Scommesse sportive: a luglio in lieve calo il volume complessivo

Dati in calo, rispetto allo stesso periodo del 2018, per quanto riguarda il volume di giocate delle scommesse sportive in Italia, tanto in agenzia che online. Va considerato però che un anno fa a luglio erano in corso i Mondiali di calcio: il trend è infatti in crescita, se si considerano i dati degli anni precedenti. Tra gli operatori, GoldBet e bet365 si confermano in prima posizione.

Numeri in calo, ma quest’estate non c’erano i Mondiali

Un laptop con la schermata di un sito scommesse online e i loghi di GoldBet e bet365

Scommesse sportive in calo rispetto a un anno fa. A luglio bene GoldBet e bet365.

Se ci si dovesse basare solo sul freddo valore dei numeri, i dati relativi al volume di spesa per quanto riguarda le scommesse sportive in Italia nel mese di luglio potrebbero far gelare il sangue agli addetti ai lavori. Nel mese appena concluso, infatti, la spesa complessiva è stata di 95.3 milioni di euro, a fronte dei più di 114 milioni di dodici mesi prima.

Improvviso disamore dei nostri connazionali per il betting? Immediati effetti dello stop alle pubblicità voluto dal Decreto Dignità? Niente di tutto questo: molto più banalmente, nel mese di luglio 2018 erano in corso i Mondiali di calcio, che comprensibilmente hanno fatto registrare un vero boom nelle puntate. Il sensibile calo del 2019 (-16.6%) era dunque ampiamente previsto dagli addetti ai lavori, che infatti preferiscono considerare il fatto che rispetto al luglio 2017 il saldo registra un più che confortante +10.2%.

I numeri delle scommesse online

Il mese di luglio 2019, quanto a volume di gioco, ci racconta che la forbice tra le giocate in agenzia e quelle online è ormai risicatissima. Il betting giocato da computer o smartphone ha fatto registrare infatti un volume di spesa pari a 47.2 milioni di euro, a fronte dei 48.1 milioni di euro che sono stati spesi nelle agenzie. Per il comparto online si tratta di un calo dell’8.3% rispetto allo stesso periodo del 2018, anch’esso ovviamente legato all’assenza di un evento così polarizzante come i Mondiali di calcio.

Scendendo nel dettaglio, si nota come l’allibratore online con la più alta quota di mercato si confermi bet365, che raccoglie quasi il 20% del volume totale, seppure in calo dell’1% rispetto a luglio 2018. Gli altri due gradini del podio sono occupati, quasi a pari merito, da SKS365 (11.88%) e SNAI (11.86%). A livello assoluto, però, va sottolineata l’ottima crescita di GoldBet, che occupa l’8.22% del mercato, con una crescita di più del venti per cento. Bene anche Sisal (8.57%), mentre la Top 5 è completata da Eurobet, con poco più del 10%. Tra gli emergenti, menzione doverosa per E-Play24 (1.12%).

I dati sulle scommesse in agenzia

Il calo complessivo per quanto riguarda le scommesse in agenzia è stato senz’altro più rumoroso, a luglio: -23.4% rispetto allo stesso periodo del 2018. Chi può però festeggiare ugualmente è GoldBet, che bissa l’ottima prova nel comparto online conquistando il primo posto per quanto riguarda i betting shop: la sua quota di mercato è infatti pari al 20.3% del totale, con un bel +1.2% rispetto a luglio 2018. Il motivo della crescita ha naturalmente a che vedere con la fusione con il gruppo Intralot.

Il podio è completato da SNAI (17.8%) ed Eurobet (15.1%). Rispetto ad un anno fa, vanno segnalate le perfomance in crescita anche di Sisal (al quarto posto con il 14.3%), di Betaland (1.26%), di F.lli Simone (0.68%) e Hbg Online Gaming (0.59%).

In chiusura, il dato relativo alle scommesse virtuali, un settore che continua a dare segnali positivi al mercato. Nel luglio 2019 sono stati raccolti circa 14.1 milioni di euro.

Ricordiamo che questi dati vengono diffusi dall’Agenzia Dogane e Monopoli e dalle autorità di controllo del nostro Paese.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati