Paddy Power feroce come sempre: che beffa al Manchester United

In Inghilterra, Paddy Power è sinonimo, oltre che di scommesse online, anche di una strategia di marketing molto irriverente, fatta di spassosi scherzi e botta e risposta con i protagonisti della Premier League. Ultimo episodio, una vetrina-beffa a Manchester per prendersi gioco della campagna acquisti dello United.

Paddy Power, il monello dei bookmaker

I loghi di Paddy Power e Manchester United e un calciatore al tiro

Paddy Power non si smentisce: che scherzo al Manchester United!

Che sia o meno uno dei migliori bookmaker online sulla scena lo decidono naturalmente gli utenti, soprattutto quelli inglesi, ma di sicuro se esistesse un premio per il bookmaker più spassoso e irriverente, Paddy Power avrebbe tutte le carte in regola per aggiudicarselo.

Negli ultimi anni, infatti, il bookmaker del gruppo Flutter si è fatto notare per una serie di strategie di marketing decisamente divertenti e capaci di fare rumore, senza paura di sconfinare talvolta nel cattivo gusto, come quando in passato aveva quotato la possibilità che l’allora presidente USA Barack Obama venisse assassinato.

Restando al calcio, e in particolare a quello inglese, ambito in cui Paddy Power ha il suo core-business, negli ultimi mesi ci sono state una sponsorizzazione decisamente oversize alle maglie di un club di Premier League (per sensibilizzare sulla necessità di tornare alle maglie storiche, senza loghi) e una beffa al difensore dell’Arsenal, Hector Bellerin, che lo scorso luglio aveva promesso di piantare un tot di alberi per ogni vittoria dei Gunners (che da quel momento ne avevano perse tre di fila).

L’ultima “vittima” del settore comunicazione di Paddy Power è stato invece il Manchester United, e segnatamente Ed Woodward, il presidente del club.

Ed Woodward, il più grande allestitore di vetrine di Manchester

Oggetto della beffa di Paddy Power è stata la campagna acquisti del Manchester United, e più precisamente il flop riguardo ai colpi annunciati negli ultimi giorni di calciomercato dal presidente del club, Ed Woodward, andati a vuoto. Il tutto considerando che la chiusura del mercato, lo scorso 5 ottobre, arrivava 24 ore dopo l’incredibile debacle dei Red Devils, sconfitti in casa per 6-1 dal Tottenham dell’ex allenatore José Mourinho.

Paddy Power si è così inventato una speciale vetrina per un temporary shop aperto in centro a Manchester, che mette alla berlina una serie di “acquisti quasi perfezionati” dalla società mancuniana, a partire dal talento del Borussia Dortmund, Jadon Sancho, fino al capitano dell’Aston Villa, Jack Grealish.

La vetrina, allestita nella centralissima Clarence Street di Manchester, reca l’ironica insegna “Woodward’s” e presenta appunto i colpi mancati dallo United, accompagnati da beffarde didascalie. Vicino al manichino di Thiago Alcantara, che al Manchester ha preferito la casacca del Liverpool, campeggia ad esempio la scritta “Pluripremiato modello spagnolo. Venduto a un acquirente con più appeal. Improbabile la compravendita a terzi”.

Anche Gareth Bale, passato proprio al Tottenham dal Real Madrid, era uno dei target di Woodward. Accanto al suo manichino, la scritta era invece “Contattato. Rifiutato. Bersaglio mancato”. La vetrina invita però anche a visitare un fantomatico “negozio gemello”, chiamato Ed’s Panic Buys (“Gli acquisti dettati dal panico di Ed”), per le offerte last-minute, in riferimento all’acquisto nelle ultime ore di calciomercato da parte dei Red Devils di Edinson Cavani, fortissimo ma non più giovane (ha 33 anni) centravanti uruguaiano.

In una nota ufficiale di presentazione della campagna, Paddy Power ha spiegato che “quando si tratta di trasferimenti, Ed Woodward è il maestro indiscusso: volevamo celebrare quindi il suo desiderio di acquisti di alto livello, che si traducono però poi nel tesseramento di un attaccante non più giovanissimo che poteva essere acquistato molto tempo fa”.

La nota si conclude poi con una chiusa velenosissima: “Non abbiamo dubbi: il nostro negozio sarà ancora affollato il prossimo gennaio!”, in riferimento alla finestra invernale del calciomercato, che si svolgerà appunto nel primo mese dell’anno. A questo punto sta a Ed Woodward e agli uomini-mercato del Manchester United, deludere le aspettative di Paddy Power!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
I loghi di Paddy Power e Manchester United e un calciatore al tiro

Articoli correlati