la KSA, che include anche in questo caso la condivisione di dati e una cooperazione per il miglioramento delle leggi vigenti.

Inclusi nell’accordo sono inoltre la promozione della collaborazione tra le due agenzie e l’adozione di linee-guida comuni nella protezione di utenti, giocatori e minori. Le aree strategiche di intervento per quanto riguarda questa partnership includono inoltre la prevenzione del riciclaggio di denaro, la supervisione dei conti di gioco degli utenti, la pubblicità e la protezione dai rischi del gioco compulsivo.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
Il simbolo della DCPJ e dell'ANJ francesi e uno smartphone collegato al sito di un bookmaker online

Articoli correlati