Finlandia: abbassati i limiti di spesa per le scommesse online

Importante iniziativa del governo finlandese, che dal primo maggio ha introdotto nuovi e più bassi limiti di spesa giornaliera e mensile per le scommesse online, fissati a 500€, per contenere i rischi di perdite elevate e di gioco compulsivo per il pubblico degli scommettitori del Paese dei Mille Laghi.

Una decisione motivata dall’emergenza coronavirus

Una veduta della cattedrale di Helsinki, in Finlandia

La Finlandia decide di abbassare sensibilmente i limiti di spesa sulle scommesse online.

Tra le ricadute causate dalla pandemia di corona virus, in particolare per il settore del betting e del gioco online, ce ne sono alcune dalle conseguenze particolarmente delicate. Nonostante la sospensione di gran parte delle competizioni sportive, infatti, si registra un aumento del flusso di giocate sulle piattaforme scommesse e gaming. Le persone passano molto tempo in casa e quindi fuggono la noia anche rivolgendosi all’azzardo.

D’altra parte, però, molti utenti sono in una condizione economica complicata, causata dalla sospensione dell’attività lavorativa non sempre pienamente compensata dall’erogazione di sussidi, e con il rischio concreto di perdere il posto di lavoro. Il pericolo di caduta nelle spire del gioco compulsivo per i soggetti psicologicamente più fragili potrebbe essere quindi reale.

Per questo motivo, il governo finlandese ha deciso di prendere dei provvedimenti pratici per limitare questo rischio. A partire dal I maggio, sono stati drasticamente ridotti i limiti di spesa giornalieri e mensili per scommesse e gioco online, proprio con l’intendo di ridurre conseguentemente le perdite degli utenti.

Nello specifico, il limite mensile passerà dagli attuali 2.000€ a 500€, mentre quello giornaliero da 1.000€ a 500€. Tali soglie, che riguarderanno anche slot, bingo online e casinò (tranne il poker) rimarranno in vigore almeno fino al 30 settembre. Gli scommettitori sono già adesso obbligatoriamente chiamati a fissare i propri limiti di spesa prima di qualsiasi attività ludica.

Le dichiarazioni delle parti in causa

Il regime di giochi e scommesse, sia online che in agenzia, prevede in Finlandia la presenza di un operatore di stato, Veikkaus, che controlla tutto il settore. I responsabili tecnici dell’azienda hanno confermato di aver già svolto le modifiche tecniche alle piattaforme online da essa controllate per ottemperare ai nuovi limiti. I betting shop sono invece chiusi da metà marzo, mentre la lotteria è sospesa da ieri.

Il Ministro degli Interni finlandese, Maria Ohisalo, si è detta molto preoccupata per il rischio che i suoi compaesani possano cadere nelle trappole del gioco compulsivo, a causa delle misure di lockdown.

Molti nostri concittadini sono attualmente in una difficile situazione economica. Con questi provvedimenti, freneremo la crescita delle problematiche legate al gioco compulsivo online in questi tempi così complicati.Maria Ohisalo, Ministro degli Interni, Finlandia

C’è però anche una autorevole voce critica, in merito a questo provvedimento. Si tratta della Direzione Nazionale della Polizia Finlandese. È questo ente, infatti, a regolare gioco e scommesse nel Paese e a essere responsabile della supervisione di Veikkaus. Secondo i suoi responsabili, i nuovi limiti potrebbero spingere gli utenti a gettarsi nelle braccia virtuali degli allibratori illegali internazionali, sempre interessati a conquistare nuovi clienti.

La Polizia ha anche rivolto un pubblico appello a vip e personaggi celebri del Paese, chiedendo loro di rescindere le loro eventuali attività di endorsement come testimonial degli operatori internazionali illegali, proprio in risposta alle nuove restrizioni introdotte.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
Una veduta della cattedrale di Helsinki, in Finlandia

Articoli correlati