Paddy Power-Huddersfield, l’iniziativa di marketing è geniale

Paddy Power diventa per la prima volta main sponsor di un club di calcio, l’Huddersfield, e decide di farlo in modo del tutto originale. Il Chelsea invece chiude un accordo di betting partnership con il bookmaker russo 1XBET.

Paddy Power-Huddersfield: lo sponsor che non ti aspetti

Il logo dell’Huddersfield, il logo di Paddy Power, un portiere di calcio in uscita alta per prendere un pallone prima degli attaccanti

Paddy Power non è mai banale, anche quando si tratta di sponsorship.

Chi frequenta il mondo del betting sa che Paddy Power non è certo un bookmaker come tutti gli altri. L’operatore del gruppo Betfair ha deciso di ribadire questo suo posizionamento anche in occasione della prima main sponsorship nel mondo del pallone. La squadra prescelta è l’Huddersfield, club appena sceso dalla Premier League alla Championship. L’annuncio della sponsorizzazione era stato dato in un primo momento su Twitter, in concomitanza con la presentazione della nuova maglia da gara dei ‘Terriers’ per la prossima stagione.

Il risultato era stato giudicato dai tifosi dell’Huddersfield quanto meno rivedibile se non addirittura inguardabile, attirando anche numerosi sfottò via social da parte dei fan delle storiche rivali del club. Il design infatti non rispettava né i canoni estetici tradizionali, né le regole imposte dalla FA per le sponsorizzazioni sulla maglia: il logo del bookmaker irlandese veniva riportato in diagonale, lungo tutta la parte anteriore della maglia da gara, come se fosse la fascia di una ‘miss’ da concorso di bellezza.

La mossa di marketing ha funzionato, facendo parlare di sé il club e lo sponsor. Che non ha però tardato a comunicare ai tifosi che quella presentata via Twitter altro non era che una divisa fake. Un ‘trollaggio’, come si dice in gergo, in piena regola. La bufala è servita infatti a promuovere la nuova campagna di Paddy Power, intitolata “Save our shirt”, che invita le aziende e i bookmaker rivali a smettere di sponsorizzare i club e a lasciare le maglie intonse, come lo erano alle origini del football. Il kit da gara dell’Huddersfield per la stagione 2019-2020 non presenterà infatti nessun tipo di scritta o logo che non siano quelli sociali e storici del club, nel rispetto della ‘sacralità’ della maglia da gara, come dichiarato da Victor Corcoran, CEO di Paddy Power.

Chelsea-1XBET: il club londinese sempre più russo

Il logo del Chelsea, il logo di 1XBET, dei calciatori in azione sullo sfondo

Sarà difficile che altri club seguano l’esempio dell’Huddersfield. Sicuramente non lo farà il Chelsea, che ha confermato anche per la prossima stagione il logo Yokohama Tyres sulle proprie divise ufficiali. Il club londinese ha stretto però recentemente anche un accordo di sponsorizzazione con l’operatore 1XBET. Il Chelsea, sempre di proprietà di Roman Abramovich, diventa quindi ancora più russo, vista l’origine del nuovo betting partner.

1XBET sta cercando da diverso tempo di aumentare le propria quota di mercato nel Regno Unito e questa partnership non potrà che giovare all’intento, vista la risonanza internazionale del club londinese. Per celebrare questo accordo il bookmaker russo ha già annunciato il lancio di una competizione tra tifosi britannici intitolata “Guess the score”, invitando i fan a prevedere il risultato esatto delle partite di Premier 2019-2020 del Chelsea.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest

Articoli correlati