LeoVegas completa la migrazione di Royal Panda su Rhino

Buona notizia per LeoVegas. Il marchio svedese attivo sia nelle scommesse online che nei casinò ha completato la migrazione sulla sua piattaforma tecnologica Rhino di Royal Panda, ultimo brand acquisito dal gruppo. In questo modo, gli utenti sperimenteranno un sito molto più performante e user friendly per tutte le loro esigenze.

Una piattaforma tecnologica di grande potenza

I loghi di LeoVegas e Royal Panda e della gente davanti a un laptop

LeoVegas migliora Royal Panda inserendolo nel roster della piattaforma Rhino.

Sono più di dieci, i marchi afferenti al bookmaker online svedese LeoVegas che fanno parte di Rhino, la piattaforma tecnologica sviluppata in-house dall’operatore scandinavo e che opera su 8 diversi mercati regolamentati di gioco e scommesse.

Nei giorni scorsi, infatti, anche Royal Panda, l’ultimo dei marchi acquisiti da LeoVegas negli ultimi mesi, ha fatto il suo ingresso su questa struttura, capace di implementare e gestire, in maniera geolocalizzata, le piattaforme di gioco.

La procedura di migrazione del software non è solo utile per la gestione interna delle risorse e l’ottimizzazione della manutenzione dei vari siti scommesse e casinò online, ma si rivela di grande utilità anche per gli appassionati. In questo modo, infatti, l’operatività di Royal Panda, esattamente come degli altri marchi che fanno parte della piattaforma, risulterà più efficiente, permettendo anche a questo allibratore online di usufruire della tecnologia e della gestione prodotto di LeoVegas.

Nulla cambierà a livello visivo, per gli utenti di Royal Panda: il look e il layout grafico rimarranno quelli attuali, ma LeoVegas si aspetta un miglioramento significativo dell’esperienza di gioco per gli utenti soprattutto da mobile. Tanto il comparto casinò che quello scommesse usufruiranno di palinsesti allargati e di un numero maggiore di opzioni di deposito e prelievo.

Disporre di una piattaforma unificata rende di gran lunga minore la complessità delle procedure operative, eliminando il lavoro superfluo che si presenta dovendo gestire piattaforme tecniche diverse nello stesso momento, si spiega dal quartier generale di LeoVegas. Gli utenti Royal Panda potranno inoltre servirsi della tecnologia di open banking messa a punto dal bookie svedese, così come dei prodotti jackpot sviluppati in-house.

Un’acquisizione messa in atto quattro anni fa

Risale al 2017, l’operazione di acquisizione di Royal Panda da parte di LeoVegas. Il prezzo dell’acquisto è stato inizialmente di 60 milioni di euro. Nel 2020, Royal Panda ha chiuso i battenti nel Regno Unito, in seguito a un crollo verticale degli introiti dovuto anche all’inasprimento delle normative di legge, con LeoVegas che ha preferito concentrarsi sui marchi Rocket X.

Da quel momento, tutti i brand Rocket X sono stati trasferiti su Rhino: un’operazione che ha portato secondo LeoVegas a un risparmio di 3.7 milioni di euro annui per la loro gestione ordinaria. L’amministratore delegato del bookie scandinavo, Gustaf Hagman, ha così commentato il completamento della migrazione di Royal Panda:

Poter gestire tutti i nostri marchi su un’unica piattaforma è un passo avanti decisivo nella storia di LeoVegas. Ringrazio tutti i tecnici che hanno reso possibile questo miglioramento. Non vedo l’ora di vedere come potremo liberare risorse da destinare alla velocizzazione degli altri nostri comparti, e di sperimentare i benefici di questa operazione per gli utenti di Royal Panda.Gustaf Hagman, CEO, LeoVegas

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
I loghi di LeoVegas e Royal Panda e della gente davanti a un laptop

Articoli correlati