UCI World Tour, parte con incognite la stagione 2021 di ciclismo

L’UCI World Tour 2021, dopo la cancellazione delle corse australiane, dovrebbe regolarmente partire dagli Emirati Arabi. Ecco le date più importanti della stagione e le novità principali, tra programmazione, nuove squadre e ritiri eccellenti.

UCI World Tour 2021, ecco il calendario

Il logo dell‘UCI e un ciclista in azione

Al via la stagione 2021 dell’UCI World Tour.

La notizia era già ufficiale da novembre: le corse australiane che tradizionalmente ormai da anni inaugurano la stagione del grande ciclismo, come il Tour Down Under e la Cadel Evans Great Ocean Road Race, sono state annullate per via della pandemia, che anche quest’anno non lascia per il momento tregua al mondo dello sport. L’UCI World Tour 2021 dovrebbe però partire finalmente dagli Emirati Arabi con l’UAE Tour nelle prossime settimane (21-27 febbraio), con al via Pogacar e Froome.

L’antipasto emiratino sarà utile alle principali squadre professionistiche del ciclismo mondiale per saggiare la gamba e testare i nuovi protocolli ani-Covid, prima dell’inizio della stagione delle corse europee. Sono 19 i team al via, con la novità della belga Intermarché che ha rilevato la licenza CCC. Il 6 marzo il gruppo si sposta in Italia, con la Strade Bianche e la Tirreno-Adriatico (10-16 marzo), in preparazione della classicissima di primavera. Quest’anno la Milano-Sanremo dovrebbe infatti tornare alla sua collocazione storica, il 20 marzo.

Sarà poi il turno delle classiche del nord, si spera: si parte con la Gand-Wevelgen (28 marzo), poi ecco le monumento Giro delle Fiandre (4 aprile) e Parigi-Roubaix (11 aprile). La campagna del Nord si concluderà con Amstel Gold Race (18 aprile), Freccia Vallone (21 aprile) e Liegi-Bastogne-Liegi (25 aprile).

Dal Giro al Tour, ecco il programma dei protagonisti

Dall’8 al 30 maggio sarà finalmente la volta del Giro d’Italia, tornato a primavera inoltrata. Il Tour de France dovrebbe invece anticipare di una settimana la sua tradizionale collocazione (26 giugno-18 luglio) per permettere poi ai corridori di preparare al meglio le Olimpiadi di Tokyo (24-28 luglio), che comunque al momento non sono ancora del tutto confermate.

Con Giro e Tour così ravvicinati, più di un ciclista potrebbe provare a fare l’accoppiata. Queste sono le intenzioni almeno di Vincenzo Nibali, il corridore di punta dell’Italia nelle corse a tappe. Il campione della Trek sarà al via di entrambe le corse a tappe in compagnia di Bauke Mollema, anche se il suo vero obiettivo stagionale sono i giochi olimpici. Chi invece non sarà presente ai grand tour è sicuramente Tom Dumoulin: il campione olandese ha infatti dichiarato l’intenzione di ritirarsi, almeno “temporaneamente”, dal ciclismo professionistico.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Share on Pinterest
Il logo dell‘UCI e un ciclista in azione

Articoli correlati