Essa: 62 casi di scommesse sospette nel secondo trimestre 2018

Sono ben 62 i casi di scommesse sospette segnalate nel secondo trimestre del 2018 dall’Essa, ovvero l’Ente Internazionale per l’Integrità delle Scommesse. I casi segnalati in un apposito report in questo lasso di tempo coinvolgono 8 sport: 44 i casi nel tennis, 12 nel calcio ed uno a testa per pugilato, bocce, pallamano, beach volley, basket ed eSports.

Le dichiarazioni di Khalid Ali

Il logo Essa, vicino a uno smartphone, a dei soldi e a dei palloni sportivi

Segnalazioni Essa sulle scommesse sportive sospette nel secondo trimestre 2018. ©shutterstock.com

Sull’argomento è intervenuto il Segretario Generale dell’ente Khalid Ali, che ha dichiarato: “Abbiamo svolto un ruolo cruciale nel portare trasparenza sul match fixing connesso alle scommesse, motivo per cui abbiamo avuto un vivo interesse per la recente pubblicazione della relazione provvisoria sul tennis dell’Independent Review Panel. Supportiamo molte delle raccomandazioni formulate dal gruppo di esperti e desideriamo lavorare per affrontare i problemi relativi alle scommesse”.

Ali ha poi proseguito dichiarando che Essa nutre “serie preoccupazioni per l’interruzione generalizzata della vendita di dati per gli eventi del tennis al livello più basso e non siamo convinti del fatto che tale approccio sia proporzionato al problema e soprattutto che fornirà una soluzione pratica ed efficace”.

Sul finire il segretario generale ha poi aggiunto una considerazione finale sulla questione:

Stiamo cercando di offrire una serie di opzioni alternative all’interruzione della vendita dei dati e speriamo che il gruppo di esperti scientifici e i vari organi di governo all’interno dello sport siano disposti a esplorare in modo più dettagliato e a raggiungere una posizione reciprocamente vantaggiosa che, oltre a risolvere il problema, serva anche ad evitare qualsiasi impatto commerciale negativo. Khalid Ali, Segretario Generale di Essa

Il report presentato da Essa contiene inoltre un articolo della American Gaming Association, in cui è spiegato come sarà il panorama delle scommesse sportive legalizzate negli Stati Uniti. Di recente infatti la Corte Suprema ha emesso una sentenza secondo cui la legge sulla protezione degli sport amatoriali e professionali (PASPA) è incostituzionale, aprendo così la strada alle scommesse sportive legali.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati