Belgio, scandalo calcioscommesse: il Malines retrocesso d’ufficio

La Federcalcio belga ha declassato la storica squadra del Malines, retrocedendola in seconda divisione, a seguito dell’emergere di un nuovo scandalo match-fixing. Gli incontri truccati sarebbero più di uno, revocata anche la partecipazione alla prossima Europa League.

Malines, nuovo scandalo calcioscommesse

Un calciatore generico calcia in porta, il logo del FC Malines

Match-fixing: il Malines retrocesso in seconda divisione.

Il Malines giocherà nella stagione 2019-2020 nella seconda divisione del campionato di calcio belga, la Proximus League. Questo è quanto ha sentenziato la Federcalcio del Belgio, dopo aver rilevato illeciti in più di un incontro delle ultime due stagioni di seconda divisione.

In particolare, la partita sulla quale si sono maggiormente concentrate le attenzioni degli ispettori è Malines – Waasland-Beveren dell’11 marzo 2018. A proposito di questo match tre agenti di calciatori coinvolti si sono dichiarati colpevoli di “atti di falsificazione della competizione”. Quattro dirigenti del Malines sono stati anche condannati dalla Commissione d’appello della Federcalcio belga.

Un’ombra su un pezzo di storia di calcio belga

Il Malines era appena riuscito ad ottenere la promozione nella Jupiler Pro League, il massimo livello del calcio belga, dopo una stagione di assenza, dopo aver vinto la finale playoff contro il Beerschot, squadra che prenderà pertanto il posto lasciato vacante in prima divisione. La squadra fiamminga era riuscita anche ad aggiudicarsi la Coppa del Belgio, al termine di una cavalcata trionfale culminata nella vittoria in finale per 2-1 contro il Gent.

Questo successo avrebbe dovuto garantire al Malines la partecipazione alla prossima edizione dell’Europa League. La qualificazione alla competizione continentale è stata però revocata dalla Federcalcio belga: alla squadra di Mechelen è stata inoltre inflitta una penalizzazione di 12 punti da scontare nella prossima stagione di seconda divisione.

Il Malines ha scritto negli anni Ottanta alcune importanti pagine di storia del calcio belga. Tra il 1986 e il 1989 la squadra allenata all’epoca da Aad de Mos riuscì nell’impresa di vincere la Coppa del Belgio e ad imporsi anche in campo europeo, grazie alla vittoria nella stagione successiva della Coppa delle Coppe (1-0 in finale contro l’Ajax, dopo aver eliminato l’Atalanta nelle semifinali) e della Supercoppa UEFA (spuntandola nel doppio scontro con il PSV). Il ciclo vincente si concluse con il titolo di campione del Belgio al termine della stagione 1988-1989.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati